Home / Posts Tagged "San Dona di Piave"

Il 7 agosto scorso, un ragazzo diciassettenne proveniente da Marghera e diretto a Mestre, mentre percorreva la passerella pedonale del cavalcaferrovia, è stato avvicinato da due giovani nordafricani che, con la scusa di chiedergli se avesse un accendino, lo hanno fermato. Uno dei due, mostrando una pistola che teneva infilata nella cinta dei pantaloni e occultata sotto la maglia, intimava al ragazzo di consegnarli il denaro in suo possesso. Il malcapitato ha risposto di non avere nulla e, impaurito, è scappato verso la stazione di Mestre dove ha raggiunto gli uffici della Polizia per raccontare l’accaduto.

 

Qualche ora dopo la notizia che, a San Donà di Piave, un altro giovane diciassettenne era stato vittima di un tentativo di rapina attuato con modalità analoghe. La vittima, quindi, ha fornito in sede di denuncia una dettagliata descrizione dei due malfattori.

 

Gli agenti del Compartimento Polizia ferroviaria Veneto sono così riusciti a individuare, analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza della stazione di Mestre, due soggetti compatibili con la descrizione fornita.

 

Grazie alla diffusione delle immagini dei due autori del reato, il personale del Posto Polizia Ferroviaria di Portogruaro è riuscito a risalire all’identità dei predetti che, nella giornata di lunedì 12 agosto, sono stati rintracciati presso le loro abitazioni e deferiti in stato di libertà per i fatti a loro contestati. Nella circostanza, i due hanno ammesso le loro responsabilità consegnando, peraltro, la “pistola” utilizzata a scopo di intimidazione che, seppur di buona fattezza, risultava in plastica e quindi inoffensiva.

Il furto è avvenuto lunedì sera al supermercato Mega di San Donà di Piave. La coppia di ladri, lui di 24 anni e lei di 27, originari di San Daniele del Friuli, è stata notata da un finanziere fuori servizio mentre stavano rubando decine e decine di confezioni di caffè, nascondendole nelle loro borse. Il militare, notando che i due si stavano dirigendo verso l’uscita senza passare per le casse, ha chiamato i Carabinieri, che li hanno fermati.

 

I giovani ladri, posti agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima, avevano rubato caffè per un valore pari a 300 euro.

 

Fonte: Venezia Today

San Donà di Piave invasa da decine di migliaia di persone per l’evento-mercato delle boutiques a cielo aperto più famose d’Italia

 

 

Gli Ambulanti di Forte dei Marmi e il Veneto: una storia d’amore che si rinnova ad ogni occasione. “C’è anche oggi davvero tanta soddisfazione – commenta così l’ennesimo successo di pubblico il Presidente del Consorzio Andrea Ceccarelli. – Anche oggi diverse decine di migliaia di persone hanno festosamente invaso San Donà di Piave, preferendo la domenica con noi rispetto alle tante iniziative concomitanti legate al Carnevale. Questa regione ci sta tributando davvero un grande affetto, che noi vogliamo ricambiare al meglio con il nostro spettacolo unico. Vogliamo ringraziare prima di tutto l’amministrazione comunale di questa attiva città, con il sindaco Andrea Cereser, che ha ben intuito la positività del nostro ritorno in città, sia in termini di partecipazione del pubblico che di indotto per le attività commerciali del centro. Oggi abbiamo poi avuto la gradita sorpresa della visita, addirittura del Vice Governatore del Veneto, Gianluca Forcolin, che ci ha mostrato di apprezzare il nostro format di evento e che ci ha reso orgogliosi della sua visita e dei suoi commenti”.

 

L’evento-mercato delle boutiques a cielo aperto del nostro Consorzio si dimostra dunque sempre più come un fenomeno di costume, espressione culturale del Made in Italy e della sua imprenditoria familiare, prima ancora che manifestazione commerciale.

 

A riprova di ciò, la giornata ha visto anche la partecipazione di diversi amministratori comunali locali tra cui Maria Carla Midena, Marigonda Costante e Roberta Moretto, in una significativa condivisione bipartisan della valenza dell’evento.

 

Un ringraziamento speciale è stato espresso a favore della promoter locale, Sandra Antoniazzi, a cui va il merito di aver voluto portare l’originale Consorzio in città.

 

Con il Veneto nel cuore, Gli Ambulanti di Forte dei Marmi sono già in cammino verso le prossime tappe e uno speciale week-end che li vedrà impegnati in tre diverse località: sabato a Broni (Pavia) e domenica a Parma e San Giovanni Lupatoto, alle porte di Verona.

Ritorna a grandissima richiesta, a San Donà di Piave (Ve)l’eccellenza dell’unico vero e originale mercato di qualità de “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”, in uno speciale evento che attrae migliaia di visitatori, richiamati dal Made in Italy artigianale!

 

Le notissime “boutiques a cielo aperto“, come vengono ormai definite, apriranno domenica 24 febbraio a San Donà di Piave, nella centrale location di Via XIII Martiri. Sarà una festa dello shopping più glamour e conveniente, con orario continuato, anche in caso di maltempo, dalle 8 alle 19.

 

I famosi ambulanti toscani – ormai valutati oltre l’aspetto commerciale e divenuti un vero e proprio fenomeno di costume – tornano dunque nel Sandonatese, per riportare anche qui le magiche atmosfere del Mercato del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita. Tante idee per gli acquisti in un autentico spettacolo di bancarelle e di pubblico, che, non a caso, viene ormai comunemente definito “evento-mercato“.

 

 

La definizione non è casuale, ma vuole sottintendere l’unicità nel panorama nazionale e la valenza prima di tutto culturale, oltreché commerciale, della proposta. Non a caso, ormai, si parla del Consorzio “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi” (non solo in Italia ma anche all’estero) come di una “eccellenza italiana”. L’anno scorso, l’ormai mitico Consorzio ha organizzato oltre 80 tappe di questo spettacolo in giro per l’Italia, con un pubblico stimato a evento mediamente oltre le 20mila persone, e con importanti ricadute di indotto turistico e commerciale per le città che ospitano.

 

 

 

 

Tra le città più importanti già abitualmente toccate dallo show, ci sono Roma (con il prestigioso Patrocinio della Capitale), Milano, Torino, Perugia, Genova, Savona, Monza, Bologna, Parma, Reggio Emilia, Piacenza, Pavia, Como, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni, Vigevano, Legnano, Alessandria, Asti, Novara, Vercelli, Casale Monferrato, Alba, San Donà di Piave, Belluno, Conegliano, Pordenone, Gorizia, Trieste, Fiumicino, Viterbo, San Benedetto del Tronto, La Spezia, solo per citarne alcune, oltre a tanti altri bellissimi borghi e cittadine tipiche del nostro Belpaese.

 

 

Il Consorzio (depositario del marchio unico, originale e registrato “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”), nato per primo nel 2002 dall’unione di alcuni dei migliori banchi presenti nello storico e famoso (nel mondo) mercato di Forte dei Marmi, con lo scopo di renderne itinerante lo spettacolo nelle piazze nazionali, è stato da allora oggetto di diversi tentativi di imitazione, peraltro lontanissimi dall’originale, ed è impegnato con successo nelle competenti sedi in difesa della sua originalità. Sono infatti già attive ed efficaci numerose azioni legali a tutela della unicità del suo marchio e format. Per capire quale sia il Consorzio originale e quali le imitazioni, è sufficiente guardare alla “data di nascita” per capire chi ha copiato chi.

 

 

 

 

Cosa c’è, infatti, di più originale di decine di “aziende ambulanti” d.o.c., tutte provenienti dalla storica e blasonata location di Forte dei Marmi, una delle mete più esclusive del turismo mondiale? Sui grandi banchi di vendita è possibile trovare il meglio della tradizione toscana ed italiana dell’artigianato di qualità: abbigliamento, pelletteria di altissima fattura artigianale (borse e scarpe), la migliore produzione nazionale di cachemire, pellicceria, stoffe pregiate, biancheria per la casa, porcellane, bijoux, raffinata arte fiorentina. La qualità è sempre rigorosamente declinata anche con la massima convenienza. Bandite per statuto imitazioni e produzioni di scarso pregio.

 

 

“Il nostro è un invito – spiega il Presidente del Consorzio, Andrea Ceccarelli – a diffidare di ogni tentativo di imitazione e valutare, invece, passando direttamente tra i nostri banchi, la qualità delle nostre merci e l’immagine coordinata delle nostre bancarelle. Il nostro marchio è ormai sinonimo di shopping esclusivo e conveniente“.

 

 

 

Per conoscere nel dettaglio il calendario completo delle date dei mercati dello show itinerante de “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®”, è possibile consultare il sito web ufficiale, dal quale si accede anche alla pagina Facebook da ormai 120mila fans reali e certificati e alla App del Consorzio.

 

La presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, ha presenziato ieri mattina a San Donà di Piave al 66° Raduno nazionale Bersaglieri “Piave 2018”.

 

                 

 

Molte le autorità civili, militari e religiose presenti, tra cui il sindaco di San Donà di Piave, Andrea Cereser, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, i sindaci e i rappresentanti dei Comuni della Città metropolitana, il presidente dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, Ottavio Renzi e il presidente del Comitato Organizzatore del Raduno, Mauro Cattai.

 

                   

 

Dopo i saluti e gli onori alle autorità di Stato è iniziata la Grande sfilata, con doppio passaggio del fiume Piave attraverso il Ponte militare all’andata e sul Ponte della Vittoria al ritorno.

Il Raduno si è concluso in serata con la cerimonia dell’ammaina bandiera a San Donà di Piave e Musile di Piave.

 

                   

Tra sabato e domenica il Presidente della Regione del Veneto interverrà a tre appuntamenti pubblici.

 

Domani, alle ore 10.00, presenzierà all’inaugurazione del complesso monumentale Abazia di Sant’Eustachio a Nervesa della Battaglia (Treviso), oggetto di restauro conservativo. Nell’ambito dei diversi momenti della cerimonia è previsto anche lo scoprimento della Bolla Papale dell’Abazia di Sant’Eustachio, donata a Nervesa della Battaglia da Mr. Christopher Courtney Hugh Dawkins.

 

Nella giornata di domenica 13 maggio, il governatore sarà in mattinata a partire dalle ore 9.00 al Raduno Nazionale dei Bersaglieri a San Donà di Piave (Venezia) dove assisterà alla sfilata dei reparti.

 

Nel pomeriggio infine, alle ore 16.30, il presidente sarà a Trento, in occasione dell’Adunata Nazionale degli Alpini, nel corso della quale il gonfalone della Regione del Veneto precederà la sfilata delle sezioni venete.

Alle 21.30 circa di ieri, i vigili del fuoco sono intervenuti per un vasto incendio divampato in un capannone di un’azienda di oltre 5000 metri quadri di smaltimento rifiuti speciali, in via Argine di Mezzo a San Donà. Per domare il rogo hanno operato 12 automezzi antincendio, tra cui 2 autopompe serbatoio, 5 autobotti di cui due cisterne ad alta capacità, un carro schiuma e la sala operativa mobile, con l’ausilio 40 operatori provenienti dal locale distaccamento, da Portogruaro, Mestre, Motta di Livenza, Treviso.

Sul posto anche un mezzo aereoportuale Strike per la produzione di schiuma. Le attività di soccorso sono state dirette dal funzionario di turno e dal dirigente di supporto del comando di Venezia.

 

Le operazioni di spegnimento sono proseguite poi per tutta la notte, fin quando le squadre intervenute sono riuscite a circoscrivere l’incendio, intorno alle 3.30 di questa mattina.

 

Tuttora in corso lo spegnimento degli ultimi focolai e le attività di verifica dell’azienda, operazioni che proseguiranno presumibilmente durante tutta la giornata di oggi.

 

Sul posto anche l’Arpav per le misurazioni ambientali.

Le cause del rogo sono al vaglio del NIAT (nucleo investigativo antincendio territoriale).

Oggi, in occasione della Giornata mondiale dell’acqua, l’assessore all’agricoltura e alla bonifica della Regione Veneto Giuseppe Pan, presenta a San Donà di Piave la prima edizione del festival nazionale della bonifica, in programma nella città del Veneto Orientale dal 24 al 27 maggio prossimi.

 

“Ho scelto di essere a San Donà, che ospitò il primo congresso regionale delle bonifiche venete nel lontano 1922 e ora torma al centro della riflessione nazionale di maggio in tema di bonifica e di rapporto tra uomo e ambiente – dichiara l’assessore – per testimoniare l’impegno della Regione per una agricoltura di qualità, che sia fattore di equilibrio territoriale e di corretta gestione delle risorse naturali, a cominciare dal cosiddetto ‘oro blu’. Nella programmazione dell’attuale Piano di sviluppo rurale del Veneto ci sono 25 milioni di euro per sostenere le imprese che investono nell’efficientamento idrico, nelle barriere verdi e nella salvaguardia delle falde”.

 

“L’acqua oggi è bene sempre più prezioso per le attività umane – aggiunge Pan – e in particolare per l’agricoltura, come dimostrano le recenti stagioni di siccità e le emergenze create da inquinamenti incontrollati, come i Pfas. Gli agricoltori sono i primi consumatori delle risorse idriche, perché sono a capo della filiera alimentare. E sono anche le prime ‘sentinelle’ dell’ambiente, per evitare sfruttamento, dispersione e deterioramento delle falde e delle acque di superficie. Se in passato le opere di bonifica hanno strappato le terre all’acqua consegnandole all’agricoltura, oggi c’è sempre bisogno di una agricoltura ‘intelligente’ e responsabile che investa sul risparmio idrico e restituisca acqua alla Terra e ai suoi abitanti”.

 

Nella sede del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale, in piazza Indipendenza 25, Anbi, Università di Padova, Consorzi di bonifica e Regione Veneto presentano programma o obiettivi del primo festival nazionale, intitolato “Terrevolute”, dedicato a mettere in luce l’impronta idraulica dell’opera dell’uomo.
Sarà presentato anche il video “Cattedrali dell’acqua”, prodotto dall’Associazione triveneta dei dirigenti della bonifica in collaborazione con le Associazioni della bonifica del Nordest.

Alle ore 18.40 di ieri, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Armellina a San Donà di Piave, alla rotonda di Caposile, per lo scontro tra un’auto e un camion: un ferito. Le squadre intervenute dal locale distaccamento e da Mestre con l’autogru, hanno messo in sicurezza i mezzi ed estratto il conducente della vettura, che è stato preso in cura dal personale del suem 118, per essere portato in ospedale.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni