Home / Posts Tagged "giunta"

Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, con proprio decreto, ha assegnato formalmente all’assessore Manuela Lanzarin la delega alla Sanità, lasciata da Luca Coletto il 17 dicembre 2018, a seguito della sua nomina a Sottosegretario di Stato alla Salute.

 

Il Governatore ne ha dato notizia nella giornata di ieri, nel corso di uno degli incontri periodici con i direttori generali per fare il punto sui principali temi della sanità regionale.

 

La Lanzarin, vicentina, classe 1971, con un’ampia esperienza amministrativa e parlamentare, mantiene anche le deleghe ricevute nel 2015, all’atto della nascita della seconda Giunta Zaia, e in particolare quella ai Servizi sociali.

 

Nel dettaglio, questo sono le deleghe complessive assegnate all’assessore Lanzarin:

Programmazione sanitaria e socio sanitaria, Tutela della salute, Programmazione edilizia a finalità collettive, Igiene pubblica, Attuazione art. 20 edilizia sanitaria, Sicurezza alimentare, Servizi veterinari, Programmazione e servizi sociali, Interventi a favore della famiglia, dei minori, dei giovani, degli anziani e portatori di handicap, Non autosufficienza, Nidi e servizi innovativi, No Profit e volontariato, Rapporti con istituzioni di assistenza, Flussi migratori e Veneti nel Mondo, Diritti umani, Minoranze linguistiche, Edilizia di culto, Edilizia residenziale pubblica, Attuazione programma, Rapporti con il Consiglio regionale.

A giugno inizieranno i lavori per il totale rifacimento del mercato coperto di via Fapanni e i lavori dureranno tre mesi e finiranno quindi i primi di settembre del prossimo anno. Il progetto è stato approvato dalla Giunta.

 

Il nuovo mercato sostituirà quindi l’attuale struttura inaugurata nel 1992 e non più adatta alle nuove esigenze della città.

 

Come già anticipato dal nostro giornale nello scorso luglio, la cifra messa a disposizione sarà di 2,9 milioni di euro e durante tutto il periodo dei lavori tutti i 33 banchi del mercato verranno spostati nella piazzetta antistante senza nessun onere per i commercianti.

 

Il nuovo mercato sarà totalmente coperto da un tetto in legno lamellare con molti punti luce per illuminare le strutture sottostanti.

 

Nel sottotetto verranno sistemati i servizi per i banchi e verranno totalmente rifatti i sottoservizi.

 

Il nuovo mercato avrà, come ora, due entrate, una in piazzetta Coin e l’altra in via Fapanni. La viabilità interna sarà concepita in modo tale da dare la migliore visibilità alle merci esposte e dietro il mercato verrà fatto un parcheggio.

 

Come capienza avrà una metratura leggermente inferiore all’attuale, 100 metri in meno degli attuali 2 mila metri quadri, ma nessun commerciante subirà diminuzioni di spazio.

 

Il mercato ovviamente sarà chiuso la notte con cancelli e dovrà rappresentare il segno di una Mestre vivibile e a misura d’uomo.

Nozze nella Giunta Comunale. Sabato 20 ottobre, l’assessore Ferdinando Minello ha sposato con rito civile la sua compagna Cristina Marton.

 

Ferdinando Minello ricopre dal 2014 l’incarico di assessore alle Politiche culturali e di Promozione del turismo nella giunta guidata dal sindaco Carola Arena.

 

Alla cerimonia erano presenti, oltre ai parenti, moltissimi amici della coppia.

 

Auguri ai felici sposi da tutta la redazione del nostro giornale!

 

La Giunta che governerà Treviso per i prossimi cinque anni è stata presentata ieri dal neo sindaco Mario Conte, che ha scelto come vice sindaco Andrea De Checchi.

Gli assessori saranno sette, di cui quattro donne e tre uomini.

 

Ecco la squadra femminile.

assessore ai Beni culturali: Lavinia Colonna Preti

assessore all’Urbanistica: Linda Tassinari

assessore allo Sport: Silvia Nizzetto

assessore alle Politiche sociali: Gloria Tessarollo.

 

Ed ecco quella maschile: Alessandro Manera sarà assessore alle Politiche ambientali, Cristian Schiavon sarà assessore alle Risorse economiche e Sandro Zampese avrà l’assessorato ai Lavori pubblici.

La Giunta comunale, nella sua ultima seduta, ha approvato, su proposta della vicesindaco, Luciana Colle, il protocollo d’intesa con Diocesi – Patriarcato di Venezia – Caritas veneziana per l’attuazione del progetto “Sostegno alle donne vittime di violenza e/o maltrattamento” che avrà validità un anno.

 

 

“Con questa delibera – spiega la vicesindaco – andiamo ad assicurare, tramite la Caritas diocesana, la pronta ospitalità protetta di donne vittime di violenza o maltrattamenti che si trovano nella condizione di doversi sistemare in un ambiente sicuro. Un progetto che si estende a quelle donne, anche con figli minori, che si rivolgono al nostro Centro Antiviolenza dove una responsabile del centro si metterà in contatto con il referente della Caritas che avrà il compito di individuare la struttura più adatta ad ospitarla. Nella struttura le donne vittime di violenza troveranno il supporto da parte delle operatrici del Centro Antiviolenza che, parlando con loro, approfondiranno la situazione. Un percorso nel quale si inserirà anche la rete dei servizi sociali che dovranno fare in modo di favorire il processo di uscita dalla situazione di violenza.

 

 

Da donna, ancor prima che da amministratrice, non posso che accogliere favorevolmente questa delibera. È un gesto concreto di attenzione e tutela verso tutte quelle donne che ancor oggi subiscono violenze. Avrei preferito non ci fosse stata la necessità di arrivare a tanto, purtroppo, però, sembra che sia ancora necessario costruire una barriera per difendere quei soggetti deboli sui quali troppo spesso si scarica la violenza di persone vigliacche e senza alcun onore. Tutte le donne abbiano il coraggio di denunciare, non subiscano ignobili maltrattamenti. Nell’Amministrazione comunale, nella Caritas e in tutte le Forze dell’Ordine troveranno sempre una porta spalancata ad aiutarle a superare i momenti di difficoltà”.

Parcheggi green a Treviso: questo il progetto dell’uscente Amministrazione.

Dotare il centro città di un parcheggio per auto elettriche con relative colonnine per la ricarica delle batterie.

Il progetto è stato già approvato dalla Giunta, ora si attende la pubblicazione di un bando pubblico per l’individuazione di un’azienda a cui affidare l’appalto.

Naturalmente, essendo la gestione affidata a un privato, le ricariche delle auto saranno a carico degli automobilisti.

Fonte: La Tribuna

Di seguito pubblichiamo un’interpellanza della Consigliera comunale Rita Fazzello, riguardante l’ex asilo Favier, rivolta alla presidente del Consiglio comunale, al sindaco e alla Giunta comunale di Mogliano Veneto:

 

 

Oggetto: Situazione edificio ex Asilo Favier c/o Istituto Gris – Mogliano V.to
Prospettive di utilizzo e quesiti vari

 

Premesso che
– l’interpellanza riguarda l’ex asilo Favier, che Costante Gris accettò di costruire a seguito di
una donazione da parte della benefattrice Elvira Favier (nel 1898), per ospitare i figli dei
contadini di Zerman
– la sottoscritta ha appreso dalla stampa locale (in data 27 febbraio u.s) notizie in merito ad
un presunto interesse, da parte di privati cittadini o Associazioni, circa la riattivazione di
detta scuola per l’infanzia
– l’autore dell’articolo di cui sopra riferiva di un parere favorevole espresso dalla dott.ssa
Annalisa Basso, attuale Direttrice dell’Istituto Gris, sul recupero dell’area e sulla proposta
di riapertura della scuola ex Favier
– l’edificio in questione risulta adibito a magazzino

– dovrebbero essere accertate, da parte dell’Ente titolare, le condizioni strutturali , nonché
effettuati gli interventi di messa a norma per ogni garanzia di sicurezza dell’edificio ex
Favier

– occorre verificare, sempre da parte dell’Ente titolare, se vi siano vincoli della
Sovrintendenza alle Belle Arti e se siano possibili interventi migliorativi e/o di ampliamento
dello stesso edificio

 

La sottoscritta, consigliere comunale del gruppo misto, chiede:

– se risponde al vero che detto edificio si trovi in un’area che ha subito un declassamento da
zona F a zona agricola
– se il PAT di questo Comune, per il quale è in corso l’iter procedurale, possa favorire un
decorso positivo e sufficientemente rapido, al fine di ristabilire la destinazione originale
dell’area interessata.
– Se risponde al vero che l’Amministrazione comunale non ha nulla in contrario rispetto alla
richiesta da parte della Direzione dell’Ist. Gris circa la riapertura dell’asilo ex Favier, per
realizzare una scuola per l’infanzia da parte di Associazioni o Gestori privati.

 

In attesa di riscontro nella sede del consiglio comunale, si ringrazia vivamente per
l’attenzione.

 

Consigliere comunale
Rita Fazzello

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni