Home / Posts Tagged "Gris"

Ogni giovedì a partire dal 16 maggio, dalle 16.00 alle 19.00, presso la palestra di Villa Torni (via Torni n. 51) viene dedicato uno spazio agli over 65 per riunirsi e ritrovarsi, con attività per tutti i gusti!

 

La Casa del Quartiere è uno spazio di condivisione, un punto in cui fermarsi e incontrarsi, per valorizzare il proprio tempo e coltivare relazioni sociali positive. Saranno proposte attività diverse per coinvolgere e mettere al centro gli interessi delle persone “diversamente giovani”. Lo slogan Non solo nonni infatti significa combattere il pregiudizio che vede le persone anziane come un “peso” per loro stesse e per la società. Vogliamo tornare a valorizzare le competenze e le esperienze maturate nel corso della vita e che possono contribuire ancora al benessere della comunità.

 

Alla Casa del Quartiere si potranno trovare alcuni servizi come lo sportello CAF e una postazione computer; si organizzeranno laboratori creativi e di riciclo in base agli interessi dei partecipanti; ci sarà una merenda gratuita a rifiuti zero; chi lo desidera potrà inoltre portare il proprio nipotino, per passare insieme un pomeriggio diverso e divertente! Su richiesta, vi è inoltre la possibilità di usufruire di un trasporto gratuito per raggiungere la Casa del Quartiere.

 

La Casa del Quartiere” è un progetto realizzato dall’Istituto Costante Gris – IPAB nell’ambito della LR 23/2017 “Promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo” e finanziato dalla Regione Veneto ai sensi della DGR 1170 del 07/08/2018.

 

I partner ufficiali del progetto sono: Polisportiva Mogliano Veneto ADS, Associazione Il Pesco, Servizi Educativi Onlus, Piscine My Energy. Sono inoltre collaboratori il Comune di Mogliano Veneto e l’Associazione Afoig.

 

 

Attività proposte

Vi saranno sia attività ludico-motorie in collaborazione con i partner, sia attività più ricreative con angolo lettura e laboratori. In particolare alla Casa del Quartiere si potrà trovare:

• Sportello CAF
• Spazio nonno-nipote
• Laboratori creativi e di riciclo
• Attività motorie
• Postazione Computer
• Ludoteca 0-99 anni (giochi da tavolo e carte)
• Angolo lettura/relax
• Piccolo orto di comunità
• Merenda a rifiuti 0 (senza materiali usa e getta)
• Trasporto gratuito

 

Infine, gli over 65 che si iscriveranno potranno usufruire di 4 lezioni gratuite offerte dalla Polisportiva Mogliano Veneto ASD!

Per iscrizioni e informazioni: 320.3220533 pagina Facebook.

L’associazione Il Pesco di Mogliano Veneto, come di consueto organizza, domenica 16 giugno, un pomeriggio musicale all’insegna del rock. Dalle ore 16.00 al tramonto, nel parco di Villa Torni dell’Istituto Gris si alterneranno i gruppi più amati del territorio come gli Aster Project, Gli Altri Tempi, i Breakdown, i Rottami e i Frittura Mista. Dedicato ai Soci dell’associazione, ai familiari ma anche agli amici che vorranno essere presenti, questo tradizionale appuntamento ha ingresso libero e un piccolo buffet offerto dagli sponsor.

 

 

Inoltre, l’Associazione Il Pesco presenterà i sui laboratori, Progetto RicreArti e Progetto Sollievo, dando l’opportunità a chi fosse interessato di avere ogni informazione a riguardo.

Sarà un’occasione per ascoltare la musica degli anni ’60 fino ai giorni nostri, nel verde parco di Villa Torni a Mogliano.
Silvia Moscati

L’associazione Il Pesco di Mogliano, guidata da Giuliana Tochet, è sempre più attiva e attenta alle esigenze dei malati di Alzheimer.

La Tochet, che con la sua associazione assiste tutte le mattine ed anche per due pomeriggi a settimana i colpiti dal morbo di Alzheimer e da demenza senile a lei affidati, ha voluto fare ora un regalo ai parenti degli ammalati che frequentano il Centro Sollievo per le Demenze Degenerative.

Ha quindi portato i suoi assistiti a Monguelfo in Val Pusteria in una casa per ferie che possiede tutti i confort necessari a questo tipo di ammalati.

“È una esperienza fantastica – afferma la Tochet – che ripeterò volentieri anche in futuro. Il posto è stupendo ed è perfettamente adeguato alle esigenze dei miei assistiti”.

Magnifica iniziativa della sempre presente e attivissima Presidente dell’associazione Il Pesco.

 

Giuliana Tochet, Presidente dell’associazione Il Pesco di Mogliano, si è candidata nella lista Davide Bortolato Sindaco ed ha rilasciato una intervista alla nostra testata.

 

Signora Tochet, spieghi agli elettori quali sono i suoi trascorsi politici e perché ha deciso di candidarsi a queste elezioni amministrative.

 

Sono avvezza alla politica dal 1994 quando fui eletta vice presidente del quartiere di Marocco, abbandonato da tutti, al quale volevo dar voce. In quella occasione ho capito il mio amore per la politica comunale. Sono stata tre volte consigliere comunale. Ho fatto parte della speciale commissione SPIM per  la revisione delle  bollette del gas, poi nominata consigliere di parte pubblica in SPIM, divenuta ora Veritas.

 

Alla mia età avrei voluto abbandonare , ma quando Davide Bortolato mi ha chiesto di far parte della sua lista civica e mi ha esposto il suo programma, non ho esitato e ho detto di sì perché per me fare politica è essere al sevizio dei cittadini e portare in Consiglio la loro voce.

 

Chi mi conosce sa che ho militato in Forza Italia di cui sono stata capo gruppo in Consiglio Comunale e quindi una coalizione di Centro Destra mi fa sentire a mio agio.

 

 

Qualora eletta, in quali campi pensa di poter essere utile alla Sua città?

Devo dire che in questo comune attualmente non vedo la sinistra come entità democratica, ve ne è molta di più nel Centro Destra. Il mio impegno se fossi eletta sarà finalizzato alle politiche sociali, all’emarginazione, agli anziani, ai giovani, ai disabili ed alle persone provenienti da altre nazioni, nella mia associazione il Pesco ci sono africani, balcanici e sud americani.

 

Vorrebbe ora dare un giudizio sul sindaco uscente?

Cosa penso del sindaco uscente? La signora Arena è stata eletta nel 2014, io a settembre ho deciso di sposarmi al Gris per dare una vita nuova  all’Istituto e sfatare la nomea che lo accompagnava da sempre. Ho quindi inoltrato la domanda per  averlo come sede municipale di matrimoni, ma dal sindaco, sino ad ora nessuna risposta, è questo il suo sociale? Per il Progetto Regionale Sollievo Alzheimer ho lottato perché venisse accettato, ma riscontrando poco interesse al problema che quasi perdevamo la convenzione con l’Ulss di Treviso.

 

Per tre anni la nostra associazione ha dovuto arrangiarsi per la mancanza dell’assistente sociale di riferimento e della disorganizzazione dei servizi sociali. Per reperire una sede idonea il sindaco no ha fatto nulla benché la legge regionale sui “sollievo” stabilisca che il comune deve trovare la sede per l’espletamento del servizio, cosa che sono riuscita ad avere gratis dalla direzione del Gris. La sede poi è diventata insufficiente per l’afflusso  sempre più numeroso di assistiti e sono stata costretta ad implorare questa amministrazione per trovarmi un nuovo alloggio idoneo, senza alcun risultato. Nel bilancio triennale del comune (2018) erano stati stanziati 50 mila euro per un centro diurno Alzheimer e Parkinson che sarebbe stato gestito dalla nostra associazione, unica presente sul territorio in questo settore.

 

Questi soldi non sono arrivati. La mia richiesta fatta al comune di sottoscrivere documenti  per la banca perché mi concedesse la copertura di un finanziamento per l’acquisto di un immobile adatto al fine, non è stata accolta.  Infine avendo dovuto acquistare un pulmino vetusto per trasporto degli assisti, perché quello comunale non garantiva continuità, sono stata obbligata dopo poco ad acquistarne uno nuovo. Ho chiesto all’amministrazione di poter usufruire della somma necessaria, quasi 28 mila euro,   per l’acquisto del mezzo. Con delibera del 23/12 il comune mi ha assegnato 18.000 euro quale contributo per l’acquisto del pulmino nuovo e per il restante importo ancora una volta il Pesco si è autotassato.

 

Dopo tutto questo il mio giudizio sull’operato del sindaco per il sociale non è certamente positivo.

Sabato mattina è stato inaugurato presso l’Istituto Costante Gris di Mogliano il laboratorio di pasticceria “Addolciamo l’Autismo” affiliato ad ANGSA Treviso, la cui Presidentessa Stefania Ruggero ne è stata e ne è l’anima e il motore instancabile.

 

“Addolciamo l’Autismo” è un laboratorio di pasticceria nato per aiutare e creare un futuro a giovani affetti da autismo. In questo laboratorio sette giovani autistici riescono a sfornare biscotti e dolci di ottima fattura. Il fine è quello di avviare una piccola attività commerciale e dare un futuro a giovani colpiti da questa sindrome.

 

All’inaugurazione erano presenti i rappresentanti di tutte le forze politiche cittadine, a dimostrazione che progetti di questo tipo non hanno colore, sono solo belli e unificanti per tutti.

 

Il laboratorio è sorto nel vecchio spaccio del Gris, chiuso ormai da anni ed affidato all’ANGSA dalla direzione del Gris. Il piccolo fabbricato è stato totalmente ristrutturato gratuitamente dall’architetto Davide Bortolato che ne ha curato la progettazione, mentre la realizzazione è stata opera del lavoro gratuito del corpo alpini di Mogliano.

 

Gli onori di casa sono stati fatti da Luciana Ermini, direttrice dell’Eco di Mogliano, che ha diretto con sapienza gli innumerevoli interventi delle autorità presenti. Un grandissimo numero di moglianesi è intervenuto all’inaugurazione a testimoniare la vicinanza della città al laboratorio ed ai magnifici ragazzi che ne sono l’anima.

Il Commissario Straordinario del Gris, dott. Stefano Guerra, ha annunciato alla stampa che ormai sono iniziati i preparativi per i lavori di restauro dell’edificio ex Padiglione Pedagogico situato vicino alla Casa di Riposo del Gris. Si parla di una spesa di circa 500 mila euro offerti da un donatore anonimo.

 

“La ristrutturazione – ha precisato il dott. Guerra – darà vita ad un Centro Diurno per anziani non autosufficienti con 27 posti. Sarà una struttura semi-residenziale . I lavori sono a totale carico di una donazione fatta da un benefattore anonimo.

“Sono particolarmente soddisfatto perché un benefattore ha deciso di dare un lascito al Gris per un’opera di cui ce ne era urgente bisogno, non è facile di questi tempi. Questo ci permetterà di aumentare la nostra attività in un bacino di utenza vasto e compreso tra Mestre e Treviso con molti comuni”.

“Inoltre abbiamo la possibilità, come Istituto Gris, di offrire alla comunità un servizio utilissimo. Il Centro Anziani Diurno affronta tutta la problematica situazione degli anziani disabili e da un validissimo aiuto alle famiglie. Particolarmente toccante è stata la motivazione del benefattore che ha detto: “Voglio fare qualcosa per la mia Mogliano! E noi gliene siamo tutti immensamente grati”.

Agostino Zanardo ricorda che: “Il benefattore mi ha incaricato di essere il suo braccio esecutivo in questa cosa perché non vuole apparire. Per realizzare quest’opera è stato dato l’immobile in comodato d’uso al benefattore, con documenti firmati più di un anno fa, che poi lo riconsegnerà al Gris sistemato. L’incarico per la realizzazione dell’opera, per volontà del benefattore, è stato conferito all’architetto Davide Bortolato. Sarà un vero recupero di questo immobile che risale agli anni 30 con l’approvazione della Sovraintendenza ai beni culturali.”

“È stato un motivo d’orgoglio per me – ha detto Bortolato –  essere scelto per realizzare questa opera di grande valenza per Mogliano e non solo. Saranno 300 metri quadrati quelli dove si interverrà con il recupero anche di 600 metri quadri del tetto. Recuperate anche tutta le facciate dell’edificio.  Prevedo che il tutto sarà completato in massimo cinque mesi”.

Ogni giovedì a partire dal 16 maggio, dalle 16.00 alle 19.00 presso la palestra di Villa Torni (Via Torni n. 51) uno spazio dedicato agli over 65 per riunirsi e ritrovarsi, con attività per tutti i gusti.

 

La casa del quartiere” è un progetto realizzato dall’Istituto Costante Gris – IPAB nell’ambito della LR 23/2017 “Promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo” e finanziato dalla Regione Veneto ai sensi della DGR 1170 del 07/08/2018.

 

I partner ufficiali del progetto sono: Polisportiva Mogliano Veneto ADS, Associazione Il Pesco, Servizi Educativi Onlus, Piscine My Energy. Sono inoltre collaboratori il Comune di Mogliano Veneto e l’Associazione Afoig.

 

La Casa del Quartiere è uno spazio di condivisione, un punto in cui fermarsi e incontrarsi, per valorizzare il proprio tempo e coltivare relazioni sociali positive. Saranno proposte attività diverse per coinvolgere e mettere al centro gli interessi delle persone “diversamente giovani”. Lo slogan “Non solo nonni” vuole combattere infatti il pregiudizio che vede le persone anziane come un “peso” per loro stesse e per la società. Vogliamo tornare a valorizzare le competenze e le esperienze maturate nel corso della vita e che possono contribuire ancora al benessere della comunità.

 

 

Alla Casa del Quartiere si potranno trovare alcuni servizi come lo sportello CAF e una postazione computer; si organizzeranno laboratori creativi e di riciclo in base agli interessi dei partecipanti; ci sarà una merenda gratuita a rifiuti zero; chi lo desidera potrà inoltre portare il proprio nipotino, per passare insieme un pomeriggio diverso e divertente! Su richiesta, vi è inoltre la possibilità di usufruire di un trasporto gratuito per raggiungere la Casa del Quartiere.

 

DOVE: Presso la Palestra di Villa Torni, Via Torni 51, Mogliano Veneto.

QUANDO: Ogni giovedì, a partire dal 16 maggio, dalle 16.00 alle 19.00 (con  pausa merenda).

A CHI SI RIVOLGE: Persone over 65… e chi lo desidera può portare anche il proprio nipotino!

ATTIVITÀ PROPOSTE: vi saranno sia attività ludico-motorie in collaborazione con i partner, sia attività più  ricreative con angolo lettura e laboratori. In particolare alla Casa del Quartiere si potrà trovare:

• Sportello CAF

• Spazio nonno-nipote

• Laboratori creativi e di riciclo

• Attività motorie

• Postazione Computer

• Ludoteca 0-99 anni (giochi da tavolo e carte)

• Angolo lettura/relax

• Piccolo orto di comunità

• Merenda a rifiuti 0 (senza materiali usa e getta)

• Trasporto gratuito

 

Infine, gli over 65 che si iscriveranno potranno usufruire di 4 lezioni gratuite offerte dalla Polisportiva Mogliano Veneto ASD.

Per iscrizioni e informazioni: 320-3220533 e pagina FB https://www.facebook.com/IstitutoGris/

Il candidato sindaco Davide Bortolato non replica alle critiche mosse dal Centro Sinistra in merito alla sua presenza nella casa di riposo dell’istituto Gris, dove ha regalato mimose agli anziani, ma propone soluzioni ai problemi di Mogliano ancora irrisolti

 

Il lavoro di ascolto dei cittadini per progettare la Mogliano di domani continua. Mentre i nostri competitors sono impegnati nelle basse polemiche sulle mimose, io ho incontrato e parlato con molti anziani che hanno grosse preoccupazioni per il loro futuro. Dati alla mano, l’età media in città e nella nostra regione si sta alzando sempre più, tanto che si comincia a parlare di quarta età.

 

Con noi, Mogliano avrà tutti quei servizi per gli anziani che oggi mancano.

Attueremo da subito un Piano cimiteriale per superare l’emergenza e la completa mancanza di posti che oggi si evidenziano in modo particolare nel Cimitero centrale.

Costruiremo delle residenze in CoHousing per anziani (simile al Don Vecchi di Mestre) in un’area vicina al centro e ai servizi, così da non escluderli dalla vita “della Piazza”.

Avremo un Centro diurno per Anziani.

I servizi alla persona saranno ampliati e incrementati: i pasti a domicilio i servizi di igiene, e l’assistenza a 360°.

 

Mogliano diventerà una città dove gli anziani potranno vivere sereni e parte della comunità.

L’associazione Il Pesco ha posto da tempo in essere una attività molto utile alle famiglie dei malati di Alzheimer e cioè il “Caffè Alzheimer”.

 

Scopo del Caffè Alzheimer è quello di stabilire un confronto tra esperti del settore e caregiver, per essere il più possibile di sostegno alle fragilità delle famiglie colpite da questa grave malattia mentale.

 

Il Presidente dell’Associazione il Pesco, Giuliana Tochet, informa: “Sabato 16 febbraio, dalle 10 alle 12, ci sarà un nuovo incontro di Caffè Alzheimer. Sarà il primo di un nuovo ciclo. Il dottor Muscari Tomaioli parlerà della cannabis ad uso terapeutico nell’Alzheimer”.

 

Gli incontri si tengono presso la sede dell’associazione il Pesco a Villa Torni – Istituto Costante Gris.

 

Quanto prima l’associazione il Pesco comunicherà il calendario dei prossimi incontri di Caffè Alzheimer.

Stefania Ruggero, presidente dell’associazione moglianese Addolciamo l’autismo, ha scritto alla nostra redazione per comunicare che domenica 10 febbraio al Gris si terrà una giornata aperta alla cittadinanza.

 

A partire dalle 10, i ragazzi dell’associazione lavoreranno alla preparazione dei biscotti, mentre i volontari spiegheranno il progetto e racconteranno le novità previste per la primavera.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni