Home / Slide-main  / Un Venezia “Forte” non conquista i tre punti con il Brescia. Finisce 2-2

Un Venezia “Forte” non conquista i tre punti con il Brescia. Finisce 2-2

Un Venezia “Forte” non conquista i tre punti con il Brescia. La doppietta dell’attaccante non è bastata. Finisce 2-2 Nell’ottava giornata del campionato di Serie BKT, il Venezia è ospite del Brescia al Mario Rigamonti. Gli

Un Venezia “Forte” non conquista i tre punti con il Brescia. La doppietta dell’attaccante non è bastata. Finisce 2-2

Nell’ottava giornata del campionato di Serie BKT, il Venezia è ospite del Brescia al Mario Rigamonti.
Gli arancioneroverdi arrivano all’appuntamento odierno dopo il primo successo ottenuto in trasferta a Chiavari con l’Entella. I lombardi, ancora imbattuti in casa, sono reduci dalla vittoriosa trasferta con il Cosenza.

Mister Zanetti conferma gli undici leoni della vittoria di Chiavari: Forte davanti, con il tridente Johnsen-Aramu-Capello a supporto.
Mister Lopez opta per Mateju al posto di Chancellor in difesa, Dessena e Bisoli in mediana e in attacco schiera il tandem Donnarumma-Aye con Spalek a supporto.
In campo è subito il Brescia a costruire con più incisività, i lagunari faticano a costruire.
Sono i padroni di casa al 13’ a sbloccare subito il risultato alla prima occasione: palla alta di Dessena, destro al volo di Bisoli da posizione defilata che brucia Lezzerini con un magnifico eurogoal.
Passano tre minuti e i lombardi sfiorano il raddoppio: clamoroso errore di Vacca, Donnarumma mette al centro per Dessena che libera il destro, Spalek da posizione irregolare devia in rete e goal annullato.
Sembra una partita ormai scritta, ma i lagunari non mollano ed iniziano ad alzare il ritmo della partita. Al 21’ arriva la prima occasione per gli ospiti: Vacca apre sul secondo palo per Modolo che va di poco alto.
I lombardi tentato di rallentare il gioco ma i leoni si fanno sempre più pericolosi e si affacciano sempre più spesso nella metà campo lombarda. Al 33’ arriva il goal del pareggio: Aramu da calcio d’angolo, grande incornata di Forte che buca la porta di Joronen.
Il pallino della partita è ora definitivamente passato ai veneti. Al 37’ sono ancora i leoni a farsi pericolosi sottoporta: Forte bene per Johnsen che fa partire il destro, ma Sebelli ci mette una pezza deviando in corner.
Al 43’ sono i padroni di casa a farsi pericolosi: Spalek alta per Bisoli che cerca la doppietta ma Lezzerini è attento.
Il primo tempo termina con una rete per parte, dopo il primo quarto d’ora di sofferenza, i leoni hanno preso in mano il match ed hanno dominato il primo tempo.
Nella ripresa è ancora il Venezia a creare occasioni e al 55’ riesce ad andare nuovamente in goal: Aramu dalla sinistra, tacco delizioso di Fiordilino e Forte buca per la seconda volta la porta difesa da Joronen. Brescia-Venezia 1-2.
Gli arancioneroverdi non abbassano la guardia e ci riprovano al 73’: Mazzocchi passa sulla destra, guizzo di Capello di testa ma Joronen è attento.
Passa un minuto e i lombardi vanno vicinissimi al raddoppio: palla persa in costruzione, Donnarumma prova il destro a colpo sicuro, capitan Modolo di testa sulla linea, devia sopra la traversa.
I leoni ci riprovano al 79’: Capello riparte, velo di Forte per Karlsson ma Joronen copre bene.

L’arbitro Illuzzi concede 5’ di recupero e proprio al 90’+5 è il Brescia a segnare il goal del pari: Capello stende Sabelli al limite, 22 giocatori in area di rigore lagunare compreso il portiere Joronen. Punizione di Jagiello girata di testa di Torregrossa, Lezzerini respinge, Papetti non sbaglia il tap-in di testa che chiude la partita.
Al 90’+7 il triplice fischio dell’arbitro Illuzzi chiude l’incontro con il risultato finale di Brescia Venezia 2-2.

Al termine dell’incontro Mister Zanetti ha così commentato il match: “Siamo andati in svantaggio dopo aver subito un gol giunto su una giocata individuale degna di nota, però da quel momento la squadra ha iniziato a macinare gioco, sfoderando una grande prestazione. C’è un po’ di amaro in bocca per non essere riusciti a chiudere la partita, perché ne abbiamo avuto l’occasione e come spesso accade nel calcio, se non chiudi i match poi vieni punito. Peccato, perché per quello che abbiamo visto in campo i ragazzi meritavano di uscire dal campo con i 3 punti, non solo per il cuore che hanno messo ma anche per il calcio che hanno espresso contro una squadra di altissimo livello. Ho fatto i complimenti ai ragazzi perché se lo meritano, questo è un punto conquistato; dobbiamo restare umili, potevamo vincere e non è successo anche per la bravura degli avversari. Siamo una squadra convinta dei propri mezzi, siamo ad inizio percorso ma se continuiamo così il nostro futuro sarà importante, ed il nostro futuro inizia dalla prossima partita in casa contro l’Ascoli.”

Un risultato che sta molto stretto alla formazione di Mister Zanetti che avrebbe meritato i tre punti. Lombardi decisamente in giornata di grazia che dopo un buon avvio, hanno subìto la rimonta arancioneroverde sfumata a tempo scaduto con il goal del pareggio di Papetti.
Nella prossima giornata di Campionato, gli arancioneroverdi ospiteranno sabato prossimo al Penzo l’Ascoli, mentre il Brescia ospiterà in casa il Frosinone.

Photocredits: Facebook @veneziafc

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni