Home / Posts Tagged "frutta di stagione"

Direttamente a casa o in ufficio senza alcuna fatica: oltre 700 ordini in quattro mesi, clienti soddisfatti che ri-prenotano la consegna del pesce a domicilio con una media di quattro ordini al mese. Richieste dal Lazio e dalla Sicilia, ma lo zoccolo duro restano Lombardia e Veneto

 

Sono moltissime le persone che hanno già assaporato l’eccellenza dei prodotti ittici freschi di Itty.fish, azienda veneta leader nel commercio online, così come nell’import-export con Alemar.

 

La qualità del pescato e la scelta di pescherecci italiani controllati garantiscono – assieme alla puntualità del servizio di consegna a domicilio entro 48 ore – uno standard elevato.

 

L’esperienza raccolta in due generazioni di pescatori nel raccogliere durante la notte i doni del mare per spedire il pesce freschissimo la mattina seguente, è messa al servizio dei clienti privati di tutta Italia, che possono ricevere i prodotti ordinati direttamente a casa propria, con il piacere e la comodità di Internet.

 

Dopo le spese di spedizione gratuite durante i mesi di lockdown, Itty.fish ha ora lanciato un’altra buona nuova, perché se è vero che l’estate è sinonimo di aria frizzante e profumo di mare, in casa Itty.fish estate significa anche novità!

 

È così che l’azienda veneta, con sede a San Stino di Licenza (VE) ha inaugurato una sezione del suo e-commerce adibita alla vendita di frutta e verdura fresca di stagione, proveniente da coltivazioni italiane a filiera controllata, con cui divertirsi in cucina e portare in tavola sfiziose ricette di pesce.

Poiché è estate e cresce sempre di più la voglia di piatti freschi e leggeri da gustare tra amici o in famiglia, a tutti gli amanti della buona cucina offriamo alcuni suggerimenti per dare il via alla fantasia e portare in tavola del buon pesce, abbinato alla frutta e alla verdura di stagione.

 

Il pesce da comprare a luglio, dalla A alla Z

Acquistare pesce di stagione significa rispettare il ciclo naturale della terra e dei mari, assecondarne i ritmi, trasformare un dono spontaneo in una creazione culinaria che dia beneficio ai nostri sensi e alla nostra salute.

 

Ecco la lista dei pesci da comprare nel mese di luglio:

• alici
• cefalo
• cozze
• dentice
• fasolaro
• granchio
• nasello
• orata
• pesce spada
• ricciola
• sarago
• sardina
• scampo
• scorfano
• seppia
• sgombro
• sogliola
• spigola
• totano
• triglia
• vongola verace.

 

Le ricette per portare in tavola il pesce di luglio

Cucinare con il pesce di luglio permette davvero di spaziare tra un’infinità di preparazioni, tra piatti ricchi ma anche ricette veloci per sperimentare una cena leggera in poco tempo, da accompagnare con un buon calice di vino. Eccone alcune:

  • Gnocchetti con ragù di triglie e scampi, da insaporire con foglie di basilico fresco.
  • Spaghetti alla bottarga profumati al rosmarino, un primo piatto veloce ma dal sapori intenso grazie alle erbe aromatiche fresche.
  • Tagliolini al nero di seppia, una ricetta ancora più ricca di sapori con l’aggiunta di carciofi freschi.
  • Orata al cartoccio con mela e kiwi, un piatto dal sapore agrodolce, in cui il sapore della frutta si abbina in maniera sublime alla polpa dell’orata.
  • Pesce spada all’ananas, frutto dal sapore esotico per assecondare i vostri slanci di fantasia in cucina.
  • Insalatona con le alici, dove non possono mancare ciliegini rossi e gialli, cipollotti bianchi a rondelle, fagiolini lessi, un peperone verde tagliato a bastoncini e il succo di mezzo limone.
  • Insalata di mela verde, kiwi e polpa di granchio, un connubio di sapori tutto da provare!

L’estate sembra finalmente arrivata e con essa i primi caldi e i primi frutti della bella stagione. Ma quali sono i frutti che possiamo trovare nei mercati? E, soprattutto, quali sono le loro proprietà?
Sicuramente molti già sapranno che consumare frutta di stagione porta con sé dei vantaggi considerevoli: si evitano i pesticidi, si rispetta l’ambiente e il ciclo della terra, si beneficia appieno delle proprietà presenti nella frutta.

 

Anguria. Se pensiamo all’estate il primo frutto che viene in mente è l’anguria a cui è associato la parola “dissetante”. Ma perché? La parte commestibile dell’anguria è, infatti, composta dal 91% di acqua e da circa il 6% di zuccheri. In essa, poi, troviamo composti come il licopene (pigmento che consente la colorazione rossa), carotenoidi, vitamina A, l’amminoacido citrullina e modeste quantità di potassio e vitamina C. Il consumo di citrullina, vitamina C, carotenoidi e licopene contribuisce alle capacità antiossidanti del nostro organismo e, oltretutto, aiuta a migliorare la resistenza a uno sforzo sportivo del 6% in più.

 

Ciliegia. Ammettiamolo: il suo colore rosso e la sua dolcezza sono irresistibili per chiunque. Nelle ciliegie è possibile trovare: zuccheri (fruttosio e glucosio), vitamina C, A, E e K, minerali (calcio, potassio, magnesio e fosfato) e le antocianine. Le antocianine sono dei pigmenti che danno al frutto una colorazione che può andare dal rosso al blu e, nel nostro organismo, svolgono il ruolo di antiossidanti. Nonostante le proprietà antiossidanti delle ciliegie, esse contengono 13g di zuccheri su 100 g di frutto, quindi attenzione alle scorpacciate!

 

Fragola. Anche le fragole sui banchi del mercato sono un segnale che la bella stagione è arrivata. Pochi sanno che le fragole sono tra i frutti più consumati nel mondo. Sono fonte di antiossidanti: vitamina C, composti fenolici e carotene. Studi effettuati su persone che consumano fragole hanno evidenziato che esse sono coinvolte nelle prevenzione di infiammazioni, stress ossidativo, malattie cardiovascolari, diabete, cancro e obesità.

 

Pera. Combinare le pere al cioccolato è pura poesia e i pasticceri lo sanno bene… Nella composizione nutrizionale delle pere troviamo il fruttosio (zucchero presente nella frutta), minerali (come potassio, magnesio e calcio), amminoacidi essenziali (leucina, lisina e isoleucina) e una buona quantità di composti fenolici. Il componente della pera, su cui gli scienziati si sono maggiormente soffermati, è però l’acido malico. In pazienti che soffrono di continua formazione di calcoli renali, esso garantisce, infatti, una protezione efficace.

 

Susina. Pablo Neruda decise di dedicare una poesia alla susina definendola come il frutto della memoria. La susina contiene: antiossidanti, carboidrati, vitamine e minerali (sodio, potassio, magnesio, calcio, zinco e ferro). Per la sua grande quantità di minerali, essa è raccomandata alle donne che hanno mestruazioni irregolari o in menopausa.

 

Uva. L’uva è il frutto che anticipa la fine dell’estate. Essa contiene alti livelli di polifenoli che studi di laboratorio hanno dimostrato essere coinvolti nella riduzione dello stress ossidativo, nell’aumento della risposta infiammatoria nonché avere benefici sulle malattie cardiovascolari. Anche qui attenti però allo zucchero!

 

Spesso qui abbiamo parlato di antiossidanti. Cosa sono? Perché risultano essere così importanti? Gli antiossidanti sono delle molecole in grado di svolgere la funzione di “scudo” nei confronti dei radicali liberi che si formano durante i normali processi del nostro organismo, ma non solo. I radicali liberi, la cui formazione può anche essere aumentata dal fumo di sigarette e dall’eccessiva esposizione al sole, sono molecole che derivano principalmente dall’ossigeno e dall’azoto. La loro instabilità li rende pericolosi per qualsiasi molecola del nostro organismo: DNA, proteine, lipidi e carboidrati. Il nostro organismo è quindi sempre esposto al continuo attacco da parte dei radicali liberi, ma, niente paura, la natura viene in nostro soccorso con le molecole antiossidanti presenti nella frutta estiva!
Quindi quest’estate “a tutta frutta”!

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni