Home / Posts Tagged "spettacolo"

La nostra lettrice Maria Meoni, operatrice nel settore artistico, ci invia ancora una lettera, che publichiamo qui di seguito, nella quale si evidenzia l’attività delle scuole di danza. Oggi è la volta dei corsi della A.S.D. Laboratorio Musica e Danza.

 

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Laboratorio Musica e Danza, nasce sotto la direzione artistica di Prataviera Marina nell’anno 2011 nella zona confine tra Noventa di Piave e San Donà di Piave. La Scuola vive all’interno di uno stabile privato coprendo lo spazio di circa 250 mq, suddiviso in due sale, due spogliatoi muniti anche di docce, una zona accoglienza genitori e reception.
Ci piace pensare ad una scuola che riesce a preparare gli allievi per scuole professionali e coreutiche, ma anche ad una scuola pronta ad appassionare i bambini e i ragazzi alla danza classica, modern, contemporanea e hip hop.

 

Molteplici sono le coreografie notate e premiate ai vari concorsi nazionali ed internazionali che permettono ai nostri allievi di poter usufruire di borse studio che li possano aiutare ad uscire dal loro guscio.Gli insegnanti si aggiornano annualmente attraverso master e stage, mentre gli allievi hanno la possibilità di studiare direttamente nella propria scuola ospitando docenti molto competenti e conosciuti nell’area del balletto. La scuola pur non essendo un istituto professionale punta alla qualità dei propri allievi.
Ai concorsi dell’anno 2019 molti allievi sono stati notati ed è stata data a loro la possibilità di frequentare importanti Camp estivi professionali nonché la possibilità di poter partecipare ad audizioni interne per potervi poi entrare definitivamente.
Un esempio, Tommaso Terribile notato per il MAS di Milano e Balletto di Toscana.
Cerchiamo di stare al passo con l’arte della danza che é in continua evoluzione.

 

Prosegue oggi la stagione sul sofà promossa dal Teatro Stabile del Veneto. Il palinsesto di appuntamenti virtuali ideato per intrattenere adulti, bambini e famiglie durante questo periodo, accoglie ospiti come il sindaco di Treviso Mario Conte, che augura la buonanotte a più piccoli leggendo Cappuccetto Rosso dei Fratelli Grimm per la rassegna Sogni d’oro. Fiabe e favole della tradizione, e l’attrice Margherita Mannino che parteciperà alla diretta del laboratorio teatrale online L’ora d’aria di Mattia Berto.

 

A partire dal mattino il programma quotidiano propone, alle ore 11.00, la replica dell’episodio 7 di L’Amore ai tempi del colera letto dai ragazzi della Scuola Teatrale di Eccellenza, che tornano ad essere protagonisti anche alle ore 14.00 con Poetry Death Match. Alice Ravello interpreta il Sonetto 34 del drammaturgo e poeta inglese William Shakespeare. Dal lunedì al venerdì, diretti da Giorgio Sangati, gli allievi della Scuola calcano, infatti, il palcoscenico virtuale con i Sonetti di Shakespeare trasmessi in video. Il progetto, realizzato grazie alla collaborazione tra il Teatro Stabile del Veneto e l’Estate Teatrale Veronese, vedrà i ragazzi aprire la stagione estiva della città scaligera recitando per le sue strade.

 

Alle ore 16.00, il mago cantastorie Pandifiaba aiuterà i bambini a sconfiggere i momenti di noia. Per la rassegna Famiglie connesse, l’associazione culturale Matricola Zero darà voce a Pandifiaba e proporrà ai più piccoli e alle loro famiglie il racconto La Terra dei canguri.

 

Alle ore 17.00 Mattia Berto si ritrova, in diretta sul gruppo Facebook dedicato con i partecipanti al laboratorio di cittadinanza L’Ora d’aria. Durante la diretta, il regista incontra virtualmente l’attrice Margherita Mannino con cui affronta, tra teatro e vita, il tema dell’autenticità. Durante tutta la settimana, Mattia Berto ospita quotidianamente personaggi dello spettacolo con cui approfondisce questioni come l’autenticità, il tradimento, l’onore, la seduzione e la colpa. L’ispirazione per le conversazioni e le riflessioni parte dal testo “Sorveglianza speciale” di Jean Genet tradotto da Franco Quadri in italiano e portato in scena da Antonio Latella nel 2002. Il testo diventa così il pretesto per giocare con gli ospiti e i laboratorianti da casa.

 

Alle ore 21.oo, tutti pronti per la buona notte con la rubrica Sogni d’oro. Mario Conte legge ai bambini Cappuccetto Rosso dei Fratelli Grimm, disponibile in podcast.

 

 

“Una stagione sul sofà”

ore 11.00 REPLICA – Aperitivi letterari L’amore ai tempi del colera Ep. 7

ore 14.00 Poetry Death Match Sonetto 34, letto da Alice Ravello

ore 16.00 Famiglie connesse La terra dei canguri di Matricola Zero

ore 17.00 L’ora d’aria, in diretta sul gruppo FB L’ora d’aria

ore 21.00 Sogni d’oro con Cappuccetto Rosso dei Fratelli Grimm, letta da Mario Conte

La nostra lettrice Maria Meoni, operatrice nel settore artistico, ci invia ancora una lettera, che publichiamo qui di seguito, nella quale si evidenzia l’attività delle scuole di danza. Oggi è la volta dei corsi della A.S.D. Ritmidanza di Mestre.

 

Fondata nel 2002, l’associazione sportiva Ritmidanza si occupa di promozione dell’arte nel settore “danza” e di promozione sportiva nel settore “fitness”. Le attività sono concentrare in tre aree di interesse: formativa – servizi – progetti.

Per quanto riguarda l’area formativa, Ritmidanza offre un ampio ventaglio di opportunità con corsi e stage in varie discipline: danza classica, modern jazz, danza contemporanea, funk, hip hop, danze caraibiche, danza orientale, ginnastica motoria, aerobica e step. Grazie ad una consolidata esperienza, alla qualificazione del corpo docente, ad una sede operativa, accogliente e attrezzata, oltre che alla competenza di uno staff poliedrico ed elastico, negli anni accademici passati l’area formativa ha strutturato corsi di apprendimento per oltre 100 allievi, di età compresa tra i 3 e i 70 anni.

L’area servizi offre le seguenti possibilità: affitto spazi di lavoro, organizzazione stage, preparazione coreografie inedite e di repertorio, organizzazione spettacoli, serate, manifestazioni.

L’area progetti si occupa invece di attivare collaborazioni con altri Enti del settore, individuare fonti di finanziamento, costruire sinergie progettuali per migliorare con continuità lo spessore della nostra proposta artistica.

Le sedi, ampie ed attrezzate, si trovano a Mestre in via Cardinal Massaia, 20, e alla Cipressina in via del Gaggian, 20.

La stagione social del Teatro Stabile del Veneto porta in platea 21mila persone in una settimana. Una stagione sul sofà va in tournée e anima tutto il Nordest. Dopo il buttafuori arriva il “buttadentro”: un pubblico tutto nuovo mette piede a teatro, comodamente seduto sul divano di casa.

 

Il Molière di e con Paolo Rossi, Tempo di Chet di Leo Muscato e Laura Perini con Paolo Fresu, La guerra e I rusteghi di Carlo Goldoni, il grande teatro in streaming su YouTube. Il patrimonio storico teatrale diventa patrimonio digitale di tutti nella giornata mondiale del teatro.  Prende il via oggi, infatti, la tournée online con le produzioni dei teatri Stabile di Bolzano, Stabile del Friuli Venezia Giulia e Stabile del Veneto.

 

In attesa di ritornare “dal vivo”, il Teatro Stabile di Bolzano, il Rossetti, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e il Teatro Stabile del Veneto, uniscono le forze e inaugurano una tournée digitale per regalare weekend di intrattenimento a tutto il pubblico di amanti del teatro. A partire dal 27 marzo, in occasione della Giornata Mondiale del Teatro, ogni venerdì, sabato e domenica alle ore 20.00, i tre teatri del Nordest trasmetteranno in streaming sui propri canali YouTube il video integrale di uno spettacolo teatrale.

Paolo Rossi

 

Stasera va in scena Moliere

A dare il via all’iniziativa questa sera è una produzione dello Stabile di Bolzano, Molière. La Recita di Versailles, scritto da Paolo Rossi e Giampiero Solari, che ne ha curato anche la regia, su canovaccio di Stefano Massini, che sarà disponibile sulla piattaforma YouTube del teatro per tutti gli spettatori. Il programma prosegue poi sabato 28 con il Teatro Stabile del Veneto che presenta il secondo appuntamento della Trilogia dei commedianti di Stivalaccio Teatro, Romeo e Giulietta, mentre a chiudere il primo weekend di tournée online sarà La guerra di Carlo Goldoni con la regia di Franco Però, presentato domenica 29 dal Rossetti.

LaGuerra(scattata da Simone Di Luca) da sin Adriano Giraldi, Stefano Pettenella, Riccardo Maranzana

Una proposta che continua anche nei prossimi weekend di quarantena, dopo il Molière di Paolo Rossi, infatti, lo Stabile di Bolzano propone Tempo di CHET. La Versione di Chet Baker che ha visto fondersi – grazie alla regia di Leo Muscato – teatro, musica jazz composta e interpretata dal vivo da Paolo Fresu e storia del jazz in un unico spettacolo, mentre oltre all’ultimo appuntamento della Trilogia dei commedianti di Stivalaccio, Il malato immaginario, lo Stabile del Veneto mette a disposizione di tutti gli spettatori I rusteghi, una delle commedie più fortunate di Carlo Goldoni nella versione diretta Giuseppe Emiliani.

 

“Seppure dettato dalle sofferenze di questi giorni – commenta Giampiero Beltotto, presidente dello Stabile Veneto il fatto che i teatri del Nordest abbiano trovato un idem sentire nel porsi al servizio del pubblico e nel mettere insieme forze e capacità rappresenta un importante inizio. Da oggi cominciamo a lavorare insieme anche se questo inizio è in realtà il compimento di un percorso cominciato mesi fa. Insieme a Trieste e Bolzano stiamo collaborando da tempo alla realizzazione di una raccolta comune in vista di un unico obiettivo: servire il pubblico. Siamo teatro pubblico, ne siamo consapevoli e ci assumiamo la piena responsabilità e oggi stiamo raccogliendo una sfida comune, pensare e ripensare al teatro per il pubblico, pubblico che, come il teatro, è uno solo. Siamo l’unica area del Paese che, in questo momento, sta lavorando in maniera sinergica e di questo le istituzioni romane dovranno, in qualche modo, tenere conto perché tutto questo venga poi patrimonializzato. Il prossimo passo di questo percorso, già fortemente sostenuto dall’ Unione Interregionale Triveneta dell’AGIS guidata da Franco Oss Noser, ritengo possa essere la messa a punto di un protocollo d’intesa tra le tre realtà teatrali che però, come dimostra l’iniziativa annunciata oggi, è già nei fatti”

 

«Per i nostri tre Teatri Stabili del Nordest, questo momento difficile è stato l’occasione di consolidare intenti di collaborazione che già esistevano – sottolinea Francesco Granbassi, presidente del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia -. Siamo entrati nel concreto senza passare dai protocolli perché ora c’è bisogno di agilità e presenza. E il fatto di offrire sul piano digitale il nostro patrimonio artistico, in attesa di ritornare quanto prima “dal vivo”,trovo sia un segno molto bello di unità e di attenzione»

 

“In un momento critico per tutti questa iniziativa è un’occasione per rilanciare la collaborazione tra tre enti così prestigiosi e tenere vivi, anche solo virtualmente, la passione e il piacere per il teatro – afferma Walter Zambaldi, direttore del Teatro Stabile di BolzanoA partire da questa condivisione di patrimonio comune realizziamo una base per agire insieme anche nel prossimo futuro”.

 

“Quello che si sta facendo oggi con questa collaborazione, passata l’emergenza dovrà essere patrimonializzata, perché è grazie al lavoro di squadra che i teatri pubblici sapranno trovare la forza di risollevarsi – dichiara Franco Oss Noser, presidente Agis Triveneto – Immaginare un Teatro del Nordest è un pensiero sui cui iniziare a lavorare. Il teatro pubblico, oggi più di ieri, ha la responsabilità di affermare e far riconoscere la cultura un diritto di cittadinanza. L’operazione fatta oggi dai tre teatri del Nordest va in questa direzione”.  

 

Continua il palinsesto quotidiano del Teatro Stabile del Veneto. Non si fermano le proposte del palinsesto del Teatro Stabile del Veneto, che dopo il successo delle prime settimane continua ogni giorno ad intrattenere il pubblico su tutti i suoi canali social, Facebook, You Tube e Instagram, con la rassegna di fiabe e racconti  “Famiglie connesse”, il laboratorio teatrale di cittadinanza online condotto da Mattia Berto “L’ora d’aria” e gli “aperitivi letterari” con le video-letture di grandi romanzi a cura degli allievi della Scuola Teatrale d’Eccellenza.

 

Gli audiospettacoli del Teatro Stabile di Bolzano. Ad arricchire la programmazione dei teatri del Nordest è l’iniziativa dello Stabile bolzanino che, nell’anno in cui festeggia i 70 anni, partecipa a questa inedita stagione mettendo a disposizione del pubblico una collana di “audiospettacoli” che ripercorrono gli ultimi decenni di storia. Ogni martedì e ogni sabato fino al 30 maggio sulla pagina del sito www.teatro-bolzano.it/podcast, il TSB mette a disposizione un podcast per ascoltare alcuni degli spettacoli di maggior successo creati a Bolzano e presentati in tour nei principali teatri d’Italia. L’ascolto delle parole dei testi teatrali avvolge, accompagna, lascia spazio all’immaginazione e alla fantasia, conduce a riflessioni, amplia gli orizzonti anche e soprattutto in questo periodo di quarantena. Rivivono in questa maniera grandi classici e testi contemporanei in un percorso sinuoso nella vita del TSB che porta dall’”Amleto” del 1973 al “Macbeth” del 2019, passando per “Il Gabbiano”, “La brigata dei cacciatori”, “La pulce nell’orecchio”, “Ciò che non può dire. Il racconto del Cermis”, “La Rosa Bianca”, “Coppia aperta quasi spalancata”, “Medea”, “Exit”,  e “Enrico IV”, solo per citare alcuni titoli.

 

Il Rossetti coinvolge il pubblico sui propri canali social. Nel primo periodo di emergenza il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia ha scelto di concentrarsi anche sui social, sulla comunicazione di servizio relativa alle sospensioni dell’attività e alla riprogrammazione degli spettacoli. Nelle prossime settimane si attiveranno invece sui canali social del Teatro alcune iniziative di coinvolgimento del pubblico e di alcuni fra gli attori che hanno partecipato alle recenti stagioni.

Tutti a casa ma connessi per immergersi nelle storie, nei racconti, nelle favole e nelle vite dei personaggi che le animano

 

Oggi, giovedì 26 marzo, per gli spettatori della “Stagione sul sofà”, il palinsesto di appuntamenti virtuali ideato per intrattenere adulti, bambini e famiglie durante questo periodo, il Teatro Stabile del Veneto proporrà sui canali Social una programmazione che spazia dai racconti per le “Famiglie connesse” alle fiabe da “Sogni d’oro”, passando per l’appuntamento ad alto tasso di interattività, tra gioco, curiosità e riflessione intorno al mondo del teatro, con “L’ora d’aria”.

 

Dopo la replica (ore 11.00) del quarto episodio di L’amore ai tempi del colera, il celebre libro di Gabriel Garcìa Màrquez, letto in pillole video di 10 minuti dagli allievi della Scuola Teatrale d’Eccellenza, dedicato ai più grandi, alle ore 16.00, il mago cantastorie Pandifiaba aiuterà i bambini a sconfiggere i momenti di noia.

 

Per la rassegna Famiglie connesse sui canali social del Teatro Stabile del Veneto, infatti, l’associazione culturale Matricola Zero darà voce a Pandifiaba e proporrà ai più piccoli e alle loro famiglie un riadattamento del racconto sul lungo cammino de Il vecchio, il bambino e l’asino.

 

Come tutti gli altri giorni della settimana, alle ore 17.00, si rinnoverà l’appuntamento, in diretta sul gruppo Facebook dedicato, con il laboratorio di cittadinanza L’ora d’aria di Mattia Berto.

 

Per augurare la buona notte ai più piccoli e allietare la serata dei loro genitori, alle ore 21.00, lo scrittore Romolo Bugaro (in foto) diventerà ‘lettore’ prestando voce e interpretazione a L’infanzia di Gesù del premio Nobel J. M. Coetzee, disponibile in podcast sui canali social del teatro, nell’ambito della rubrica Sogni d’oro. Fiabe e favole della tradizione.

 

 

Programma di oggi

ore 11.00, Replica Aperitivi letterari: L’amore ai tempi del colera (Ep. 4)

ore 16.00, Famiglie connesse: Il vecchio, il bambino e l’asino di Matricola Zero

ore 17.00, L’ora d’aria in diretta sul gruppo Facebook L’ora d’aria

ore 21.00, Sogni d’oro: L’infanzia di Gesù di J. M. Coetzee, letto da Romolo Bugaro

Da stasera, alle 21.00, appuntamento tutte le sere con le fiabe della buonanotte lette da personaggi del mondo delle istituzioni, della cultura e dello spettacolo

 

Con oltre 2000 spettatori connessi la “Stagione sul sofà” del Teatro Stabile del Veneto ha debuttato nelle case degli italiani. In due giorni più di 700 utenti si sono iscritti al gruppo Facebook L’Ora d’ariail laboratorio teatrale tenuto da Mattia Berto, in 150 hanno interagito con domande e curiosità alla diretta, in programma tutti i giorni tra le 17.00 e le 18.00.

 

Oltre 1000 le visualizzazioni del primo episodio dell’Aperitivo letterario con L’Amore ai tempi del colera, il celebre libro di Gabriel Garcìa Màrquez, letto in pillole video di 10 minuti dagli allievi della Scuola Teatrale d’Eccellenza e che ogni lunedì, mercoledì e venerdì alle ore 19.00 animerà i canali social del Teatro Stabile del Veneto per offrire agli spettatori l’occasione di trascorrere l’aperitivo casalingo di questi giorni in compagnia delle parole dei grandi autori.

 

A partire da stasera, venerdì 20 marzo alle 21.00 un nuovo appuntamento si aggiungerà al palinsesto digitale, dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie: la rubrica “Sogni d’oro. Fiabe e favole della tradizione”, un’occasione per recuperare momenti ormai quasi perduti.

 

 

Ogni sera, alla stessa ora, prima di andare a dormire, il Teatro Stabile del Veneto offre a mamme e papà idee per la buonanotte con i podcast di fiabe e favole della tradizione lette da personalità del mondo delle istituzioni, della cultura e dello spettacolo come Ambra Angiolini e Alessandro Haber.

 

 

 

Il presidente Giampiero Beltotto dà il via alle letture con La teiera di Andersen

Ad aprire la lettura sarà il presidente del Teatro Stabile del Veneto, Giampiero Beltotto, con la Teiera  di Hans Christian Andersen nei prossimi giorni sarà il turno di Mario Conte, Andrea Colasio, Lavinia Colonna Preti, Caterina Barone, Giuseppe Emiliani, Stefano Karadjov, Pierluca Donin, Paolo Possamai, Red Canzian, Tomaso Carraro, Susanne Franco, Pier Mario Vescovo, Romolo Bugaro, Elena Filini, Francesco Chiamulera, Tiziano Scarpa, Franco Oss Noser, Paolo Giaretta e Ester Viviani, Michela Cescon, Gaia Maria Dall’Oglio, Jacques Moscianese e altri in via di definizione.

 

Insieme alle fiabe della buonanotte, la giornata di oggi, venerdì 20 marzo, prevede i seguenti appuntamenti:

ore 11.00 REPLICA Famiglie connesse: La lepre e la luna

ore 12.00 Dentro il teatro, intervista con Lorenzo Maragoni

ore 17.00 L’ora d’aria, in diretta sul gruppo FB

ore 19.00 Aperitivi letterari: L’amore ai tempi del colera Pt 2

ore 21.00 Sogni d’oro con Giampiero Beltotto

Il rinvio del concerto è stato deciso in ottemperanza al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sulle misure di contenimento e gestione del Coronavirus, che ha previsto la chiusura dei teatri fino al 3 aprile

 

C’è una nuova data per il concerto di Giovanni Allevi, in programma al Teatro Mario Del Monaco di Treviso. L’evento, che avrebbe dovuto svolgersi il 12 marzo, è stato riprogrammato per il 25 maggio (ore 20.45).
I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per la nuova data. Altri biglietti sono disponibili in prevendita nel circuito Ticketone, nel circuito del Teatro Stabile del Veneto e alla biglietteria del Teatro Del Monaco di Treviso. Si informa che la biglietteria del Teatro è chiusa fino al 3 aprile, con disponibilità esclusivamente telefonica negli orari 10.00-13.00 e 15.00-18.00.

Compositore, direttore d’orchestra e pianista, Giovanni Allevi ha stregato con le sue note milioni di giovani che, affascinati dal suo esempio, si sono avvicinati alla musica colta e all’arte creativa della composizione. Due diplomi con il massimo dei voti in Pianoforte al Conservatorio di Perugia e in Composizione al Conservatorio di Milano. Una laurea con lode in Filosofia, con la tesi “Il vuoto nella Fisica Contemporanea”. Jeans, t-shirt, scarpe da ginnastica: questo il look con cui Allevi va incontro al suo pubblico nei teatri più prestigiosi del mondo, dalla Carnegie Hall di New York all’Auditorium della Città Proibita di Pechino. Numerose sono le tesi di laurea a lui dedicate. L’agenzia spaziale americana NASA gli ha intitolato un asteroide.

 

Il concerto fa parte della rassegna “Dal Vivo” firmata da Veneto Jazz in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto.

 

Giovanni Allevi – Piano Solo
25 maggio 2020 – ore 20.45

Biglietti
Platea 40€ + diritto di prevendita
Palchi I, II, III ordine centrali 40€ + diritto di prevendita
Palchi I, II, III ordine laterali 35€ + diritto di prevendita
Palchi IV ordine 35€ + diritto di prevendita
Loggione 30€ + diritto di prevendita
Loggione scarsa visibilità 12€ + diritto di prevendita

 

Ridotto Abbonati:
Platea 30€ + diritto di prevendita
Palchi I, II, III ordine centrali 30€ + diritto di prevendita
Palchi I, II, III ordine laterali 25€ + diritto di prevendita
Palchi IV ordine 25€ + diritto di prevendita

 

Prevendite: 
www.ticketone.it
www.teatrostabileveneto.it

 

Biglietteria Teatro Del Monaco 
Tel. +39 379 1201100
[email protected]

È uno degli appuntamenti più attesi della stagione: Virginia Raffaele presenta in doppia replica, sabato 15 e domenica 16 febbraio (ore 21.00), al Teatro Toniolo di Mestre il nuovo spettacolo Samusà, che segna il ritorno a teatro dell’artista romana dopo il successo di Performance.

I biglietti per entrambe le date sono esauriti in prevendita.

 

“Vuole sparare? Si vince sempre!” è la frase che ho ripetuto più volte nella mia vita.

“Stai dritta che siamo al pubblico!” è quella che mi sono sentita ripetere.

Sono nata e cresciuta dentro un luna park, facevo i compiti sulla nave pirata, cenavo caricando i fucili, il primo bacio l’ho dato dietro il bruco mela.

Poi il parco ha chiuso, le giostre sono scappate e adesso sono ovunque: le attrazioni sono io e siete voi. Tutto quello che siamo diventati stupisce quanto un giro sulle montagne russe, e confonde più di una passeggiata tra gli specchi deformanti.

Prendete posto. Altro giro altra corsa.

 

Dopo il grande successo dello spettacolo Performance del 2015 e anni particolarmente intensi che l’hanno vista protagonista in tv di uno show e una serie televisiva tutti suoi, oltre alla conduzione del Festival di Sanremo e il doppiaggio di Morticia nel cartone animato La Famiglia Addams, Virginia Raffaele torna al suo primo amore, il teatro, e lo fa con uno spettacolo completamente nuovo dal titolo Samusà. Il racconto di Samusà si nutre dei ricordi di Virginia e di quel mondo fantastico in cui è ambientata la sua infanzia reale: il luna park. Da lì si sviluppa in quel modo tutto della Raffaele di divertire ed emozionare, stupire e performare, commuovere e far ridere a crepapelle, che l’hanno resa una delle artiste più amate e apprezzate degli ultimi anni.

Samusà è il quinto spettacolo nel cartellone 2019-20 di Io sono comico, la rassegna dedicata alla comicità d’autore originale, innovativa e frizzante, che dimostra ancora una volta grande attenzione alle novità: il Settore Cultura del Comune di Venezia, in collaborazione con DalVivo Eventi srl, propone un programma di raffinati interpreti fino al 10 aprile 2020.

 

INFO
www.culturavenezia.it/toniolo
tel. 041.971666

Inizia oggi, al Teatro Astori di Mogliano Veneto, la 6° edizione della rassegna di teatro teatrale amatoriale “UN PALCO PER… Carnevale 2020” (scarica la locandina), abbinata al 2° concorso “La Maschera di cartapesta”, organizzata dalla compagnia culturale-teatrale “Tracce Sul Palco” e patrocinata dal Comune di Mogliano Veneto.

 

Per cinque serate il Teatro Astori vedrà l’alternarsi di compagnie amatoriali delle province di Padova, Treviso e Vicenza.

Si inizia questa sera, 8 febbraio, con la Contrada di Miane con una attualissima commedia “Solo la verità in maschera” tratta da “Perfetti sconosciuti”.

 

Il 15 febbraio sarà la volta di Tracce Sul Palco, di Mogliano con la farsa di Peppino de Filippo: “L’Ospite Gradito”, che ci farà sorridere e pensare ai nostri facili pregiudizi.

 

Il 22 febbraio la compagnia L’Archibugio di Lonigo (VI) ci farà emozionare con il classico “Il Mercante di Venezia”, mentre il 29 febbraio Artattiva di Salgareda presenterà una versione de “Il Giocatore” di C. Goldoni rivisitata, con interessante tecniche teatrali.

 

Il 7 marzo non poteva mancare una serata speciale dedicata alla Donna, dove la compagnia Teatro Insieme di Padova porterà in scena alcune “Storie di Donne”, degli episodi tratti dalle opere di Franca Rame e Dario Fo.

 

La sesta serata si terrà il 14 marzo e sarà animata da un inedito spettacolo di virtuosi del palcoscenico spremo dalla giuria chi si è aggiudicato i riconoscimenti di questa edizione… con brindisi finale! Alla sesta serata, dopo uno spettacolo teatrale a sorpresa, la giuria svelerà i nomi della migliore attrice, del miglior attore, del miglior spettacolo, e un premio jolly a valutazione della giuria stessa.

 

Per info, biglietti e abbonamenti:
327.2890931
[email protected]

A inizio settimana abbiamo intervistato Sabrina Salerno, che mercoledì sera abbiamo visto in splendida forma scendere le prestigiose scale del teatro Ariston di Sanremo (anche se con un piccolo incidente di percorso).

 

I suoi strepitosi look hanno incantato il pubblico di tutta Italia e domani sera sarà di nuovo sul grande schermo a fianco di Amadeus per il gran finale!

 

 

Photo Credits: https://staticfanpage.akamaized.net/

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni