Home / Posts Tagged "elettrodomestici"

Gli elettrodomestici che abbiamo in casa sono sempre più sofisticati, soprattutto se pensiamo ai modelli smart e automatizzati. Sono sicuramente più efficienti e aiutano a ridurre i consumi, ma necessitano di un’assistenza affidabile e sicura, che renda il cliente soddisfatto dell’acquisto.

 

Il 48% degli italiani infatti, abbandona uno specifico marchio proprio a seguito di un’esperienza negativa con l’assistenza e questo la dice lunga su quanto sia importante curare il rapporto con la clientela, utilizzando gli strumenti giusti. Per cercare una soluzione per la riparazione di elettrodomestici a Treviso o in altre città, vi consigliamo di fare alcune verifiche in base ai servizi che offrono.

 

Flessibilità oraria

Gli orari di lavoro sono vincolanti e quindi molte famiglie si ritrovano a richiedere assistenza la sera o durante i weekend, il momento in cui si è in casa. Trovare un servizio di assistenza che sia disponibile 7 giorni su 7 è un grande vantaggio, perché così annulliamo il pensiero di dover ricorrere al tecnico pagando sovrapprezzi o, nella peggiore delle ipotesi, di dover prendere permessi dal lavoro per poter riparare la lavatrice.

 

Tempestività

Ci sono diverse aziende che garantiscono un’assistenza veloce con il tecnico che in poco tempo riesce ad arrivare a casa. La ragione sta nella fitta rete territoriale, con l’affidamento dell’assistenza a tecnici specializzati e autorizzati dai brand in ambito locale. Quando si acquista un elettrodomestico, è importante verificare la presenza di centri di assistenza in zona, al fine di non rischiare di ritrovarsi per diverso tempo con lo strumento inutilizzabile.

 

Contatto multicanale

Nell’era di internet, un’assistenza sicura e affidabile, è contattabile da più canali e in maniera diretta. Sono ad esempio molto utili le chat istantanee sui siti e le chat dei social. In molti casi servono anche a risolvere problemi semplici, che non necessitano dell’intervento diretto del professionista ma di una guida competente nell’individuazione del problema e nella proposta della sua soluzione.

 

Tecnici preparati

Un aspetto importante dell’assistenza, soprattutto quella da remoto, è la preparazione e la professionalità di chi ti ascolta. È fondamentale infatti che conosca bene l’apparecchio su cui intervenire e che riesca a guidare il cliente nella spiegazione del problema facendo le domande giuste. Un atteggiamento disteso e sicuro, è rilassante per il cliente che è preoccupato per l’eventuale danno, e nello stesso tempo aiuta il tecnico a capire la gravità della situazione e indicare se è necessario l’intervento e quali sono le eventuali cause del problema.

 

Contenuti fai da te

Siamo abituati a fare ricerche online e spesso, prima di chiamare un tecnico specializzato, ci rivolgiamo alla rete per informarci. Predisporre un blog o un canale dedicato alle Faq che riesca a rispondere con velocità ed esaustività alle domande che il cliente si pone è un’ottima strategia per conquistare la sua fiducia.

 

A marzo ad esempio cambieranno le etichette degli elettrodomestici e molte aziende di servizi di assistenza si stanno muovendo per informare le persone sui cambiamenti e sulla nuova valutazione dell’elettrodomestico. Un cliente informato e aggiornato, sarà così un cliente fidelizzato, che promuoverà le capacità di interazione del brand e il suo essere sempre sul pezzo.

Non appena sentiamo uno strano rumore provenire dal frigorifero o dalla lavatrice, il primo pensiero che abbiamo è: “devo comprare un nuovo elettrodomestico”. Se, invece, la soluzione potesse essere quella di riparare? Quando conviene aggiustare, anziché acquistare un nuovo dispositivo? Se è vero che a volte i pezzi di ricambio hanno prezzi spropositati rispetto al prodotto finito e, aggiungendo la manodopera, ci costerebbe più una riparazione che un nuovo acquisto, altre volte conviene riparare il nostro elettrodomestico “vintage”, anche perché – come riporta l’Ansa – riparare è un diritto e un dovere, aiuta a limitare gli sprechi e a vivere in modo più green. Vediamo allora come procedere alla scelta.

 

Ne vale la pena?

Sicuramente all’inizio della valutazione saremo allettati dalla scelta di un nuovo elettrodomestico, più smart, più nuovo, dal design più accattivante. Attenzione però: nella nostra casa potremmo trovarci di fronte a una lavastoviglie guasta di cui è appena scaduta la garanzia, quindi un modello di recente produzione e di tecnologie piuttosto nuove che merita una seconda possibilità. Ci sono anche altre cose da valutare prima di procedere alla scelta! Quali?

 

1. Valuta l’elettrodomestico nell’insieme

Controlliamo lo stato generale dell’elettrodomestico che necessita assistenza: il problema che lo ha fatto smettere di funzionare potrebbe essere solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Se notiamo che ci sono tanti altri difetti e piccoli malfunzionamenti, forse è il caso di sostituire il dispositivo, mentre se la lavatrice sarebbe perfetta senza quel guasto è il caso di aggiustarla.

 

2. Valuta il costo della riparazione

Quando si parla di elettrodomestici, il fai da te è una minaccia che fa rischiare l’estinzione alla categoria, è quindi necessario contattare professionisti del mestiere, specialmente se cerchi un servizio di riparazione elettrodomestici a Treviso e in tutti i capoluoghi del Veneto. A questo punto è opportuno farsi fare un preventivo e considerare il costo di un acquisto di un elettrodomestico di pari livello. Cosa conviene?

 

3. Attenzione all’obsolescenza programmata

Qualcuno ne ha sentito parlare, altri no: l’obsolescenza programmata è una sorta di strategia messa in atto dalle case produttrici per non far durare troppo a lungo gli elettrodomestici, in modo che diventi necessario comprarne uno nuovo. In poche parole, il dispositivo funzionerà benissimo durante la garanzia, terminata la quale si deteriorerà rapidamente. Il “ciclo di vita del prodotto” sarà così stabilito dal produttore e non dalla volontà di cambiare del consumatore. Questo risulta molto evidente per prodotti ad alto livello tecnologico come smartphone e tablet, molto meno per grandi elettrodomestici come forni o lavatrici.

 

Vuoi allungare la vita del tuo elettrodomestico? Prenditene cura!

Come in tutte le cose, prevenire è meglio che curare: il modo più semplice e pratico per garantire una lunga vita a ogni elettrodomestico è quello di fare una manutenzione regolare. Quindi, prima di arrivare a eventuali rotture e guasti, il modo migliore per avere elettrodomestici longevi è compiere quelle piccole azioni periodiche per il loro benessere, come pulizie o verifiche di alcuni componenti. Ovviamente, ogni dispositivo avrà le sue e andranno fatte in periodi ben definiti dell’anno – per esempio la pulizia dei filtri del condizionatore prima della rimessa in funzione estiva – e un consiglio che si può dare è quello di calendarizzare le azioni in modo da non dimenticarle e non lasciare nulla al caso.

Chi ama il design, sa bene che sono numerosi gli stili oggi di tendenza, e che alcuni di essi spiccano sugli altri, per via di una serie di caratteristiche uniche. Ebbene, in questa lista di trend, tra i più rilevanti e apprezzati troviamo senza ombra di dubbio lo stile industrial. 

 

Si parla di una moda molto particolare, perché consente di valorizzare gli spazi domestici e di dare un tocco speciale alla casa. Se poi si parla in particolare della cucina, questa particolarissima tendenza si unisce anche ad un secondo vantaggio, che va oltre la bellezza estetica, ovvero la funzionalità. 

 

Ecco perché oggi in molti cercano di ricreare una cucina di tipo professionale adattandola agli spazi della propria abitazione. Non ci resta dunque che scoprire qualche consiglio utile.

 

La cucina, la vera anima della casa

La cucina? Semplicemente uno degli ambienti più importanti della casa. Il motivo sta nel fatto che, se curata nel modo corretto, può diventare un vero e proprio laboratorio creativo. Al suo interno, infatti, si ha la possibilità di lasciarsi andare e di scatenare la propria fantasia, dedicandosi alla preparazione di gustose ricette. A patto di allestirla nella maniera giusta, usando gli elementi corretti, come nel caso dell’acciaio inox. 

 

Questo materiale si dimostra eccezionale per la cucina, ed è sempre presente all’interno di quelle professionali, per via delle sue particolari peculiarità. In primo luogo è il top in quanto a igiene, e in secondo luogo è molto resistente. Per non parlare poi della bellezza del suo aspetto, tipicamente industrial. Anche per questo motivo, in Italia alcune aziende hanno scelto di dedicarsi a questo materiale, come ad esempio Siera, specializzata nella piegatura tubi e in altre lavorazioni semi artigianali. Altri materiali che non dovrebbero mancare in una cucina professionale sono il legno rivestito in acciaio, e ovviamente il vetro temperato.

 

Utensili ed elettrodomestici per la cucina

Una volta scelti i materiali, occorre dotarsi della giusta attrezzatura professionale, e qui la lista è molto lunga. L’elenco include ad esempio un set completo di padelle, pentole e coltelli, insieme alle casseruole realizzate in ghisa e agli elettrodomestici che non dovrebbero mai mancare. Si parla dell’impastatrice, ma anche dello sbattitore elettrico e della friggitrice. Come detto, però, ci troviamo di fronte ad una lista davvero ampia, che ovviamente non è uguale per tutti. Certe persone potrebbero infatti avere esigenze diverse, come nel caso di chi prepara i succhi, e qui servono dispositivi come gli estrattori o le centrifughe. Poi ci sono altri strumenti incredibilmente versatili, come i robot da cucina, che oramai troviamo in tutte le cucine professionali. Infine, tornando agli utensili, è importante ricordare quanto contano i coltelli: qui è necessario dotarsi di tutti quelli essenziali, come il modello per sfilettare il pesce.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni