Home / Posts Tagged "trasporto"

L’ambientalista ed ex consigliere comunale di Zero Branco Gino Spolaore, ci segnala che nella frazione di Sant’Alberto, e più precisamente in via S. Antonio, quando piove l’acqua arriva quasi alla strada.

 

Dice Spolaore a riguardo: “Bisogna ripulire, togliere l’erba alta”. L’ex consigliere chiede un interessamento serio e risolutivo in tempi brevi per questa situazione pericolosa, non solo per i residenti ma anche per chi percorre via Sant’Antonio.

Mestre. Dalle 5 di ieri mattina le linee del tram non funzionano. Tutto a causa di un mezzo di Veritas che all’altezza della rotatoria di via Martiri della Libertà e via San Donà ha provocato la rottura dei cavi elettrici.

 

Le corse dei tram sono state sostituite con dei bus, ma evidentemente le difficoltà nei collegamenti con Venezia e Marghera ci sono.

 

Le maestranze sono al lavoro per ripristinare la linea e non si dispera che tutto torni normale prima di sera.

 

Purtroppo il tram, mezzo molto usato dalla cittadinanza e non solo, spesso è fermo a causa di incidenti di vario genere.

 

Fonte: TG Rai 3

I nuovi orari ferroviari entreranno in vigore domenica 9 dicembre 2018. Lo annuncia l’assessore ai Trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, evidenziando che con “la loro introduzione puntiamo, insieme a Trenitalia, ad aumentare l’offerta nelle aree a maggior domanda, soprattutto di lavoratori e studenti, e a razionalizzare i servizi nei bacini con scarsa domanda e bassissime frequentazioni”.

 

“Su una delle tratte più frequentate, la Venezia-Padova, abbiamo scelto di rinforzare i collegamenti nelle ore centrali del mattino – spiega De Berti –. Sono stati eliminati, invece, i treni che in base ai monitoraggi hanno registrato una scarsissima presenza di passeggeri e sostituiti con un meno oneroso servizio di bus. Le risorse resesi così disponibili sono state utilizzate per dare risposte alle istanze pervenute dai comitati dei pendolari, con i quali continua un proficuo confronto per migliorare la qualità del trasporto regionale”.

 

Nello specifico, le principali novità riguardano le seguenti linee:

 

Linee Venezia – Verona e Venezia – Rovigo

Potenziamento dell’offerta nelle fasce orarie del tardo pomeriggio a supporto dei treni 2726 (nuovo numero 2730) e 2245 e nelle fasce IPO (Interruzioni Programmate in Orario, fascia oraria di indisponibilità della rete per manutenzione della rete) tra Venezia e Padova:

– nuovo treno regionale veloce 2756 Venezia S.L. (18:35) – Verona (19:56): circola dal lunedì al venerdì a esclusione del periodo estivo e del periodo di Natale;

– nuovo treno regionale veloce 2221 Venezia S.L. (18:00) – Rovigo (19:07): circola dal lunedì al venerdì a esclusione del periodo estivo e del periodo di Natale;

– nuovo servizio bus VE 651 in fascia IPO in partenza da Verona P.N. alle ore 11.25 e diretto a Padova senza fermate intermedie (arrivo previsto ore 12:30). Il servizio si affianca agli altri servizi autosostitutivi programmati in orario già previsti per la stessa tratta sempre nella fascia IPO del mattino;

– nuovi treni Regionali Veloci Venezia – Padova e viceversa nelle ore centrali della mattina che circolano dal lunedì al venerdì ad esclusione del periodo estivo e del periodo di Natale (l’offerta colmerà i cosiddetti vuoti di orario determinati dalle fasce IPO):

– nuovo treno Regionale Veloce 2700 Venezia S.L. (9:12) – Padova (9:40);

– nuovo treno Regionale Veloce 2754 Venezia S.L. (9:49) – Padova (10:18);

– nuovo treno Regionale Veloce 2755 Padova (12:25)-Venezia S.L. (12:59);

– nuovo treno Regionale Veloce 2813 Padova (13:18)-Venezia S.L. (13.48);

– prolungamento su Venezia S.L. del Regionale 20787 (nuovo numero 20845) Padova (12:49) – Mestre (13:22): nuovi orari Padova (12:37) – Venezia S.L. (13:25) a servizio degli studenti universitari che non avranno più quindi  rottura di carico a Mestre;

– nuovo treno 20807 Mestre (06:13) – Venezia S.L. (arrivo 6:25): circola feriali escluso sabato dal 10 giugno all’8 settembre. Questo treno introduce un nuovo servizio estivo la mattina presto per Venezia anche a beneficio dei pendolari provenienti dalla linea di Portogruaro che troveranno quindi anche d’estate un proseguimento immediato da Mestre e Venezia;

– estesa al sabato la periodicità del Regionale 20666 (nuovo numero 20672) Rovigo (5:34) – Venezia S.L. (7:11);

– assegnata fermata a Lerino al treno R 2732 Venezia S.L. (00:01) – Vicenza (01:05) (nuovo numero 2744);

– treno R 20848 (nuovo numero 20860) da Venezia (17:35) a Verona (19:26) (circola dal lunedì al venerdì escluso mese di agosto) cancellato nella tratta Vicenza – Verona. Alternativa di viaggio: nuovo treno regionale veloce 2756 Venezia S.L. (18:35) – Verona P.N. (19:56);

– treno R 20821 (nuovo numero 20823) da Verona (7:30) a Venezia (9:25) (circola dal lunedì al venerdì escluso mese di agosto): anticipato alle 7:00 da Verona con arrivo a Venezia alle 9:25 con effettuazione di tutte le fermate intermedie.

 

Linea Treviso – Portogruaro

– nuova coppia di treni Treviso (15:31) – Portogruaro (16:30) e Portogruaro (15:31) – Treviso (16:30): circola dal lunedì al sabato a esclusione del periodo estivo. La coppia completa l’offerta della linea in una fascia oraria attualmente non servita dai treni che va dalle 14:31 alle 17:31 e risponde alle richieste dei pendolari.

 

Treni mirati  da e per Venezia in occasione di eventi particolari

– inserimento in orario ufficiale di nuovi treni tra Venezia e località limitrofe che circoleranno le notti di Capodanno e del Redentore, le domeniche di Carnevale, di Pasquetta e del 25 Aprile.

 

Linea Venezia – Sacile e Conegliano – Belluno

Razionalizzazione dell’offerta cadenzata delle linee Venezia – Sacile e Conegliano – Belluno con la cancellazione dei servizi a bassissima frequentazione:

– treno 2850 da Mestre (5:33) a Sacile (6:56) cancellato; alternative di viaggio da Mestre per Sacile: 5:29 oppure 6:17;

– treno 2875 da Sacile (19:17) a Venezia (20:30) cancellato; alternative di viaggio da Sacile: 19:24; da Conegliano: 19:18 (dal lunedì al venerdì), oppure 19:40;

– treno 5626 da Conegliano (22:01) a Belluno (22:55) cancellato e autosostituito;

– treno 5654 da Belluno (20:20) a Conegliano (21:18) cancellato e autosostituito.

 

Linee Treviso – Montebelluna e Venezia – Bassano

Razionalizzazione dell’offerta cadenzata Treviso – Montebelluna con la cancellazione e l’autosostituzione dei seguenti servizi a bassissima frequentazione:

– treno 20626 da Treviso (14:58) a Montebelluna (15:23);

– treno 20627 da Montebelluna (15:32) a Treviso (16:00);

– treno 20618 da Treviso (11:58) a Montebelluna (12:27);

– treno 20623 da Montebelluna (13:01) a Treviso (13:25).

 

Linea Bassano – Venezia

Cancellazione del treno 5777 Bassano (20:46) – Venezia S.L. (22:04) a bassissimo utilizzo; alternativa di viaggio: treno 5775 (nuovo numero 5787) Bassano (20:23) –  Venezia (21:34) oppure treno 5779 (nuovo numero 5795) Bassano (21:23) – Venezia (22:40).

Un parco mezzi più ecologico e moderno e tariffe invariate rispetto agli anni precedenti. Questi gli obiettivi raggiunti dall’amministrazione comunale di Casier con il nuovo bando triennale per l’affidamento del trasporto scolastico. La gara – la cui procedura è stata eseguita dal SUA (Servizio Unico Appalti) di Treviso – è stata vinta dall’associazione temporanea di impresa formata dall’azienda Vianello Giuseppe Autocorriere di Roncade, storico fornitore del servizio scolastico locale, e da MOM: una sinergia che ha permesso al Comune di mettere insieme i vantaggi del background di Vianello e la disponibilità di mezzi di trasporto di ultima generazione dell’azienda di Mobilità di Marca.
“I nostri studenti avranno a disposizione dei mezzi più piccoli rispetto a quelli con i quali si recavano a scuola negli anni precedenti, ma senza dubbio più sostenibili. Saranno Euro 5 con in più un Euro 6. Fondamentale – afferma Paola Marson, assessore all’Istruzione del Comune di Casier – è l’essere riusciti a garantire alle famiglie interessate le stesse vantaggiose condizioni economiche di prima: le tariffe rimangono invariate, l’amministrazione comunale copre circa il 65 per cento del costo totale e chi si trova in difficoltà economica può richiedere un contributo”.
 
Dall’inizio di ottobre inoltre tutti i percorsi e le fermate dei mezzi scolastici saranno visibili attraverso un servizio web.

“È una scelta significativa e importante aver stabilizzato anche quest’anno l’esenzione dal bollo auto degli automezzi delle associazioni di volontariato che trasportano anziani e disabili. Il Veneto ha introdotto dal 2015 questa norma di civiltà per aiutare chi aiuta in un settore particolarmente delicato e nevralgico del welfare di comunità”, dichiara l’assessore al Sociale, Manuela Lanzarin, salutando con soddisfazione il voto unanime espresso dal Consiglio regionale del Veneto sulla legge che proroga per un altro anno l’agevolazione introdotta con la legge finanziaria 2015.

 

Sono oltre 300 i veicoli degli organismi di volontariato dedicati in Veneto ai servizi di trasporto sociale
che si sono avvantaggiati sinora dell’agevolazione regionale. “L’intervento legislativo, resosi necessario per dare stabilità e certezza all’agevolazione – commenta l’assessore, tra i primi firmatari dell’iniziativa legislativa – fa chiarezza sui dubbi sorti quest’anno nell’applicazione della legge di stabilità e nelle coperture finanziarie. Questa legge fa definitivamente chiarezza e assicura le risorse finanziarie per coprire i mancati introiti. E rappresenta un impegno della Giunta, che ha trovato la condivisione di tutte le forze politiche, per un intervento ulteriore che renda definitiva l’esenzione dal bollo per le Onlus nonchè per le associazioni di promozione sociale che svolgono un servizio di trasporto socialmente utile, sussidiario e complementare alla rete dei trasporti pubblici sociosanitari”.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni