Home / Posts Tagged "Suem 118"

Dalle 11.30 i vigili del fuoco sono impegnati in un incendio scoppiato al secondo piano di uno stabile in sestiere Santa Croce a Venezia: una persona è deceduta due sono rimaste intossicate.

 

Le squadre sono intervenute con due autopompe lagunari e hanno soccorso le due persone all’interno dell’appartamento, che sono state prese in cura dal personale della Suem 118.

 

Niente da fare purtroppo per una terza persona deceduta, come constatato dal personale medico.

 

Un vigile del fuoco è rimasto leggermente ferito nelle prime fasi di soccorso e spegnimento del rogo. Le operazioni di soccorso sono tuttora in atto.

La notte scorsa, alle 2:15, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Fausta – incrocio via Pisani – a Cavallino Treporti, per la fuoriuscita autonoma di un’auto, finita a ridosso di un’abitazione incendiandosi: feriti i due occupanti. I pompieri accorsi da Jesolo hanno spento le fiamme dell’auto, che intanto si erano estese agli infissi in legno dell’abitazione. In salvo i due occupanti, riusciti a venire fuori autonomamente dalla vettura, prima dello sviluppo dell’incendio. I due feriti sono stati presi in cura dal personale del Suem 118. Sul posto i carabinieri per i rilievi dell’incidente. Le operazioni dei vigili del fuoco di completo spegnimento e messa in sicurezza del luogo sono terminate dopo circa un’ora e mezza.

 

 

Un secondo intervento ha avuto luogo alle 2.40, in via Bafile, nelle vicinanze di piazza Carducci a Jesolo lido, per l’incendio di una giostra cavalli. Le squadre accorse da San Donà con due mezzi hanno spento le fiamme che hanno completamente distrutto la giostra girevole. Le cause dell’incendio sono al vaglio dei vigili del fuoco e dei carabinieri. Le operazioni di soccorso sono terminate intorno alle ore 4.

 

La penultima tappa di “Scuola Sicura Veneto” è andata in scena ieri mattina a Torre di Mosto, nel veneziano, presso le scuole medie “G. Leopardi”.

 

Come di consueto, l’esercitazione, ideata dall’assessorato regionale alla protezione civile, si è aperta con diverse prove di evacuazione e sono state spiegate le procedure in caso di sisma e di incendio: allarme, avvio procedure, evacuazione propriamente detta e recupero dei feriti da parte dei soccorritori.

 

Successivamente, sotto la guida tecnica del personale regionale dell’assessorato e della direzione protezione civile, insieme ai vigili dei fuoco, alle forze locali di polizia, alla Croce Rossa di Torre di Mosto, ai locali gruppi di protezione civile e alle unità cinofile si è svolta un’analisi delle azioni compiute da alunni e insegnanti.
Sono poi state presentate le funzionalità dei diversi mezzi d’emergenza intervenuti, tra cui l’elicottero del Suem 118.

 

      

 

Nel suo intervento, l’assessore regionale alla Protezione civile ha evidenziato come “queste esercitazioni rappresentino un’importante crescita culturale ed umana, oltre a essere elementi di approfondimento preziosi per incentivare la sicurezza non solo nelle scuole ma negli ambienti di vita quotidiana”.

 

Al termine della giornata è stato consegnato un volumetto, scritto con un linguaggio semplice, con le principali regole e i rischi da conoscere e anche con i riferimenti locali di protezione civile.
Della giornata odierna è possibile reperire la documentazione fotografica completa sul sito www.scuolasicuraveneto.it.

 

L’ultima tappa di “Scuola Sicura” per la stagione primaverile 2018 si svolgerà domani, lunedì 28 maggio, a Rovigo città.

Morto questa mattina un uomo di 55 anni di Casale sul Sile per un grave incidente sul lavoro

 

Flavio Santoro, lettore dei contatori dell’acqua, nel portare a termine il suo lavoro si è sporto per recuperare un lettore caduto in una piccola roggia.

 

L’operaio è precipitato nell’acqua, dove è rimasto privo di sensi. I primi soccorsi sono stati prestati dagli operai di un vicino cantiere stradale e dai vigili del fuoco, che hanno recuperato l’uomo adagiandolo in una vicina zona asciutta.

 

I pompieri hanno iniziato la rianimazione cardiopolmonare fino all’arrivo del personale del Suem 118, che però non ha potuto far altro che constatarne il decesso.

 

L’incidente è avvenuto a Istrana.

 

La notte scorsa, alle ore 3.40, i Vigili del Fuoco sono intervenuti lungo l’autostrada A4 al km 410+500 in direzione Trieste nel comune di Roncade per un tamponamento tra due mezzi pesanti: una persona ferita. I pompieri intervenuti da Mestre con due squadre tra cui l’autogru hanno estratto uno dei conducenti, rimasto incastrato in cabina, preso in cura dal personale del Suem 118. I Vigili del Fuoco hanno anche contenuto la perdita di gasolio, causata dalla rottura di uno dei serbatoi di un camion. Sul posto la polizia stradale e gli ausiliari dell’autostrada. Le operazioni di soccorso sono terminate alle 7 circa.

Si è tenuta a Santa Giustina, nel bellunese, la prima tappa dell’edizione 2018 di “Scuola Sicura Veneto”, progetto ideato dall’assessore regionale alla protezione civile Gianpaolo Bottacin, giunto al suo terzo anno, il cui scopo è educare gli alunni alla prevenzione di possibili pericoli e incidenti attraverso una didattica semplice e l’insegnamento di comportamenti corretti.

 

Durante la mattinata si sono svolte le prove di evacuazione alle scuole medie Rodari, dove sono state spiegate le azioni da attuare in caso di sisma e di incendio: allarme, avvio procedure, evacuazione propriamente detta e recupero dei feriti da parte dei soccorritori.

 

Successivamente, nell’area sportiva vicina alle scuole, sotto la guida tecnica del personale regionale dell’assessorato e della direzione protezione civile, insieme ai Vigili dei Fuoco, alle forze di polizia locale, ai volontari dell’ANA (Associazione Nazionale Alpini, del gruppo di Santa Giustina, dell’associazione Carabinieri, del Soccorso Alpino e del servizio ambulanza del VOLA, è stata effettuata un’analisi delle azioni compiute da alunni e insegnanti. Sono state quindi presentate le funzionalità dei diversi mezzi d’emergenza intervenuti, tra cui l’elicottero del Suem 118, atterrato con qualche minuto di ritardo rispetto al programma perché impegnato in un’emergenza vera.

 

A tutti i ragazzi è stato infine consegnato un volumetto, scritto con un linguaggio
semplice, contenente le principali regole, i rischi da conoscere e i riferimenti locali di
protezione civile: “Vorremmo, infatti, che quanto imparato oggi – ha sottolineato
Bottacin – duri nel tempo e non rimanga solo un ricordo di una giornata particolare”.
Della giornata odierna è possibile reperire la fotocronaca completa sul sito
www.scuolasicuraveneto.it.

 

 

 

“Quest’anno gli appuntamenti saranno ben 21, tre per ogni provincia veneta – ha
concluso Bottacin –, così da soddisfare gradualmente le centinaia di domande
pervenute dai comuni veneti di ospitare l’iniziativa”. Prossima tappa nel vicentino, a Creazzo, giovedì 12 aprile.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni