Home / Posts Tagged "marzo"

Continuano gli eventi delleCittà in Festa, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

Questi gli eventi di oggi, domenica 10 marzo:


VENEZIA MURANO BURANO

Street Workout art, percorso di storia e fitness dedicato alle donne. Stazione Santa Lucia
– Rassegna Teatrale: la Barca dei comici di Carlo Goldoni Teatro ai Frari, ore 16
– Il cuore di Murano – 5^ edizione ” Capodanno Veneziano” Murano, palazzo Da Mula
– Musica barocca stravagante – Donne in Musica Chiesa Anglicana di San Giorgio, campo San Vio

MESTRE CARPENEDO
– Marzo Donna, Corsa Rosa con partenza e arrivo in Piazza Ferretto

FAVARO
– Marzo Donna, Concerto del coro Voci d’Argento “Festa della Donna” Favaro Veneto, Auditorium L. Sbrogiò, via Gobbi 19/A ore 17.

 

 

Fonte foto: Facebook @streetworkout23

Continuano gli eventi delleCittà in Festa, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

Questi gli eventi di oggi, sabato 9  marzo:


VENEZIA MURANO BURANO

– Marzo Donna, I “nizioleti” raccontano le donne a Venezia. Itinerario a Venezia dedicato alla storia e alla presenza delle donne in città. Campo Santa Margherita, ore 15

MESTRE CARPENEDO
– Espressione Donna Galleria di via Capuccina

FAVARO
– “Fiera Nautica Laguna Nord Venezia”, Ca’ Noghera, presso il Cantiere Nautico Beraldo.

Smith & Wesson non è il nome di una pistola, ma quello di una coppia sgangherata: Tom Smith (interpretato da Natalino Balasso), meteorologo e Jerry Wesson (interpretato da Fausto Russo Alesi), pescatore. In un Far West popolato da truffatori e falliti, i due vengono avvicinati da una giornalista alla caccia di una storia memorabile, Rachel (interpretata da Camilla Nigro).

 

“Ci aspettiamo tutti qualcosa dalla vita, ma non abbiamo concluso niente”: è questa la frase, tratta dal copione, che racchiude l’essenza della piéce teatrale scritta da Alessandro Barrico e interpretata da Natalino Balasso, Fausto Russo Alesi, Camilla Nigro e Mariella Fabbris.

 

La scena è ambientata nel 1902, vicino alle cascate del Niagara, dove il contrasto tra il sublime della natura e la meschinità delle miserie assume toni chiarificatori anche per il meno introspettivo degli spettatori. A rafforzare questo sentimento è la scenografia carica di simbolismi: c’è un grande telo di plastica a simboleggiare la grandezza delle cascate e una gabbia metallica che diventa il contenitore della condizione umana.

 

Lo stile letterario inconfondibile di Alessandro Barrico, che racconta storie profonde e drammaticamente disarmanti, riuscendo a strappare anche delle risate tra il pubblico, assieme alla bravura degli attori, rendono lo spettacolo divertente, mai noioso e ricco di temi di riflessione e piacevole sorprese.

 

Il teatro in questo spettacolo recupera la funziona pedagogica e introspettiva, senza cadere nella pesantezza intellettuale. Smith & Wesson riunisce un gruppo di artisti che hanno fatto delle relazioni e del loro sviluppo nel tempo un’autentica cifra stilistica. Alessandro Baricco e Gabriele Vacis da vent’anni condividono esperienze importanti: dalla Scuola Holden a progetti culturali, spettacoli, reading. Natalino Balasso è stato protagonista in diversi spettacoli di Gabriele Vacis (Libera Nos a Malo, Rusteghi, entrambi produzioni dello Stabile).

 

Lo spettacolo andrà in scena domani, mercoledì 21 marzo, alle ore 19.30, e dopodomani, giovedì 22 marzo, alle ore 21, al Teatro Toniolo di Mestre.

 

PREVENDITA BIGLIETTI:

Biglietteria Teatro Toniolo, p.tta Battisti, Mestre (11.00-12.30 e 17.00-19.30, chiusa il lunedì)

Tel. 041 971666

 

VENDITA ON LINE

www.vivaticket.it

 

INFO

www.culturavenezia.it/toniolo

Continuano gli eventi delle “Città in Festa”, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

Questi gli eventi di giovedì 15:
VENEZIA MURANO BURANO
– Giovanni Allevi – Equilibrium Tour – ore 21, Teatro Goldoni
– Musikàmera – Avos piano quartet – Teatro La Fenice: Sale Apollinee ore 20
LIDO PELLESTRINA
– MARZO DONNA: Ikebana introduzione alla via dei fiori. Conferenza a cura di Elisabetta Salmasi, vice presidente Ikebana Ohara Chapter Venezia. Lido di Venezia, Biblioteca Hugo Pratt, via S. Gallo 136/b ore 18
MESTRE CARPENEDO
– MARZO DONNA: Inaugurazione della mostra “Ognuna di noi” della pittrice Marina Marin orari: giovedì 15 e venerdì 16 dalle 16 alle 20 sabato 17 e domenica 18  dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20 Mestre, Provveditoria, via Torre Belfredo n. 1
CHIRIGNAGO ZELARINO
– MARZO DONNA: Donna famiglia e consultorio. Relatrice Paola Elena Perucci Assistente Sociale Consultorio Familiare Via Cavanis Chirignago, Sala del Consiglio ore 18.30

 

Questi gli eventi di venerdì 16:
VENEZIA MURANO BURANO
– MARZO DONNA: Donne in voga: il ruolo della donna nel mondo della voga e delle regate Venezia, Istituto Barbarigo, Castello 6395/c ore 19
– Mostra internazionale d’arte contemporanea, prima edizione – Scuola Grande della Misericordia dal 16 al 19 marzo 2018 – Ore 16 – inaugurazione
– La Bohème – Giacomo Puccini, Teatro La Fenice – Direttore: Myung-Whun Chung
MESTRE CARPENEDO
– MARZO DONNA: Parola di donna reading & songs con Voci di Carta e Giovanna Lubjan Mestre, piazzetta Pellicani ore 18
– MARZO DONNA:  Mostra “Ognuna di noi” della pittrice Marina Marin  dalle 16 alle 20  Provveditoria, via Torre Belfredo n. 1
– L’idea di ucciderti Teatro Toniolo ore 19.30
FAVARO
– Notturni di Note e di Parole. Auditorium “Sbrogiò”, concerto

 

Questi gli eventi  in programma e che continuano:
EVENTI IN CITTÀ
Venezia Murano Burano

– Fino al al 19 marzo Mostra internazionale d’arte contemporanea Prima edizione – Scuola Grande della Misericordia
– Fino al 25/3/2018 La Bohème – Giacomo Puccini, Teatro La Fenice – Direttore: Myung-Whun Chung – www.teatrolafenice.it
Lido Pellestrina
– Fino al 6 aprile “Correnti… d’arte VII a cura di Assunta Cuozzo” mostra d’arte – Bellato Valentina, Villa Pannonia
Mestre Carpenedo
– Fino al 29 aprile Women Fotografie di Milton H. Greene Centro Culturale Candiani sala espositiva III piano
– Fino al 21 marzo Mostra Pittura – Marilena Simionato Galleria Luigi Sturzo Associazione “La Fornace”
Marghera
– Fino a maggio 2018 Università della libera età di Marghera

 

Per tutte le iniziative in programmazione al Centro Culturale Candiani, consultare la pagina: www.culturavenezia.it/candiani
Per maggiori informazioni, si invita comunque a consultare i seguenti siti: live.comune.venezia.it, www.culturavenezia.it

Da venerdì 16 a domenica 18 marzo 2018, al Teatro Toniolo va in scena L’idea di ucciderti con Caterina Murino e Fabio Sartor. Scritto e diretto da Giancarlo Marinelli, con la partecipazione straordinaria di Paila Pavese, lo spettacolo sarà presentato nei seguenti orari:

Venerdì 16 marzo, alle ore 21.00

Sabato 17 marzo, alle ore 19.30

Domenica 18 marzo, alle ore 16.30

 

“Mi sono ispirato a una storia vera. Vera, non nella tragedia qui scritta. Ma nei presupposti che avrebbero potuto condurre a quella tragedia. Nella realtà nessuno ha ucciso nessuno. Almeno non fisicamente. E però, fuori da ogni ipocrisia, lo devo ammettere: ascoltando chi me l’ha raccontata, per un attimo, mi è balenato lo spettro. Che è il titolo di questo lavoro. L’idea di uccidere” racconta il regista Giancarlo Marinelli.

 

Lo scrittore nello spiegare il suo lavoro afferma: “Sono un uomo femminista dalla nascita: adoro le donne; mi sveglio la mattina, per incontrare una donna; scrivo e dirigo pensando sempre alle donne. Non ho mai alzato un dito contro una donna. E mai lo farò. Eppure, immedesimandomi nel protagonista di questa storia, quello spettro è affiorato. Capiterà anche al pubblico che assisterà allo spettacolo. E mi odierà e si odierà per questo”.

 

In verità, Marinelli afferma che non intendeva scrivere un testo sul femminicidio, al contrario, o peggio, sul maschicidio. Voleva raccontare una storia sull’amore come arma di distruzione di massa. Sull’amore come trappola mortale. Sull’amore che dovrebbe essere la negazione di ogni luogo comune. E che invece diventa il più comunemente letale dei luoghi comuni.

 

“Volevo mettere in scena una storia capace di spaventare il pubblico come quando si legge in un giornale di una possibile epidemia, di un virus che potrebbe colpire tutti: E se capitasse anche a me? La risposta non c’è. Non può esserci – conclude lo scrittore – che il Teatro non si occupa mai del vaccino. Ma solo del contagio”.

 

PREVENDITA BIGLIETTI

Biglietteria Teatro Toniolo, piazzetta Battisti, Mestre (11.00-12.30 e 17.00-19.30, chiusa il lunedì)

Tel. 041 971666

 

VENDITA ON LINE

www.vivaticket.it

 

È il 1 marzo, il mese dedicato alle donne, e nevica. Un connubio perfetto, per dare il benvenuto a questo mese e rendere omaggio a una Donna italiana di umili origini del Novecento che, con i suoi versi, seppe dar voce alla propria emotività, regalando splendide poesie sul parallelo fra anima e natura.

 

La danza della neve ne è uno splendido esempio.

 

Sui campi e sulle strade
silenziosa e lieve
volteggiando, la neve
cade.

 

Danza la falda bianca
nell’ampio ciel scherzosa,
Poi sul terren si posa
stanca.

 

In mille immote forme
sui tetti e sui camini,
sui cippi e sui giardini
dorme.

 

Tutto d’intorno è pace;
chiuso in oblio profondo,
indifferente il mondo
tace.

 

Ada Negri – La danza della neve

 

 

 E mentre Mogliano si presenta ai nostri occhi sotto un soffice manto bianco, cadiamo in una riflessione sincera.

 

 

Per noi, nati e cresciuti ai piedi delle Alpi, abituati a scorgere le Dolomiti nelle mattine terse e limpide, un risveglio innevato fa parte della nostra tradizione, e ci strappa un sorriso.

 

Ma ci sono terre e popoli per cui questo bizzarro fenomeno atmosferico resta tuttora una vera e propria esperienza mistica… in cui ogni fiocco di neve è come il nostro iride o come le nostre impronte digitali: ognuno così diverso, così magico. Per molte persone, vedere la neve per la prima volta può comunicare curiosità e diffidenza, un po’ come accade a noi quando in Scozia, in Scandinavia e in Islanda vediamo l’Aurora Boreale, per la prima volta.

 

In questo periodo la nostra Penisola ha dei noi ospiti, scappati da situazioni politiche e umane estreme, rifugiati, donne e bambini. Vedere gli sguardi increduli e felici di questi piccoli africani o siriani che per la prima volta osservano o tastano questa soffice sostanza bianca, alleggerisce i toni legati ai problemi sull’immigrazione e ci ricorda che, in fondo, siamo tutti umani.

Il mese di marzo dà il via a Marzo Donna 2018, un ricco calendario di iniziative culturali il cui protagonista è il mondo femminile, per  temi trattati e partecipazione di donne direttamente coinvolte nelle associazioni culturali del territorio. La rassegna offrirà, a diversi livelli di interesse, momenti di intrattenimento, di riflessione e di omaggio a personaggi femminili che hanno lasciato il segno nella storia del territorio.

 

Sabato 3 marzo il primo appuntamento con il reading di gialli al femminile a cura di Attori per Caso, in biblioteca comunale alle ore 11.00. Seguiranno altri due appuntamenti di queste letture, sabato 10 e 31 marzo.

 

Domenica 4 marzo l’avvio di “Creatività al femminile”, un ciclo di incontri di approfondimento dedicato a importanti figure femminili del XIX e XX secolo.
Durante i quattro incontri, organizzati nei pomeriggi di domenica 4, 11, 18 e 25 marzo (ore 16.00), verranno raccontate le storie di alcune donne, già note o da riscoprire, esempi di coraggio, intraprendenza e creatività, che si sono distinte, attraverso le loro doti, quali protagoniste del proprio tempo nei più differenti ambiti: professionale, politico, artistico, sociale.

Gli approfondimenti saranno accompagnati da un momento di discussione con il pubblico e da spettacoli dal vivo realizzati da artisti del territorio. Al termine di ogni appuntamento sarà organizzato un rinfresco con pubblico e ospiti. Gli eventi sono tutti a ingresso libero e gratuito.

 

Sempre domenica 4 marzo, presso Spazio 11, alle 20.30, Tema Cultura – Theater in Action-Rassegna Giovani Palcoscenici organizza “Abbi cura di splendere sempre”: gli uomini raccontano le donne.
L’ingresso è di 10,00 euro.

 

Mercoledì 7 marzo, alle ore 21.00, al Cinema Teatro Busan “Troverai terra, amore, vento”, spettacolo di danza, musica e teatro a cura di “Mogliano Donne in Arte”, Associazioni Indaco e L’Otto Sempre-Donne Mogliano.

Danza e direzione coreografica di Laura Boato, voce e corpo di Evarossella Biolo, musiche dal vivo di Rosa Brunello, canto di Giulia Santi, testi di Silvia Salvagnini. Con il sostegno di Coop Alleanza 3.0.

L’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti.

 

Nella giornata dell’8 marzo, alle 16.30, avrà luogo una conferenza a cura del prof. Luigino Scroccaro di UNITRE, dal titolo “Una donna moglianese: Carolina De Stefani Motta”, nella sala Don Bosco del Collegio Astori.

 

Il calendario prosegue con due iniziative che si terranno nell’Auditorium del Liceo Berto: sabato 17 marzo la Lezione spettacolo per gli studenti “Pane e rose”, realizzata dagli Attori per Caso alle 11.00 e sabato 24 marzo la presentazione delle vincitrici della terza edizione del Concorso di scrittura al femminile Betty Toniolo, a cura dell’Associazione Proteo Fare Sapere Treviso, alle ore 10.30.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni