CulturaSlide-main

Tradizioni popolari. Vino bianco contro la “febbre d’estate”

1 minuti di lettura

È tradizione veneta, molto sentita soprattutto a Treviso e provincia, che il 1° di agosto si “faccia colazione” a partire da un goccio di vino bianco.

Questa usanza, tramandata nel tempo dai nostri avi, insegna che bere due dita di vino bianco ogni 1° di agosto, appena svegli e a digiuno, fungerebbe da protezione contro i morsi di vipere e serpenti e dai malanni estivi. Gli sbalzi termici dovuti all’uso dei condizionatori, il caldo torrido e l’aria malsana, insieme all’inquinamento atmosferico concorrono infatti a favorire la diffusione dei virus influenzali.

E quest’anno, con il Covid-19 ancora in circolazione e l’idea di prendere altri virus che fa ancora più paura, è giusto (continuare a) proteggerci indossando la mascherina ed evitando i contatti ravvicinati, preparandoci intanto a un nuovo brindisi, nella giornata di domani, per celebrare la festa dei omeni!

Articoli correlati
IntervistePoliticaSlide-mainVideo

Valorizzare le radici cristiane dell'Europa: intervista all’On. Nicola Procaccini

1 minuti di lettura
Una riflessione che mette in luce le priorità legislative, per un’Europa più coesa e rispettosa delle sue tradizioni culturali e sociali. ROMA…
CulturaSlide-mainTreviso

Al Sant’Artemio aperta la Mostra sul Vajont con gli scatti inediti del FAST della Provincia

2 minuti di lettura
“Calamita/à”, vincitrice del bando del Ministero della Cultura, è visitabile fino al 28 giugno TREVISO. La Provincia di Treviso ha aperto sabato…
Slide-mainVenetoVille Venete

Giornata delle Dimore Storiche Italiane in Veneto

2 minuti di lettura
Il 26 maggio, in Veneto, si celebra la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, con l’apertura gratuita di ville e palazzi storici….