Slide-mainTurismoVeneto

“Terre Nobili Gravel”, la coast-to-coast del Veneto sulle due ruote, attraverso 7 siti Unesco

2 minuti di lettura

L’assessore regionale al Turismo ha presentato ieri a Palazzo Balbi “Terre Nobili Gravel”, la manifestazione su due ruote coast to coast del Veneto che si snoda per 700 chilometri attraverso 7 dei 9 siti Unesco della regione.

In programma dal 23 al 30 settembre, infatti, si basa su un percorso che parte da Caorle e si snoda tra le eccellenze storiche e artistiche del Veneto fino al lago di Garda, toccando le province di Venezia, Treviso, Padova, Vicenza e Verona.

Alla presentazione hanno partecipato i rappresentanti del Comitato organizzatore e di diversi comuni, coinvolti nell’organizzazione e nel percorso.

Il percorso

L’evento si propone di essere per i partecipanti un’esperienza per vivere intensamente, grazie alla bicicletta, il museo a cielo aperto che è offerto dai territori attraversati. Gli iscritti saranno non solo in sella a una gravel ma anche in sella a una mountain-bike o e-bike.


Partenza da Caorle sabato 23 settembre

La partenza sarà – “alla francese” – da Caorle, sabato 23 settembre, con rientro entro venerdì 30 settembre. Sono previsti 3 check point (Padova, Peschiera, Montegrotto Terme) oltre a quello della partenza, per il controllo, il ristoro e per permettere il cambio della staffetta. I partecipanti, infatti, possono scegliere tra 4 formule di percorso: da solo o in coppia (staffetta) oltre che con differenza di chilometraggio, dislivello e numero di tappe.

“Con questa corsa il Veneto conferma la sua vocazione a rimanere in testa come regione più turistica d’Italia con i suoi 72 milioni di presenze annuali – sottolinea il Presidente della Regione -. Si tratta, infatti, di un percorso di 700 chilometri. Un coast to coast veneto, in quasi totale prevalenza su strada sterrata, che offre quindi all’appassionato delle due ruote l’opportunità scoprire in sicurezza, fuori dai percorsi più trafficati, tutti i gioielli artistici e paesaggistici che compongono la bellezza del nostro territorio”.

“Dall’Adriatico al Garda, passando per alcuni tra i più belli e iconici territori del Veneto – sono parole dell’assessore regionale al Turismo – la corsa rappresenta un vero viaggio per immergersi nell’infinito patrimonio di arte, cultura, storia e natura che il Veneto offre al visitatore, al turista e, anche, allo sportivo. Il Veneto è una delle regioni col maggiore numero di siti iscritti nella lista del Patrimonio Umanità Unesco. Terre Nobili Gravel ne attraversa ben 7, offrendo all’appassionato di bicicletta uno spaccato unico al mondo di bellezza attraverso il quale cimentarsi sportivamente ma anche vivere i momenti liberi e assaporare tutte le meraviglie offerte”.

Articoli correlati
La terza paginaSlide-main

Cerca bene in te stesso ciò che vuoi essere, poiché è tutto ciò che puoi diventare

1 minuti di lettura
La ricerca della genesi, ovvero l’origine, quel processo di creazione, formazione e successiva trasformazione dell’uomo e delle cose delle quali si circonda,…
IstruzioneRoncadeSlide-mainSociale

Roncade, 180mila euro a sostegno della prima infanzia

2 minuti di lettura
L’assessore Moro: «Abbiamo previsto un contributo di 750 euro per bambino, oltre ad un fondo ad hoc per sostenere gli studenti con…
Italia MondoNewsSlide-mainSport

Infinito Giappone

2 minuti di lettura
Giappone – Spagna 2 a 1. Non ci credeva nessuno, nemmeno loro. Solo una persona, il Commissario tecnico Hajime Moriyasu, con una…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio