Home / Posts Tagged "Toninelli"

Arrivo a Venezia del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli dopo l’incidente della nave da crociera MSC Opera a San Basilio. Toninelli non si è incontrato con il Sindaco della Città lagunare né con il Governatore del Veneto, ma a quanto pare con i rappresentanti dei comitati No Grandi Navi.

 

Dopo un breve giro aereo su Marghera, il ministro ha dichiarato che le navi sono pericolose poiché, come riporta Il Gazzettino: “Canale dei petroli e Porto Marghera non sono soluzioni adeguate. Questa è una zona a rischio Seveso, ci sono raffinerie, ci sono stoccaggio di benzine e petrolchimici. Non posso accettare il rischio che una nave con a bordo circa seimila persone vada a scontrarsi contro una petroliera attraccata, magari contro una raffineria”.

La proposta del Ministro Toninelli di fare una tassa di scopo per finanziare i restanti lavori del MOSE ha sollevato una marea di proteste in città ed in Regione.

Le proteste più eclatanti le ha sollevate il Sindaco Luigi Brugnaro durante una intervista rilasciata al giornalista Berry Meson di Radio Padova. “I Cinque Stelle non finiscono mai di stupire  – ha tuonato Brugnaro – noi siamo contrari alle tasse e dovremmo metterne una per pagare il MOSE opera dello Stato? Toninelli deve dimettersi da Ministro, non ha fatto nulla da quando è li, ha creato solo problemi. Ne abbiamo visti tanti di incapaci, ma come questo mai. Stiamo affidando il futuro del paese a persone incompetenti. Noi se o magnemo questo qua. Il Veneto ha chiesto l’autonomia e ci devono dare l’autonomia”. E per finire Brugnaro afferma: “Abbiamo invitato il Ministro a Venezia per fargli vedere quello che sta bloccando”.

La replica del Ministro Danilo Toninelli non tarda ad arrivare: “Brugnaro fa sorridere – precisa Toninelli in un’intervista telefonica a Radio Padova – lasciamolo parlare è un personaggio folcloristico, a me piace affrontare i problemi. Brugnaro ha un Governo che vuole collaborare con tutti ed anche con i sindaci, Venezia ha tanti problemi da risolvere e voglio dare una mano per risolverli. Comunque la tassa sul Veneto non c’era, è una polemica campata sul nulla”.

Il conduttore Berry Meson pone poi la domanda al Ministro sul problema grandi navi in Bacino di San Marco. “Per il problema grandi navi – afferma Toninelli – a fine maggio arriverò a Venezia con i progetti di fattibilità per discuterne, risolvere i problemi e mantenere Venezia come zona di polo crocieristico numero uno”.

Comunque la proposta del Ministro di istituire una tassa di scopo per finanziare il Mose è stata ritirata e quindi nessuna nuova tassa graverà sui veneti.

Oggi, una delegazione M5S, composta dalla sen. Orietta Vanin e dai consiglieri comunali Sara Visman e Davide Scano, ha incontrato a Milano il ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, per un confronto sulle più importanti tematiche che coinvolgono la città lagunare: Mo.SE, Grandi Navi, Porto e Aeroporto.
“Siamo contenti che il ministro abbia chiesto di incontrarci, dopo gli incontri già avuti con l’Autorità di Sistema Portuale e il Sindaco, data l’estrema importanza di Venezia e dei suoi problemi di salvaguardia. Abbiamo rappresentato al Ministro l’esigenza innanzitutto di analizzare tutte le ipotesi sul tavolo, nessuna esclusa, per la gestione della crocieristica, secondo il criterio costi-benefici e il minor impatto ambientale!
Abbiamo ribadito la necessità di ripristinare la figura del Magistrato alle Acque per la gestione futura del Mo.SE nonché per mantenere le funzioni di salvaguardia delle acque lagunari” ha dichiarato la consigliera Visman.
“Abbiamo evidenziato al Ministro l’anomalia del Porto di Venezia, unico in Italia a non aver ancora ottemperato alla Legge n. 84/1994 per l’aggiornamento del PRP, risalente al 1908 per le aree della Marittima. Per quanto attiene il Mo.SE abbiamo chiesto, sull’esempio delle concessioni autostradali, di vagliare la possibilità di render pubblica tutta la documentazione tecnica così da stimolare i politecnici di tutto il mondo a darci suggerimenti per eventuali migliorie e correzioni” così il capogruppo Scano.
La senatrice Vanin ha sottolineato, infine, la scorrettezza del Sindaco Luigi Brugnaro nel non convocare il Comitato di pilotaggio per la relazione da consegnare il 1° dicembre a Parigi all’UNESCO, come richiesto più volte dal Sindaco di Chioggia Alessandro Ferro.
Il confronto proseguirà fattivo ora anche su altri temi sul tavolo.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni