MoglianoSlide-main

“Tirata d’orecchie” del Presidente del Consiglio Comunale Lino Sponchiado durante il resoconto del primo anno di governo

2 minuti di lettura

“Tirata d’orecchie” del Presidente del Consiglio Comunale Lino Sponchiado durante il resoconto del primo anno di governo del Sindaco Davide Bortolato, a Mogliano.

Si è tenuta ieri mattina, nella Sala del Consiglio del Municipio di Mogliano la conferenza stampa riguardante la relazione del primo anno di mandato del Sindaco Bortolato. Erano presenti anche i componenti della Giunta e il Presidente del Consiglio Comunale.

“Ad un anno esatto dalla mia nomina – ha esordito il Sindaco – di un anno molto intenso, che certamente nessuno potrà dimenticare, un anno dove ai 365 giorni dobbiamo sottrarre i 110 di emergenza Covid19 che ha inevitabilmente posticipato molti dei nostri programmi. Basta dare il dato delle ordinanze che ho firmato: il triplo, 15, rispetto alle 5 o 6 che si firmano in un normale anno di mandato”. Il Sindaco messo in evidenza alcune mancate entrate per il Comune come la tassa di soggiorno, per lo stop del turismo, le multe, per lo stop alla circolazione, gli oneri di urbanizzazione, in quanto molti permessi di costruire non vengono ritirati per problemi economici o anche solo per l’incertezza sul futuro. Ha elencato poi le opere che sono già in fase di realizzazione e alcuni programmi futuri.

Il Presidente del Consiglio Lino Sponchiado, dopo aver raccontato del momento più bello accaduto in Consiglio quando un caloroso applauso ha accolto l’istituzione della Commissione Speciale per L’Ambiente presieduta dal consigliere della minoranza Renzo Prete, ha poi dovuto ricordare anche il momento peggiore accaduto proprio nell’ultimo Consiglio svoltosi lo scorso 9 giugno.

“Quando i toni e le modalità espressive, o più semplicemente le sceneggiate, prevaricano l’esame dei contenuti degli argomenti in discussione, allora vuol dire che si sceglie di mettere al primo posto interessi personali e solo dopo questi, gli interessi della collettività”.

L’Assessore Giuliana Tochet, in prima linea durante l’emergenza Covid con il suo Assessorato alle Politiche Sociali ha raccontato quanto sia stato importante e positivo il grande sforzo del mondo del volontariato nel riuscire a far fronte a tutte le nuove necessità della popolazione, come portare a domicilio la spesa agli anziani, distribuire a tutti le mascherine, dare buoni spesa a chi ne aveva estremo bisogno, salvaguardare i più deboli e gli anziani e soprattutto dare ascolto alle persone impaurite e sole. Inoltre non sono mancati nuovi progetti di solidarietà anche per il mondo animale,

che ha avuto un ruolo importante nel sostenere la solitudine di molti ma che ora subisce le nuove povertà dei proprietari.

Silvia Moscati

Articoli correlati
Scelti per voi: libriSlide-main

Con gli occhi di un artista

1 minuti di lettura
Ogni persona è unica, così come il suo modo di guardare, al mondo non esistono due artisti uguali. Edito da 24 ORE…
Italia MondoScelti per voi: filmSlide-main

Donato Bilancia, il docufilm sul serial killer più prolifico della nostra storia criminale

5 minuti di lettura
Donato Bilancia è il serial killer che nella nostra storia criminale ha accatastato più cadaveri lungo la sua traiettoria, 17 vittime: 9…
AmbienteEconomiaItalia MondoPoliticaSlide-main

Il ministero del Mare sia guida di tutto il sistema, serve una nuova visione

4 minuti di lettura
Lo dice il professore avvocato Alessandro Botti, presidente di Ambiente Mare Italia-Ami. “Il Mare rappresenta la risorsa italiana più importante, sia da…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!