DigitalSlide-mainVenezia

ULTRAMARIN, a Venezia una mostra immersiva sul tema dell’acqua nella città lagunare

3 minuti di lettura

Location: Tana Art Space, Fondamenta de la tana 2109A, Venezia (a 1 minuto dall’entrata di Biennale Arsenale)
Aperto tutti i giorni, dalle 13 alle 20 (eccezionalmente il 1° settembre chiusura anticipata alle 17)
Entrata libera ma prenotazione suggerita (biglietti disponibili sul sito ufficiale www.vrham.de

In occasione del suo quinto anniversario, il primo festival tedesco delle Arti della Realtà Virtuale VRHAM! presenta la prima tappa del progetto itinerante ULTRAMARIN – Una mostra immersiva.

Artisti internazionali presenteranno opere già conosciute o ancora inedite sul tema dell’acqua, presso lo spazio Tana Art Space a Venezia (Fondamenta della Tana 2109A, Sestiere Castello, aperto tutti i giorni dalle 13 alle 20).


Dopo la prima tappa ad Amburgo, il Festival di Realtà Virtuale VRHAM! si sposta a Venezia

Dopo l’anteprima tedesca del 2 e 3 giugno ad Amburgo, un ensemble internazionale di artisti guidati dal curatore Ulrich Schrauth si recherà a Venezia nel contesto della Mostra del Cinema e della Biennale d’Arte di Venezia: dal 1° all’8 settembre, opere conosciute e inedite saranno presentate al pubblico internazionale. “Dopo l’entusiasmo riscontrato tra i visitatori ad Amburgo e tra i nostri partner, siamo molto lieti di presentare ULTRAMARIN a Venezia, capitale dell’arte. Probabilmente non esiste un altro luogo in cui l’impegno curatoriale dell’acqua trovi una tale profondità a livello metaforico come nella città lagunare. In qualità di direttore artistico, per me è importante accendere i riflettori sull’acqua come risorsa fondamentale attraverso l’arte immersiva. Vogliamo offrire ai visitatori esperienze inedite attraverso l’uso di tecnologie innovative. Siamo entusiasti di vedere come il pubblico internazionale reagirà alle opere immersive dei nostri artisti e speriamo in numerosi visitatori e nuovi contatti oltre i confini nazionali”, afferma Ulrich Schrauth, direttore artistico di VRHAM!

In occasione dell’inaugurazione della mostra, il 1° settembre alle 19.30 presso il Tana Art Space, Helge Albers, CEO di MOIN Filmförderung Hamburg Schleswig-Holstein, presenterà un’interessante opzione di finanziamento: la XR PUNK PITCH BATTLE della MOIN Filmförderung sta iniziando ora il suo secondo ciclo. Questo offre ad artisti e produttori nazionali e internazionali la possibilità di ricevere un finanziamento fino a 10.000 euro per il loro progetto XR.


A Venezia i visitatori potranno interagire con opere di realtà virtuale, aumentata, mixed media e proiezioni. Ecco chi sono gli artisti

Tornano progetti di grande richiamo come l’installazione video Primoridal Force di Can Büyükberber (ZKM, Ars Electronica, Sonar D+, tra gli altri), che ha già collaborato con artisti come la band Tool Shigeto (vincitrice di un Grammy) o l’icona dell’arte digitale Refik Anadol. In Primordial Force, simbolismo alchemico e inconsapevolezza collettiva convergono in un movimento infinito e in un’interazione costante. “Sono entusiasta di presentare a Venezia la mia opera audiovisiva immersiva Primordial Force. I visitatori possono immergersi completamente nei raggi di luce. Prendere parte a Primordial Force è un’esperienza artistica che evoca uno stato meditativo”, afferma Can Büyükberber a proposito della sua opera. Jakob Kudsk Steensen (Serpentine Gallery di Londra, Luma Arles, LAS Light Art Space di Berlino, tra gli altri) è un pioniere nell’utilizzo di nuove pratiche artistiche e tecnologiche all’interno dei suoi lavori. Presenterà la sua opera VR Liminal Lands, che immerge gli spettatori in paesaggi poetici e trasforma il materiale fotografico in una sinfonia di luce e suono.

Lo studio francese Adrien M & Clarie B, che ha già attirato l’attenzione internazionale con opere come Equinox o Pixel, presenta Acqua Alta – Crossing the mirror a ULTRAMARIN. Con l’aiuto della realtà aumentata, i visitatori sono immersi in una storia toccante sull’amore, la perdita e il potere dell’immaginazione.

L’artista svizzera Mélodie Mousset (MoKa, ZABLUDOWICZ Collection, MAC Lyon, tra gli altri) esplora il corpo umano e il suo lato virtuale in Jellyfish, un’opera straordinaria in cui i visitatori interagiscono, attraverso la loro voce, con il mondo subacqueo virtuale che li circonda.
Anche il motion designer Christoph Monchalin si concentra sul corpo, ma utilizza un approccio meditativo. Con Muted, presenta un’esperienza VR volumetrica che trasporta i visitatori e li fa sprofondare nel mondo onirico immaginario di una ragazza sordomuta.

La media artist canadese Olivia McGilchrist (MUTEK Montreal, tra gli altri) presenta MYRa a ULTRAMARIN: i mondi sommersi incontrano l’arte performativa; video a 360° e animazioni 3D catapultano il pubblico in un maremoto virtuale.

Articoli correlati
MoglianoNaturaSlide-main

Il Parco di Mogliano, presentato il Master Plan alla città

1 minuti di lettura
È stato presentato ieri ai cittadini il Master Plan “IL PARCO DI MOGLIANO”, redatto dall’architetto Alfonso Cendron, che sviluppa un’ipotesi di riqualificazione…
AmbienteEconomiaSlide-mainSostenibilitàTreviso

Restiamo accesi, ma spegniamo la luce: la campagna di Coldiretti Treviso

1 minuti di lettura
Domenica 25 settembre decolla la campagna di promozione di Coldiretti Treviso per la transizione energetica intitolata “Restiamo accesi, ma spegniamo la luce”. Quotidiani,…
MoglianoSlide-mainSport

Rugby. A Mogliano arriva Colorno. Oggi il Quaggia aperto a tutti

1 minuti di lettura
Seconda giornata di Coppa Italia alle porte e per l’occasione Mogliano ospiterà la formazione dell’HBS Colorno, vittoriosa la scorsa domenica contro la…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!