Home / Posts Tagged "Peggy Guggenheim"

Sabato 1° dicembre, ore 21.00, lo storico teatro veneziano L’Avogaria, ospita lo spettacolo Prestaci i tuoi occhiali Peggy della compagnia Cascina Solaro

 
 
La vita straordinaria di Peggy Guggenheim, la mecenate americana che ha dedicato la sua esistenza alla ricerca dei più importanti talenti artistici del ‘900 va in scena sabato 1° dicembre 2018, alle ore 21.00,  al Teatro a l’Avogaria di Venezia (Dorsoduro 1607, Corte Zappa).  
 
Prestaci i tuoi occhiali Peggy è lo spettacolo della compagnia Cascina Solaro dedicato a una delle più singolari figure che hanno caratterizzato la scena culturale del secolo scorso. Al centro della narrazione la vita di Peggy, l’incontro con i suoi amici artisti, la realtà irripetibile di una epoca vista con gli occhi della protagonista e fondatrice del celebre museo di arte contemporanea lagunare. Una esistenza  vissuta per consentire ad artisti sconosciuti di emergere e raggiungere la fama. Come spiega la compagnia teatrale: “Il nostro lavoro nasce all’interno di una comunità psichiatrica di Mondoví circa quattordici anni fa, coinvolgendo pazienti, operatori e volontari. All’inizio è stato un laboratorio espressivo sulle emozioni e sulla comunicazione che ha generato una serie di spettacoli tratti da Sofocle e Calderon de la Barca. Un percorso di cui l’ultima tappa,  che introduce anche tecniche audio-visive, è Prestaci i tuoi occhiali Peggy che presentiamo a Venezia. Abbiamo lavorato per circa due anni, studiando storia dell’arte, visitando musei, dipingendo, ballando, cantando e realizzando con le nostre mani, costumi e scenografie“.  
 
Lo spettacolo può essere prenotato telefonicamente ai numeri 041.0991967 e 335.372889 oppure scrivendo a [email protected].

“Ogni anno, al termine di ogni edizione, mi domando se in quella successiva si potrà fare ancora meglio: devo dire che anche questa volta gli organizzatori non solo non hanno deluso le mie aspettative, ma hanno creato un evento davvero unico e straordinario.” L’assessore comunale al Turismo, Paola Mar, ha presentato così a Ca’ Farsetti la sesta edizione di “Kids Creative Lab”, nel corso della conferenza stampa di  qualche giorno fa, a cui hanno preso parte, tra gli altri, anche la direttrice della Collezione Peggy Guggenheim, Karole Vail, l’amministratore unico di Vela SpA, Piero Rosa Salva, il presidente dell’associazione “Piazza San Marco”, Claudio Vernier, il direttore Marketing e Comunicazione di Ovs, Paolo Landi.

 

Il progetto educativo, che nasce nel 2012 dalla collaborazione tra la Collezione Peggy Guggenheim e OVS, ed è dedicato alle Scuole primarie d’Italia, approderà quest’anno in piazza san Marco, a Venezia, con una performance artistica ideata dall’artista e film-maker Marinella Senatore, che avrà luogo il 9 maggio alle ore 11. Ad eseguire la grande coreografia collettiva saranno i bambini delle classi iscritte al progetto, diretti proprio dalla nota artista campana, e accompagnati dalle musiche inedite, create ad hoc per il progetto, dal compositore e pianista Emiliano Branda. Grazie al coinvolgimento della Senatore, “Kids Creative Lab” parla quest’anno di Social Practice con il progetto partecipativo “WE the KIDS”, che ha raggiunto 1.800.000 bambini, 66.000 classi, 8.000 scuole in tutta Italia. Le scuole si potranno iscrivere alla performance sul sito https://kidscreativelab.ovs.it/.

 

Dopo aver trattato, nel corso degli anni, diverse tematiche artistiche, si è voluto fare un passo in avanti con una proposta alle scuole che prevede l’attivazione di un sistema di relazioni e azioni, volte al cambiamento sociale della comunità coinvolta. Marinella Senatore, artista di fama internazionale che da anni cura progetti di partecipazione pubblica coinvolgendo intere comunità nella realizzazione di opere collettive, ha ideato per “WE the KIDS”, una performance che si fonda sulle relazioni tra i partecipanti al progetto e che intende promuovere, tra i giovanissimi, valori quali il rispetto e la consapevolezza, ma che vuole nel contempo raggiungere il loro contesto famigliare e territoriale, arrivando a coinvolgere persone di età, provenienza, etnie e culture diverse.

 

“WE the KIDS” sostiene anche i valori della campagna di sensibilizzazione del Comune di Venezia #EnjoyRespectVenezia e si inserisce in “Le Città in festa”, programma promosso dal Comune stesso che coinvolge, con diverse iniziative, la città di Venezia, le isole e la terraferma.

 

“È davvero significativo – ha sottolineato l’assessore Mar – che questa sesta edizione di Kids Creative Lab tratterà, attraverso il grande lavoro svolto nelle scuole dall’artista Mariella Senatore, il tema del rispetto, facendo diventare i bambini delle vere e proprie opere d’arte. Rispetto che questa Amministrazione comunale, nella campagna di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia chiede per la città più bella del mondo, che è patrimonio dell’Unesco e che nella sua fragilità deve essere tutelata da tutti, residenti, lavoratori e turisti. Il 9 maggio in piazza san Marco, ci saranno oltre 2000 bambini che eseguiranno una coreografia collettiva, stimolati a conoscersi reciprocamente e trasmettere valori universali.”

 

Per questo evento conclusivo hanno collaborato attivamente sia Vela Spa, che l’associazione “Piazza San Marco”.

 

“Vela – ha osservato il suo amministratore unico, Rosa Salva – ha dato il suo contributo con entusiasmo ad una iniziativa come quella del Kid Creative Lab perché va nella direzione della formazione di cittadini e visitatori più responsabili e consapevoli, intrapresa dall’Amministrazione comunale. Educare divertendo è certamente la chiave giusta per sensibilizzare al rispetto per sé stessi, per gli altri e per l’ambiente.”

 

“Anche la nostra associazione – ha aggiunto il presidente Venier – ha collaborato in maniera entusiastica a questo fantastico progetto: siamo sempre favorevoli a iniziative che coniugano insieme la creatività e il rispetto per la piazza e per la città.”

 

“Sono lieta – ha rilevato la direttrice del museo Guggenheim, Karole Vail – che questo sesto anno di collaborazione con OVS per il progetto educativo Kids Creative Lab rappresenti un passo verso la Social Practice, pratica artistica contemporanea volta all’attivazione di un sistema di relazioni e azioni finalizzate al cambiamento sociale della comunità coinvolta. Inoltre l’importante partecipazione al progetto di un’artista italiana come Marinella Senatore, ci rende ancora più orgogliosi del lavoro che svolgiamo con OVS dal 2012”.

 

“Un caloroso grazie a Comune di Venezia, Vela Spa e associazione ‘Piazza San Marco’ – sottolinea in una nota l’amministratore delegato di OVS, Stefano Beraldo – che consentono al nostro progetto Kids Creative Lab di uscire dal museo e animare piazza san Marco. Questa volta non ci limitiamo a suscitare l’interesse di bambini e insegnanti: puntiamo a coinvolgere anche le loro famiglie con una grande festa creativa, secondo quei principi di inclusività che sono il cardine dei valori del nostro brand. Ci ritroveremo quindi in piazza S. Marco per festeggiare sei anni insieme alla Collezione Peggy Guggenheim e al Comune di Venezia. Siamo sempre alla ricerca della bellezza, anche quando disegniamo le nostre collezioni per adulti e bambini: la vicinanza con la Collezione Peggy Guggenheim è per OVS fonte di arricchimento e stimolo a fare bene il nostro lavoro, con l’orgoglio di insegnare ai bambini a usare mani e mente per dare spazio alla loro fantasia”.

 

“Nel 2013 – ha ricordato l’artista Marinella Senatore – ho dato vita a The School of Narrative Dance, una scuola itinerante fondata sull’apprendimento non gerarchico, sull’auto-formazione e sull’educazione informale. Kids Creative Lab è un progetto che ritengo particolarmente interessante in quanto rientra in un territorio che mi appartiene e penso possa rivelarsi una sfida che mi darà la possibilità di approfondire diversi sistemi didattici e di entrare in relazione con la comunità scolastica. Auspico che ‘WE the KIDS’ possa trasformarsi in un invito ai bambini ad esprimere creativamente desideri e aspirazioni, costituendo un’iniezione di autostima, di passione e di voglia di credere nelle proprie capacità, e rivelarsi come un’esperienza diretta e partecipata di cittadinanza attiva, alla quale contribuire tutti insieme”.

 

L’evento del 9 maggio potrà essere seguito in diretta sul sito internet di Facebook del Comune di Venezia.

 

Per ulteriori informazioni: https://kidscreativelab.ovs.it/

Debora Basei, artista coneglianese, che opera anche a Mogliano nell’Atelier Villa Torni collocato nei laboratori dell’Associazione il Pesco presso l’Istituto Costante Gris, espone a Venezia.

 

L’esposizione dell’artista Debora Basei Dadadebora è intitolata DadaveniceBrindisi dell’Arte e a Venezia” e sarà aperta dal 5/9 al 30/10 presso l’Hotel Savoia e Jolanda Riva degli Schiavoni 4187 Venezia.

 

Dadavenice è un tributo alla splendida Venezia ed a Peggy Guggenheim con una serie di opere dedicate alla grande mecenate delle arti. Dadavenice è un’esposizione di opere da vivere e indossare, un omaggio a Venezia ed a Peggy Guggenheim che amava l’arte alle pareti, ma anche quella da indossare.

 

Con questa collezione di arte da indossare Debora Basei Dadadebora crea un connubio tra le varie forme e dimensioni dell’arte visiva e della creatività percorrendo gli stili, romantico dark classico, a seconda dei concetti e dei materiali utilizzati.

 

La collezione artistica di Dadadebora è una relazione dinamica tra la persona e la collettività in cui la persona agisce, ritrovandosi vicina sia alla corrente dadaista che al filone surrealista. Dinamismo futurista con il superamento della staticità e dalla volontà di mettersi in viaggio con l’uomo nel suo percorso spirituale.

 

Ogni opera della mostra esprime uno o più concetti che fanno parte dell’esistenza umana: il sogno, l’amore, la passione, il dolore. Queste opere sono dedicate a Venezia, città riconosciuta come un’opera d’arte, fonte di emozioni, visioni, tradizioni che vengono da Dadadebora colte e interpretate oltre ogni tradizione.

 

Sono i vari materiali usati, piume vetri carta pizzi e merletti appartenenti alla città, che danno vita ad una reinterpretazione in chiave dada surreale della Venezia che da sempre affascina il mondo.

 

I disegni delle opere sono tutti di parole come ringraziamento a Peggy o al nostro essere che si emoziona guardando Venezia. Un’opera di Dadavenice non è solo una borsa, ma è un’opera d’arte che si stacca dal quadro e viaggia nel mondo della condivisione.

 

Gli accessori delle opere di Debora sono tutti realizzati nell’ambito del Progetto Ricrearti che si avvale del benestare del Museo Peggy Guggenheim. Acquistando un’opera della collezione Dadavenice si sostiene la Fondazione Peggy Guggenheim , la rivista web KritikaOnline, l’Ente Istituto Gris, l’associazione il Pesco, nell’ambito del quale, grazie all’arte, hanno trovato inserimento lavorativo persone senza occupazione stimolate a reinventarsi un mestiere.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni