Sì, ViaggiareSlide-mainVeneto

Un nuovo Rock sulla linea Padova – Bassano

1 minuti di lettura

Ieri mattina Elisa De Berti, Vicepresidente e Assessore alla mobilità della Regione Veneto e Ivan Aggazio, Direttore Regionale Veneto di Trenitalia erano presenti nella stazione di Padova per il viaggio inaugurale del convoglio. Sono 6 le corse giornaliere tra Padova e Bassano sul nuovo Rock (per un totale di 8.760 passeggeri trasportabili), a cui se ne aggiungeranno altre 10 dopo l’introduzione di ulteriori treni nelle prossime settimane.

Il Rock si contraddistingue per la particolare attenzione all’ambiente grazie a consumi energetici ridotti (meno del 30% rispetto alla generazione precedente), un ampio utilizzo di materiali ecosostenibili per gli interni e oltre il 97% di riciclabilità dei materiali al termine del ciclo di vita.

I posti sono più di 1.460, dei quali 605 a sedere, nella composizione a cinque carrozze. Inoltre, a conferma dell’impegno del Gruppo FS per un modello di mobilità integrata e sostenibile a bordo sono presenti 15 postazioni per le biciclette. Prevista anche la possibilità di ricaricare durante il viaggio la batteria della bici elettrica, con 6 prese dedicate. Completano l’allestimento oltre 30 monitor LCD per le informazioni ai viaggiatori, un sistema di videosorveglianza con 50 telecamere e il Wi-Fi con portale di bordo.

“Da oggi la linea Padova – Bassano vedrà la circolazione di un nuovo treno. Maggior comfort per passeggeri e conducenti, maggiore puntualità e consumi energetici ridotti. L’accordo tra Regione e Trenitalia per il miglioramento del trasporto ferroviario non è certo rimasto un vuoto impegno verbale ma si è tradotto e continua a tradursi in un effettivo aumento qualitativo della mobilità su rotaia in tutti i suoi aspetti: efficienza e affidabilità del servizio fanno ormai parte della quotidianità e della fruizione dei cittadini”, ha detto Elisa De Berti.

“Il miglioramento a cui si sta lavorando, inoltre, è anche il frutto di uno sforzo condiviso: la progressiva elettrificazione delle linee regionali ha infatti delle ricadute positive sulla puntualità. Con l’elettrificazione della linea Padova-Bassano, realizzata nel 2020, la puntualità sulla tratta è passata da una percentuale inferiore al 90% ad una superiore al 97%, con ricadute ovviamente positive su qualità e condizioni di viaggio”, precisa ancora De Berti.

“La graduale sostituzione dei vecchi treni con i nuovi Rock e Pop per l’intero Veneto, porterà entro il 2023 l’età media della flotta da 16 a 4 anni, garantendo ai veneti un servizio su rotaia più efficiente e affidabile: trasporti migliori significano migliore qualità di vita”, conclude la Vicepresidente e Assessore alle infrastrutture e Trasporti.

Articoli correlati
Italia MondoNewsSlide-mainSport

Le nobili decadute del calcio mondiale

2 minuti di lettura
Belgio, Germania, Uruguay e Serbia. Quattro esclusioni eccellenti. I verdetti dei gironi in questi campionati Mondiali di calcio ci hanno regalato delle…
CulturaSlide-mainSocialeVenezia

Nasce a Dolo la biblioteca inclusiva, prima esperienza a livello regionale

2 minuti di lettura
In occasione della Giornata Internazionale deIle Persone con Disabilità istituita ufficialmente dall’ONU nel 1992 e celebrata ogni anno il 3 dicembre, è…
LavoroSlide-mainSociale

Giornata internazionale delle persone con disabilità: con la macchina a trazione elettrica di CREA e Inail l’agricoltura è accessibile

2 minuti di lettura
Il progetto di ricerca del prototipo Libera 2 è nato con l’obiettivo di permettere anche a chi non può usare gli arti inferiori…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio