Home / Posts Tagged "Home Rock Bar"

Gli Elvis Days tornano più spettacolari che mai. Da venerdì 14 giugno a domenica 16 l’America e il suo mito mondiale, il re per eccellenza, Elvis Presley, atterrano a Treviso per il raduno più grande d’Italia. Come tradizione vuole, ad organizzare per il quarto anno è l’Home Rock Bar assieme all’ideatore storico Franco Gasparin, che dal 2000 al 2007 organizzò l’evento nell’area del ristorante di famiglia “Al Baston” di Merlengo di Ponzano attirando fino a 30.000 fans; alla direzione artistica si conferma Sergio Codognotto.

 

Dopo il successo delle scorse edizioni, si confermano la presentatrice ufficiale Lalla Hop, il contest delle pin-up e i menù ispirati al Re proposti dai food truck del Fingerfood Festival, partner della manifestazione.

 

Per quanto riguarda l’ambito artistico, selezionate band internazionali si alterneranno nei tre giorni di festival.

Venerdì 14 giugno

Alle ore 20,30 aprono le danze Johnny and his Rockin’ Tunes, band rockabilly originaria di Zagabria, che propone brani che spaziano dal classico Rock’n’Roll all’Old School al Rockabilly.

Alle 22,30 saranno i giovanissimi ragazzi della Smooth Band a rapire il pubblico con il loro progetto ALOHA Elvis!. Show imperdibile che ricalca le prime apparizioni live all’ Hilton Internation nel ’69. Canzoni come  All Shook Up, Suspicious Minds, Love Me Tender o meno conosciute come Polk Salad Anni e Green Green Grass of Home fanno  di questo show una vera chicca.

 

Sabato 15 giugno

Si inizia alle 15,00 con la parata di auto e moto vintage (iscrizioni in loco a partire dalle 14,00). Alle 17,00 al via la performance ed il workshop di Boogie Woogie a cura della scuola di ballo Doo Wop Boogiedancers. Alle 18,30 a calcare il palco saranno i New Tones, per rivivere le atmosfere e le emozioni della migliore musica Americana degli anni ’50: il Doo Wop. Dalle romanticissime ballad, agli scatenati rock and roll, questo trio vocale si presenta in perfetto stile con il repertorio che propone, in cui le tre voci si armonizzano con la sezione strumentale formata da pianoforte, contrabbasso e batteria.

Alle 19,45 è previsto il Pin Up Contest: l’iscrizione al concorso è libera ed è possibile partecipare anche il giorno stesso, in palio un bellissimo viaggio nel nostro Bel Paese grazie all’agenzia Nord Est Viaggi.

 

Alle 20,30 sarà la volta di Tammi Savoy and The Chris Casello Combo (USA) e del loro contagioso mix di Rythm’n’Blues,  Rock’n’Roll, Jazz e Rockabilly. Verrete catapultati nell’atmosfera magica delle grandi interpreti afroamericane degli anni ’40 e ’50.

 

Alle 21,45 si terrà la premiazione del Pin Up Contest ed alle 22,30 spazio al grande live della star svedese Henrik Åberg, supportato da TCB Band Italy. Un vero e proprio show anni ’70 per rendere omaggio ad uno dei più grandi artisti della storia musicale contemporanea.

Domenica 16 giugno

L’ultimo giorno di questa “maratona” artistica tutti sono invitati a partecipare alle 11,30 alla tradizionale Santa Messa Gospel che si svolge nella Chiesa di Sant’Agnese, in Borgo Cavour, con lo scenografico concerto del Young Gospel Voices e la speciale performance che vedrà Henrik Åberg e i New Tones esibirsi in alcuni brani di Elvis eseguiti in chiave gospel per voci e piano.

Alle 16,00 appuntamento con David Prestor & Wild West Country Line Dance per chi vuole muovere i primi passi del ballo country al ritmo della musica della Mali Oglasi Band. Alle 20,00 si prosegue nel segno del country con i giovanissimi Lowland Cannonballs. Infine, a salutare questa epica edizione degli Elvis Days sarà alle 22,00 Vince Mannino, virtuoso cantante e chitarrista che ci riporterà alle indimenticabili atmosfere degli anni ’50.

 

Ingresso gratuito. Tutte le informazioni su www.elvisdays.com.

Home Entertainment e Botegòn organizzano dal 15 al 17 marzo in Prato della Fiera di Treviso “Fiera d’Irlanda”, una maratona di musica, cibo e cultura Irlandese in occasione di San Patrizio

 

La festa di San Patrizio si celebra il 17 marzo in onore del patrono dell’Irlanda, ed è una delle ricorrenze più festeggiate in tutto il mondo. La società Home Entertainment, che da anni lo festeggia all’Home Rock Bar di Treviso con un party-evento in tema, quest’anno ha unito le forze con Botegòn e ha chiesto la collaborazione a Treviso Comic Book Festival, CartaCarbone e Sole Luna Doc Film Festival per creare una vera e propria fiera “irish”.

 

 

Dal 15 al 17 marzo a Prato della Fiera, a Treviso, si svolgerà “Fiera d’Irlanda”, una tre giorni di musica dal vivo, dj set, cucina tradizionale irlandese e intrattenimento. Sponsor tecnico della manifestazione sarà il birrificio dublinese Carlow Brewing Company con la sua gamma di birre tradizionali O’Hara’s. Ma non solo. Verrà dato ampio spazio all’aspetto culturale attraverso presentazioni di libri, proiezioni e incontri con gli autori.

 

 

Gli organizzatori: “L’area di Prato Fiera è da sempre uno dei luoghi più affascinanti di Treviso e merita di essere valorizzato e riqualificato”

Gli organizzatori: “In questa occasione si intende contribuire al rilancio dello spazio di Prato Fiera, fortemente voluto anche dall’amministrazione comunale, come spazio di incontro e condivisione, valorizzandone le caratteristiche che lo rendono da sempre uno dei luoghi più affascinanti della città, spesso ancora troppo sottovalutato”. Il Comune, infatti, sta già pensando a dei piani di riqualificazione, in futuro questa vasta area potrebbe diventare un centro delle attività enogastronomiche e sportive di Treviso.

 

A questa nuova maratona simboleggiata dal trifoglio parteciperà anche la storica band Radiofiera capitanata da Ricky Bizzarro, che per l’occasione torna a esibirsi sul prato della Fiera dopo oltre 20 anni. Da segnalare che la locandina ufficiale della fiera è stata realizzata in collaborazione con il Treviso Comic Book Festival a opera di Silvia Reginato, grafica e illustratrice 22enne di Padova.

 

 

Ecco il programma

Ma ecco una veloce panoramica day by dayVenerdì 15 marzo apertura stand alle ore 17.30 e dalle ore 18 alle 22 è Shake The Rockfather a scatenare il pubblico con le sue vibrazioni rockabilly; dopo di lui, palco in fiamme con il punk rock e celtic folk degli australiani The Rumjacks. Nati nel 2008 a Sidney, hanno aperto i concerti di U.K Subs, Gogol Bordello ed altri, con il loro celtic rock ispirato a Pogues, Flogging Molly e Dropkick Murphys. Chiude la serata una selezione di dj.

 

Sabato 16 si apre alle ore 11.00, in vista dell’appuntamento alle ore 13.30 con il big match di rugby Italia contro Francia, c’è molta tensione per il Sei Nazioni di Rugby 2019 in quanto è la ventesima partecipazione per l’Italia alla massima competizione rugbystica europea. A seguire, alle ore 18 il dj set a cura di DJ EasyPint (aka DJ Furibondo / Jimmy Spiff). Attesissimo il live dei Radiofiera, in programma alle ore 22. La storica rock band è stata fondata nel lontano 1992 da Ricky Bizzarro, ed è nota per il suo rock in dialetto veneto, con cui affronta tematiche sociali e ricche di riferimenti storici e culturali. Nella loro longeva carriera, i Radiofiera si sono esibiti in ben oltre mille concerti, e possono vantare importanti collaborazioni (Tolo Marton, Giorgio Canali, Angela Baraldi, solo per citarne alcune) e la partecipazione ad eventi di rilievo nel panorama nazionale, come ad esempio Sanremo Rock e Rock Targato Italia. Con il brano “Piòva” sono inoltre entrati nella top ten delle migliori canzoni dialettali della storia della musica italiana.

 

Domenica 17 la manifestazione accoglie il pubblico già dalle 11 e poi a mezzogiorno con un ricco brunch in stile naturalmente “irish” con tanto di salsicce, pancetta, uova e pudding, il cibo prediletto degli irlandesi. Spazio alla cultura dalle 16.30 con CartaCarbone che introduce Philip Ó Ceallaigh, autore de “La mia guerra segreta”. Originario di Waterford, Irlanda, Ó Ceallaigh vive e lavora a Bucarest, dove si è trasferito per scrivere dopo una vita avventurosa tra Nordafrica, Stati Uniti e paesi dell’ex blocco sovietico. In Italia ha esordito per la casa editrice Racconti con il suo debutto “Appunti da un bordello turco”, “La mia guerra segreta” è la sua seconda raccolta di short stories. Il volume è illustrato da Davide Toffolo, noto illustratore e frontman della rock band Tre Allegri Ragazzi Morti. Sole Luna Doc Film Festival presenta poi “Tides (Maree)“, il nuovo film di Alessandro Negrini, il ritratto onirico e visionario del fiume Foyle, la storia incredibile di un fiume, in Irlanda del Nord, che è esso stesso narratore, e che ci invita a scoprire coloro che ne hanno abitato le sponde nel corso della sua travagliata storia. Alle ore 18 sul palco il mitico Dj Roger Ramone, segue il derby Milan-Inter alle ore 20.30, mentre dalle 22.00 fino mezzanotte tocca ai DiaDuit infondere la giusta atmosfera con le loro sonorità folk. Giovane band feltrina nata nel 2009, spazia dal bal-folk francese all’irish-folk passando per la musica tradizionale veneta; ciò ha permesso loro di raccogliere notevoli consensi vincendo anni fa il concorso [email protected], e suonando nei principali festival del Nord-Est. A seguire, dj set.

 

INFO

Fiera d’Irlanda, dal 15 al 17 marzo – Prato Fiera – Treviso

Orari: venerdì dalle 18.00 – 02.00; sabato dalle 11.00 – 02.00; domenica dalle 11.00 – 02.00

L’evento si svolgerà interamente al coperto di una tensostruttura e quindi è garantito anche in caso di maltempo.

Home Entertainment e Botegòn organizzano dal 15 al 17 marzo in Prato della Fiera di Treviso “Fiera d’Irlanda”, una maratona di musica, cibo e cultura Irlandese in occasione di San Patrizio

 

La festa di San Patrizio si celebra il 17 marzo in onore del patrono dell’Irlanda, ed è una delle ricorrenze più festeggiate in tutto il mondo. La società Home Entertainment, che da anni lo festeggia all’Home Rock Bar di Treviso con un party-evento in tema, quest’anno ha unito le forze con Botegòn e ha chiesto la collaborazione a Treviso Comic Book Festival, CartaCarbone e Sole Luna Doc Film Festival per creare una vera e propria fiera “irish”.

 

Dal 15 al 17 marzo a Prato della Fiera, Treviso, si svolgerà “Fiera d’Irlanda”, una tre giorni di musica dal vivo, dj set, cucina tradizionale irlandese e intrattenimento. Sponsor tecnico della manifestazione sarà il birrificio dublinese Carlow Brewing Company con la sua gamma di birre tradizionali O’Hara’s. Ma non solo. Verrà dato ampio spazio all’aspetto culturale attraverso presentazioni di libri, proiezioni e incontri con gli autori.

 

 

Gli organizzatori: “L’area di Prato Fiera è da sempre uno dei luoghi più affascinanti di Treviso e merita di essere valorizzato e riqualificato”

Gli organizzatori: “In questa occasione si intende contribuire al rilancio dello spazio di Prato Fiera, fortemente voluto anche dall’amministrazione comunale, come spazio di incontro e condivisione, valorizzandone le caratteristiche che lo rendono da sempre uno dei luoghi più affascinanti della città, spesso ancora troppo sottovalutato”. Il Comune, infatti, sta già pensando a dei piani di riqualificazione, in futuro questa vasta area potrebbe diventare un centro delle attività enogastronomiche e sportive di Treviso.

 

A questa nuova maratona simboleggiata dal trifoglio parteciperà anche la storica band Radiofiera capitanata da Ricky Bizzarro, che per l’occasione torna a esibirsi sul prato della Fiera dopo oltre 20 anni.

 

 

Il programma day by day

Venerdì 15 marzo, dalle ore 18 alle 22, è Shake The Rockfather a scatenare il pubblico con le sue vibrazioni rockabilly; dopo di lui, palco in fiamme con il punk rock e celtic folk degli australiani The Rumjacks. Nati nel 2008 a Sidney, hanno aperto i concerti di U.K Subs, Gogol Bordello ed altri, con il loro celtic rock ispirato a Pogues, Flogging Molly e Dropkick Murphys. Chiude la serata una selezione di dj.

 

Sabato 18 si apre alle ore 11.00, in vista dell’appuntamento alle ore 13.30 con il big match di rugby Italia contro Francia, c’è molta tensione per il Sei Nazioni di Rugby 2019 in quanto è la ventesima partecipazione per l’Italia alla massima competizione rugbystica europea. A seguire il dj set a cura di DJ EasyPint (aka DJ Furibondo / Jimmy Spiff). Attesissimo il live dei Radiofiera, in programma alle ore 22. La storica rock band è stata fondata nel lontano 1992 da Ricky Bizzarro, ed è nota per il suo rock in dialetto veneto, con cui affronta tematiche sociali e ricche di riferimenti storici e culturali. Nella loro longeva carriera, i Radiofiera si sono esibiti in ben oltre mille concerti, e possono vantare importanti collaborazioni (Tolo Marton, Giorgio Canali, Angela Baraldi, solo per citarne alcune) e la partecipazione ad eventi di rilievo nel panorama nazionale, come ad esempio Sanremo Rock e Rock Targato Italia. Con il brano “Piòva” sono inoltre entrati nella top ten delle migliori canzoni dialettali della storia della musica italiana.

 

Domenica 17 la manifestazione accoglie il pubblico già dalle 11 e poi a mezzogiorno con un ricco brunch in stile naturalmente “irish” con tanto di salsicce, pancetta, uova e pudding, il cibo prediletto degli irlandesi. Spazio alla cultura dalle 18 alle 20 con CartaCarbone che introduce Philip Ó Ceallaigh, autore de “La mia guerra segreta”. Originario di Waterford, Irlanda, Ó Ceallaigh vive e lavora a Bucarest, dove si è trasferito per scrivere dopo una vita avventurosa tra Nordafrica, Stati Uniti e paesi dell’ex blocco sovietico. In Italia ha esordito per la casa editrice Racconti con il suo debutto “Appunti da un bordello turco”, “La mia guerra segreta” è la sua seconda raccolta di short stories. Il volume è illustrato da Davide Toffolo, noto illustratore e frontman della rock band Tre Allegri Ragazzi Morti. Sole Luna Doc Film Festival presenta poi“Tides (Maree)“, il nuovo film di Alessandro Negrini, il ritratto onirico e visionario del fiume Foyle, la storia incredibile di un fiume, in Irlanda del Nord, che è esso stesso narratore, e che ci invita a scoprire coloro che ne hanno abitato le sponde nel corso della sua travagliata storia. Alle ore 18 sul palco il mitico Dj Roger Ramone, mentre dalle 21.30 fino le 23 tocca ai DiaDuit  infondere la giusta atmosfera con le loro sonorità folk. Giovane band feltrina nata nel 2009, spazia dal bal-folk francese all’irish-folk passando per la musica tradizionale veneta; ciò ha permesso loro di raccogliere notevoli consensi vincendo anni fa il concorso [email protected], e suonando nei principali festival del Nord-Est. A seguire, dj set.

 

 

Info utili

Fiera d’Irlanda, dal 15 al 17 marzo – zona Prato Fiera, Treviso

Orari: venerdì dalle 18.00 – 02.00; sabato dalle 11.00 – 02.00; domenica dalle 11.00 – 02.00

L’evento si svolgerà interamente al coperto di una tensostruttura e quindi è garantito anche in caso di maltempo.

Natale = puro divertimento all’Home Rock Bar di Treviso che, per le imminenti festività, ha programmato una serie di eventi imperdibili. Si parte subito domenica 23 dicembre con uno special guest “di casa”. Tre dischi d’oro con i Pitura Freska, un disco di Platino e un premio Tenco nel 1992 con il brano dialettale Pin Floi, ovvero il leader della band veneziana Ska-j, Marco Furio Forieri, meglio noto come Furio, che per l’occasione vestirà i panni di Babbo Natale portando in scena un live unico nel suo genere.

 

Ed ecco arrivare il fatidico 25 dicembre che come tradizione vuole all’Home si celebra col party irriverente “Natale Molesto”, il Party Hard a cura del dj di casa Christian Effe impreziosito dal pindarico show di Sbombolator. A Santo Stefano invece tira aria di Mexico con El Cuento de la Chica y la Tequila, l’intramontabile band trevigiana caratterizzata da un sound unico che si apre a un post grunge acustico dove chitarre e piano creano l’atmosfera Mexican’ blues intagliate da una voce che a tutti gli effetti ricorda un mix fra Pearl Jam, Soundgarden Faith no More e le colonne sonore di Quentin Tarantino.

 

Appuntamento poi venerdì 28 con un altro live d’effetto, sul palco i Bluebeaters, definiti come un piccolo esercito che nelle mani brandisce strumenti di ogni tipo. Nel corso delle varie “battaglie” sui palchi e in studio hanno suonato fianco di Giuliano Palma, Lo Stato Sociale, Nitro, Frah Quintale e Francesca Michielin. E come poteva infine mancare il “Capodanno all’Home” che come sempre si festeggia prima di tutti, ossia il 30 dicembre anziché il 31. Ospite d’onore l’amico di casa Nikki direttamente da Tropical Pizza di Radio Deejay.

 

Insomma, nel dubbio… Stay at home!

 

Adrenalina pura all’Home Rock Bar di Treviso con il rock esplosivo dei Finley in tour

 

Venerdì 16 novembre ondate di pura adrenalina all’Home Rock Bar di Treviso, piombano infatti sul palco dell’olimpo del rock i Finley. I Finley sono un gruppo musicale rock italiano fondato a Legnano nel 2002, composto da Pedro (voce), Ka (chitarra), Dani (batteria) e Ivan (basso). Nella loro carriera musicale hanno venduto oltre 300.000 copie e vinto numerosi premi, tra cui i due prestigiosi Best Italian Act agli MTV Europe Music Awards, il primo nel 2006 a Copenaghen e il secondo a Liverpool nel 2008, diventando così il gruppo italiano più premiato della manifestazione insieme ai Subsonica. Non solo, i componenti del gruppo sono stati inoltre insigniti dal sindaco di Legnano con la benemerenza civica per aver fatto conoscere il nome della città nel mondo, per il loro impegno e il contributo al progresso civile e morale al servizio della collettività.

 

Nel giugno 2016 hanno rilasciato il singolo Il mondo, reinterpretazione dell’omonimo brano di Jimmy Fontana incisa a favore del progetto Cesvi per la campagna Food Right Now che ha come obiettivo combattere la fame nel mondo e accompagnato da un videoclip girato a Londra e diretto da Gabriele Paoli; inoltre sono ospiti fissi a Radio Monte Carlo, dove conducono nella fascia del mattino con il programma Complimenti per la trasmissione. Il 31 marzo 2017 esce il singolo La fine del mondo, seguito dal singolo Odio il DJ e ad ottobre dal singolo 7 miliardi, che anticipano il nuovo album del gruppo, Armstrong, pubblicato il 13 ottobre, sesto album della band. Ed è proprio all’Home Rock Bar che venerdì scateneranno il pubblico portando tutta la loro energia dell’Armstrong Live Tour.

 

 

Prossimi eventi

Domenica 18 novembre omaggio ai Metallica con la band Orion

Venerdì 30 concerto dei Modena City Ramblers

Mercoledì 31 ottobre grandi festeggiamenti in zona Fonderia a Treviso: l’Home Rock Bar celebra dieci anni di eventi e successi con un mega party dal tema a sorpresa

 

Il 31 ottobre all’Home Rock Bar di Treviso non si festeggia mai Halloween come fanno tutti gli altri locali, ma lo spirito controcorrente e la voglia di stupire regalano ogni anno speciali show e sorprese live mozzafiato. Mercoledì è una festa molto più importante e significativa per l’eletto olimpo della musica, in particolar modo quest’anno, perché si celebrano ben dieci anni di attività e successi, è l’Home-B day. Il tema del party è sempre diverso e fino all’ultimo top secret, di certo non si vedranno zucche, streghe e fantasmi, troppo convenzionali per il team HRB. “Possiamo darvi solo una certezza – dichiarano gli organizzatori – vi divertirete come non mai. Sarà una festa che lascerà il segno!”.

 

L’Home Rock Bar si è distinto in questa intensa decade divenendo punto di riferimento veneto non solo per la migliore musica live, ma anche per gli originali spettacoli, come i Secret Show (sul palco artisti del calibro di Subsonica, Negrita, Elio e le Storie Tese, Giuliano Palma, Alex Britti), le feste “Fifties”, le serate a tema e le conventions dedicate alle più celebri band. Per gli amanti dell’arte invece ci sono le pittoresche Artguitar nights, mentre per gli sportivi le proiezioni delle partite sui megaschermi.

 

Ma HRB non è “solo” questo. Oltre al suo originale pacchetto d’intrattenimento settimanale, a sorprendere è anche la sua ricca offerta gourmet. Il ristorante dell’Home offre ogni giorno quality food con materie prime di massima qualità e beverage selezionato, grazie alla passione e cura del personale di casa che quotidianamente propone prelibatezze per ogni palato, dalla colazione al pranzo, dalla cena al brunch domenicale. Non è quindi solo il palinsesto eventistico ad arricchirsi in questa nuova stagione, ma anche e soprattutto la cucina che si rinnova, ampliando le sue proposte culinarie. Una nuova convenzione di fast & task food che attinge alle fonti preziose della tradizione veneta, ma anche alla cultura gastronomica spagnola, interpretate con l’America style che contraddistingue da sempre l’Home come la grande novità della stagione, i piatti “Munchies”, ovvero creativi “meshup” di tapas e cicchetti rivisitati, dove non è più la solita piastra ad essere l’arma segreta della cucina, ma è proprio la Cucina, intesa come tradizione di pentole e forni, ingredienti freschi e lavorazioni, a comandarne la genuinità assoluta e la semplicità di ritrovare i sapori classici “nostrani” e “internazionali”, naturalmente “Home Made”.

 

Ecco infine la panoramica dei prossimi eventi prinicipali. Il primo novembre lo scenografico “Dia de los muertos” con il concerto dei Mariachi Peralta e lo special menù “Tex Mex”, accompagnato da ogni tipo di tequila e drink messicano; venerdì 2 “Home Live” con L.A. Salami e Alessandro Ragazzo, feat. Sisma; sabato 3 Party Hard con Christian Effedomenica 4 “Home Ink”, il tatto party con sfilate e contest; il 9 live di Leo Pari, mentre il 16 sono i Finley a infiammare il palco dell’HRB. Domenica 18 novembre omaggio ai Metallica con la band Orion e il 30 concerto dei Modena City Ramblers. Per il calendario completo: www.homerockbar.com.

Venerdì 26 ottobre il cantante-comico neomelodico porta sul palco dell’HRB il Giovani Emozioni Tour con la partecipazione straordinaria del Maestro Ivo

 

Venerdì 26 ottobre all’Home Rock Bar, eletto olimpo del rock a Treviso, ospita un artista molto speciale per l’appuntamento settimanale “Home Live”: Ruggero de I Timidi. Dopo la recentissima uscita dell’album Giovani Emozioni, il cantante italiano torna sui palchi con il Giovani Emozioni Tour accompagnato da una band elettrica e con la partecipazione straordinaria del Maestro Ivo.

 

Fenomeno neomelodico in chiave comica, Ruggero de I Timidi, al tempo Andrea Sambucco, esordisce nel 2013 su Youtube col singolo Timidamente io. La musica del brano, come del resto anche il nome d’arte scelto, è chiaramente ispirata alla scena musicale italiana anni sessanta, in aperto contrasto con il testo che invece affronta in modo demenziale un tema forte, come lo squirting. Il successo del brano è immediato e lo porta a dedicarsi completamente al nuovo personaggio pubblicando numerosi altri singoli sui generis. Nel 2014 partecipa al programma Tú sí que vales classificandosi al terzo posto, l’anno dopo pubblica il suo primo album come Ruggero de i Timidi, intitolato Frutto proibito che entra al 12º posto nella classifica italiana di iTunes, e l’anno scorso parte in un tour che tocca i principali  teatri italiani con lo spettacolo “Ruggero de I Timidi Show”. Da gennaio inoltre è ospite fisso di 90 Special su Italia 1, programma condotto da Nicola Savino che ricorda gli anni ’90. A giugno rilascia il singolo “La canzone dell’estate” su Youtube in collaborazione con il Maestro Ivo e a settembre confeziona l’album “Giovani emozioni” che lo impegnerà in un tour intenso in tutta Italia, con tappa imperdibile all’Home Rock Bar.

 

Ingresso gratuito, inizio concerto ore 22.30.

Venerdì 12 ottobre scatta “Home Live” con Auroro Borealo e il suo “C’è Hype Tour”

 

L’appuntamento fisso del venerdì all’Home Rock Bar di Treviso in zona Fonderia è un must per i music lovers e non poteva di certo mancare un altro stravagante artista della scena pop: venerdì 12 ottobre plana sul palco veneto Auroro Borealo.

 

Dopo l’esordio nel 2017 con “Singoloni”, Aurolo Borealo (ex Il Culo di Mario) pubblica l’8 marzo il nuovo album “Sappi che ti ho sempre voluto bene”, il cui titolo si riferisce ad un momento preciso della sua vita, quando cioè a undici anni aveva i suoi primi attacchi di panico e, convinto di morire, diceva alla madre: “Mamma, io muoio, ma sappi che ti ho sempre voluto bene”. L’album contiene otto canzoni inedite e una cover di “Orinoco Flow” di Enya. L’artista che è attualmente impegnato nel “C’è Hype Tour” dal vivo è accompagnato dalla band denominata “I Capelli Lunghi Dietro” per live session contenenti lo-fi pop infuocato che scateneranno di certo il popolo dell’Home. Ingresso gratuito.

 

Per essere aggiornati su tutta la programmazione mensile: www.homerockbar.com

Sabato di euforia pura all’Home di Treviso per la tradizionale festa ispirata ad Animal House. Dress code: toga!

 

Domani, sabato 19 maggio, all’Home Rock Bar di Treviso avvolgetevi in un lenzuolo, mettetevi una coroncina d’alloro e indossate dei sandali: è il Toga Party, la festa più popolare tra i college e campus universitari statunitensi a partire dal 1978, anno dell’uscita del film Animal House. John Belushi, che interpreta Bluto nella pellicola, contribuì alla diffusione dei toga party e si suppone che l’idea per questo tipo di festa sia nata all’interno del collegio maschile Whidden Hall della McMaster University, università frequentata da Ivan Reitman, uno dei produttori di Animal House. A scatenare l’atmosfera il dj resident Christian Effe.

 

Time: 19:00 – 2:00 / Free entry

Home Rock Bar celebra la Liberazione con il tradizionale evento in Fonderia in piena atmosfera anni Cinquanta con live music, dj set, vintage market, expo d’auto e moto e il contest più hot di sempre.

 

Domani, mercoledì 25 aprile, l’Home Rock Bar porta tutta la magia dei favolosi anni Cinquanta americani a Treviso, in zona Fonderia: è la nona edizione dell’annuale “Freedhome Day”. Una giornata all’insegna di musica, show, mostre, divertenti contest e tanto buon “American food” per grandi e piccini.

 

Per gli amanti del vintage, un ricco mercatino con chicche d’altri tempi mentre per gli appassionati dei motori ad aspettarli ci sarà una esposizione di fantastici modelli d’auto e moto anni ’50. Ampio spazio poi al ballo, in occasione di questa speciale festa il pubblico potrà imparare a muovere i primi passi a ritmo del Rock’n’ Roll e dello Swing grazie al workshop dei professionisti Doo-Wop Boogiedancers. E per i bambini? Ecco un bel parco di divertimento per scatenarsi. Ma non sarebbe un evento “american style” senza il tradizionale “Hot-Dog Eating Contest”, dove vince chi mangia più Hot dog nel tempo stabilito.

 

Veniamo ai grandi artisti che si esibiranno live al Freedhome Day. Dall’Inghilterra arriva il carismatico Earl Jackson, mentre dagli Stati Uniti CC Jerome, che non ha bisogno di presentazioni, basta solo dire che ha lavorato con alcune delle più famose leggende del rockabilly nel mondo. Ma anche il nostro Bel Paese si difende bene con il Lovesick Duo (Paolo Roberto Pianezza e Francesca Alinovi) e Antonio Sorgente, cantante e pianista considerato tra i migliori nel suo genere. Non può mancare il dj di “casa” Dj Axel WoodPecker from “Home”, pronto a mandare a fuoco la pista da ballo.

Well, that’s rock’n roll!

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni