Home / Posts Tagged "tutela dell’ambiente"

LAVORIAMO INSIEME PER UNA MOGLIANO PIÙ PULITA!

 

L’associazione di quartiere Ovest Ghetto di Mogliano comunica che il giorno sabato 11 maggio, dalle ore 15, a partire dal piazzale del CRCS di via Torino, ci sarà la terza edizione di Puliamo i nostri Fossi e il nostro Quartiere, evento ecologico per le vie del quartiere.

 

La bella novità di quest’anno è che sono stati coinvolti altri 4 quartieri di Mogliano, che proporranno la stessa iniziativa nelle loro vie e piazze.

 

Si raccomandano vestiti e scarpe comodi, guanti e mantellina catarifrangente, ma soprattutto tanta voglia di collaborare!

Al termine delle “fatiche”, tutti i partecipanti saranno invitati a prendere parte a un piccolo rinfresco.

In caso di maltempo l’iniziativa sarà posticipata a sabato 19 maggio.

 

 

 

La Municipalità di Lido Pellestrina organizza anche quest’anno “‘Ndemo a netàr i Murassi”, una giornata ecologica di sensibilizzazione per una migliore accessibilità alla spiaggia libera. L’iniziativa si svolgerà sabato 6 aprile nell’ambito della “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti” aderendo così alla campagna “Let’s Clean Up Europe 2019”.

 

 

Lo scopo dell’iniziativa è sensibilizzare i cittadini sugli aspetti ambientali, in particolare sull’abbandono, la riduzione, il riciclo dei rifiuti e l’adozione di uno stile di vita ecosostenibile.

 

 

Alla manifestazione hanno aderito le scuole e le associazioni del territorio e Veritas metterà a disposizione il materiale necessario alla raccolta.

 

La partenza è prevista per le ore 9.30 al Lido sopra i Murazzi, all’altezza dell’omonimo ristorante.

Si è svolta stamane alla Biblioteca Hugo Pratt del Lido di Venezia, con il prosindaco del Lido, Paolo Romor, l’assessore comunale al Bilancio, Michele Zuin, il presidente della Municipalità di Lido Pellestrina, Danny Carella, la consegna agli stabilimenti balneari della Bandiera Blu 2018, che era stata ritirata il mese scorso a Roma, nella sede del Cnr, dall’assessore comunale all’Ambiente, Massimiliano De Martin.

 

 

La Bandiera Blu, assegnata dalla Fee, Foundation for Environmental Education, è un riconoscimento internazionale, nato nel 1987, con l’obiettivo di promuovere nei comuni di riviera la cura e l’attenzione sostenibile del territorio con una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche la tutela dell’ambiente. Ogni anno viene assegnato alle località balneari che si distinguono per qualità ambientale, servizi balneari e gestione sostenibile del territorio.

 

 

“Il Lido si aggiudica questo prestigioso riconoscimento per il decimo anno consecutivo – ha esordito l’assessore Romor – a testimonianza del grande lavoro di squadra che stiamo facendo con gli operatori del settore. Il nostro ringraziamento va perciò ai gestori degli stabilimenti balneari, che sanno sempre essere all’altezza della situazione e riescono costantemente a migliorare il livello dei servizi offerti a turisti e cittadini”. Il Comune di Venezia vede premiati nuovamente non solo la qualità delle acque e dei servizi balneari del Lido, ma anche diverse azioni intraprese nell’area interessata, quali la gestione differenziata dei rifiuti, il turismo sostenibile, la valorizzazione delle aree naturalistiche come le oasi di San Nicolò, Alberoni e Ca’ Roman, la cura del verde e del decoro urbano e le attività di informazione ambientale.

 

 

“Ricevere questo riconoscimento è motivo di orgoglio – ha continuato l’assessore Zuin – soprattutto perché, oltre ad attestare la qualità delle acque e delle strutture del Lido, evidenzia anche i numerosi interventi di miglioramento avviati in questi anni dall’Amministrazione comunale e la collaborazione che abbiamo messo in campo con i gestori delle spiagge per risolvere gli annosi problemi del litorale”. I criteri di assegnazione, stabiliti dalla giuria nazionale secondo una procedura certificata, vengono periodicamente aggiornati in modo da stimolare le Amministrazioni locali ad agire sempre al meglio. Il primo standard da raggiungere è ovviamente legato alla qualità delle acque di balneazione, che devono essere “eccellenti” secondo i risultati delle analisi dell’Arpa del Veneto.

 

 

C’è ancora molto lavoro da fare – ha concluso il presidente Carella – la concorrenza è tanta e il Lido soffre ancora di molte criticità, anche in quanto isola. Dobbiamo però trasformare queste criticità in punti di forza: solo così riusciremo a mantenere elevato il livello di qualità dei servizi e delle strutture”. Oltre al Lido hanno ottenuto infatti il riconoscimento anche le spiagge di Chioggia, Jesolo, Cavallino, Eraclea, Caorle, Rosolina e San Michele al Tagliamento.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni