Home / Posts Tagged "orari"

Gli assessori Boraso e Venturini: “Una risposta alle richieste dei cittadini”. Zuin e Romor: “Il Lido sta diventando sempre più attrattivo”

 

Dal 10 giugno all’11 settembre 2018 il servizio ACTV della linea 6L Marghera – Venezia sarà potenziato prevedendo, in orari definiti, il prolungamento della corsa dell’autobus fino al Tronchetto per consentire ai cittadini di raggiungere il terminal Ferry-Boat e recarsi al Lido di Venezia.

 

“L’Amministrazione comunale – dichiarano gli assessori alla Mobilità, Renato Boraso e alla Coesione sociale, Simone Venturini – ha voluto dare risposta ai cittadini del territorio di Marghera che desiderano raggiungere con i mezzi pubblici e a costi contenuti le spiagge del Lido di Venezia. Questa soluzione, che prevede l’utilizzo del Ferry-Boat ed è molto attesa dalle famiglie e dagli anziani, consentirà inoltre di decongestionare le linee di navigazione per il Lido in partenza da P.le Roma, valorizzando le spiagge della Città”.

 

Dello stesso avviso anche il prosindaco del Lido Paolo Romor e l’assessore Michele Zuin: “Grazie agli investimenti fatti da questa Amministrazione il Lido sta diventando un vero e proprio fiore all’occhiello della Città. Un impegno che, unitamente al riconoscimento per il decimo anno consecutivo della Bandiera Blu e a un serio lavoro di riordino con il nuovo piano degli arenili presentato dal collega Massimiliano De Martin, sta dimostrando quanto i turisti e i cittadini stiano apprezzando l’importante lavoro svolto per il decoro e la manutenzione del nostro territorio. Creare infine – concludono Romor e Zuin – ulteriori occasioni per raggiungere il Lido con i mezzi pubblici e un segnale che va nell’ottica di rendere la mobilità sempre più green e sostenibile”.

 

Nello specifico, il servizio potenziato Marghera – P.le Roma – Tronchetto e Tronchetto – P.le Roma – Marghera, garantito in coincidenza con gli orari del Ferry-Boat, interesserà le seguenti corse giornaliere:

– linea 6L in partenza da via Correnti alle ore: 7.42 – 9.22 – 17.42 – 19.22

– linea 6L in partenza dal Tronchetto alle ore: 8.15 – 9.55 – 18.15 – 19.55.

Sette concerti, da ieri, 26 maggio, al 28 giugno 2018, nelle Chiese di Favorita, Marghera, Carpenedo, Chirignago, Malcontenta, Lido e Murano, con programmi musicali che spaziano da Pachelbel a Morricone, da Vivaldi a Stiegler: è in estrema sintesi il programma del nuovo ciclo di concerti delle Città in festa, la rassegna promossa dal Comune di Venezia e dalla Fondazione Teatro La Fenice, vedrà anche quest’anno i professori d’orchestra della Fenice esibirsi in ‘trasferta’ in alcuni luoghi significativi dell’arcipelago e della terraferma.

 

 

“Grazie alla brillante idea del sindaco Luigi Brugnaro di portare la musica d’eccellenza in tutto il territorio metropolitano e sull’onda del successo dei concerti dello scorso inverno, – commenta l’assessore Paola Mar – abbiamo chiesto alla Fenice di riproporre un programma di eventi che saranno ospitati nelle chiese o nelle sale dei patronati. Richiesta che il sovrintendente Ortombina ha prontamente accolto condividendone la valenza sia dal punto di vista culturale sia sociale: facendo uscire la musica dal Teatro La Fenice per portarla nelle scuole e diffonderla sul territorio abbiamo lanciato una sfida. La partecipazione alla prima stagione ha dimostrato la bontà del progetto, con questo ulteriore cartellone estivo vogliamo suggellare un impegno duraturo con i nostri cittadini per fare in modo che la musica e le eccellenze della nostra Città siano veramente alla portata di tutti”.

 

 

Ecco il calendario completo: sabato 26 maggio 2018 alle ore 21 nella Chiesa Santa Maria del Carmelo di Favorita, ma in replica il sabato successivo, il 2 giugno alle ore 17, nella Sala Teatro Patronato San Pio X di Marghera, l’ensemble di fiati della Fenice eseguirà il Divertimento di Franz Joseph Haydn, le Antiche danze ungheresi di Ferenc Farkas, il Canonedi Johann Pachelbel, Trois pieces breves di Jacques Ibert e l’ouverture dal Barbiere di Sivigliadi Gioachino Rossini.

 

 

Sabato 2 giugno alle ore 20.45 nella Chiesa di San Gervasio e Protasio di Carpenedo, e in replica domenica 24 giugno alle ore 20.30 nell’Aula Magna del Patronato San Pio X del Lido di Venezia, i Solisti della Fenice interpreteranno il Settimino in mi bemolle maggiore op. 20 di Ludwig van Beethoven e l’ouverture dal Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini.

 

 

Domenica 3 giugno alle ore 21 nella Chiesa di San Giorgio Martire di Chirignago, e in replica venerdì 8 giugno alle ore 21 nella Chiesa di Sant’Ilario Vescovo di Malcontenta, il quartetto d’archi composto dagli strumentisti del Teatro La Fenice eseguirà il Canone di Pachelbel, L’arrivo della regina di Saba dall’oratorio Solomon di Georg Friedrich Händel, il Concerto in sol maggiore rv 151 alla rustica di Antonio Vivaldi, il Divertimento per archi n. 1 in re maggiore kv 136 e il Quartetto per archi n. 1 in sol maggiore kv 80 di Wolfgang Amadeus Mozart, e infine un medley di colonne sonore di Ennio Morricone.

 

 

La rassegna si concluderà con il concerto nel Duomo di San Donato di Murano, giovedì 28 giugno alle ore 20.45, con l’ensemble di corni del Teatro La Fenice che interpreterà la Grande Messa di Sant’Uberto di Karl Stiegler e la Suite Gebet des Jägers di Heinrich Wottawa.

Per tutto il periodo di apertura della manifestazione, i due lati dell’Arsenale saranno accessibili via acqua grazie al servizio di navetta gratuito che metterà in relazione l’Arsenale Nord con il Giardino delle Vergini

 

 

Non solo architettura. Per l’intera durata della 16esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, gli ospiti provenienti da tutto il mondo in arrivo in città e i residenti potranno riscoprire uno spazio pubblico di straordinario valore storico e architettonico, attraverso un collegamento acqueo gratuito. Per sei mesi, l’incantevole panorama della Darsena Grande e l’intero complesso dell’Arsenale diventa facilmente accessibile grazie al servizio di navetta gratuito che metterà in relazione l’Arsenale Nord con il Giardino delle Vergini. Due spazi pubblici liberamente accessibili da tutti, senza la necessità dell’acquisto di un biglietto di entrata.

 

 

Per tutto il periodo di apertura della Biennale Architettura quindi, i due lati dell’Arsenale saranno più facilmente collegati e fruibili nella loro circolarità. Dal 26 maggio al 25 novembre, lunedì esclusi (ad eccezione del 28 maggio, 13 agosto, 3 settembre e 19 novembre), uno shuttle acqueo collegherà ogni 20 minuti, tra le ore 11.00 del mattino e le 17.20 (ad eccezione del servizio delle ore 13,20) i due lati dell’Arsenale facilitando le connessioni anche con le linea del trasporto pubblico Actv in arrivo e partenza dalla fermata Bacini – Arsenale Nord e le linee in partenza e in arrivo alla fermata Giardini.
Inoltre, per tutto il mese di giugno, il servizio navetta, nelle giornate di venerdì e di sabato, verrà prolungato sino alle ore 19.20.
Infine, l’area dell’Arsenale Nord, affidata al Comune di Venezia e gestita da Vela Spa, è raggiungibile anche dalla Tesa 105, giungendo a piedi, lato Celestia, attraverso la passerella pedonale oppure in vaporetto con i mezzi Actv (linee 4.1, 4.2, 5.1, 5.2 fermata Bacini-Arsenale Nord).

 

Lunedì mattina presso il museo Mudec di Milano, è stato presentato dall’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, il nuovo orario estivo che entrerà in vigore dal prossimo 10 giugno e permarrà fino all’8 settembre. Le principali novità arrivano dai collegamenti locali. Verranno aumentate le corse giornaliere tra Venezia Santa Lucia e Peschiera del Garda, nello specifico sarà attivato un treno con partenza alle 7.12 ed arrivo alle 9.15 e due ulteriori convogli in partenza da Peschiera alle 18.30 con arrivo a Venezia alle 19.48 e uno in partenza alle 22.20 con arrivo alle 23.48.

 

Le nuove tratte renderanno molto più agevole raggiungere il Parco divertimenti, evitando di dover cambiare treno a Verona e di dover pagare di più per viaggiare con le Frecce.

 

Questa novità permetterà ai turisti che scelgono il treno come mezzo per raggiungere Gardaland, di poter trascorrere non soltanto l’intera giornata, ma anche di poter godere delle attrazioni del Parco fino a sera.
Per il periodo estivo, Trenitalia ha inoltre realizzato alcune promozioni ad hoc. Per il mese di agosto, i proprietari di cani avranno la possibilità di portare con sé il proprio amico a quattro zampe al prezzo simbolico di 5 euro.

 

Tutte le info sugli orari e sugli sconti estivi sul sito di Trenitalia.

 

Fonte: VeneziaToday

Uscirà nelle sale cinematografiche giovedì 31 maggio, distribuito da Parthénos, Resina, il film di Renzo Carbonera, interpretato dall’attrice Maria Roveran. L’appuntamento di domani, al cinema Giorgione di Venezia, è un’anteprima.

 

Un paesino di montagna, i suoi abitanti, un piccolo mondo alle prese con i primi effetti del cambiamento climatico e la determinazione di una donna intenta a riscoprire la bellezza della musica, dirigendo un coro di soli uomini. Maria è una giovane violoncellista delusa dallo spietato mondo della musica, il suo rientro al paese d’origine è il ritorno a qualcosa di profondo e arcaico, un luogo dove si parla ancora la lingua cimbra e dove Maria entra in contatto con il glorioso coro polifonico maschile di cui faceva parte suo nonno.

 

La sceneggiatura di Resina si ispira alla storia del Coro Polifonico di Ruda, un coro friulano di sole voci maschili che vanta una tradizione austro-ungarica più che centenaria e che nel tempo ha saputo reinventarsi. Attualmente è diretto da una donna, la musicista Fabiana Noro.

 

L’anteprima di Resina sarà proiettata in tre orari diversi: alle 17, alle 19.10 e alle 21.

Allo spettacolo delle 21 il regista e l’attrice saranno presenti in sala.

Nel 2018, Roncade celebra i dieci anni di mostre organizzate negli spazi espositivi del Comune fin dal 2008 e inaugurate allora col pittore Corona per il quale è stata allestita una personale all’interno di Roncade Informa, sotto i portici del centro rinascimentale.

 

Le mostre sono in seguito proseguite nell’atrio del Municipio, che ha ospitato in media 6 artisti all’anno, accuratamente individuati al fine di donare un momento di sospensione e sensibilizzazione all’arte a chi fosse semplicemente di passaggio o impegnato magari in noiose faccende burocratiche.

 

In aprile e fino al 12 maggio già tre noti creativi hanno potuto far apprezzare anche a Roncade le loro opere durante la rassegna “Artisti in transito”, giunta alla seconda edizione, che prosegue ora con il fotografo Giorgio Pandolfo e i suoi “Bikers, Angeli dell’inferno”.

 

Pandolfo, che ha fatto parte del rinomato gruppo di Street Photography “Mignon”, ha al suo attivo numerose personali sia in Italia che all’estero. Negli ultimi anni le sue fotografie vengono spesso allestite in librerie, poiché sono state selezionate per illustrare libri di poesia.

 

L’esposizione dedicata a Pandolfo, inaugurata il 14 maggio, proseguirà sino al 16 giugno prossimo e sarà visitabile con ingresso libero durante i seguenti orari di apertura del Municipio:

da lunedì a venerdì ore 8.30-12.30

lunedì e mercoledì ore 16.00-18.00

sabato ore 9.00-12.00

 

Campagna Amica sbarca anche a Mestre, e alla grande, con un vasto mercato coperto in via Palamidese, laterale di via Fapanni.

All’interno circa venti aziende agricole che espongono i loro prodotti, rigorosamente a chilometro zero, e non solo.

 

Il mercato, inaugurato alla presenza del Sindaco Luigi Brugnaro, sarà aperto tutti i martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 8.30 alle 13.30.

 

 

     

 

Il mercato copre una superficie di 500 metri quadri e vi si possono acquistare non solo verdure, ma anche carne, formaggi, pasta, dolciumi e vini.

 

Fonte: MestreToday

Il 8 e 9 maggio al multisala di Mestre, doppia proiezione del film di Phil Grabsky

 

Dopo il successo di pubblico ottenuto con i precedenti titoli della rassegna La Grande ArteIMG Cinemas Candiani Mestre presenta, martedì 8 e mercoledì 9 maggio, Cézanne. Ritratti di una vitaun docufilm inedito, diretto da Phil Grabsky, che racconta i momenti personali e le confessioni intime di colui che influenzò i Fauves, i cubisti e tutti gli artisti delle avanguardie.

Per entrambi i giorni, le proiezioni sono alle ore 16.40 e alle 20.20.

Ambientato a Londra, Parigi, Washington D.C. e in Provenza, quel sud della Francia in cui Cézanne nacque e si spense, il film ripercorre la vita di uno dei più grandi artisti mai esistiti. Un viaggio attraverso gli spazi e le lettere private che ne segnarono l’esistenza e che aiutano lo spettatore ad avvicinarsi ancor di più all’animo e al pensiero di colui che per Picasso e Matisse fu “il padre di noi tutti”.

 

La macchina da presa mostra così le immagini di Cézanne’s portraits, l’esposizione che raggruppa ben cinquanta ritratti del pittore di Aix-en-Provence: opere che hanno viaggiato dalla National Portrait Gallery di Londra, al MoMA di New York, alla National Gallery of Art a Washington DC, fino al Musée d’Orsay a Parigi. Curatori ed esperti legati a queste istituzioni hanno prestato il volto e la voce per arricchire i contenuti del film, guidando lo spettatore all’interno della mostra e della vita di Cézanne.

 

Oltre a quadri entrati nella leggenda, come quelli dedicati alla Montagna Sainte Victoire o alle sue amatissime mele, Cézanne ha realizzato circa 200 ritratti: le persone che fecero parte alla sua vita sono immortalate proprio lì, con il suo tratto e le sue pennellate, e molte di loro furono scelte come soggetto più di una volta, poiché condivisero con l’artista momenti diversi della sua esistenza. Assieme ai ritratti veri e propri, si contano poi una trentina di autoritratti: un numero davvero impressionante nella storia dell’arte. Anche il pronipote del pittore, Philippe Cézanne, ha preso parte al progetto rendendo unico questo contenuto cinematografico, costituito da opere, luoghi e voci di esperti e familiari.

 

 

Biglietti:

Intero € 10.00

Ridotto over 60 e studenti € 8.00

Img card € 7.00

Info, prenotazioni e prevendite

Tel. 041 2383111

www.imgcinemas.it

La mostra Gli Occhiali al Potere – dal Rinascimento ad Andy Warhol è iniziata con il riconoscimento di cittadini e turisti che ne hanno apprezzato la varietà di pezzi e l’interessante collegamento con i documenti d’epoca.

 

A Treviso infatti c’è la prima raffigurazione conosciuta al mondo degli occhiali: il trecentesco Tomaso da Modena, ritrae il Cardinale Ugo da Provenza mentre legge con l’aiuto degli occhiali e anche altre opere quattrocentesche e rinascimentali provenienti dal territorio trevigiano raffigurano questo strumento: a Paderno di Ponzano un Sant’Antonio con gli occhiali in mano e una bellissima custodia appesa al cingolo, a Castelfranco una “Cena di Emmaus” dove l’oste tiene gli occhiali appoggiati all’orecchio e, nello stesso Museo Diocesano, un dipinto di un seguace di Rocco Marconi dove un personaggio porta gli occhiali ad arco al naso.

 

L’oggetto non ci parla soltanto della bellezza estetica, ma di una notevole vivacità culturale della Treviso romanica e rinascimentale, del cambiamento dello stile di vita considerato che, prima, quando si cominciava a perdere la vista, si iniziava anche a non avere più indipendenza e a non poter raggiungere facilmente la conoscenza.

 

In mostra, oltre a molteplici varietà di occhiali di forma e materiali differenti, sono esposti anche documenti e immagini che ci parlano dell’occhiale, dei primi studi dell’optometria e della loro evoluzione estetica.

 

Un esempio di come la tradizione può continuare è rappresentata da una sezione moderna in cui un giovane designer trevigiano ha realizzato degli occhiali per un tributo a Le Courbusier e ad Andy Warhol.
Tutti spunti e motivi per rendere attuale un museo e creare un dialogo con la realtà cittadina.

 

 

Informazioni e orari:

La mostra “Gli Occhiali al Potere – dal Rinascimento ad Andy Warhol” è visitabile fino a giugno 2018, secondo il seguente calendario:

lunedì e martedì: dalle 10.00 alle 12.30

venerdì, sabato e domenica: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30

Su richiesta, apertura anche in altri orari.

Tel. 0422 56470 oppure 342 6138992

Prosegue con grande interesse di pubblico il Festival Tuffi nel blu, tra storie e paesaggi d’acqua, organizzato dalla Biblioteca Civica VEZ – Rete Biblioteche Venezia in collaborazione con Associazione Culturale Mozaik, Acqua Alta Teatro, FAI Giovani Delegazione di Venezia, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, WWF Venezia e Territorio.

 

La prossima settimana, il 10 aprile, la ricercatrice Francesca Ronchi farà una panoramica sulla questione dei rifiuti in mare, portando i risultati degli ultimi studi in Adriatico e illustrando alcuni esempi di buone pratiche che hanno visto la partecipazione attiva, in questi ultimi anni, di pescatori e cittadini.

 

 

L’appuntamento è alle 18, presso la Biblioteca Civica VEZ (Piazzale Donatori di Sangue 10, Mestre – Venezia).

Tel. 041 2746741

 

www.culturavenezia.it/biblioteche

www.comune.venezia.it/content/tuffi-blu-festival-storie-e-paesaggi-dacqu…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni