Home / Posts Tagged "musica"

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

Vincenzo Bello – Tenore di fama internazionale

Certamente deve esserci un proverbio che dica chiaramente che è difficile opporsi al proprio destino da riuscire a cambiarlo!

Quella di Vincenzo Bello è una storia talmente affascinante da far accapponare la pelle a chi la legge o l’ascolti per la prima volta. È proprio il caso giusto in cui il protagonista in poco tempo “dalle stalle va a finire alle stelle”.

 

Vincenzo era un modesto operaio che lavorava in una fabbrica, la cui sede era nella vicina Marcon, dove lui è nato. Ma un giorno fece un fortuito quanto fortunato incontro con un signore che gli si presentò come un Talent Scout di giovani talenti e Maestro preparatore di cantanti lirici. Quell’incontro  a Vincenzo ha cambiato letteralmente la vita. Durante un cordiale colloquio, dopo averlo invitato a cantare qualcosa, per rendersi conto del timbro e della potenzialità della sua voce, quel signore prospettò a Vincenzo, in cambio di notevoli sacrifici, lo studio della musica, del canto e la carriera di tenore.

 

Trattandosi di dare sfogo alla vera passione della sua vita Vincenzo accettò la sfida e si mise a studiare sotto l’illuminata guida di una insegnante specializzata, che lo obbligava a recarsi la sera dopo il lavoro in fabbrica diverse volte alla settimana a Vittorio Veneto per ricevere le sue lezioni di canto.

 

Appena pronto, la sua splendida carriera comincia al Teatro Comunale di Treviso durante il 7° concorso “Toti Dal Monte” nel 1975 dove stravinse con la parte di Manrico del “Trovatore”. Una carriera folgorante che lo portò subito ad esibirsi nei più prestigiosi teatri italiani come il Regio di Parma e la Scala di Milano, l’Arena di Verona, il Massimo di Palermo, ma anche del mondo come il Metropolitan di New Jork , Lisbona e Macao.

 

La sua vita è stata segnata da tante difficoltà e notevoli e gravi contrarietà: una delle due figlie, da piccola, fu colpita dalla poliomielite, rimanendo parzialmente disabile e perse la moglie in età ancora molto giovane.

 

Ma Vincenzo ha sempre affrontato queste avversità con pazienza ed a testa bassa con impegno e caparbietà non comuni sull’esempio coraggioso di ‘Manrico’ che nel tempo è diventato il suo pezzo forte. Alla fine tutte le disavventure e contrarietà gli sono state contraccambiate con enormi soddisfazioni e traguardi conclusi con veri trionfi permettendogli di percorrere una carriera veloce, lunga e splendida dal punto di vista del successo. Irripetibili sono rimaste nel suo palmares le numerose tournée in America Latina ed anche negli Stati Uniti d’America.

Vincenzo, prosit e buon proseguimento!

 

Photo Credits: FB @iorio.zennaro

La musica ringrazia la sanità in prima linea e omaggia gli anziani davanti alla casa di riposo

 

La musica rende onore agli eroi in camice bianco traendo, proprio da loro, la forza per ripartire.

Oltre 400 persone, rigorosamente distanziate e con mascherina, hanno assistito ieri sera (giovedì 3 settembre 2020) davanti al Centro Servizi per gli anziani “Villa delle Magnolie” di Monastier (TV) al concerto/testimonianza in onore della sanità in prima linea durante l’emergenza Covid-19. A seguire l’evento, attraverso una telecamera collocata nelle loro camere, anche i 180 ospiti del Centro Servizi in rappresentanza di tutti i nonni d’Italia, la categoria più fragile e più colpita dal Covid-19. A Villa delle Magnolie fortunatamente il virus non è entrato ma le norme rigide alle quali sono ancora sottoposti tutti gli anziani delle case di riposo sta loro precludendo una vita sociale fatta di amici e parenti che sono ancora costretti ad incontrare attraverso un divisorio di plexiglass.

 

Un evento organizzato da Sogedin di Monastier e fortemente voluto da Gabriele Geretto amministratore delegato della Casa di Cura Giovanni XXIII di Monastier e dalle altre realtà del gruppo del Presidente Massimo Calvani: il Centro Servizi “Villa delle Magnolie”, il micronido “la Casa sull’Albero” e il park Hotel “Villa Fiorita” di Sogedin Hotel di Monastier.

 

 

Sul palco, insieme, si sono esibiti Roby Facchinetti che a conclusione dell’evento ha cantato il brano simbolo dell’emergenza di Bergamo “Rinascerò Rinascerai”, il maestro Vittorio Matteucci e l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Diego Basso ed il tenore Luca Minelli. E poi le commoventi testimonianze, tra un brano e l’altro, degli operatori sanitari in prima linea dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dell’Ospedale Covid di Jesolo con i colleghi del “Giovanni XXIII” di Bergamo, struttura duramente colpita dal coronavirus e del Presidio Ospedaliero “Giovanni XXIII” di Monastier.

 

Due complessi ospedalieri, quelli di Monastier e Bergamo, contraddistinti da destini diversi. Nella cittadina lombarda il Covid-19 ha lasciato un segno indelebile su un’intera popolazione; a Monastier il virus è stato arginato garantendo al Presidio Ospedaliero “Giovanni XXIII” di essere considerato Covid free hospital.

 

Un “gemellaggio in musica” tra le due strutture che portano lo stesso nome e che, con gli altri ospedali operano ogni giorno con gli stessi principi: quelli della salvaguardia e della tutela dell’essere umano.

 

Sul palco la musica come segno di rinascita ma anche come segno di rispetto nei confronti delle tante vite spezzate nei giorni bui dell’emergenza. Sono stati suonati brani come Poeta, Domani, Pierre, Uomini Soli interpretate da Roby Facchinetti, o Le Cattedrali, Mi Mancherai, Caruso cantate da Vittorio Matteucci, ma anche il Nessun dorma interpretato dal tenore Luca Minelli. Commovente il momento iniziale, quando, subito dopo i saluti del sindaco di Monastier Paola Moro, è stato suonato l’Inno di Mameli. Sullo sfondo prima le immagini drammatiche delle terapie intensive e dei camion militari che a Bergamo trasportavano le vittime fuori dagli ospedali e poi le immagini di gioia, gli applausi che hanno caratterizzato i momenti della fine dell’emergenza.

 

 

Tra un brano e l’altro le testimonianze di chi ha vissuto in prima persona l’angoscia, la paura di quei tristi momenti, di chi ha messo a repentaglio anche la propria vita per salvare quella del prossimo, i sanitari dell’ospedale “Giovanni XXIII” di Bergamo: il Dottor Stefano Fagiuoli Direttore del Dipartimento di Medicina e la dott.ssa Lauretta Rota Responsabile del Dipartimento Emergenza Urgenza e Area Critica.  Sul palco il Prof. Carlo Agostini Direttore Dipartimento di Medicina Interna Ospedale Ca’Foncello e la dott.ssa Lorena Zanin Coordinatrice Medicina Interna 1 e Dipartimento di Medicina Interna sempre dell’Ospedale trevigiano; in rappresentanza dell’Ospedale Covid di Jesolo (Ve) il Dottor. Fabio Toffoletto Direttore Dipartimento di Area Critica, Pediatrica ed adulta e Don Eros Pellizzari sacerdote dell’Ospedale di San Donà che durante il Covid si è trasferito a quello di Jesolo per assistere gli ammalati. E poi, a fare gli onori di casa, il dottor Maurizio D’Aquino Primario di Medicina del Presidio Ospedaliero Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier con il dottor Flavio Ogniben Direttore del Centro Servizi per gli Anziani “Villa delle Magnolie”. A portare la sua testimonianza anche Bruno Crosato in rappresentanza della Protezione Civile Ana che di recente è stato insignito dal presidente Sergio Mattarella del titolo di cavaliere proprio per il lavoro svolto durante l’emergenza.

 

Tutti hanno ricordato ad una società, ancora purtroppo distratta, che il Covid è ancora presente e solo attraverso un comportamento rispettoso delle regole da parte di tutti, potremmo stanarlo e definitivamente sconfiggerlo.

 

“Fin dai primi giorni dell’emergenza-  fa sapere Gabriele Geretto amministratore delegato della Casa di Cura Giovanni XXIII di Monastier che attraverso Sogedin ha organizzato l’evento – era nel nostro cuore dare una giusta dimostrazione di gratitudine a questi eroi che stavano combattendo contro il virus. L’abbiamo concretizzata oggi attraverso la musica che va al di là di qualsiasi parola.  Un evento che non è stato solo un concerto, ma la dimostrazione che l’umanità, la partecipazione e la condivisione possono sovrastare qualsiasi cosa, anche il Covid, che ci ha piegato ma non ci ha abbattuto” conclude l’amministratore delegato Gabriele Geretto.

 

 

Presenti anche il direttore Generale dell’Aulss 2 Francesco Benazzi, il direttore generale dell’Aulss 4 Carlo Bramezza e il prefetto di Vicenza Pietro Signoriello. Con loro anche numerose rappresentanze dei comuni trevigiani, di Jesolo ma anche autorità militari, religiose e i rappresentanti del mondo economico e bancario e del mondo dell’associazionismo, dello sport e del volontariato con gli Amici del Trodetto, le donne del Trifoglio Rosa di Mestre, di Cafè Coraggio e il presidente del comitato Melograno Daniele Furlan.

 

Partner sensibili dell’iniziativa: Elettro Automazioni di Meolo, Operamed di Limena, Termoidraulica Voltarel di Candelù, Lima Corporate di Udine e l’impresa Edile Tecno Costruzioni di Meolo.

Ritorna Restival, il Festival della Restera di Casale sul Sile. Dal 26 al 30 agosto 2020, al Parco delle Vecchie Pioppe è appuntamento con la musica, il food e l’artigianato locale: dalle tribute band al rock, dal cabaret alla samba, passando per Sir Oliver Skardy e la Funkasin Street Band, fino alle “Piazze del Gusto” e alla “Via Mercato e Mestieri” per gustare la migliore gastronomia e scoprire i prodotti dell’artigianato.

 

Tante le iniziative per giovani e famiglie per 5 giorni di relax e divertimento immersi nel verde, in un parco di 22.000 Mq che garantirà la necessaria sicurezza del pubblico. Una manifestazione che si conferma come uno degli appuntamenti più attesi del territorio e che avrà ingresso completamente gratuito.

 

Il Festival della Restera di Casale sul Sile per questa edizione 2020 si svolgerà in una nuova location: il parco delle Vecchie Pioppe. Un’area estesa oltre 22.000 Mq, facilmente raggiungibile a piedi dal centro cittadino, che garantirà ampi spazi di movimento in totale sicurezza. A ospitare gli eventi musicali e le performance di danza e cabaret nel Restival Park sarà l’“Arena Spettacoli” con posti a sedere per tutti gli eventi e un Maxi Schermo per poter godere anche da lontano tutti gli spettacoli.  Non mancheranno poi anche l’area dedicata alle “Piazze del Gusto” con proposte culinarie locali e la “Via Mercato e Mestieri” con 40 stand espositivi di artigianato locale ricco di specialità e curiosità. L’ingresso a Restival Park sarà gratuito per tutte le date previste e in ogni caso sarà limitato da una capienza prefissata come da normativa vigente.

“Restival 2020 è ormai ai nastri di partenza. Una manifestazione simbolo di ritorno a una nuova normalità nella quale, anche e soprattutto quest’anno, il relax, la musica e il divertimento possono e devono andare d’accordo con il rispetto della salute di tutti, visitatori e lavoratori. Un’occasione per incontrarci e tornare emozionarci insieme, in totale sicurezza, dando un segno di speranza e rinascita al settore dello spettacolo e all’economia della nostra zona – spiegano gli organizzatori –. Noi ci siamo con tutto il nostro impegno per garantire, come sempre, di vivere con serenità il Festival della Restera e non vediamo l’ora di rivedere il nostro pubblico. Siamo certi che tutti i visitatori del Restival Park collaboreranno affinché gli eventi si svolgano nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, dall’uso delle mascherine al distanziamento interpersonale e all’igienizzazione delle mani.”

Il programma

Mercoledì 26 agosto:

LIVEPLAY ColdPlay Tribute Band

I Liveplay nascono a fine 2013 e sono attualmente band di riferimento in Europa nel tributo ai Coldplay, con un tour di oltre 300 date in tutta Europa. Oltre all’assoluta fedeltà, alle sonorità e ai ruoli originali dei Coldplay, elemento distintivo dei Liveplay è la capacità di coinvolgere scenograficamente ed emotivamente il pubblico.

Giovedì 27 agosto:

JACK IN BLACK

I Jack in Black nascono dalla passione dei componenti per la musica Rock in tutte le sue incarnazioni. Dai grandi classici anni ’60 fino ai giorni nostri, non disdegnano qualche divagazione nel mondo del Pop, ma sempre con l’energia e lo spirito Rock.

 

FABRIZIO FONTANA

Fabrizio Fontana è un camaleontico personaggio, diretto, demenziale, intelligente e geniale. Uno dei pochi comici del panorama nazionale in grado di proporre in un’unica serata TV tre personaggi diversi come James Tont, Il Concorrente Gianmaria Fontana e il mitico Capitan Ventosa. Il bagaglio comico di Fontana inoltre, prevede un’infinita gamma di personaggi inediti e di monologhi, dove l’artista mettendosi a nudo, crea con la sua spontaneità, una naturale empatia con il pubblico.

 

Venerdì 28 agosto:

ALL’INCIRCO VARIETÀ

Un crescendo pirotecnico di comicità, magia, acrobazia, poesia e follia. Uno spettacolo d’arte varia, a cavallo tra il circo teatro e il cabaret. La coppia Lannutti & Corbo danno vita ad un varietà popolato da personaggi bizzarri e assurdi: un imbonitore, una soubrette, Saverio l’oggetto del desiderio e un acrobata che vuole vivere in un mondo alla rovescia.

 

InSOLITI QUATTRO

La Grande Musica torna a Restival. Per dare un segno tangibile di un ritorno alla normalità, quattro grandi artisti internazionali con importanti collaborazioni, suoneranno per la prima volta insieme sul nostro palco. Un grande omaggio alla gente di Restival.

Davide Pezzin: basso (Ligabue, De Andrè)
Ernestticco: percussioni (Zucchero, Ramazzotti, Jovanotti, Pat Metheny)
Emanuele Grafitti: chitarra acustica (40Fingers)
Maurizio Camardi: sax (Paolo Fresu, Claudio Fasoli)

 

Sabato 29 agosto:

SAMBAFIT RITMO DO BRASIL SHOW

Non un semplice ballo, ma una fusione di discipline brasiliane, tanto diverse quanto complementari, tali da creare un mix coinvolgente. Una performance esplosiva e unica che porta agli appassionati il meglio della cultura brasiliana.

 

PITURA STAIL Ft. SIR OLIVER SKARDY

Il primo Tributo Ufficiale ai Pitura Freska la storica band nata nella laguna Veneziana. Atmosfera di festa per una serata di spettacolo e musica per gente di tutte le età puntando a valorizzare il canto in dialetto Veneto. Sul palco di Restival saranno accompagnati da Sir Oliver Skardy, al secolo Gaetano Scardicchio, nell’arco degli ultimi vent’anni abbondanti, indissolubilmente legata a quella della più popolare reggae band italiana: i Pitura Freska.

 

Domenica 30 agosto:

(Dalle ore 17.30) SUNDAY PARK LIFE

Restival dedica la domenica pomeriggio agli spettacoli dei migliori Artisti di Strada.

Un pomeriggio all’insegna del divertimento per tutte le famiglie. Spettacoli come” A Ruota Libera” dove il tema centrale è la bicicletta: i due giovani protagonisti arrivano a cavallo di un Tandem con tanto di musica. Bolle di sapone giganti, monocicli da due metri, torce infuocate o coltelli volanti. Ma potrete vedere anche l’uomo di gomma Otto il Bassotto cioè un Uomo (bè… quasi…. un Bassotto!) che ha trasformato il caucciù nella sua unica fonte di vita e ragion d’essere. Con una faccia di gomma ed un cervello che gli rimbalza, con numeri incredibili, oltre i limiti del possibile, all’insegna del motto: con i palloncini si può fare davvero qualsiasi cosa!

E ancora: Abe il trampoliere mangiafuoco; Josef con il suo magico organetto mobile; ViviFit Fitness Show con fantastiche danze acrobatiche. Una domenica a Restival Park assolutamente da non perdere!

 

FUNKASIN STREET BAND

Funkasin Street Band è la prima realtà del genere in Veneto nata per portare nuova musica tra le strade e una super carica di energia tra la gente. I Funkasin riescono a trasmettere al pubblico la propria carica grazie ad uno stile funk fuso con altri generi come il pop, la disco e il rock, il tutto completato da diverse coreografie pensate per coinvolgere la gente… di sicuro non riuscirete a rimanere fermi.

Restival aprirà al pubblico alle 18.00 e gli spettacoli inizieranno sempre alle 20.00 (domenica 30.08 a partire dalle 17.30). Per seguire tutto il programma: basta consultare il sito www.restival.it o la pagina Facebook: Restival – il Festival di Restera. Il festival gode del patrocinio della Regione Veneto e del Comune di Casale sul Sile.

Il festival gode del patrocinio della Regione Veneto e del Comune di Casale sul Sile.

Una band così easy che possiamo andare ai concerti in bicicletta”: Microrchestra è una delle orchestre più piccole al mondo, dove la cura meticolosa agli arrangiamenti e al suono è la chiave del successo di questi musicisti veneziani.

 

All’interno del contenitore Parole e Musica del programma Brezza d’estate 2020 messo a punto dall’amministrazione comunale di Casier, la band fa tappa martedì 25 agosto alle ore 21.00 nell’incantevole “chiostro” gentilmente concesso dalla Parrocchia S. Vigilio di Dosson.

 

Stefano Olivato (in foto) all’armonica cromatica e ukulele basso, Leonardo di Angilla al pandeiro, cajon e percussioni e Stefano Scutari alla chitarra accompagneranno il pubblico nella musica e nei racconti musicali da Michael Jackson a Jobim, uno degli inventori del genere bossa nova e O Maestro della musica popolare brasiliana.

 

Stefano Olivato, Stefano Scutari e Leo Di Angilla sono tre musicisti d’eccezione. Grande musica arrangiata, interpretata e arricchita da aneddoti e racconti, da questo trio originale e fantasioso che conta numerose produzioni discografiche alle spalle.

 

Da raccontare hanno moltissime cose, vista la grande esperienza e le collaborazioni con personaggi dello spessore di Stefano Branduardi, Jovanotti, Paolo Jannacci, Claudio Lolli, Ornella Vanoni, Patty Pravo e decine di altri grandi artisti. I musicisti di Microrchestra hanno suonato nei più importanti teatri del mondo, quali la Carnegie Hall, New York, il Teatro La Fenice, di Venezia, Bussola Domani di Viareggio, l’Auditorium S. Cecilia e il Teatro Sistina di Roma.

 

La serata sarà impreziosita dalla particolare atmosfera accogliente e intima del giardino che la ospiterà, in totale sicurezza.

 

Poiché il numero dei posti è limitato, si prega di prenotare chiamando al numero 0422.381504.

 

Ingresso gratuito.

Grandi novità per il tradizionale appuntamento di Ferragosto. Ingresso su prenotazione

 

Sarà un Ferragosto all’insegna della musica con il tradizionale concerto dell’Assunta (inizio ore 21) a completamento di una giornata che inizierà con la celebrazione liturgica a Madonna Granda, in programma alle ore 10 nella Chiesa di Santa Maria Maggiore.

 

Quest’anno, in conformità alle recenti disposizioni legislative anti Covid-19, ci saranno due novità importanti: la location passerà da Piazza Santa Maria Maggiore a Piazzale Burchiellati, soluzione che permetterà di mantenere lo stesso numero di spettatori pur rispettando le distanze oltre all’ingresso gratuito con l’obbligo di prenotazione del posto per evitare assembramenti.

 

Treviso si prepara così ad accogliere il concerto nato da un’idea del grande Mario del Monaco, organizzato dall’Amministrazione comunale, che vedrà protagonista l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta.

 

Saliranno sul palcoscenico e si alterneranno in una scaletta musicale in crescendo il soprano Hui He, il soprano Claudia Pavone, il mezzosoprano Alice Marini, il tenore Cristian Ricci e il basso Abramo Rosalen che interpreteranno celebri romanze del loro repertorio diretti dal direttore d’orchestra Marco Titotto. Presenterà l’evento Elena Filini.

 

L’inizio del tradizionale concerto sarà preceduto dalla rievocazione alle 20.30 in abiti storici medioevali e settecenteschi a cura dell’Associazione storica 16° Reggimento Treviso con la narrazione dell’attrice Giustina Renier per ricordare le origini di un evento che risale al lontano 1302, quando Gherardo da Camino, allora signore di Treviso, come ringraziamento per la vittoria contro il patriarca di Aquileia, espresse un voto portando ogni anno il 15 agosto un cero alla “Madonna Granda”, il santuario più antico della città.

 

«Abbiamo voluto mantenere questo appuntamento particolarmente importante per l’intera cittadinanza», afferma il sindaco di Treviso Mario Conte. «Nel pieno rispetto delle disposizioni anti Covid si è deciso di cambiare la location ma siamo certi che, anche grazie alla qualità degli interpreti e all’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, orgoglio del nostro territorio, potremo assistere a un grande concerto».

Così l’assessore ai Beni culturali e Turismo del Comune di Treviso, Lavinia Colonna Preti. «Si tratta di un evento significativo per la nostra Città. Quest’anno avremo il grande tenore Christian Ricci, artista di fama internazionale, che con il suo canto impreziosirà un appuntamento tradizionale e particolarmente amato dai cittadini».

 

Info utili per la prenotazione e l’accesso ai luoghi di spettacolo

Prenotazione obbligatoria dei posti dal 10 agosto 2020 dalle ore 10.00 alle ore 19.00 al n. 3496132994 (massimo 4 posti per ogni telefonata).

 

Rilevazione della temperatura prima di accedere alla platea (l’accesso non è consentito in caso di rilevazione di temperatura corporea superiore a 37,5°).

 

L’accesso ai luoghi di spettacolo deve avvenire con utilizzo di dispositivi di protezione fino al raggiungimento del posto (per i bambini valgono le norme generali) e comunque ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso, incluso il momento del deflusso.

Dopo l’annuncio dello spostamento al Parco delle Vecchie Pioppe per un’edizione in sicurezza, ecco svelato il programma del Restival, il Festival della Restera di Casale sul Sile, in programma dal 26 al 30 agosto 2020.

 

Dalle tribute band al rock, dal cabaret alla samba, passando per Sir Oliver Skardy e la Funkasin Street Band, con tante iniziative per giovani e famiglie, anche in questa edizione ridotta il programma musicale della kermesse promette 5 giorni di relax e divertimento immersi nel verde. Il festival sarà a ingresso gratuito.

 

Mercoledì 26 agosto:

LIVEPLAY ColdPlay Tribute Band

I Liveplay nascono a fine 2013 e sono attualmente band di riferimento in Europa nel tributo ai Coldplay, con un tour di oltre 300 date in tutta Europa. Oltre all’assoluta fedeltà, alle sonorità e ai ruoli originali dei Coldplay, elemento distintivo dei Liveplay è la capacità di coinvolgere scenograficamente ed emotivamente il pubblico.

 

Giovedì 27 agosto:

JACK IN BLACK

I Jack in Black nascono dalla passione dei componenti per la musica Rock in tutte le sue incarnazioni. Dai grandi classici anni ’60 fino ai giorni nostri, non disdegnano qualche divagazione nel mondo del Pop, ma sempre con l’energia e lo spirito Rock.

 

FABRIZIO FONTANA

Fabrizio Fontana è un camaleontico personaggio, diretto, demenziale, intelligente e geniale. Uno dei pochi comici del panorama nazionale in grado di proporre in un’unica serata TV tre personaggi diversi come James Tont, Il Concorrente Gianmaria Fontana e il mitico Capitan Ventosa. Il bagaglio comico di Fontana inoltre, prevede un’infinita gamma di personaggi inediti e di monologhi, dove l’artista mettendosi a nudo, crea con la sua spontaneità, una naturale empatia con il pubblico.

 

 

Venerdì 28 agosto:

ALL’INCIRCO VARIETÀ

Un crescendo pirotecnico di comicità, magia, acrobazia, poesia e follia. Uno spettacolo d’arte varia, a cavallo tra il circo teatro e il cabaret. La coppia Lannutti & Corbo danno vita ad un varietà popolato da personaggi bizzarri e assurdi: un imbonitore, una soubrette, Saverio l’oggetto del desiderio e un acrobata che vuole vivere in un mondo alla rovescia.

InSOLITI QUATTRO

La Grande Musica torna a Restival. Per dare un segno tangibile di un ritorno alla normalità, quattro grandi artisti internazionali con importanti collaborazioni, suoneranno per la prima volta insieme sul nostro palco. Un grande omaggio alla gente di Restival.

Davide Pezzin: basso ( Ligabue, De Andrè)

Ernestticco: percussioni ( Zucchero, Ramazzotti, Jovanotti, Pat Metheny)

Emanuele Grafitti: chitarra acustica ( 40Fingers)

Maurizio Camardi: sax (Paolo Fresu, Claudio Fasoli)

Sabato 29 agosto:

SAMBAFIT RITMO DO BRASIL SHOW

Non un semplice ballo, ma una fusione di discipline brasiliane, tanto diverse quanto complementari, tali da creare un mix coinvolgente. Una performance esplosiva e unica che porta agli appassionati il meglio della cultura brasiliana.

PITURA STAIL Ft. SIR OLIVER SKARDY

Il primo Tributo Ufficiale ai Pitura Freska la storica band nata nella laguna Veneziana. Atmosfera di festa per una serata di spettacolo e musica per gente di tutte le età puntando a valorizzare il canto in dialetto Veneto. Sul palco di Restival saranno accompagnati da Sir Oliver Skardy, al secolo Gaetano Scardicchio, nell’arco degli ultimi vent’anni abbondanti, indissolubilmente legata a quella della più popolare reggae band italiana: i Pitura Freska.

 


Domenica 30 agosto:

(Dalle ore 17.30) SUNDAY PARK LIFE

Restival dedica la domenica pomeriggio agli spettacoli dei migliori Artisti di Strada.

Un pomeriggio all’insegna del divertimento per tutte le famiglie. Spettacoli come” A Ruota Libera” dove il tema centrale è la bicicletta: i due giovani protagonisti arrivano a cavallo di un Tandem con tanto di musica. Bolle di sapone giganti, monocicli da due metri, torce infuocate o coltelli volanti. Ma potrete vedere anche l’uomo di gomma Otto il Bassotto cioè un Uomo (bè… quasi…. un Bassotto!) che ha trasformato il caucciù nella sua unica fonte di vita e ragion d’essere. Con una faccia di gomma ed un cervello che gli rimbalza, con numeri incredibili, oltre i limiti del possibile, all’insegna del motto: con i palloncini si può fare davvero qualsiasi cosa!

E ancora: Abe il trampoliere mangiafuoco; Josef con il suo magico organetto mobile; ViviFit Fitness Show con fantastiche danze acrobatiche. Una domenica a Restival Park assolutamente da non perdere!

FUNKASIN STREET BAND

Funkasin Street Band è la prima realtà del genere in Veneto nata per portare nuova musica tra le strade e una super carica di energia tra la gente. I Funkasin riescono a trasmettere al pubblico la propria carica grazie ad uno stile funk fuso con altri generi come il pop, la disco e il rock, il tutto completato da diverse coreografie pensate per coinvolgere la gente… di sicuro non riuscirete a rimanere fermi.

 

Info

Restival aprirà al pubblico alle 18.00 e gli spettacoli inizieranno sempre alle 20.00 (domenica 30.08 a partire dalle 17.30). Per seguire tutto il programma: basta consultare il sito o la pagina Facebook.
Il festival gode del patrocinio della Regione Veneto e del Comune di Casale sul Sile.

Un programma che esplora le diverse anime del jazz e della musica etnica con la presenza di affermati gruppi della scena nazionale e locale. Quattro appuntamenti, tra il 28 luglio e il 4 settembre, caratterizzeranno il cartellone di “Fuori Musica”, rassegna in programma a Mestre promossa dal settore Cultura del Comune di Venezia con la collaborazione di Veneto Jazz. Il programma è stato presentato oggi al Centro culturale Candiani. La rassegna, che prevede un finale misto tra il teatro e la canzone, è realizzata grazie al cofinanziamento dei Fondi Strutturali di Investimento Europei, Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020 (PON Metro).

 

Gli eventi

Si inizia il 28 luglio, all’arena del parco Bissuola, con il soul funk di Licaones, che vede ai fiati Mauro Ottolini (trombone) e Francesco Bearzatti (sassofono), entrambi affermati protagonisti della recente scena del jazz italiano e internazionale.

 

Il 29 luglio, sempre al parco Bissuola, “Mi Linda Dama” propone una interpretazione delle tradizione musicale sefardita, con canti antichi proposti con nuovi arrangiamenti. Il gruppo è composto da Namritha Nori (voce), Giulio Gavardi (chitarra, saz turco, bouzouki), Niccolò Giuliani (percussioni), con ospite speciale Maurizio Camardi (sax soprano, sopranino, duduk) e la ballerina Silvia Cagnazzo.

 

 

Il 3 settembre lo spettacolo si sposta in piazzetta Malipiero a Mestre, con Tragos de Tango (in foto di copertina, ndr), formazione tipica delle origini del tango argentino, formata da Walter Lucherini (bandoneon), Daniele Vianello (contrabbasso) e Lino Brotto (chitarra) che presenteranno in anteprima il nuovo album “Mirada Fatal”. Il giorno dopo nella stessa location esibizione di Sorah Rionda, musicista, cantante, compositrice, arrangiatrice, gaitera e ballerina, con un’intensa attività a Cuba e in tutta Europa. Con Thomas Sinigaglia (fisarmonica) e Luca Nardon (percussioni), presenta il nuovo album “Renacer”, ispirato a Venezia, città dove ha trascorso un periodo della sua vita e alla quale dedica il suo ultimo lavoro.

 

 

Per chiudere l’8 settembre un fuoriprogramma: nel giardino di Villa Erizzo, Veneto Jazz presenta “Memorie di Atlantide”, uno spettacolo di teatro-canzone scritto e interpretato da Giovanni Dell’Olivo, accompagnato sul palco dal suo storico gruppo, il “Collettivo di Lagunaria”. Sul palco si esibiranno in 13 brani: Giovanni Dell’Olivo (chitarra, bouzouki e voce), Alvise Seggi (contrabbasso), Stefano Ottogalli (chitarra), Walter Lucherini (fisarmonica), Serena Catullo (voce), Arianna Moro (performer), con regia di Vito Lupo e Arianna Moro.

 

 

Info

Gli spettacoli sono tutti a ingresso gratuito e si può entrare solo se muniti di mascherina e previa misurazione della temperatura corporea. Sarà possibile accedere alla platea e ai luoghi dello spettacolo dalle 20, un’ora prima dell’inizio delle manifestazioni fissato alle 21. Verrà inoltre richiesta la registrazione all’anagrafica prima di accedere al proprio posto. Per maggiori informazioni consultare il sito www.culturavenezia.it.

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

A Mogliano per l’impiego del tempo libero, a disposizione dei propri cittadini e far fronte alle loro esigenze di hobby, passioni o manie, ci sono tutta una serie di opportunità con attrezzature e strutture sufficienti a soddisfarle. Dislocati in diversi punti strategici della città, numerosi campi sportivi per soddisfare le esigenze degli appassionati del gioco del calcio o di quello del Rugby che intendono praticarli anche in età avanzata e in maniera amatoriale. Non mancano le palestre per il Fitness, abbondano i campi da tennis, per chi vuole continuare a curare e irrobustire la propria cultura c’è l’Università della terza età e i circoli culturali, e per chi ama il canto o vuole imparare a suonare uno strumento c’è solo l’imbarazzo della scelta perché sono diverse le associazioni canore e le bande e i complessi musicali presenti a Mogliano. Li analizzeremo uno per uno mettendo in rilievo le loro specifiche caratteristiche. A completare l’elenco, a Mogliano c’è una splendida sala adibita sia a teatro che a cinema, quella del “Busan”, una attrezzatura di teatro e volendo anche un cinema all’aperto.

 

Prima di elencare ed analizzare tutte le attrezzature e le realtà che costituiscono i luoghi e i mezzi per impegnare il proprio tempo libero voglio citare un luogo e un modo col quale i moglianesi del secondo Dopoguerra passavano il loro tempo libero, che costituiva anche uno dei pochi posti dove poter socializzare fra di loro.

Il giorno del Redentore, la galleria d’arte Magazzino Gallery resterà aperta dalle 15 alle 21 presentando ininterrottamente tre video musicali con testi inediti di Tiziano Scarpa

 

Il lunghissimo periodo della quarantena ha portato anche qualche beneficio, per esempio gli artisti, almeno alcuni, hanno associato insieme idee e prodotto cose che forse non avrebbero mai fatto.
Questa è la storia di Tiziano Scarpa, scrittore; Federico Serafini, musicista; Mara Vittori, cantante e Marco Agostinelli, video artista. Alla base di tutto c’erano tre canzoni scritte da Scarpa agli inizi degli anni duemila e musicate da Serafini.

 

Scrive Roberta Semeraro, curatrice del progetto:
“In un momento storico di massimo squilibrio come quello della pandemia ancora in corso, quando tutte le certezze sulle quali avevamo costruito questa nostra realtà si sono frantumate come un castello di sabbia si sgretola tristemente dinanzi agli occhi di un bambino, a Venezia nel silenzio di Canal Grande, sono scappate tre vecchie canzoni. Che sia stato il bisogno profondo di ritrovare il ritmo di quella vita perduta o semplicemente il desiderio di voler essere altrove, questi brani musicali andando per la città si sono trasformati in immagini e poi ancora nuovamente in parole e immagini. Propeller, Slow e Trapianto che più tecnicamente sono brani Trip-hop arricchiti da un gusto melodico italiano, nascono molti anni fa, dalla musica del compositore veneziano Federico Serafini, Un musicista tout court che conosce e ama la musica in tutte le sue espressioni a partire dalla musica classica”.

 

 

Adesso, quasi per scongiurare scaramanticamente ogni altro “contagio” gli artisti hanno pensato di presentarli al pubblico proprio a partire dalla festa del Redentore, come fossero un inno alla vita che riprende, una festa nella festa, un happening di felicità. Il segno lampante di una città che vuole ripartire. Per quel giorno il Magazzino Gallery resterà aperto dalle 15 alle 21.

 

Scrive sempre Semeraro: “I testi delle canzoni sono arrivati da una penna di tutto rispetto come quella di Tiziano Scarpa, che non ha bisogno di presentazione (premio Strega con il romanzo Stabat Mater nel 2009!) e che con grande maestria non solo ha saputo tradurre il senso della musica nelle parole, ma ha calibrato sillabe, parole e accordi e singole note in un contrappunto perfetto. Mara Vittori con la sua corretta e virtuosa esecuzione suggella il connubio tra i due autori, facendo vibrare le canzoni nelle sue  corde vocali con un timbro di voce seducente. Dopo circa vent’anni Propeller, Slow e Trapianto grazie a  Marco Agostinelli, affermato video artista internazionale, sono diventate immagini danzanti che nella loro essenza effimera, restituiscono la musica nel caleidoscopio dei colori, e richiamano le parole nelle geometrie evanescenti delle forme e delle figure che appaiano per un istante per poi scomparire. Come tocco finale, i tre brani musicali hanno trovato poi le parole del noto critico d’arte Annamaria Orsini che ha risposto ai  video clips, componendo a sua volta note di scrittura verbo-visiva, un genere artistico e letterario a lei congeniale, dove con un sofisticato gioco di rimandi tra significati e significanti si aprono visioni estatiche e metafisiche. L’happening è un omaggio alla lunga tradizione nella musica di Palazzo Contarini Polignac.  Dopo la lunga chiusura del lockdown il Magazzino Gallery riapre le sue porte al pubblico invitandolo a  ballare con l’Arte”.

 

Si inaugura martedì 14 luglio la rassegna “I Martedì d’Estate” promossa dall’associazione Amici della Musica “Toti Dal Monte”, con musica all’aperto.

Questo il calendario degli eventi.

 

• Martedì 14 luglio, ore 21.00
nello spazio antistante il Brolo, Via Rozone e Vitale 5

LE CANZONI DI ELLA
Omaggio a Ella Fitzgerald, con:

KATY MARCANTE – voce

CHARLY BERTOLOTTO – chitarra
FILIPPO TANTINO – contrabbasso

 

Una voce e 10 corde per alcuni dei classici dello swing e della canzone d’autore sudamericana.
Una serata d’ascolto dove i tre strumenti si fondono in un unico abbraccio.
Ingresso libero.

 

 

• Martedì 21 luglio, ore 21.00
Hotel Villa Stucky, Via Don G. Bosco 47

VIZI, VEZZI, LAZZI D’AMORE
Reading–Concerto, con:

il Trio d’archi HARMONIAE
Luisa Bassetto – violino
Francesca Balestri – violino
Valentina Rinaldo – violoncello
GIORGIO BERTAN – attore

 

Il Reading–Concerto Vizi, vezzi e lazzi d’amore vede protagonisti il Trio d’archi Harmoniae e l’attore Giorgio Bertan. Imperniato sul tema della coppia uomo-donna e, più in generale sull’amore, Vizi, vezzi e lazzi, è un’indagine su Eros tra il serio ed il faceto, tra i classici della letteratura e della musica. Spettacolo brillante, di atmosfera salottiera settecentesca, coniuga momenti dedicati alla riflessione con il sorriso nostalgico, l’ironia, il sarcasmo, la lascivia, la leggerezza, la spudoratezza. I testi scelti sono tratti da opere di grandi autori, tra i quali Molière, La scuola delle mogli e Sganarello ovvero il cornuto immaginario, Goldoni, L’uomo prudente, Ruzante, La Moscheta e Bifora, Tasso, Aminta. Le musiche, che fungono da accompagnamento e da intermezzo, sono di Mozart, Corelli, Sammartini, Vivaldi, Albinoni.

 

Entrambi gli spettacoli, a ingresso libero, si svolgeranno secondo le normative sanitarie vigenti e avranno luogo anche in caso di maltempo.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni