Home / Posts Tagged "tour"

Giovedì 1° agosto Festival Show accende il litorale di Jesolo Lido, portando sul palco di Piazza Torino i big della musica(dalle ore 21.00 – ingresso libero). 

 

Tanti gli ospiti attesi

Saranno tante le stelle che faranno brillare la serata: Irama, reduce da un anno formidabile che lo ha visto conquistare ben 8 dischi di platino, Enrico Nigiotti, Elodie, la padovana Chiara Galiazzo e Lorenzo Fragolaentrambi vincitori di X Factor, Federica Abbate, Emis Killa, Riccardo Fogli e i giovanissimi Daniel & Astol, che hanno già fatto scatenare il pubblico nella tappa di Chioggia.
Ad un cast di grande livello, si aggiunge
la partecipazione straordinaria di Al Bano: con 500 canzoni incise, 58 album pubblicati, che hanno fatto la storia della canzone italiana, e 55 anni di carriera artistica, rappresenta un simbolo della musica leggera italiana nel mondo.

 

I nuovi volti della musica italiana

Spazio anche ai nuovi volti della musica italiana come la cantautrice lucana e vincitrice del Premio Mia Martini 2016 Rosmy e le band Poco di Buono e Leave The Memories; si sfideranno due degli artisti emergenti selezionati durante i Festival Show Casting: il padovano Carlo Borghesio e la livornese Irene Guglielmi.

 

Conduce l’attrice Anna Safroncik, per la prima volta nel ruolo di presentatrice di un così grande spettacolo musicale, insieme a Paolo Baruzzo, da sempre coordinatore del festival che quest’anno festeggia 20 anni!

 

Proprio da Jesolo Lido, Festival Show ha mosso i primi passi nel 2000 conquistando in ogni edizione numeri crescenti. Basti pensare che nel 2018 ha riunito in Piazza Torino ben 20mila persone.

 

«Sarà l’evento musicale dell’estate di Jesolo – afferma il coordinatore del tour, Paolo Baruzzo –. A inaugurare il mese di agosto torna l’atteso show sotto le stelle. Una notte di suoni, luci, colori e grande spettacolo per tutti e per tutte le età nella cornice di Piazza Torino che ha l’onore di ospitare anche quest’anno il grande evento confermato dall’amministrazione comunale. Sarà l’occasione per turisti e jesolani, ancora una volta, di fare festa, sull’onda della musica e delle emozioni, con i grandi ospiti protagonisti e la splendida Anna Safroncik, elegante padrona di casa».

 

«Jesolo c’è ed è pronta a scatenarsi sotto il palco di piazza Torino per un appuntamento imperdibile con la musica. Siamo felici di essere parte di questa grande famiglia, in particolar modo in questo 2019 che celebra i vent’anni della manifestazione  dichiara l’assessore al Turismo della Città di Jesolo Flavia Pastò. – Festival Show è tra gli eventi di punta dell’estate jesolana e come sempre si conferma con un cast musicale di grande presa sul pubblico. La musica si conferma protagonista sul nostro litorale. Il conto alla rovescia per Festival Show è iniziato».

 

La tappa è organizzata in collaborazione con Città di Jesolo, Assessorato al Turismo, Federconsorzi, Jesolo Patrimonio.

La “più bella del tour”

Nel pre-show, che inizierà alle ore 20.00, sfileranno le Miss di Amen, noto brand di gioielli, per conquistare il titolo di “più bella del tour”. L’organizzazione è curata da Mauro Casarin, talent scout che da sempre ha l’obiettivo di valorizzare le ragazze per future carriere nella moda e nello spettacolo.

 

Prossimi appuntamenti del litorale

Queste le prossime tappe in programma nelle più belle location del Nord Italia: il 1° agosto in Piazza Torino a Jesolo Lido (Venezia), l’8 agosto in Piazzale Zenith a Bibione (Venezia), il 20 agosto alla Beach Arena di Lignano Sabbiadoro (Udine), il 23 agosto in Piazza Ferretto a Mestre (Venezia) e il 7 settembre la finale in Piazza Unità d’Italia a Trieste.  

Festival Show andrà in onda su Real Time

Anche per quest’anno il tour estivo nato da un’idea di Roberto Zanella, editore del più grande network radiofonico del nord Italia, rinnova la partnership con Real Time (canale 31). Per il quarto anno consecutivo, la rete seguirà l’evento come media partner. Saranno confezionati quattro speciali in prima serata con il meglio di Festival Show 2019, in onda da agosto.     

      

Dietro alle quinte

La direzione commerciale e artistica è di Mariano Sannito, il coordinamento artistico di Stefano Favero. La regia televisiva di Claudio Asquini e la direzione della fotografia di Renato Neri.

 

Le coreografie dello spettacolo sono della Summer Crew guidata da Etienne Jean-Marie; sul palco l’Orchestra Ritmico Sinfonico Italiana, già protagonista di Sanremo Young su Rai Uno: formata da 12 elementi, racchiude alcuni tra i migliori giovani musicisti del panorama nazionale. 

 

Valore aggiunto è dato dallo staff tecnico. Da sempre, con stile e professionalità, costruisce lo show applaudito da decine di migliaia di persone, e dagli sponsor, che animano il pre-show, il backstage e impreziosiscono le piazze con i loro stand. Addetti al controllo Pantere Security.

 

Festival Show è anche solidarietà

Grazie al sodalizio con la Fondazione Città della Speranza, che si occupa di raccogliere fondi per i bambini malati di gravi patologie, l’evento promuove nelle piazze una raccolta fondi che alla fine delle otto tappe viene versata nelle casse della Fondazione. Festival Show ha donato in questi anni 630.000 euro. 

Festival Show in edicola

I vent’anni di tour sono anche un importante evento editoriale. È in edicola il libro fotografico “Festival Show – Vent’anni di successi in 100 foto esclusive nelle città di Veneto e Friuli Venezia Giulia” (Azzurra Music). È un libro che racconta, per emozionanti immagini, i vent’anni di spettacoli attraverso le presentatrici, i big sul palco e gli sguardi sulle piazze gremite di persone.

L’Holi il festival dei colori, il primo e originale format ideato e portato in Italia da due giovani organizzatori di eventi, il vicentino Marco Bari e il trevigiano Fabio Lazzari, è tornato per travolgere parchi, città e spiagge di musica, colori e tanto divertimento.

 

IL SUCCESSO

Cinque edizioni di successo, raffiche di sold out per un totale di mezzo milione di partecipanti, questa la sintesi di un fenomeno di tendenza che ha conquistato, anno dopo anno, grandi e piccini, giovani e famiglie e che non smette mai di stupire grazie alla sua formula d’intrattenimento fatta di pura gioia di stare insieme tra profumate nuvole di colore.

Il suo successo dilagante ha attirato addirittura l’attenzione del regista Fausto Brizzi che lo ha inserito nel film “Forever Young”, l’unico Holi ad esser entrato nelle sale cinematografiche. E ora tutto è pronto per ripartire per la grande sesta edizione.

 

IL TOUR

Dopo la recente grande anteprima a Piazzola sul Brenta che ha attirato oltre quattro mila “holi lovers”, la festa dei colori più grande d’Italia mette in moto il Summer tour partendo da Sottomarina, una delle spiagge simbolo del divertimento estivo e storicamente la località che ha registrato clamorosi sold out in tutte le scorse edizioni del festival.

 

IL DEBUTTO

Domani, sabato primo giugno dalle ore 18 fino mezzanotte e mezzo lo stabilimento di Sand Beach ospiterà il popolo degli “holi lovers” tra mille arcobaleni, musica e balli per un divertimento sano e spensierato, in virtù dei valori e dei messaggi di amicizia e amore propri della festa indiana a cui si ispira il festival. Gli organizzatori: “Siamo sempre felici di tornare a Sottomarina, è una delle nostre tappe preferite e storicamente tra le più affollate. Sarà una grande festa, dopo tanta pioggia è tempo di colorare il cielo con i nostri arcobaleni”.

 

LE DATE

Ed ecco le primissime date dell’Holi on Tour 2019: sabato 1 giugno a Sottomarina nel Veneziano, domenica 2 giugno grande festa al Carroponte di Milano, mentre sabato 8 giugno esordio a Schio, nel Vicentino e il 15 sul palco dello Sherwood Festival a Padova. A breve altri annunci.

 

COME FUNZIONA

Come funziona il festival è ormai noto a tutti, tanta musica dalla consolle dei dj, il vocalist che annuncia il countdown e alla fine tutti che lanciano in aria o addosso le polverine colorate e via si balla e si canta tutti insieme, ma pochi sanno da dove derivi questo format che ha ispirato i due event manager. Durante la festa indiana denominata “Holi” interi popoli dei villaggi dell’India, Bangladesh, Nepal e Pakistan si lanciano sacchi di polverine colorate e gavettoni per celebrare la rinascita e l’amore e la definitiva sconfitta del male in favore del bene.

 

L’EVENTO

La ricorrenza cade i primavera ed è portatrice di messaggi positivi universali, di amicizia, fratellanza e amore. Lazzari e Bari: “Il nostro festival non si riduce ad un evento per divertirsi, ma è un maniera contemporanea, un veicolo per trasmettere i valori genuini di questa antica ricorrenza e soprattutto per manifestare l’anima solidale che sta alla base di tutto e per la quale abbiamo ideato il festival”. Infatti, ciò che distingue l’Holi il Festival dei colori dagli altri format che lo imitano sull’onda della viralità del fenomeno, è lo scopo solidale.

 

L’INTENTO BENEFICO

Fin dall’esordio del festival, Lazzari e Bari raccolgono fondi per la Fondazione Fratelli Dimenticati che aiuta i bambini audiolesi di un villaggio in India. La Fondazione Fratelli Dimenticati è una onlus di Cittadella, nel Padovano, che finanzia un progetto a Nandanagar, un villaggio nel Nord-Est dell’India dove nel 2006 è stata istituita la Ferrando School, un istituto che accoglie bambini audiolesi con l’obiettivo di intervenire precocemente nella diagnosi e nella cura della sordità attraverso percorsi terapeutici.

Oggi è l’ultimo giorno che il camper di “DownTour” sosterà a Mestre e nel territorio della Città Metropolitana di Venezia. L’iniziativa, promossa in occasione dei 40 anni dell’Associazione italiana persone Down – Aipd, vuole sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere la piena inclusione sociale delle persone con sindrome di Down e la loro partecipazione alla cittadinanza attiva.

 

Partito da Roma il 21 marzo, Giornata mondiale delle persone con sindrome di Down, il tour attraverserà l’Italia in 37 tappe e si concluderà sempre nella capitale il 13 ottobre, Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down. A presentare l’iniziativa sono stati questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, l’assessore alla Coesione sociale del Comune di Venezia, l’assessore alle Politiche del Lavoro del Comune di Mirano, il presidente e la coordinatrice dell’associazione Aipd Onlus – Sezione di Venezia Mestre, rispettivamente Mauro Mormino e Francesca Pinto.

 

 

L’equipaggio del camper, che cambia ad ogni tappa ma è sempre composto da due persone con sindrome di Down, un operatore e un familiare, distribuirà materiale informativo e terrà un diario di testi e immagini, che alla fine del viaggio sarà consegnato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale, che da ormai da vent’anni accoglie i ragazzi dell’associazione per tirocini di formazione al lavoro. Ogni tappa sarà occasione di incontro e scambio di informazioni e di esperienze, ma anche un momento di socialità e convivialità visto che l’equipaggio animerà almeno un evento sul territorio: una dimostrazione sportiva, un evento gastronomico, una conferenza, una testimonianza di vita.

 

Il “DownTour” sarà anche un’occasione per raccogliere fondi a sostegno dell’associazione: a fronte di una libera donazione, saranno infatti distribuiti dei confetti di cioccolata, “pillole” per vincere, cantare, vivere, insomma per guarire dal pregiudizio.

 

“Il Comune di Venezia – ha esordito l’assessore alla Coesione sociale – è perfettamente in linea con lo spirito che caratterizza da sempre il lavoro di Aipd: non solo lavorare per abbattere gli stereotipi, ma soprattutto offrire alle persone con sindrome di Down opportunità concrete di inclusione, in particolar modo in ambito lavorativo.

 

Come Amministrazione già sosteniamo la sezione locale di Aipd con alcuni progetti di vita indipendente e continueremo ad assicurare la massima collaborazione a questa importante realtà cittadina”.

I Village People, la leggendaria band famosa in tutto il mondo, saliranno sul palco di Suoni di Marca Festival 2019 il prossimo 29 luglio.

L’ingresso sarà gratuito. La manifestazione si svolgerà dal tardo pomeriggio a notte fonda, nella splendida cornice delle Mura di Treviso, nell’area compresa tra Porta SS. Quaranta e Porta Caccianiga.

 

Suoni di Marca Festival 2019 si terrà quest’anno dal 19 luglio al 4 agosto e vedrà la partecipazione di molti artisti famosi, tra i quali Max Gazzè, Alberto Fortis, Nada, Eugenio Bennato, Anna Calvi e Bandabardo.

 

Fonte: La Tribuna

Continua il tour dei Massimo Volume per presentare l’ultimo album Il nuotatore. Un disco, uscito il 1° febbraio per 42 Records, che sta riscuotendo uno straordinario successo di critica e di pubblico.

La band sarà in concerto giovedì 11 aprile al Teatro Toniolo di Mestre – VE (ore 21 – piazzetta C. Battisti 1. Prevendite: https://bit.ly/2sN6uam). 

 

 

In occasione dei live, al nucleo storico del gruppo composto da Emidio Clementi, Egle Sommacal e Vittoria Burattini si aggiunge la chitarra di Sara Ardizzoni. Il tour, curato da DNA Concerti, si conclude sabato 13 aprile al Teatro Miela di Trieste.

Il ritorno

Sei anni dopo Aspettando i barbariil panorama intorno quella strana cosa che chiamiamo musica italiana è cambiato totalmente, ma i Massimo Volume ci sono ancora.

Diversi da tutto, fedeli solo a loro stessi e a quell’idea di unicità che fin dagli esordi ha scandito tutti i loro passi e reso ogni loro nuovo disco un’esperienza intensa e mai ripetitiva.

La novità

 

Per la prima volta nella loro storia discografica, i Massimo Volume diventano un trio (Egle Sommacal, Emidio Clementi e Vittoria Burattini) e confezionano un album che scava proprio nell’essenza del loro suono, mai così volutamente scarno, minimale, eppure molto caldo e pieno, grazie anche alla produzione di Giacomo Fiorenza.

Tutto quello che si ascolta è stato realizzato con la voce, il basso, la batteria e le chitarre (tante chitarre). Non c’è l’ausilio dell’elettronica, non ci sono sintetizzatori o tastiere, nessun trucco. Solo i Massimo Volume al loro meglio e nella forma più pura.

Pura come l’acqua in cui Il nuotatore (come l’omonimo racconto di John Cheever) sguazza e che caratterizza sia dal punto di vista concettuale che testuale l’intero disco. Un elemento indomabile capace di travolgere tutto quello che trova, ma anche come sostegno  che ci permette di restare a galla in questo mare densissimo che chiamiamo vita.

Il nuotatore è un disco pieno di storie e di personaggi, ben rappresentato dalla spiaggia affollata ritratta in copertina da Luciano Leonotti, abilmente manomessa da Marcello Petruzzi, e che mostra una folla di solitudini ben assortite. Un racconto diviso in nove tracce e che mischia l’auto-biografismo alla narrazione pura, passato e presente, il tempo e lo spazio.

Biografia

I Massimo Volume sono una colonna della musica italiana, una vera e propria leggenda. Si sono formati nel 1991 a Bologna e hanno all’attivo sei dischi: Stanze (Underground records, ’93); Lungo i bordi (Wea, ’95); Da qui (Mescal, ’97); Club Privé (Mescal, ’99); la colonna sonora sonora del film Almost blue (Cecchi Gori 2001) di Alex Infascelli e il live Bologna nov. 2008 (Mescal, 2009), Cattive Abitudini (LA Tempesta, 2010), Aspettando i barbari (La Tempesta, 2013). Nel 2008 per il Museo del cinema di Torino hanno rimusicato il film La caduta di casa Usher di Jean Epstein più volte,  in seguito, portato anche in tour.

Le date del tour

 

20/02/2019  Bologna Auditorium Manzoni

01/03/2019  Roma Auditorium Parco della Musica – SOLD OUT

02/03/2019  Pisa Cineteatro Lumiere –  SOLD OUT

03/03/2019 Pisa Cineteatro Lumiere 

14/03/2019  Milano Auditorium Fondazione Cariplo

15/03/2019  Rivoli (TO) Circolo della Musica – SOLD OUT

21/03/2019  Foligno Auditorium San Domenico

22/03/2019  Savignano sul Rubicone (FC) Cinema Teatro Moderno

23/03/2019  Montemarciano (AN) Teatro Alfieri – Klang Festival

24/03/2019  Molfetta (BA) Cittadella degli Artisti – SOLD OUT

25/03/2019 Avellino Teatro Partenio

11/04/2019  Mestre (VE) Teatro Toniolo – https://bit.ly/2sN6uam

13/04/2019  Trieste Teatro Miela – https://bit.ly/2MvD8q4

Non sono trascorse che due settimane dall’uscita di HYPE AURA, il loro primo album, e i Coma_Cose già danno il via a un tour che, a partire dal 30 marzo, li porterà a calcare alcuni dei palchi più prestigiosi d’Italia. Il duo suonerà dal vivo i nuovi brani, così come i singoli che fin da subito hanno attirato sul progetto l’attenzione di pubblico e critica.

 

Si tratterà di uno spettacolo a 360 gradi, che accenderà il pubblico per oltre un’ora di musica live. Il nuovo tour sarà un susseguirsi di novità e sorprese, già a partire dalla formazione sul palco, che i Coma_Cose calcheranno insieme a Riccardo Fanara, batterista, e Simone Sproccatipolistrumentista a cui saranno affidate chitarra e tastiera. Tradurre il suono del disco in un live show che diventi nuova esperienza d’ascolto: ecco l’obiettivo di Coma_Cose.

 

Nella scaletta tutti i brani della discografia, dal primo singolo Cannibalismo fino all’EP Inverno Ticinese, da Post Concerto e Nudo Integrale per poi passare in rassegna tutta la tracklist di HYPE AURAFausto Lama e California porteranno sui migliori palchi italiani la loro ricetta unica a base di elettronicaHip-Hop e cantautorato per far ballare e cantare il pubblico, dove l’energia del groove sarà l’elemento chiave per farsi trasportare nel mood crepuscolare di Coma_Cose.

 

Il nuovo spettacolo sarà arricchito anche da visual e light show, creati appositamente per ricreare dal vivo le atmosfere del mondo Coma_Cose. HYPE AURA TOUR è realizzato da Asian Fake e Vertigo in media partnership con Radio Deejay. Le prevendite sono disponibili qui: https://bit.ly/2UdNSMn.

 

Info

Sabato 30 marzo

Inizio concerti ore 21.00 / Apertura cancelli ore 19.00

Hall

Via Nona Strada, 11/B – Padova

Euro 22 + dp

Ermal Meta tour nei teatri: 12 marzo 2019 unica data per il Veneto. Biglietti in vendita su Ticketone e da domani al Teatro Goldoni

 

Il Teatro Goldoni di Venezia sarà la prestigiosa cornice che il 12 marzo 2019 (ore 21.00) ospiterà l’unica data per il Veneto del nuovo tour nei teatri di Ermal Meta.

 

Accompagnato da Gnu Quartet, il cantautore e polistrumentista intraprenderà un viaggio musicale inedito che toccherà i teatri più belli d’Italia: assieme al quartetto di musicisti presenterà le sue canzoni con nuovi ed esclusivi abiti da sera, cuciti su misura da nuovi arrangiamenti per viola, violino, violoncello e flauto, che entreranno in “punta di fioretto” sul palcoscenico del Teatro Goldoni.

 

“Questo sarà un altro viaggio insieme: una chitarra, un pianoforte, un quartetto di musicisti meravigliosi come Gnu Quartet e una voce: la nostra”, ha spiegato Ermal Meta.

 

A grande richiesta, i biglietti per il concerto di Venezia sono già in vendita nei circuiti Ticketone e da domani, martedì 23 ottobre, anche alla biglietteria del Teatro Goldoni.

 

Info:

041.2402011

 

 

ERMAL META

È reduce da un 2018 di grande successo, con i sold out del Non Abbiamo Armi Tour, celebrato con il Disco di Platino per l’album Non Abbiamo Armi e con l’Oro per il singolo Dall’Alba al Tramonto (che segue il Platino per Non Mi Avete Fatto Niente).

Un tour che, con 100.000 spettatori, ha toccato, tra gli altri, Foro Italico di Roma, Real Belvedere di Caserta, Piazza Santissima Annunziata a Firenze, Castello Scaligero di Villafranca (VR), Villa Manin in provincia di Udine l’Abbazia di San Galgano a Chiusdino (SI). E ancora, l’Anfiteatro di Tharros in Sardegna e il Teatro Antico di Taormina.

Questo il fil rouge che unisce la musica dal vivo di Ermal Meta, in qualsiasi versione la si ascolti: la bellezza… colei che ci salverà.

 

 

GNU QUARTET

Quartetto di genere alternative / indie e pop composto da Stefano Cabrera al violoncello, Francesca Rapetti alflauto, Roberto Izzo al violino e Raffaele Rebaudengo alla viola. La formazione ha già collaborato con diversi cantanti italiani, tra cui Gino Paoli, Simone Cristicchi, Dolcenera e Niccolò Fabi, ed è stata a Sanremo  2011, accompagnando l’esibizione dei La Crus nella serata dei duetti.

 

 

DATE TOUR 2019

02/02 – Milano – Teatro Degli Arcimboldi

04/02 – Napoli – Teatro Bellini

05/02 – Pescara – Teatro Massimo

11/02 – Catania – Teatro Metropolitan

12/02 – Palermo – Teatro Al Massimo

15/02 – Reggio Emilia – Teatro Valli

16/02 – Trento – Auditorium Santa Chiara

25/02 – Roma – Sala Santa Cecilia

06/03 – Bari – Teatro Petruzzelli

08/03 – Montecatini Terme (PT) – Teatro Verdi

09/03 – Assisi (PG) – Teatro Lyrick

12/03 – Venezia – Teatro Goldoni

18/03 – Trieste – Teatro Rossetti

20/03 – Lugano (CH) – Palazzo Dei Congressi

23/03 – Genova – Teatro Carlo Felice

24/03 – Torino – Teatro Colosseo

Il riconoscimento conferito dal Consorzio RICREA, che in questi giorni è a Mestre in Piazzale Donatori di Sangue con il tour Capitan Acciaio per informare ed educare i cittadini con attività e laboratori. Il Veneto è una regione virtuosa: nel 2017 sono stati raccolti 4,46 kg di imballaggi in acciaio per abitante.

 

Barattoli e scatolette, bombolette spray e tappi corona, latte, fusti, fustini e chiusure: in questi giorni gli imballaggi in acciaio sono protagonisti in Piazzale Donatori di Sangue con il tour Capitan Acciaio, un’iniziativa promossa da RICREA, il Consorzio Nazionale senza scopo di lucro per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, per informare i cittadini sulle qualità degli imballaggi in acciaio ed educarli a una corretta raccolta differenziata.

 

“Venezia e Mestre per noi rappresentano un’area importante, con risultati di eccellenza a livello nazionale che testimoniano l’impegno di istituzioni, operatori e cittadini nella raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio – spiega Federico Fusari, direttore generale di RICREA. Nel 2017 la resa regionale è stata di 4,46 kg di imballaggi per abitante, un ottimo valore che posiziona il Veneto tra le regioni più virtuose d’Italia. Il nostro obiettivo come Consorzio è di migliorare ulteriormente i risultati raggiunti, informando i cittadini sulla ‘convenienza ambientale’ della raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio. L’acciaio è un materiale permanente che si ricicla al 100% all’infinito ed è importante che non vada sprecato finendo in discarica”.

Questa mattina, proprio per l’impegno nella raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio e i risultati raggiunti, RICREA ha conferito uno speciale riconoscimento alla Città di Venezia.

 

“È un premio – ha sottolineato Massimiliano De Martin, assessore comunale all’Ambiente del Comune di Venezia – che va alla città, e quindi, in primis, ai suoi cittadini, che dimostrano sempre più sensibilità per il recupero del materiale che può essere di nuovo immesso nel ciclo di produzione. Ed è nel contempo un riconoscimento che gratifica anche il lavoro che l’Amministrazione comunale sta compiendo in sinergia con Veritas.”

 

 

Durante la premiazione RICREA ha inoltre premiato GruppoVeritas, multiutility che fornisce servizi ambientali ai cittadini e alle imprese sul territorio veneto.

 

“Il premio che ritiriamo oggi ci fa molto piacere – dice il direttore generale di Veritas spa, Andrea Razzini– perché è una nuova dimostrazione che gli sforzi dei cittadini per differenziare bene i vari materiali portano sempre a risultati concreti. Per due anni consecutivi il territorio comunale di Venezia si è classificato al primo posto per percentuale di differenziata tra le città italiane con oltre 200.000 abitanti. Lo scorso anno, nel Comune di Venezia sono state raccolte 164.116 tonnellate di rifiuti, 89.023 differenziate (54,26%); nel territorio di Terraferma 94.011 tonnellate di rifiuti, 64.909 delle quali differenziate (69,04%). Nel 2017 Venezia ha raggiunto il primato di città metropolitana più riciclona: delle 527.033 tonnellate di rifiuti raccolte da Veritas, 323.414 sono state differenziate (65,2%). Di queste, il 24% (77.997 tonnellate) erano vetro plastica lattine e metalli. Sono numeri importanti, che però devono spronare tutti a fare di più e meglio. Ci sono infatti ancora ampi margini di miglioramento: ci sono ancora troppi rifiuti estranei nella differenziata (20% nel vetro plastica lattine e metalli) e troppi materiali recuperabili e riciclabili nel secco. Maggiore attenzione nella divisione fa bene all’ambiente e al proprio portafoglio, perché contribuisce a contenere i costi di smaltimento e trattamento dei rifiuti.”

 

 

Fino a sabato 2 giugno in Piazzale Donatori di Sangue a Mestre, il supereroe Capitan Acciaio è a disposizione per aiutare i cittadini a scoprire i vantaggi della raccolta differenziata e il valore del riciclo dell’acciaio, il materiale più riciclato in Europa. Nel 2017 nel nostro Paese sono state avviate al riciclo 361.403 tonnellate di imballaggi in acciaio, un quantitativo sufficiente per realizzare ben 3.600 chilometri di binari ferroviari, in grado di collegare Bari e Mosca.

 

Maggiori informazioni su Capitan Acciaio in tour sulla pagina Facebook dedicata: facebook.com/CapitanAcciaio

Dopo il festival di San Giuliano a Mestre, torna la grande musica anche a Venezia.

 

Dopo 7 anni di assenza la grande musica pop-rock torna a incantare Piazza San Marco a Venezia: il 3 e 4 luglio Zucchero “Sugar” Fornaciari sarà in concerto in una delle piazze più belle del mondo con “The Best Live”. Questo l’annuncio del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro che, dopo aver consentito lo svolgimento di un festival musicale a San Giuliano (Mestre) a fine luglio, ha messo a disposizione l’area marciana per uno degli artisti più conosciuti al mondo per due serate che resteranno nella storia della musica leggera italiana.

 

“Venezia, città fatta apposta per l’armonia, per la grazia e per l’arte” così Zucchero descrive una città che ha sempre avuto nel cuore e che lo vede spesso perdersi tra le calli. L’artista ha aderito anche alla campagna #EnjoyRespectVenezia, promossa dal Comune di Venezia per la promozione dei comportamenti virtuosi per tutti gli ospiti e i visitatori.

 

Queste le altre date del tour che Zucchero porterà in giro per l’Europa questa estate:
30 giugno – Montreux Jazz Festival – Montreux (Svizzera)
1 luglio – VAZ St. Pölten – St. Pölten (Austria)
3 e 4 luglio – Piazza San Marco – Venezia
6 luglio – Sigulda Medieval Castle – Sigulda (Lettonia)
8 luglio – British Summer Time Festival (Hyde Park) – Londra (Regno Unito)
10 luglio – The Queen’s Hall – Edimburgo (Regno Unito)
11 luglio – The Glasgow Royal Concert Hall – Glasgow (Regno Unito)
13 luglio – Cornbury Music Festival – The Great Tew Park, Oxfordshire (Regno Unito)
15 luglio – Rivierenweg Weert – Bospop Weert (Paesi Bassi)
17 luglio – Festival Opatija – Zert bb, 51410 Abbazia (Croazia)
21 luglio – Festival Guitare En Scene – Saint Julien En Genevois (Francia)
23 luglio – Ancient Theatre – Plovdiv (Bulgaria)
25 luglio – Ancient Theatre – Ohrid (Macedonia)
27 luglio – Schloss Kapfenburg Festival – Lauchheim (Germania)
28 luglio – Flumserberg Open Air – Flumserberg (Svizzera)

 

I biglietti per le due date “The Best Live” in Piazza San Marco, organizzate da F&P Group, saranno disponibili dalle ore 18.00 di oggi, venerdì 18 maggio, su Ticketone e a seguire nei punti vendita abituali. Per informazioni: www.fepgroup.it.

Radio Italia è radio partner dei due concerti di Zucchero a Venezia.

Tre nuovi appuntamenti con la musica jazz approderanno nei prossimi giorni vicino a noi, in un tour di grande intensità espressiva che nasce dall’incontro tra il trombettista iracheno Amir ElSaffar e il trio Hyper+, formato da Nicola Fazzini al sax, Alessandro Fedrigo al basso e Luca Colussi alla batteria.

 

La prima tappa in programma è per questo sabato 24 marzo, alle ore 21, sul palcoscenico del San Vito Jazz di San Vito al Tagliamento.

Nei giorni a seguire, il tour arriverà al Jazz Area Metropolitana di Dolo, domenica 25 marzo, alle ore 14, per concludersi al Carambolage di Bolzano, lunedì 26 marzo, alle ore 21.

 

Nato a Chicago, ma di origini irachene, Amir Elsaffar suona la tromba e il santur (una cetra su tavola percossa), dedicandosi altresì all’esplorazione delle tecniche vocali mediorientali, per rendere ancora più originale il suo approccio alla musica jazz.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni