Home / Posts Tagged "“Semi di speranza”"

Domani, biodiversità e sostenibilità insegnata agli studenti, cittadini del futuro. Una festa che di anno in anno si svolge in un plesso diverso, coinvolgendo scuola e cittadinanza

 

Tappa alla primaria “A. Frank” per questa edizione 2019 di  “Semi di Speranza”, la festa itinerante per lo scambio e dono di semi e saperi, esperienze e conoscenze, a difesa della biodiversità ambientale e agricola, realizzata con il supporto dell’amministrazione comunale, dell’assessorato all’Ambiente, dall’associazione Amici del Parco, quale capofila di varie associazioni di volontariato, e con la collaborazione di insegnanti degli istituti scolastici moglianesi, in quanto rivolta alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie.

 

L’iniziativa viene svolta ogni anno nei giardini di una scuola diversa. Dopo la prima edizione nel 2017 alle scuole “G.B. Piranesi”, l’anno scorso alla primaria “Verdi”, quest’anno la sede di “Semi di Speranza”  è alla primaria “A. Frank”, in via Barbiero. Qui domenica 17 marzo a partire dalle ore 10.00, e fino alle 20.00, i piccoli studenti si daranno appuntamento con genitori, nonni e amici per una giornata all’insegna dell’attenzione alla biodiversità e all’ambiente, aperta alla cittadinanza. Con il Patrocinio e il sostegno del Comune di Mogliano Veneto, “Semi di Speranza” è curata dall’Associazione “Amici del Parco” insieme ad altre Associazioni presenti sul territorio: “Oltreconfin”, con il gruppo “Zappa e Rastrello”, “Slow Food – Progetto ‘Orto in Condotta’”  e “Civiltà Contadina-Custodi di semi”.

Domenica 17 marzo, biodiversità e sostenibilità insegnata agli studenti, cittadini del futuro. Una festa che di anno in anno si svolge in un plesso diverso, coinvolgendo scuola e cittadinanza

 

Tappa alla primaria “A. Frank” per questa edizione 2019 di “Semi di Speranza”, la festa itinerante per lo scambio e dono di semi e saperi, esperienze e conoscenze, a difesa della biodiversità ambientale e agricola realizzata, con il supporto dell’amministrazione comunale, dall’associazione Amici del Parco, quale capofila di varie associazioni di volontariato, e con la collaborazione di insegnanti degli istituti scolastici moglianesi, in quanto rivolta alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie.

 

L’iniziativa viene svolta ogni anno nei giardini di una scuola diversa. Dopo la prima edizione nel 2017 alle scuole “G.B. Piranesi”, l’anno scorso alla primaria “Verdi”, quest’anno la sede di “Semi di Speranza” è alla primaria “A. Frank”, in via Barbiero. Qui domenica 17 marzo a partire dalle ore 10.00, e fino alle 20.00, i piccoli studenti si daranno appuntamento con genitori, nonni e amici per una giornata all’insegna dell’attenzione alla biodiversità e all’ambiente, aperta alla cittadinanza. Con il Patrocinio e il sostegno del Comune di Mogliano Veneto, “Semi di Speranza” è curata dall’Associazione “Amici del Parco” insieme ad altre Associazioni presenti sul territorio: “Oltreconfin”, con il gruppo “Zappa e Rastrello”, “Slow Food – Progetto ‘Orto in Condotta’” e “Civiltà Contadina-Custodi di semi”.

 

“È grazie all’impegno degli Amici del Parco e delle associazioni che insieme lavorano ormai da oltre tre anni a questo progetto, che abbiamo dato vita ad un appuntamento annuale che coinvolge con grande entusiasmo e partecipazione il mondo della scuola, con le loro famiglie. È un momento significativo, in cui passato e futuro si passano il testimone. Con il prezioso aiuto di tante associazioni, vogliamo spargere semi e speranza per far vivere ai nostri piccoli cittadini il piacere del contatto con la natura, far sentire loro l’importanza di amarla e rispettarla. Poiché proprio a loro, infatti, spetta in futuro il compito di tutelare e preservare il nostro pianeta”, sottolinea il sindaco, Carola Arena.

 

La biodiversità quale garanzia per la sopravvivenza della Terra: questo il focus dell’iniziativa, che mette in sinergia diversi soggetti con idee, creatività, progetti, competenze e speranze che sfociano in una giornata in cui i veri protagonisti sono i bambini. Saranno proprio loro, insieme ad amici e famiglie, ad animare questo giorno in cui verranno organizzati laboratori e giochi sulla biodiversità e sul rispetto dell’ambiente, percorsi didattici inerenti il progetto “Basta un poco di zucchero”, approfondimenti educativi e tecnici. A partire proprio dal tradizionale scambio di semi, autoprodotti e raccolti, grazie al prezioso lavoro dei custodi di semi, saranno valorizzate tematiche, realtà locali e laboratori che promuovono la biodiversità in tutte le sue sfaccettature. A chi porterà un lombrico verrà donata un bustina di semi di piante, in un’ottica di processo circolare che nel migliorare la fertilità del terreno aiuta anche la sopravvivenza di api, farfalle e insetti utili. Sarà inoltre allestita un’area con animali da cortile.

 

Questa iniziativa si inscrive in un più ampio progetto di educazione dei piccoli cittadini moglianesi ai prodotti e alle risorse della terra, così come “Mogliano Mangia Bene” e “Pensa che Mensa”, percorsi di educazione alla buona alimentazione, in collaborazione con Slow Food, insieme a Ulss 9 e associazioni del territorio.

Farà tappa alle primarie Verdi quest’anno “Semi di Speranza”, Festa itinerante per lo scambio e dono di semi e saperi, conoscenze, esperienze a difesa della biodiversità, promossa da associazioni del volontariato moglianese e insegnanti dei due Istituti Comprensivi, con il supporto dell’Amministrazione comunale.

 

Dopo l’esordio al Centro sociale e il primo appuntamento, nell’edizione dello scorso anno nel giardino della Primaria G.B. Piranesi, domenica 18 marzo l’appuntamento per bambini, genitori, nonni e amici, è dalle 10 alle 18.00, presso la scuola Verdi. L’iniziativa mette in sinergia diversi soggetti con idee, creatività, progetti, competenze e speranze che si traducono nella realizzazione di questa giornata dedicata alla biodiversità e all’attenzione all’ambiente.

 

“Questo è un appuntamento con il passato per il futuro, con il quale, grazie all’impegno di tante associazioni, vogliamo far tornare i nostri bambini più a contatto con la natura, per amarla, rispettarla e recuperarla. Il futuro dell’ambiente oggi è nelle nostre mani, ma domani sarà tutto loro, ed è quindi il momento giusto per spargere semi e speranza”, ha commentato il sindaco Carola Arena.

 

I veri indiscussi protagonisti sono e saranno sempre i bambini, che animeranno una giocosa festa
all’insegna della custodia della nostra grande casa comune, la generosa Madre Terra. Quest’anno,
oltre all’ormai tradizionale scambio di semi, antichi e riproducibili, di piante che migliorano la fertilità e aiutano api e farfalle, che saranno regalati a chi porterà un lombrico, ci saranno laboratori creativi, giochi sotto i piedi, e saranno realizzate un’oasi per le api e una piccola fattoria con animali da cortile.

 

“Semi di Speranza” è realizzata con la collaborazione di Amici nel Parco, la Compagnia Zappa e Rastrello, Slow Food Treviso, il progetto “Orti in Condotta”, adottato in tutte le scuole moglianesi. CEIS e SOMS, con il Patrocinio del Comune di Mogliano Veneto. Essa si inscrive in un più ampio progetto di educazione dei piccoli cittadini moglianesi ai prodotti e alle risorse della terra, così come “Mogliano Mangia Bene”, un percorso di promozione della cultura della buona alimentazione, sempre in collaborazione con Slow Food, insieme a Ulss 9 e associazioni del territorio.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni