Home / Posts Tagged "giornata autismo"

Uno spiegamento di forze si è messo in moto a Roncade per organizzare le tante iniziative e celebrare la giornata mondiale per la consapevolezza sull’Autismo.

 

 

Chi contribuisce all’iniziativa

 

Oltre al Comune e alla Fondazione, si sono prodigati altri enti ed associazioni del territorio; tra questi: la biblioteca comunale, l’Istituto comprensivo di Roncade, Ala Autismo onlus, ANGSA Treviso onlus, i Comitati dei genitori di Roncade, Biancade, Musestre e quello della scuola primaria di Monastier, le associazioni Cielo Blu onlus, Colibrì, Le Ginestre e Roncade Nuoto.

 

 

Il programma e gli appuntamenti

 

Il risultato è un programma ricco di eventi che si spalma sui mesi di marzo e aprile; chiaramente il fulcro degli appuntamenti saranno nel weekend tra il 6 e il 7 aprile.

 

Già venerdì scorso si è tenuto uno spettacolo per le classi seconde nell’auditorium delle scuole secondarie; ma per tutto aprile, sono previsti laboratori, letture, proiezioni di cartoon e testimonianze nelle suole d’infanzia e primarie del comune. L’apice della manifestazione è previsto per sabato 6 e domenica 7 aprile.

 

Sabato pomeriggio, alle ore 14,30, si terrà la consueta “Camminata in Blu”; un percorso breve e simbolico cui possono partecipare grandi e piccini con partenza in piazza del Municipio e con arrivo nei pressi della biblioteca, dove si terrà un brindisi.

 

Domenica ci si sposterà all’impianto natatorio, dove si svolgeranno le inedite “Bracciate in Blu”; quest’ultima è la prima maratona di nuoto ispirata al tema della giornata, dalle 8,30 alle 11,30.

 

 

Le parole dell’assessore Leonardi

 

“Partendo dalla considerazione che l’autismo è una condizione che può aiutare a comprendere la diversità e che questa consapevolezza può arricchire mente e anima; il mio assessorato si è, sin dall’inizio del mandato, impegnato ad ascoltare e a confrontarsi con ‘le persone’”.

 

Queste le parole dell’assessore Sergio Leonardi che poi aggiunge:

 

“Si sono messe in relazione e condivise difficoltà e preoccupazioni ma anche  idee, spazi,  luoghi e competenze, valori capaci di generare comprensione, accoglienza e senso di appartenenza. Da questa consapevolezza il desiderio di una comunità eterogenea e comunicante, dove ciascuno ha un proprio posto stabile e funzionale. Una comunità che si compenetri di modi diversi che insieme generano valore aggiunto: il valore della conoscenza e dell’accoglimento delle diversità. Il gruppo di genitori e le associazioni, nel condividere il percorso, hanno voluto, per la maratona di nuoto, rivolgere un pensiero di ‘forza’ a Manuel Bortuzzo, giovane e promettente campione di nuoto rimasto paralizzato durante la sparatoria del 3 febbraio scorso”.

Fondazione Oltre il Labirinto lancia “Fondente, il gelato che scioglie il cuore”: una gelateria pop-up Fiat 500 special, dal concept unico in Europa, in cui i ragazzi con autismo sono protagonisti nella produzione di gelato artigianale.

 

La leggendaria Fiat 500 special, esposta anche al Moma di New York, diventa gelateria sociale, in un progetto in cui italianità, design e tradizione si uniscono agli obiettivi che da sempre guidano la Fondazione, l’inclusione sociale e l’autonomia di ragazzi con autismo.

 

Grazie ad un team di professionisti che hanno maturato anni di esperienza nel campo del gelato e del management, è nata l’idea che ha portato ad aprire il primo laboratorio di produzione di gelato artigianale nel trevigiano includendo ragazzi svantaggiati e ragazzi con autismo. Il progetto è gestito in partnership tra Fondazione Oltre il Labirinto onlus e Alternativa Ambiente Cooperativa Sociale.

 

La gelateria nasce dal riadattamento di una vera macchina, trasformata in gelateria mobile, preservando intatto il fascino intramontabile di questo pezzo di storia italiana. Nello studio e nelle fasi di realizzazione del concept sono stati poi coinvolti maestri gelatai, chef stellati, un team di tecnologi alimentari, chimici e professionisti del settore.

 

 

Il gelato è una di quelle rare cose al mondo che hanno un valore universale inconfutabile che evoca simpatia, gioia, golosità. Non conosce confini, non ha età e si consuma in ogni angolo del mondo – racconta Mario Paganessi Direttore della Fondazione e anima del progetto – Da oggi il gelato si unisce ad un altro prodotto italiano dal grande successo internazionale: la Fiat 500. Queste due eccellenze viaggeranno insieme, in una vera e propria impresa sociale, che regala un nuovo, dolce assaggio di italianità sostenibile. Il progetto nasce in parte dallo sforzo economico di Oltre il Labirinto, e fondamentale è stato l’appoggio e la collaborazione di cooperativa sociale Alternativa Ambiente.”

 

La gelateria 500 Fondente è oggi collocata all’interno degli spazi di Alternativa Ambiente a Vascon di Carbonera (TV), struttura dove sono inoltre presenti i laboratori di produzione del gelato artigianale e luogo in cui si svolgono molti laboratori, centri estivi e attività della Fondazione.

 

“In questo progetto di impresa sociale il gelato e la Fiat 500 si uniscono ad un’altra eccellenza della nostra realtà che è l’integrazione sociale e l’inclusione lavorativa di soggetti svantaggiati e deboli – commenta Marco Toffoli presidente di Alternativa Ambiente cooperativa sociale – la nostra mission, insieme alla Fondazione, è quella di consentire anche ai ragazzi autistici di vivere in un contesto reale ed essere attori del proprio futuro attraverso un progetto di impresa su misura.”

 

Fondazione Oltre il Labirinto porta a vanti dal 2014 #cooking4autism, un percorso legato al mondo della cucina con l’avvio di tre laboratori di preparazione biscotti, ancora oggi attivi e il progetto pasta fresca, ai quali ora si aggiunge il primo laboratorio in cui produrre un gelato artigianale di elevata qualità.

 

 

Un gelato buono, solidale e inclusivo, “Fondente” è un marchio che racconta una storia di inclusione, un esempio virtuoso di impresa sociale, dove ragazzi con autismo, supportati da personale qualificato, trovano un’opportunità di integrazione e miglioramento delle loro autonomie e capacità relazionali.

 

Il gelato è un mistero, la sua forma non è completamente definita, è infatti solido, liquido e gassoso allo stesso tempo. Una definizione affascinante, che ci indica quanto le cose, quelle più buone, possano includere realtà celate da scoprire, da saper cogliere. Anche l’autismo, se vogliamo, racchiude in sé questo fine parallelismo: la bellezza e il talento di questi ragazzi, sono alle volte velati e si mostrano ai nostri occhi con pazienza, ricercati nel gusto e nel valore delle piccole cose.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni