Home / Posts Tagged "favaro veneto"

Nuova operazione della Polizia locale di Venezia contro lo spaccio di sostanze stupefacenti, venerdì scorso a Favaro Veneto, che ha portato all’arresto di un ventenne cittadino albanese.

 

L’uomo, sorvegliato già da una settimana dagli uomini del Nucleo operativo del Servizio Sicurezza urbana, aveva da tempo stabilito la propria base operativa in un B&B di via Altinia, dove, soprattutto nel fine settimana, incontrava alcuni uomini che raggiungevano la struttura ricettiva in auto o in moto e dopo pochi istanti si allontanavano, mentre il giovane rientrava velocemente all’interno del B&B.

 

Scena che si è ripetuta anche venerdì sera, quando il pusher ha incontrato una giovane ed è poi salito sulla sua auto per ripartire in direzione Mestre. Quando il veicolo è stato fermato poco più avanti per un controllo, il pusher ha gettato fuori dal finestrino un involucro, subito recuperato dagli agenti, che conteneva undici grammi di eroina (l’equivalente di una trentina di dosi pronto spaccio) e un bilancino di precisione. All’interno dell’abitacolo sono poi state trovate, grazie anche all’aiuto dell’unità cinofila, altre 23 dosi singole di cocaina già confezionate e 5600 euro in contanti che sono stati sequestrati perché ritenuti provento dell’attività di spaccio.

 

Il pusher è stato arrestato e portato alla Casa circondariale di Santa Maria Maggiore di Venezia. Sabato mattina l’uomo è stato condotto davanti al giudice che ha convalidato il suo arresto e ha disposto la custodia cautelare in carcere fino al 7 novembre, data in cui verrà celebrato il processo.

Mercoledì 5 giugno 2019 Residenza per anziani Anni Azzurri Mestre

 

La residenza di Favaro Veneto è lieta di invitarvi alla decima edizione de “La Corrida di Anni Azzurri”, rassegna di dilettanti allo sbaraglio pronti a sorprendervi dal palco creato nell’ampio giardino della struttura.

 

Nell’occasione si esibiranno ospiti, familiari, personale ed amici della Residenza ma anche di altri Servizi del territorio che vogliono trascorrere una giornata in allegria! Una giornata aperta al pubblico in cui poter incontrare tutti noi: ospiti, familiari e operatori.

 

Le esibizioni inizieranno alle ore 9.30 e proseguiranno sino a tardo pomeriggio. Per tutti i partecipanti buffet offerto dalla Residenza

 

Vi aspettiamo numerosi

In caso di pioggia l’evento si svolgerà giovedì 6 giugno

Tigotà, insegna padovana leader della cosmetica e della pulizia della casa, apre il primo store di Favaro Veneto. È tra i più grandi della provincia di Venezia: più di 600 metri quadri di prodotti per la cura e l’igiene della persona e la pulizia della casa. Ad inaugurare oggi lo store di Via Altinia 168/T il Presidente della Municipalità di Favaro Veneto Marco Bellato e il Consigliere Gianpietro Trabuio.

 

Il nuovo store vede coinvolti 9 collaboratori di cui 3 neoassunti, età media 25 anni; anche loro fanno parte del grande team Tigotà: più di 4200 persone che tutti i giorni lavorano con passione ed entusiasmo per essere il punto di riferimento di chi ama prendersi cura di sé e della propria casa.

 

Lo store offre un vasto assortimento di prodotti per la cura e la bellezza della persona – tra le categorie più sviluppate profumeria e cosmesi – e per la pulizia della casa. Il negozio sarà aperto dal lunedì al sabato con orario continuato dalle 08.30 alle 20.00 e domenica dalle 9.00 alle 13. 

 

La strategia di sviluppo a Favaro Veneto conferma l’obiettivo del brand padovano: rafforzare la presenza di Tigotà attraverso una diffusione capillare sul territorio.

 

L’assortimento Tigotà è disponibile anche sul sito e-commerce tigota.it dove si può scegliere tra quasi 20.000 referenze e tre modalità di consegna degli acquisti: la consegna direttamente a casa, il ritiro degli acquisti nel punto vendita Tigotà preferito oppure in oltre 4000 edicole convenzionate in tutta Italia, di cui una a Favaro Veneto non distante dal Tigotà, in Via Altinia 123.

 

Tigotà è marchio di eccellenza di Gottardo S.p.A., azienda leader del comparto beauty e home care con sede a Padova. Con l’apertura di Favaro Veneto, il brand padovano arriva a contare 576 filiali diffuse su gran parte del territorio italiano.

Domenica 12 maggio, alla radura del “Bosco di Franca”, si rinnova l’appuntamento con la “Festa del Bosco di Mestre”; manifestazione promossa, per il terzo anno consecutivo, dall’Associazione Bosco di Mestre con la collaborazione del Comune di Venezia, l’Istituzione Bosco e Grandi Parchi e Ocrad (il Dopolavoro della Regione Veneto).

L’obiettivo è quello di far vivere e conoscere sempre più ai cittadini questa grande oasi naturalistica nonché insostituibile grande polmone verde della città; vasta ormai circa 230 ettari, che si estende a macchia di leopardo nei quartieri di Mestre, Carpenedo, Campalto, Carpenedo, Favaro e Dese.

 

Il calendario della giornata sarà ricco di appuntamenti:

– dalle ore 9 a Forte Cosenz, sarà possibile visitare la mostra ornitologica;
– alle ore 10.30 è prevista la partenza in bici dal parcheggio di via Verrazzano a Mestre per raggiungere il “Bosco di Franca” guidati dai soci della Fiab Mestre e del Pedale Veneziano;
– dalle ore 10.30 si aprono le visite guidate ai boschi “Ottolenghi”, “Franca” e “Zaher” (a piedi o in carrozza trainata da cavalli), con camminata guidata alla scoperta delle specie di uccelli presenti nell’area;
– alle 11.30 si terrà il concerto en plein air con la “Giovane Orchestra Metropolitana”
– alle 12.30  è previsto il pranzo al sacco (che potrà essere acquistato anche il loco)
– dalle 15 si terranno attività e giochi all’aperto con “Nordic walking” Mestre e altre visite naturalistiche.

 

Per ulteriori informazioni: www.assboscomestre.it      cell. 3296986704

Anche quest’anno, come da tradizione, il prossimo 25 aprile sarà ricco di appuntamenti. Di seguito il programma delle celebrazioni per il 74° anniversario della Liberazione promosse, su tutto il territorio comunale, dal Comune di Venezia in collaborazione con Anpi, l’Anppia, Fiap-G.L., Assoarma, Comunità ebraica di Venezia e Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea.

 

Le manifestazioni principali si svolgeranno, come di consueto, a Venezia, in piazza San Marco (alle 9.30) e in Campo del Ghetto Nuovo (alle 11.30), e a Mestre, in piazza Ferretto (alle 11). L’ammainabandiera nelle due piazze, alle ore 18.50, con gli onori resi dal Picchetto militare, concluderà la giornata.

Il programma completo

 

VENEZIA

Ore 9.30: Piazza San Marco, alzabandiera e onori resi da una Compagnia in armi interforze
ore 10.15: Sestiere di Cannaregio, Percorso della Memoria. Corteo da campo San Cianciano accompagnato dal Coro 25 Aprile
ore 11.30: Campo Del Ghetto Nuovo, conclusione del Percorso della Memoria con concerto della Banda musicale di Pellestrina. Festa della Liberazione con letture degli studenti dell’istituto Benedetti-Tommaseo, cerimonia dell’alzabandiera e commemorazione ufficiale.
ore 18.50: Piazza San Marco, cerimonia dell’Ammainabandiera e onori resi dal picchetto militare interforze

MESTRE

ore 10.30: Municipio, deposizione corone d’alloro alle lapidi dedicate ai caduti.
A seguire (ore 11): Piazza Ferretto, cerimonia dell’alzabandiera e onori resi dal picchetto Militare con esecuzione dell’inno Nazionale a cura della Banda Musicale Ccrt di Tessera. Deposizione corona d’alloro alla Lapide della Resistenza ore 11.10: Piazza Ferretto, Festa della Liberazione, commemorazione ufficiale, concerto della Banda Musicale Ccrt di Tessera. Intrattenimento musicale e letture dell’Associazione Voci di carta e di studenti delle scuole superiori
ore 18.50: Cerimonia dell’Ammainabandiera e onori resi dal picchetto militare

 

 

Le celebrazioni saranno inoltre diffuse su tutto il territorio comunale delle Città di Venezia, secondo il seguente programma.

 

CENTRO STORICO

VENEZIA

ore 8.30: Campo Bandiera E Moro, alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini Venezia;
ore 10.30: Campo Santa Margherita, alzabandiera e deposizione corone d’alloro al Monumento ai Caduti a cura dell’associazione Arma Aeronautica e Circolo 1 maggio;
ore 11.00: campo san Marcuola, alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini Venezia;
ore 12.00: campo sant’Alvise, alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini Venezia;
ore 17.30: via Garibaldi, percorso della Memoria, ritrovo dei partecipanti e partenza del corteo in direzione Riva dei Sette Martiri e deposizione corone d’alloro alle lapidi e ai monumenti ai caduti, con conclusione del percorso alle 18.00 al Largo Marinai d’Italia e interventi commemorativi finali;
18.30: Fondamenta San Giacomo alla Giudecca, deposizione della corona d’alloro alla Lapide in memoria dei caduti per la libertà.

 

SANT’ERASMO

ore 10.30: messa di commemorazione in onore dei caduti. A seguire deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti con la partecipazione della Banda Musicale di Sant’Erasmo

 

LIDO DI VENEZIA

ore 9.30: via Sandro Gallo, deposizione della corona d’alloro al cippo commemorativo
ore 9.45: Palazzo Pretorio a Malamocco, raduno e alzabandiera in collaborazione con l’associazione Il Fante e celebrazione messa nella chiesa di Santa Maria Assunta

TERRAFERMA

MESTRE

ore 9.30: bivio via Pepe – via Forte Marghera, alzabandiera e deposizione corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti del Mare
ore 9.30: via Terraglio, Percorso Della Memoria con deposizione di corone d’alloro a Villa Tivan, all’ospedale Villa Salus, all’ex Centro civico Terraglio e nel parco di via Gatta
ore 10.00: Piazza XXVII Ottobre, deposizione corona d’alloro al Monumento alla Liberazione

 

MARGHERA

ore 10.30: via Catene, deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, in collaborazione con l’associazione Nazionale Combattenti e Reduci e Associazioni d’Arma, sezione di Chirignago, con l’associazione Fiera Franca di Chirignago e con l’Associazione nazionale Carabinieri
ore 11.00: Piazza del Municipio, deposizione corona d’alloro alla Lapide ai Caduti. Commemorazione ufficiale con la partecipazione delle Associazioni d’Arma e combattentistiche e dell’Associazione nazionale Partigiani d’Italia

MALCONTENTA

ore 10.30: piazzale chiesa Sant’Ilario, celebrazione messa
ore 11.30: piazzale chiesa Sant’Ilario, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al monumento dei caduti, saluto delle autorità. È prevista la partecipazione di alunni delle scuole e rappresentanti del Comune di Mira

CA’ SABBIONI

ore 10.00: piazza Cosmai, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al monumento ai caduti

 

TESSERA

ore 8.30: Piazzale di Santa Maria Assunta, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità

FAVARO VENETO

ore 9.00: Piazza Pastrello, alzabandiera, inno nazionale e musiche della Resistenza eseguite dalla banda musicale Ccrt di Tessera. Deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti e alle lapidi all’interno della Municipalità, seguirà un momento di commemorazione e saluto delle autorità

 

CAMPALTO

ore 8.30: Piazzale Chiesa San Martino, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità

DESE

ore 8.30: Piazza Fratelli Pomiato, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità

CHIRIGNAGO

ore 9.00: Piazza San Giorgio, alzabandiera
ore 9.20: nella sede della Municipalità deposizione corone d’alloro alle lapidi dedicate ai Caduti militari e civili

GAZZERA

ore 10.00: deposizione corona d’alloro al monumento ai Caduti di tutte le guerre di fronte alla chiesa di Santa Maria Ausiliatrice
ore 10.15: deposizione corona d’alloro alla lapide dedicata a Gino Breda (angolo via Breda e via Gazzera Alta), al Monumento ai Caduti militari di Chirignago e Villabona-Catene e al Monumento ai Caduti di tutte le guerre angolo via Miranese-via Trieste

 

ZELARINO

ore 09.30: cimitero, deposizione corona d’alloro alla lapide ai Caduti di tutte le guerre
ore 10.00: Piazzale Munaretto, alzabandiera e deposizione corone d’alloro al Monumento ai Caduti per la patria. Seguirà momento di commemorazione e saluto delle autorità
ore 10.30: Sagrato della chiesa di San Vigilio e Santa Maria Immacolata, deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti di tutte le guerre

 

TRIVIGNANO

ore 11.00: di fronte alla chiesa di San Pietro Apostolo in Vincoli, deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti

 

 

Il programma completo è stato pubblicato anche sul sito del Comune di Venezia e sarà divulgato tramite i profili social del Comune.

Punta Passo Campalto, nella zona della darsena dove attraccano le barche, è un’area a impatto visivo eccellente, utilizzata da tutta la cittadinanza, negativamente colpita dai segni vandalici lasciati negli ultimi anni e già segnalati da tempo su una pagina Facebook che raccoglie le problematiche della città.

 

Nonostante esista un possibile progetto alternativo, i muri e la muratura avrebbero comunque bisogno di un rinnovo estetico, dall’eliminazione dei vari segni vandalici, alla rimessa a nuovo delle mattonelle, oltre a una ripulitura dei muri (eccessivamente sporchi), che fanno passare l’idea di una certa trascuratezza.

 

Alla luce di tutto ciò, i Verdi Metropolitani/e Venezia – nella figura di Marco Trevisan – invitano la cittadinanza a segnalare possibili atti vandalici, per mantenere la darsena in modo rispettoso verso i cittadini e chi ne usufruisce.

 

   

 

     

 

    

 

    

«La segnalazione mi è giunta da un genitore, il quale compilando un modulo della neuropsichiatria infantile del distretto socio-sanitario di Favaro Veneto si è trovato di fronte alla richiesta di specificare la razza/etnia della figlia. Il modulo serviva per la raccolta dati e la valutazione della bambina per l’accesso alla prima visita dello specialista di neuropsichiatria infantile». Così il consigliere regionale Piero Ruzzante (Liberi E Uguali), che nella giornata di ieri ha depositato assieme alla consigliera regionale Patrizia Bartelle un’interrogazione a risposta immediata per chiedere alla Giunta regionale di eliminare la dicitura “razza” da tutti i moduli delle Ulss venete.

«Voglio ricordare – aggiunge l’esponente di Liberi E Uguali – che poco meno di un anno fa il consiglio regionale ha votato a larghissima maggioranza una mia mozione che impegnava la Giunta a eliminare la dicitura “razza” nei referti medici delle Ulss». «Si tratta di un termine assolutamente inutile ai fini medico-diagnostici – sottolinea Ruzzante –, che può essere mal interpretato, perciò auspico che la Giunta provveda ad eliminarlo non solo dai moduli della neuropsichiatria infantile, ma anche da tutti gli altri documenti delle Ulss venete in cui fosse ancora presente».

Giorgio d’Este, assessore comunale al Comune di Venezia e Marco Bellato, presidente della Municipalità di Favaro hanno partecipato alle manifestazioni di questa mattina, in occasione del Natale

 

Una domenica di festa all’insegna soprattutto della solidarietà al Centro commerciale “La Piazza” di Favaro. In programma infatti ben due manifestazioni (The Christmas Vespa ride e The Christmas fest) con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare ad associazioni e cooperative del territorio operanti a favore dei disabili, per attività di carattere ricreativo, scolastico, didattico e culturale.

 

Numerosissimi i cittadini che hanno raccolto l’invito e partecipato alle manifestazioni, a cui hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore comunale Giorgio D’Este, il presidente della Municipalità di Favaro Marco Bellato e la consigliera comunale Deborah Onisto, in rappresentanza dell’Amministrazione. Insieme hanno portato non solo il loro ringraziamento ai promotori dell’evento benefico, ma anche gli auguri a tutti i presenti, da parte sia del Comune che della Municipalità.

 

Particolarmente colorato e suggestivo il corteo di motocicli (guidati ognuno da un Babbo Natale) che ha dato vita al The Christmas Vespa ride, promosso dal Vespa club Mestre: un vero e proprio “Vespagiro”, partito da piazza Carpenedo, con soste in alcuni locali del centro di Mestre, per arrivare poi al Centro commerciale di Favaro.

 

The Christmas fest ha invece proposto per tutto l’arco della giornata una serie di iniziative dedicate anche ai cinofili, come la sfilata dei cani di salvataggio e da lavoro e il pranzo conviviale con la sezione “Dog therapy” dell’associazione “Parco Villa Tivan”.

 

 

Continua la rassegna “Cinemoving”, kermesse che sta riportando il cinema in piazza alla maniera di una volta. Nei prossimi giorni le proiezioni dei lungometraggi interesseranno diversi quartieri della terraferma, alternando film d’animazione a pellicole di successo (anche vincitrici di premi Oscar, David di Donatello o Golden Globe).
Questa serae sarà la volta di Dese: il carretto dei gelati e il maxi schermo itinerante troveranno posto accanto alla chiesa in vista della proiezione de La sedia della felicità di Carlo Mazzacurati, commedia italiana su una caccia al tesoro “stralunata” che attraversa un Nordest abitato da una “bizzarra umanità”. La pellicola ha vinto un premio ai Nastri d’Argento e ottenuto 5 candidature ai David di Donatello. Il 12 agosto spazio invece al cinema francese di successo, con la proiezione di Quasi Amici: dietro la chiesa di Villaggio Laguna, accanto al Valentino, sarà proiettato “Quasi Amici”, con regia di Olivier Nakache e Éric Toledano. La trama racconta della commovente storia di Philippe e Driss, rispettivamente un aristocratico e un badante ex detenuto. Il film ha ottenuto una candidatura ai Nastri d’Argento e ha vinto un premio ai David di Donatello.
Per continuare la rassegna di lungometraggi premiati dalla critica, il 16 agosto nell’area verde di via Gavagnin, nel Quartiere Pertini, sarà proiettato Se dio vuole, fatica d’esordio di Edoardo Falcone che analizza con leggerezza ma anche con profondità il tema del divino. Il film ha ottenuto 2 candidature e vinto un David di Donatello. Il giorno seguente, venerdì 17 agosto, il ritorno ai giardini di via Piave: apertura della serata alle 18 e concerto dalle 19.30 alle 21 dei “Feather Mackenzie”, giovane trio veneziano, per poi concludere con la visione di Ave, Cesare! commedia dei fratelli Ethan e Joel Coen. Sabato 18 agosto, infine, dietro al Municipio di Favaro Veneto, sarà la volta di uno dei cartoni animati più amati dai più piccoli: Oceania, che ha ottenuto 2 candidature agli Oscar e altrettante nomination ai Golden Globes. Tutte le proiezioni inizieranno alle 21.15 e saranno a ingresso gratuito.

Continuano gli eventi delle “Città in Festa”, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma:

 

Questi gli eventi di domani, martedì 8 maggio:
MESTRE CARPENEDO

– Ti racconto l’affido e la solidarietà familiare (Servizio Politiche Cittadine per l’Infanzia e l’Adolescenza), ore 10-12

– Mossa vincente, Scacchi in corte, fondazione Mammamaria, ore 16.30

– La città che mi piace, Taglia e incolla per bambini, fondazione Mammamaria, ore 17.30

 

Questi gli eventi di mercoledì 9 maggio:
LIDO PELLESTRINA
– 8° Memorial Nicola Vianello, Parrocchia agli Alberoni
MESTRE CARPENEDO
– campionato di serie A basket: Umana Reyer – EA7 Emporio Armani Milano, ore 20.30, Palasport Taliercio
– “Billy Elliot, il musical” (in scena fino al 13 maggio), Teatro Toniolo, ore 19.30

 

Questi gli eventi di giovedì 10 maggio:
VENEZIA MURANO BURANO
– saggio del Conservatorio Benedetto Marcello Auditorium “L. Sbrogiò”
MESTRE CARPENEDO
– “Billy Elliot, il musical” (in scena fino al 13 maggio), Teatro Toniolo, ore 21
– La lingua in strada, coop. soc. Elleuno, Terre di Mezzo, ore 16.30

– Una città che può… essere solidale: ospitare ragazzi migranti (Servizio Politiche Cittadine per l’Infanzia e l’Adolescenza), ore 17.30.

 

Per tutte le iniziative in programmazione al Centro Culturale Candiani consultare la pagina: www.culturavenezia.it/candiani
Per maggiori informazioni, si invita comunque a consultare i seguenti siti:  live.comune.venezia.itwww.culturavenezia.it

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni