Home / Posts Tagged "record"

Un anno da incorniciare il 2017 per l’affluenza di turisti nel trevigiano. La Marca infatti risulta la quarta provincia più visitata nel Veneto dopo le provincia di Venezia, Verona e Padova.

 

Il trevigiano è soprattutto meta di cinesi e tedeschi. Mentre i primi si fermano solo poche ore, i secondi soggiornano nella Marca per alcuni giorni.

 

Sono non solo le mostre d’arte ad attirate i turisti, ma anche la qualità dei vini e la bontà del cibo ormai nota in tutta Europa.

 

Nella marca trevigiana, nel 2017, ci sono state più di due milioni le presenze di turisti. Le città che hanno visto il maggior incremento di turisti sono state Castelfranco, Vittorio Veneto, ma anche Treviso, che ha avuto un incremento di visite pari al 15%.

 

Fonte: il Gazzettino

Un successo che ha superato tutte le più rosee aspettative quello dell’ultima giornata della XIII edizione di Fiera4passi. Migliaia le persone che hanno seguito i numerosi spettacoli, i laboratori e che hanno avuto la possibilità di degustare le diverse proposte dei numerosi street food.

 

Per la prima volta nella storia di Fiera4passi il parcheggio del Palaverde ha registrato il tutto esaurito, segno non solo della massiccia presenza di visitatori ma anche della buona pratica di raggiungere la manifestazione con il bus-navetta, in maniera sostenibile e in linea con i principi della Fiera.

 

 

Una giornata record che ha confermato il successo della formula e del tema scelto per questa edizione, Generazioni in Viaggio – afferma Alessandro Francheschini coordinatore di Fiera4passi – Mai come quest’anno tanti giovani sono stati protagonisti e partecipi in fiera, dai ragazzi in alternanza scuola lavoro, agli studenti del Forum  ASL, ai cori della prima domenica fino alle band delle sale prova e della scuola di Artface di oggi. Tanti anche i giovani volontari, tra gli oltre 300 che rendono possibile questa fiera.  Speriamo di aver trasmesso a queste giovani generazioni la filosofia e i valori che da sempre ispirano il nostro agire e le buone pratiche che portiamo in Fiera da 15 anni.”

 

 

Alberta Basaglia, figlia di Franco, protagonista della rivoluzione nel mondo psichiatrico e autore della Legge 180 di cui in questi giorni si celebrano i 40 anni, è stata ospite in Fiera4passi per visitare l’evento sulla sostenibilità e il commercio equo ma soprattutto per ritornare in quello che un tempo era un ospedale psichiatrico, ora luogo restituito alla comunità e sede di eventi culturali di rilievo nazionale come la Fiera stessa, e di istituzioni come la Provincia di Treviso, l’ANCI Treviso e l’Ufficio Scolastico provinciale.

 

Alberta è intervenuta ai microfoni di Radio4passi per ricordare il ruolo che hanno avuto i genitori in questa grande trasformazione e per complimentarsi con la cooperativa Pace e Sviluppo per l’organizzazione di un evento così coinvolgente e significativo per la comunità e il territorio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I giovani protagonisti anche in questa giornata di Fiera, dopo il grande FORUM dedicato all’Alternanza Scuola Lavoro che ieri ha coinvolto 150 studenti delle scuole superiori.

 

Sul palco dell’area spettacoli si sono alternate le band musicali degli allievi di Gianluca Mosole della scuola Art Face di cui facevano parte anche i musicisti solisti che si sono esibiti all’auditorium.

Sono sempre stata affascinata dalla città di Treviso e l’atmosfera di festa, inclusione e accoglienza che ho respirato ieri alla Treviso in rosa me l’ha fatta apprezzare ancora di più.

 

Si è svolta ieri infatti la 4. edizione della corsa ludico-motoria tutta al femminile, che ha letteralmente riempito di colore le vie del centro storico, e a cui ho partecipato correndo al fianco di altre 16.314 donne: donne stupende, di tutte le età, insieme alle quali è stato possibile raggiungere il traguardo della Treviso in rosa più numerosa di sempre!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questa corsa di solidarietà organizzata da Trevisatletica e Corritreviso, in partnership con la LILT ONLUS Treviso (Lega italiana per la lotta contro i tumori), ho incontrato le donne più diverse: donne con passeggini, donne giovanissime e donne di mezza età, donne incinte, donne allenate e donne in sovrappeso, donne con cagnoline al guinzaglio, donne mano a mano con le proprie figlie, donne amiche, donne che hanno scelto di festeggiare così il loro addio al nubilato… Tantissime donne diverse ma accomunate da uno stesso obiettivo, quello di colorare insieme la città di Treviso!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il mio ricordo felice, però, non va solo alle donne con cui ho condiviso questa prima domenica di maggio, ma anche ai preziosi uomini e bambini a bordo strada in attesa del nostro passaggio per incoraggiarci con il loro entusiasmo e ai numerosi profughi volontari coinvolti nella manifestazione, pronti a distribuirci acqua nei punti di ristoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oltre alla stanchezza per i 9km percorsi e a mille sorrisi e fotografie, ciò che mi porto a casa da questa esperienza – per me la prima di questo evento – è lo spirito di unione e accoglienza di cui questa (mia) bella città è stata testimone.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni