Home / Slide-main  / Un incontro sull’importanza di formare gli operatori museali all’accoglienza dei non vedenti nei musei

Un incontro sull’importanza di formare gli operatori museali all’accoglienza dei non vedenti nei musei

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS Sezione di Venezia organizza una conferenza stampa sull’importanza di formare gli operatori museali all’accoglienza delle persone non vedenti nei musei.

Il prossimo 31 agosto, alle ore 11, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS Sezione di Venezia organizza una conferenza stampa relativa al corso: “Arte del con-tatto: corso base per operatori museali sull’accessibilità dei musei in favore delle persone con disabilità visiva”.

 

Con questo corso si vuole sottolineare l’importanza di formare gli operatori museali all’accoglienza delle persone non vedenti nei musei veneziani e non solo, ma soprattutto di realizzare uno standard di accoglienza che possa dare un valore aggiunto all’offerta culturale della città, soprattutto nei confronti dei residenti e dei turisti non vedenti.

 

Tale corso, promosso da IRIFOR Nazionale e con il supporto di UICI Venezia, è tenuto presso il Palazzo Tiepolo-Passi (S. Polo 2774, Venezia), sede di una mostra pensata dall’artista franco-svizzera Caroline Lépinay che offre la possibilità di apprezzare le sue opere tramite un emozionante percorso sensoriale al buio da bendati attraverso il tatto e l’ascolto di musica e storia che trasmetterà sensazioni profonde. La mostra, visitabile anche senza benda, è patrocinata dall’UICI, dalla fondazione Pavarotti e dal museo Omero di Ancona.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni