Home / Posts Tagged "ricovero"

Ultimo giorno, oggi, per la presentazione dell’autocertificazione, compilata e firmata, che permette, qualora se ne abbiamo i requisiti, di accedere a Zampaiuto, il servizio di cure veterinarie dedicato ai proprietari in difficoltà economica che debbano curare i propri animali da compagnia. Il modulo si trova all’interno del sito del Comune di Mogliano Veneto, sotto la voce “Dichiarazionesostitutivadidichiarazione_zampaiuto” e va compilato in tutte le sue parti, firmato e inviato all’indirizzo mail: [email protected]mogliano-veneto.tv.it insieme a una copia del documento di identità del richiedente.

 

Le prestazioni previste da questo progetto pilota, tutto Made in Mogliano, sono:
• prima visita e microchip
• vaccini per il cane e per il gatto o altra specie
• prevenzione filariosi, ectoparassiti, endoparassiti
• sterilizzazione di cani e gatti sia maschi che femmine
• asportazione tumori e ricovero per tali interventi
• analisi di laboratorio
• tutte le prestazioni in urgenza di “piccola chirurgia”, quali ad esempio estrazione di un corpo estraneo da occhio, naso, orecchio.
È compresa anche l’eutanasia pietosa e l’incenerimento quando la sofferenza dell’animale, purtroppo, la richieda.

 

Il requisito è avere un reddito inferiore a 7.000 euro annuo oppure aver perso il lavoro a causa del Covid-19. Si pagherà invece il 50% dell’importo qualora si rientri nella categoria con reddito inferiore a euro 15.000 annuo.

 

 

Silvia Moscati

La cosiddetta eroina gialla sta mietendo vittime.

 

Ieri sera ci è scappato un morto in via Monte Nero a Mestre, quando un noto tossicodipendente è stato visto barcollare e poi cadere a terra. Sempre ieri, un giovane è stato ricoverato in gravi condizioni per droga all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso.

 

Tutti e due avevano acquistata la droga nei pressi della stazione ferroviaria di Mestre, e naturalmente si è trattato della funesta eroina gialla.

 

Mestre, dalle indagini, sembra sia il centro dello smercio di questo tipo di droga, che nel Veneto, negli ultimi anni, ha provocato un esponenziale aumento di vittime.

La piccola spinta dalla madre giù dal terrazzo di un appartamento di Zerman non è stata ancora dimessa dall’ospedale.

Non ha riportato gravi ferite, ma i medici hanno ritenuto opportuno trattenerla ancora nel nosocomio.

La madre, arrestata in un primo momento, si trova ora ricoverata nel reparto di psichiatria del Ca’ Foncello di Treviso.

L’infarto che ha colpito la 53enne casalese Daniela Zuin nel centro estetico “Salone Vanity”, è stato purtroppo fatale.

 

La signora, rianimata dalla due giovani titolari del centro estetico, non ce l’ha fatta. Durante il ricovero ospedaliero ha avuto una ricaduta che non le ha lasciato scampo.

 

La famiglia, composta dal marito e dai tre figli, ha concesso l’espianto degli organi. I funerali si terranno martedì alle 15.30, nella chiesa di Santa Maria Assunta di Casale.

 

Fonte: OggiTreviso

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni