Home / Cultura  / Arte  / Una probabile opera del famoso street-artist Banksy è comparsa a Venezia nei giorni di pre-apertura della Biennale

Una probabile opera del famoso street-artist Banksy è comparsa a Venezia nei giorni di pre-apertura della Biennale

A diffondere la notizia è stata l’autorevole rivista Artribune. Il murales, comparso proprio nei primi giorni di apertura della Biennale di Venezia, sembra attribuibile proprio al famoso street-artist inglese, Banksy. Ad oggi il condizionale è

A diffondere la notizia è stata l’autorevole rivista Artribune. Il murales, comparso proprio nei primi giorni di apertura della Biennale di Venezia, sembra attribuibile proprio al famoso street-artist inglese, Banksy. Ad oggi il condizionale è d’obbligo in quanto l’Artista non ha ancora rivendicato l’azione.

 

L’opera, realizzata con ogni probabilità tra giovedì notte e venerdì mattina, è stata creata con la tecnica dello stencil da muro a spray. Rappresenta un bambino con i piedi nell’acqua che indossa un giubbetto di salvataggio e tiene in mano un bengala di segnalazione che emette un fumo fluorescente rosa.

 

Il tema è sicuramente quello dell’immigrazione che, proposto proprio in concomitanza con l’apertura della Biennale di Venezia può svilupparsi in molteplici significati.

 

L’opera è stata realizzata su una parete di un palazzo abbandonato a Dorsoduro, nella zona di Campo Santa Margherita. Per poterla ammirare al meglio, è sufficiente dirigersi verso la farmacia Santa Margherita e una volta giunti sulla parte più alta del ponte si avrà la migliore prospettiva.

 

Sarebbe la seconda volta che Bansky lascia traccia della sua arte in Italia, dopo la “Madonna con la pistola” realizzata a Napoli.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni