Home / Posts Tagged "hashish"

Ennesima giornata impegnativa per la Polizia locale quella di ieri, che al termine delle attività di sicurezza urbana e stradale ha tratto in arresto una persona per rapina impropria, ha sanzionato un uomo per atti contrari alla pubblica decenza, ha denunciato un conducente per resistenza e rifiuto delle generalità e ha ritirato la patente a un altro guidatore per possesso di stupefacenti. Numerose anche le sanzioni per violazioni al codice della strada.

 

Arrestata una donna per il reato di rapina impropria

Ieri mattina verso le 10.45 gli agenti del nucleo operativo e della sezione di Piazzale Roma hanno tratto in arresto una donna italiana per il reato di rapina impropria. La donna, nota alle forze dell’ordine per precedenti di Polizia, aveva infatti sottratto in un supermercato di Piazzale Roma articoli di vario tipo per un valore di 120 euro. Fermata all’uscita del negozio da un addetto alla vigilanza, la donna ha reagito minacciando di spaccargli in testa la bottiglia di birra che teneva in mano. Ha inoltre sputato in faccia al vigilantes e gli ha graffiato un braccio. Fuggita verso piazzale Roma, è stata poi fermata dagli agenti di Polizia locale. La ladra è stata quindi dichiarata in arresto e questa mattina è comparsa davanti al giudice per la convalida dell’arresto. Misura convalidata e udienza fissata per maggio; nel frattempo l’imputata dovrà presentarsi per tre volte alla settimana alla Polizia giudiziaria.

 

Sanzionato un uomo per atti contrari alla pubblica decenza

Sempre nel pomeriggio di ieri a piazzale Roma, verso le ore 15.45, un operaio edile di Santa Maria di Sala ha avvicinato gli agenti di Polizia locale impegnati nel servizio viabilistico esponendo alla pubblica vista i genitali. A una richiesta di spiegazioni, l’uomo ha manifestato evidenti segnali di ubriachezza. Una volta raggiunto il vicino Comando, è scattata una sanzione di circa 3500 euro.

 

Denunciato un conducente per resistenza 

L’attività della Polizia locale ha visto poi tra le 20 e l’1 di ieri, dieci pattuglie tra auto dotate di colori d’istituto, auto civetta e unità cinofile, che hanno posto in essere una serie di controlli tra Marghera, Piazzale Giovannacci e Mestre via Miranese, via Giustizia e Chirignago. Complessivamente sono stati controllati oltre cinquanta veicoli.

Al termine delle operazioni un cittadino italiano di quarant’anni è stato denunciato a piede libero per rifiuto di generalità e resistenza a pubblico ufficiale. Il soggetto, in evidente stato di alterazione psichica, si è piazzato al centro del posto di blocco di piazzale Giovannacci denudandosi quasi totalmente e provocando gli agenti. Alla richiesta di fornire le proprie generalità, l’uomo ha dato ulteriormente in escandescenze. È stato quindi bloccato e condotto al Comando generale per l’identificazione.

 

Ritirata la patente a un conducente in possesso di stupefacenti

Durante i controlli è stata ritirata la patente per trenta giorni a un mestrino di trentacinque anni trovato in possesso di hashish mentre era alla guida. Sono stati inoltre elevati verbali per guida con patente, revisione e assicurazione scaduta e altre violazioni minori.

 

 

Ma non è tutto. Durante i controlli, sono stati elevati infine un verbale a carico di un cliente di una prostituta e due per ubriachezza manifesta.

 

Prosegue con grande profitto l’attività di addestramento delle nuove unità cinofile antidroga della Polizia locale di Venezia presso il centro cinofilo della Polizia locale di Milano. Nel corso di un’operazione antidroga effettuata in supporto alla Polizia di Stato, i cani antidroga Hadesz, Lapo e Coco hanno rinvenuto circa 1,3 chili di hashish disseminati in sette diversi punti di un’area abbandonata adibita a ricovero di fortuna per sbandati di nazionalità straniera.

 

“Ancora grazie al comandante della Polizia locale di Milano e al suo staff di istruttori cinofili per il grande lavoro svolto”, ha commentato il comandante della Polizia locale di Venezia, Marco Agostini.

 

Tra la serata e la notte di ieri, tra le ore 20 e le 2, la Polizia locale di Venezia ha effettuato un nuovo servizio di controllo del territorio – il terzo nel mese di maggio – predisponendo una serie di posti di controllo mobili nelle aree sensibili di Mestre e Marghera.

 

Complessivamente sono state impegnate otto radiomobili e sedici operatori, supportati dall’unità cinofila antidroga e dall’utilizzo dell’etilometro.

 

I posti di controllo sono stati piazzati a Mestre in viale Stazione e in via Trento, e a Marghera in piazzale Giovannacci e in via Trieste.

 

Il servizio ha portato a risultati operativi importanti. Sono infatti state ritirate 2 carte di circolazione per mancanza di revisione del veicolo e 3 patenti di guida ad altrettanti conducenti sorpresi a guidare in stato di forte ebbrezza alcolica (anche 2.00 a fronte del limite di 0,5). Un conducente è inoltre stato sorpreso alla guida del mezzo privo di patente e sono state sequestrate modiche quantità di hashish e marijuana e un veicolo privo di copertura assicurativa; è stata sanzionata una persona in stato di ebbrezza alcolica ed è stato denunciato a piede libero un cittadino nigeriano che si aggirava in via Trento con una spranga in acciaio nascosta tra i vestiti. Sessanta veicoli circa sono stati sottoposti a controllo di polizia stradale e sono state elevate diverse contestazioni per violazioni varie.

Continuano con grande intensità le attività di contrasto allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti in tutte le aree sensibili di Mestre, da parte del corpo di Polizia locale.

Negli ultimi giorni il Servizio sicurezza urbana è intervenuto ripetutamente con tutte le sue articolazioni (Nucleo operativo, Unità antidegrado e Unità cinofile) sequestrando circa un chilo di sostanze stupefacenti, in particolare hashish e marijuana.

 

Complessivamente sono stati effettuati circa una ventina di rinvenimenti tra il parco Albanese e il rione Piave: la sostanza è stata rinvenuta sotterrata, all’interno di lattine e di pacchetti di sigarette, dei cestini delle immondizie, sugli alberi, in mezzo alle siepi.

Due spacciatori nigeriani di 25 anni sono stati inoltre colti in flagranza di spaccio e denunciati all’Autorità giudiziaria. Tre loro clienti, rispettivamente una signora italiana di 45 anni, un cittadino del Bangladesh di 25 anni e un ragazzo italiano di 25 anni, tutti residenti a Mestre, sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti.

 

Nell’anno in corso sono già stati abbondantemente superati i 4 chili di sostanze stupefacenti rinvenute e sequestrate.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni