Home / Posts Tagged "MOM"

Per emergenza maltempo, si segnalano le deviazioni per le corse delle Linee 120, 135, 104, 133, 117, 167.
 
CHIUSURA PONTE DELLA PRIULA:
Le lineee Treviso / Conegliano – Pieve di Soligo – Vittorio Veneto effettuano deviazione da Spresiano (servendo il centro) a Ponte della Priula, attraverso il ponte di Maserada.
Le Linee Montebelluna – Nervesa – Conegliano  entrano in deviazione da Bidasio, scendono verso Spresiano ed effettuano l’analoga deviazione.
CHIUSURA PONTE DI PIAVE:
La Linea 104 entra in deviazione attualmente a San Biagio di Callalta per raggiungere Ponte di Piave via Maserada.
Sarà ripristinata nella sua regolarità appena sarà riaperto il ponte sul Piave.
Info e mappe:
Ringraziamo per il prezioso aiuto nella diffusione delle informazioni alla cittadinanza, in particolare, in vista della riapertura delle scuole nella giornata di domani, mercoledì 31 ottobre 2018.
A riguardo, segnaliamo che il servizio di scuolabus non sarà effettuato a San Biagio di Callalta per ordinanza di chiusura scuole.

Tutti gli aggiornamenti in tempo reale sul sito www.mobilitadimarca.it e i servizi di infomobilità su social Facebook, Twitter, Telegram.

Si informa che la sigla sindacale SGB Autoferrotranvieri ha aderito a uno sciopero nazionale proclamato da SGB/CUB/SI-COBAS/USI-AIT/SLAI-COBAS per il giorno venerdì 26 ottobre 2018, dalle ore 8.30 alle 12.29 e dalle ore 15.00 a fine servizio.

 

In queste fasce orarie, Mobilità di Marca Spa NON potrà garantire la totale regolarità del servizio.
Le corse che iniziano al di fuori dell’orario di sciopero svolgeranno normalmente il servizio fino al raggiungimento del capolinea. Saranno garantiti, come da normativa, i servizi nelle ore a maggiore frequentazione.

 

Inoltre, anche la biglietteria in Piazzale Duca d’Aosta a Treviso potrebbe non garantire il servizio nelle ore di sciopero.

È possibile consultare l’elenco delle corse garantite cliccando qui.

Mobilità di Marca informa che domenica 14 ottobre 2018 si svolgerà la manifestazione “Treviso Half Marathon”, pertanto, a causa delle modifiche alla viabilità, dalle ore 09.00 alle ore 14.00, i servizi subiranno le modifiche che seguono.

SERVIZIO URBANO TREVISO

Tutte le linee sono deviate sulla circonvallazione esterno mura (PUT) servendo le fermate.

Inoltre, i percorsi e i servizi di alcune linee vengono così modificati:

– LINEA 1 Servizio sospeso nella tratta Stazione Fs-Carità, in entrambe le direzioni, dalle ore 09.40 alle ore 13.10. Ultima corsa regolare da Carità ore 09.00, da Treviso ore 09.10. Prima corsa da Treviso ore 13.10, da Carità ore 13.00. Servizio regolare nella tratta Stazione Fs- Ospedale.

– LINEA 3 Servizio sospeso dalle ore 09.10 alle ore 13.10. Ultima corsa da Silea ore 08.49, da Treviso ore 08.23. Prima corsa da Treviso ore 13.10, da Silea ore 13.49.

– LINEA 6 Percorso regolare. Solo la corsa in partenza da Stazione Fs delle ore 09.40 raggiunge l’aeroporto per tangenziale non servendo il Put, piazzale Pistoia e San Giuseppe.

– LINEA 7 Corse limitate a via T. Salsa dalle ore 09.45 alle ore 12.45. Percorso regolare da Stazione Fs-S. Zeno. Ultima corsa da Treviso per S.Artemio-Provincia ore 08.45- da S.Artemio-Provincia ore 09.12. Prima corsa da Treviso ore 12.45- da Provincia ore 13.12.

– LINEA 10 Servizio sospeso dalle ore 09.40 alle ore 12.40. Ultima corsa da Carbonera (Pezzan) ore 08.12, da Treviso ore 08.40. Prima corsa da Treviso ore 13.40- da Carbonera (Pezzan) ore 13.13.

SERVIZIO EXTRAURBANO

– LINEA 104 non transita su viale IV Novembre, via Postumia/ Lanzago, raggiunge SR53 Postumia da Tangenziale.

– LINEA 120 non transita per SS13 nel tratto viale Vittorio Veneto/ viale Felissent, riprende il percorso regolare da rotonda con viale della Repubblica.

 

Si informa inoltre che causa della manifestazione prevista saranno possibili ritardi sulle linee. Orari e percorsi potranno subire variazioni non imputabili a MOM.

 

Tutti gli aggiornamenti su eventuali modifiche saranno pubblicati sul sito, sul canale Telegram MOM Servizio Clienti, su Facebook e Twitter.

Questa mattina un bus della MOM ha preso fuoco in tangenziale poco prima dell’uscita per l’aeroporto.

 

Sono prontamente intervenute quattro squadre dei vigili del fuoco chiamati dall’autista del mezzo, che era alimentato a metano.

Molte le difficoltà nelle operazioni di spegnimento. Ma poi l’incendio è stato domato e i luoghi sono stati messi in sicurezza.

Anche il traffico era in gran difficoltà, perché la Polizia ha bloccato la circolazione.

 

Fortunatamente il bus era vuoto; all’interno solo l’autista che non ha riportato danni.

 

Mom informa che il mezzo era partito dal deposito di Treviso a vuoto, fuori servizio. Ha quindi percorso la tangenziale di Treviso, strada non utilizzata dai mezzi in linea ma solo per i trasferimenti rapidi. Entrava in servizio alle 7.10 a Paese Villa come corsa di rinforzo diretta a Treviso; avrebbe effettuato due servizi nell’ora di punta per poi rientrare in deposito.

 

Giunto all’altezza di San Giuseppe, l’autista si è accorto del fumo ed è sceso tentando di arginare le fiamme con l’estintore in dotazione, senza riuscirvi. Così ha allertati i soccorsi, che sono giunti rapidamente sul posto.

 

L’autobus era un Irisbus del 2009, alimentato a metano, appartenente alla flotta urbana ex ACTT. Il mezzo è stato revisionato il 31 maggio 2018 e il 20 giugno 2018 è stato sottoposto a un tagliando di manutenzione completo. Si tratta pertanto di un fatto assolutamente eccezionale e non prevedibile. L’azienda attende le valutazioni dei periti per capire le cause dell’incendio.

Un parco mezzi più ecologico e moderno e tariffe invariate rispetto agli anni precedenti. Questi gli obiettivi raggiunti dall’amministrazione comunale di Casier con il nuovo bando triennale per l’affidamento del trasporto scolastico. La gara – la cui procedura è stata eseguita dal SUA (Servizio Unico Appalti) di Treviso – è stata vinta dall’associazione temporanea di impresa formata dall’azienda Vianello Giuseppe Autocorriere di Roncade, storico fornitore del servizio scolastico locale, e da MOM: una sinergia che ha permesso al Comune di mettere insieme i vantaggi del background di Vianello e la disponibilità di mezzi di trasporto di ultima generazione dell’azienda di Mobilità di Marca.
“I nostri studenti avranno a disposizione dei mezzi più piccoli rispetto a quelli con i quali si recavano a scuola negli anni precedenti, ma senza dubbio più sostenibili. Saranno Euro 5 con in più un Euro 6. Fondamentale – afferma Paola Marson, assessore all’Istruzione del Comune di Casier – è l’essere riusciti a garantire alle famiglie interessate le stesse vantaggiose condizioni economiche di prima: le tariffe rimangono invariate, l’amministrazione comunale copre circa il 65 per cento del costo totale e chi si trova in difficoltà economica può richiedere un contributo”.
 
Dall’inizio di ottobre inoltre tutti i percorsi e le fermate dei mezzi scolastici saranno visibili attraverso un servizio web.

Dopo il progetto pilota avviato con successo nel 2017 dalla Regione attraverso l’istituzione della smart card nominativa e personale denominata “Unica Veneto” in provincia di Belluno, l’intermodalità dei servizi di trasporto pubblico segna un’ulteriore passo avanti nel Veneto: da oggi, infatti, anche su alcune linee di trasporto pubblico locale del territorio trevigiano è possibile, in via sperimentale, grazie a un accordo tra Mobilità di Marca e Trenitalia, viaggiare in treno o in bus con il medesimo titolo di viaggio.

 

“L’integrazione e l’intermodalità dei diversi servizi di mobilità pubblica è uno dei principali obiettivi di questa legislatura – ha detto l’assessore ai trasporti della Regione del Veneto, nel corso della presentazione dell’accordo, avvenuta oggi a Mestre nel corso di una conferenza stampa – e grazie alla collaborazione tra MOM e Trenitalia si è aggiunto un nuovo tassello nell’attuazione di tale piano: sulle tratte Treviso-Castelfranco-Vicenza, Castelfranco-Padova e Treviso-Montebelluna, interessate da un forte traffico pendolare di studenti e lavoratori, è possibile decidere se utilizzare treno o bus in base ai propri vantaggi e necessità, esibendo un unico titolo di viaggio. Insomma, un nuovo modo di concepire il trasporto pubblico, più semplice e vantaggioso per i cittadini, puntando gradualmente all’obiettivo finale del biglietto unico, che rappresenta una grande sfida che il Veneto è sicuramente pronto a raccogliere e a vincere”.

 

Due i traguardi indicati dall’assessore: entro la fine del 2018 l’istituzione della tariffa unica per il trasporto pubblico locale ed entro la metà del 2020 la creazione del biglietto unico per l’intero territorio veneto. “La Regione – ha precisato – sta attuando e sostenendo una vera e propria rivoluzione del trasporto pubblico locale. Se vogliamo favorire l’uso dei mezzi pubblici e l’abbandono di quelli privati, è necessario incentivare gli investimenti in questo settore e implementare i servizi. Auspichiamo, quindi, che esperienze come quelle presentate oggi si moltiplichino in futuro e per farlo abbiamo bisogno anche dell’aiuto e dei suggerimenti di chi per lavoro o per studio viaggia quotidianamente con treni, bus e altri mezzi. Più riusciremo a integrare questi tra loro, più facile, vantaggioso e comodo sarà spostarsi nel nostro territorio, migliorando sensibilmente la qualità della nostra vita, anche dal punto di vista ambientale”.

 

Tornando all’accordo tra MOM e Trenitalia, l’agevolazione vale, per il momento, solo per i titolari di abbonamento mensile extraurbano emesso da Mobilità di Marca. Ai clienti MOM sarà consentito l’utilizzo delle tratte coincidenti con il servizio ferroviario (ovvero gli abbonamenti dovranno avere origine e destino corrispondenti alle località di fermata del servizio Trenitalia). Non è invece possibile, per ragioni tecniche, consentire l’utilizzo degli abbonamenti Trenitalia sui mezzi MOM.

 

In pratica, chi è titolare di un abbonamento mensile MOM e viaggia tra Treviso e Vicenza utilizzando le linee bus extraurbane 106, 107 e 150, ora potrà utilizzare anche tutti i treni disponibili sulla stessa tratta. Ugualmente gli abbonati mensili che viaggiano tra Padova e Castelfranco utilizzando la linea 208 ora potranno salire anche su tutti i treni della Padova-Calalzo (naturalmente fino a Castelfranco). Infine, i pendolari con abbonamento mensile che utilizzano le linee 110, 112, 113, 114 e 181 potranno utilizzare anche i treni sulla Treviso-Montebelluna. Questo consentirà un notevole ampliamento della frequenza dei collegamenti e una estensione anche nell’orario serale e nelle giornate festive.

 

Le biglietterie MOM stanno emettendo da questa settimana gli abbonamenti mensili extraurbani che, per le tratte indicate, avranno quindi validità sia su bus che su treno dal primo giorno di validità dell’abbonamento stesso: 1 febbraio 2018.

 

La novità si aggiunge a quella già avviata il 10 dicembre 2017, ovvero la portabilità del biglietto ferroviario Trenitalia su alcune corse feriali e su tutte le corse festive del servizio extraurbano MOM sulle linee: Castelfranco-Treviso e Padova-Castelfranco. Dal 20 Gennaio 2018, la portabilità dei biglietti e abbonamenti Trenitalia si estende anche alla linea extraurbana MOM Treviso-Montebelluna, limitatamente ai giorni festivi.

Per ulteriori informazioni consultare i siti mobilitadimarca.it e trenitalia.com.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni