Home / Posts Tagged "immobiliare"

La pandemia da Coronavirus ha stravolto le certezze di tutto il mondo mettendo in discussione i concetti di abitudini, lavoro, libertà. In questo anno in cui si è stati costretti per molto tempo in casa, però, si sono sviluppate anche nuove consapevolezze. Una di questa riguarda l’importanza di avere una casa in linea con i propri bisogni e aspettative. Questo che ha spinto molte persone alla ricerca di una nuova abitazione.

 

Sebbene gli ultimi mesi siano stati caratterizzati dalle difficoltà legate al perdurare della pandemia, il futuro prossimo si prospetta più roseo. Ciò è legato alla politica monetaria della Bce che potrebbe dare nuovo brio al mercato degli immobili grazie all’iniezione di liquidità e agli abbassamenti dei tassi sui mutui.

 

Attualmente, per quanto riguarda il Veneto, i dati parlano di un aumento dei prezzi delle case usate, con Venezia che si attesta come capoluogo più costoso. La difficoltà di trovare ottime soluzioni col giusto rapporto qualità/prezzo spinge molti a rivolgersi alle agenzie immobiliari.

 

Nella ricerca di un’agenzia immobiliare a Venezia, dove.it spicca per competenza e spirito di innovazione. L’agenzia è arrivata nella “Serenissima” da febbraio 2021 e sta già rivoluzionando il mercato della compravendita delle case. Composta da un team di professionisti esperti, opera in modo differente e innovativo rispetto all’offerta già presente in zona, offrendo supporto costante ai clienti.

 

Grazie ai suoi favolosi canali e al suo patrimonio artistico, Venezia è una città che da secoli attrae milioni di visitatori e sono tante le persone che decidono di prendervi residenza. Investire in una casa nel capoluogo lagunare potrebbe essere una buona idea per assicurarsi un posto nella città più romantica d’Italia.

 

Sono tanti i fattori che, in base alle proprie esigenze, vanno tenuti in considerazione. Trattandosi di una città con delle peculiarità, prima dell’acquisto in una determinata zona bisogna considerare la vicinanza alle fermate di vaporetti e la distanza dal proprio posto di lavoro.

 

Va valutata inoltre la facilità con cui si accede ai servizi, ai supermercati, agli uffici postali, se si tratta di una zona molto trafficata oppure turistica e soprattutto se si parla di piano terra o di piani rialzati.

 

Acquistare una casa a Venezia è la necessità di alcuni e il sogno di molti. Essendo un investimento importante è saggio farlo con le giuste conoscenze. Scegliere professionisti che conoscono bene il territorio e che possono offrire i migliori consigli basandosi sulla loro esperienza, rappresenta una soluzione efficace per una compravendita di successo nella città lagunare.

Il 2020 non è stato un anno facile per nessun settore dell’economia italiana, e anche quello immobiliare ha risentito molto delle condizioni dettate dall’emergenza sanitaria. La pandemia ha infatti segnato profondamente il comparto, imponendo una consistente flessione dei prezzi degli immobili e del numero di compravendite. Un contesto di questo genere potrebbe scoraggiare chi ha intenzione di mettere in vendita un immobile, ma fortunatamente le innovazioni in atto si stanno rivelando di grande aiuto in questo senso. Vediamo in che modo.

 

Scendono compravendite e prezzi delle case

Il primo semestre dell’anno ha fatto registrare una forte diminuzione di transazioni: i dati parlano infatti del 21,8% in meno, con prezzi che si sono abbassati dell’1,1%; l’unica eccezione a questo proposito è rappresentata da Milano, che ha registrato un rialzo dello 0,2%. A partire dal mese di settembre la situazione ha cominciato a riprendersi lentamente, senza però riuscire ad arrestare del tutto il trend negativo che, secondo gli esperti, si protrarrà fino alla fine di questo 2020, con il numero di compravendite che potrebbe avere un ulteriore calo nell’ordine del 15-20%. E non è tutto, perché queste previsioni non tengono conto di un probabile nuovo lockdown, che non è da escludere, dato l’andamento dei contagi.

 

Vendere casa: come farlo nel 2020?

Come appare chiaro dai dati discussi in precedenza, vendere un immobile in questo periodo particolare può apparire un’impresa difficile ai più, che potrebbero voler rimandare il tutto a un momento meno incerto. Eppure gli strumenti per portare a termine una compravendita immobiliare anche in questa situazione insolita esistono, basta saperli sfruttare con ingegno. Proprio per via del calo dei prezzi, infatti, molti potenziali acquirenti stanno accarezzando l’idea di comprare casa, motivo per cui è bene non farsi trovare impreparati e cercare invece di andare incontro il più possibile ai loro bisogni.

 

In che modo agire? Prima di tutto proponendo un prezzo che sia congruo al valore effettivo dell’immobile in questione, evitando così di perdere tempo prezioso in trattative troppo lunghe e di fare richieste fuori mercato; per questo passaggio iniziale può essere utile rivolgersi a dei professionisti del settore, ad esempio valutando il tuo immobile a Treviso con Dove.it, una delle agenzie online più all’avanguardia presenti sul territorio nazionale. Nel caso in cui si voglia aumentare il valore della casa, poi, è possibile effettuare degli interventi più o meno importanti per raggiungere il proprio obiettivo.
In generale, comunque, è sempre bene rendere l’immobile il più presentabile possibile, ad esempio ritinteggiando le pareti o sistemando eventuali malfunzionamenti di impianti, con tutte le conseguenze annesse (perdite d’acqua, presenza di muffa sui muri, ecc). Questa regola di base vale ovviamente per tutti gli ambienti della casa, interni ma anche esterni, dunque senza dimenticare giardini, terrazzi e box.

 

Date le circostanze, poi, diventa indispensabile curare nei dettagli l’annuncio da pubblicare sul web: questo dovrà infatti contenere tutte le informazioni di base (metratura, certificazioni, prezzo e così via) e delle immagini di qualità che invoglino gli interessati all’affare a stabilire un contatto diretto e a organizzare una visita (fisica o virtuale che sia).

 

Come abbiamo visto, per riuscire a vendere un immobile di proprietà anche in questo periodo particolare basta seguire alcune semplici regole e non tralasciare aspetti che molto spesso sono decisivi per chi acquista.

Ci sono due agenti immobiliari del miranese che da tempo propongono una formula molto particolare: vendiamo o ti paghiamo. Garantiscono cioè la vendita di ogni immobile entro 150 giorni. Se così non avviene, rimborsano i clienti stessi con una penale pattuita all’inizio della trattativa.

 

Loro sono Alex Bujor e Andrea Spolaore. Hanno entrambi 29 anni, si sono conosciuti attraverso un franchising immobiliare di zona per i quali entrambi lavoravano e dove pian piano hanno fatto carriera.

 

Per 8 anni hanno lavorato entrambi per quella realtà, arrivando a gestire in prima persona 3 di queste agenzie, divenendone titolari e pagando il marchio. A fine 2017 hanno deciso di staccarsi dal franchising e nel 2018 hanno creato il gruppo “Garanzia Immobiliare”.

 

Ad oggi possono contare su 8 collaboratori, 3 uffici, di cui la sede direzionale è a Mirano, gli altri a Spinea e Martellago.

 

Nel 2017 Alex e Andrea hanno venduto circa 100 immobili, con una media di 185.000 euro come importo di compravendita.

 

“Abbiamo deciso di focalizzare la nostra azienda – spiega Alex Bujor – sulla mediazione della compravendita di immobili residenziali e siamo gli unici nel nostro settore a garantire la vendita. Vendita che garantiamo o paghiamo una penale al cliente se non riusciamo a vendere entro 150 giorni. Elemento che riteniamo novità assoluta del mercato e che sta riscontrando molto successo.”

 

Oltre a questo però Alex e Andrea hanno lanciato una vera e propria “campagna verità”, smascherando di fatto i concorrenti sleali nel campo immobiliare e soprattutto per informare sui rischi legati ai venditori poco professionali o improvvisati. Perché comprare o vendere una casa non è come comperare un vestito: è un investimento importante, spesso per la vita. Per questo hanno scelto di descrivere alle persone quello che è “l’agente primitivo” , il classico agente immobiliare e differenziarsi.

 

“Talvolta – continua l’altro socio Andrea Spolaore – per inadeguatezza del metodo rispetto alle esigenze del mercato e in altri casi per malafede, il cliente si ritrova inguaiato in situazioni poco piacevoli. E queste sono situazioni che screditano una già poco amata professione come quella dell’agente immobiliare. Sono metodi poco
professionali che causano problemi enormi alle persone e su cui spesso c’è molta disinformazione.”

Uno degli esempi più eclatanti che Alex e Andrea portano spesso alla luce sono i problemi legati a case con difformità, che vengono inserite nel mercato mettendo tutto il rischio sulle spalle del proprietario, talvolta ignaro delle problematiche nascoste tra gli “incartamenti”.

 

“Questi problemi – continua Spolaore – creano liti e controversie tra acquirenti e venditori, ma non arrecano danno all’agente immobiliare, che si tutela precedentemente facendo firmare al proprietario il classico incarico di vendita. Un incarico che lascia al povero proprietario ogni incombenza di qualsiasi tipo.”

 

Mettendo assieme queste e altre problematiche legate al mondo immobiliare, Alex e Andrea hanno scritto addirittura un libro che è possibile acquistare sulla piattaforma Amazon. Il titolo è rappresentativo: Ignoranza Immobiliare, e si trovano appunto informazioni destinate a venditori e acquirenti per affrontare in totale serenità la compravendita, senza rischi di penali, di cause, di truffe.

 

Il riferimento normativo e deontologico per i due titolari di Garanzia Immobiliare è la prassi di riferimento che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza relativi alla professione pubblicato dalla Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali.
Nel documento, rispetto ai compiti e doveri che deve rispettare un agente immobiliare, c’è quello di informare tempestivamente il cliente delle problematiche dell’affare di cui è a conoscenza o di cui dovrebbe essere a conoscenza per le regole della diligenza professionale. “Eppure succede – prosegue Alex – che facendo firmare un incarico dove il proprietario dice che la sua casa è apposto, l’agente immobiliare la sua diligenza l’ha applicata. Ma perché non è possibile porre un obbligo di chiarezza su questo punto? Sono ormai quotidiane le notizie su truffe immobiliari e famiglie che si ritrovano in ginocchio a causa di queste situazioni poco piacevoli, così come numerose le persone che ci contattano per chiederci come muoversi per difendersi da tali abusi.”

 

Di qui anche l’idea di aprire una web tv dedicata a queste tematiche – Gruppo Garanzia Tv –, dove si possono trovare risposte a molte domande che gli stessi Alex e Andrea propongono, accompagnati spesso anche da professionisti diversi. Un esempio è quello della puntata assieme al Presidente del Consiglio Notarile di Venezia.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni