Home / Posts Tagged "Fedez"

Lorenzo Damiano, presidente del movimento Pescatori di Pace, ha rivolto un invito al famoso rapper milanese, come aveva fatto qualche tempo fa anche per il collega J-Ax, chiamandolo a Medjugorje: “Questi ragazzi hanno bisogno di ritrovarsi”.

 

Fedez ha infatti deciso di dire la sua in seguito a un servizio giornalistico sul Congresso delle Famiglie di Verona, in cui gli intervistati si esprimevano sul tema dell’omosessualità. “Omosessualità contro natura? Non è forse contro natura vedere e credere in un uomo che cammina sull’acqua?”, ha commentato il rapper in un video pubblicato nel suo profilo Instagram.

 

La risposta dei Cattolici

Un’affermazione che ha subito suscitato la risposta di Lorenzo Damiano: “Fedez è un ragazzo che ha un bisogno estremo di Dio. Per se stesso, per la sua anima e per il bene della sua famiglia farebbe bene immediatamente ad allontanarsi da tutto ciò che lo porta a mettersi contro il Signore. So bene che il mondo nel quale è entrato comporta dei prezzi da pagare, dei ticket di benvenuto per restare sulla cresta dell’onda e continuare ad avere successo. Stare dalla parte delle lobby massoniche per esempio. Ma Fedez deve ricordarsi che tutto questo non è per sempre e deve cominciare a lavorare per la sua conversione adesso: ho detto in passato che secondo me ha bisogno di un esorcista per pulirsi da ciò di cattivo che lo contamina e oggi ne sono sempre più convinto”.

 

Damiano continua: “Fedez prenda coscienza di essere una persona dotata di intelletto: può ribellarsi al mondo che lo ha imprigionato e non essere più schiavo del male e di queste false crociate. Lo invito, visto che nei prossimi giorni suonerà nella mia provincia, a venire a messa con me e con i Pescatori di Pace e magari a confessarsi per cancellare il suo continuo peccare. Il suo ex amico J-Ax l’ho chiamato a venire a Medjugorje: l’invito è naturalmente esteso anche a Fedez. Sono certo che troverà la pace e ricolmerà il vuoto che sente verso un Dio che non smette di evocare”.

 

Gloria Callarelli, nel direttivo del movimento, chiude: “Fedez mi fa tenerezza: prima le magliette contro la Madonna, poi il crocifisso con Topolino e ora queste gratuite offese a Dio. Sta costruendo il suo personaggio andando contro Cristo: fa male al cuore tutta questa cattiveria. Fa male al cuore che sia un personaggio seguito dai giovani. Ma purtroppo questo è il perfetto prodotto di una società vuota, piena solo di chiacchiere e materialismo. Do una notizia a Fedez: le nostre radici sono ben radicate nel Signore che ricordiamolo non è contro natura ma è oltre natura. Sappia perciò che tutti i tentativi di aspirare alla grandezza di questo mondo non arriveranno mai a raggiungere l’immensità del Signore: per arrivare a Lui occorre preghiera, tanta, e sofferenza. Perciò Fedez chieda scusa e si ravveda: lo aspettiamo a braccia aperte”.

Domenica 3 marzo, alle 11, ci sarà il tradizionale volo dell’Aquila, evento legato alle manifestazioni organizzate per il Carnevale di Venezia.

 

A sorpresa, legato al cavo d’acciaio che accompagna “l’aquila” fino a terra in sicurezza, ci sarà il cantante Fedez. Vestito con i colori della nota maschera veneziana, Fedez non sarà solo. Al suo fianco vedremo la campionessa olimpica Arianna Fontana.

 

Il “volo” dell’atleta vuole essere un messaggio promozionale a sostegno della candidatura di Milano-Cortina per i giochi olimpici invernali 2026.

 

Fedez, che ha da poco pubblicato il suo ultimo album “Paranoia Airlines”, non poteva scegliere modo più originale per “atterrare a Venezia”, su una piazza gremita di 23mila persone, facendo conoscere ai fan della coppia più social del momento, la splendida tradizione del Carnevale veneziano.

 

Non è la prima volta che personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport si sono “lanciati” in questa particolare performance: Carolina Kostner, Giusy Versace, Francesca Piccinici e da ultimo Renzo Rosso nel 2018, sono solo alcuni nomi.

 

 

Ph: Instagram @Fedez

Non è passata inosservata la foto postata dal cantante Fedez sui social in cui indossa una croce blasfema con Topolino crocifisso.

«Un cantante che attira migliaia di ragazzini e ragazzine e che dovrebbe solo ringraziare il Signore per quello che ha ricevuto, prende in giro così le persone di fede cristiana. Un conto è non crederci, un conto è mancare così totalmente di rispetto ai milioni di fedeli». Lorenzo Damiano, leader e fondatore dei Pescatori di Pace, già candidato con il Popolo della Famiglia, ed ora promotore del movimento soprannominato delle “giacche bianche”, vicino ai francesi gilet gialli, attacca il cantante.

 

E aggiunge: «Sono rimasto senza parole dopo aver visto quella foto. Una mancanza di rispetto totale, un segno di pochezza inaudita. Un conto è non credere, un conto è accanirsi e prendere in giro le persone: prima la linea di abbigliamento blasfemo, poi questo. Che tristezza infinita».

 

Damiano, poi, precisa: «Credo che ragazzi come J-Ax, Sfera Ebbasta e Fedez siano disturbati. Probabilmente necessitano di un cammino che parta anche da un dialogo profondo con una guida speciale, magari un esorcista, sperando che la Chiesa ne abbia ancora a sufficienza, che tolga loro qualsiasi disturbo spirituale. Ritengo infine che sia indispensabile un cambiamento che, come giacche bianche, vogliamo portare avanti: la rivoluzione e la legalità non restino appannaggio dei francesi ma si diffondano in tutta Europa. E’ giunto il momento che l’Europa e il popolo diventino sovrani, ritornando ad una cultura di dignità popolare e non leadership di pochi che comandano le finanze e le politiche controllando i settori sociali a 320 gradi e imponendoci quello che dobbiamo mangiare, quello che dobbiamo ascoltare, quello che dobbiamo vedere e come dobbiamo pensare. Avendo perso Cristo nella nostra vita abbiamo perso tutta la cultura letteraria, architettonica, musicale e artistica in genere che aveva fatto grande la nostra Italia e l’Europa Intera. Senza Gesù non c’è futuro. Le nuove generazioni riscoprano il bello e si guardino bene da chi li conduce nell’abisso. La musica viene dal cuore, lo Spirito Santo alimenta l’amore e il cuore. Vorrei dire a Fedez: per essere amati, coccolati e avere attenzione non occorre obbedire a satana che è imposto per antonomasia».

 

Gloria Callarelli, nel direttivo dei Pescatori di Pace ed ex candidata anche lei per il Popolo della Famiglia, chiude: «Penso che questo suo accanimento contro Gesù Cristo e contro la fede in realtà nasconda un profondo bisogno di verità con la “V” maiuscola e la paura di trovarla che implica un doveroso cambiamento. Pregheremo per lui affinché come ragazzo e come padre trovi un po’ di pace e gioia».

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni