Home / Posts Tagged "Conte"

Riceviamo e pubblichiamo alcune considerazioni di Davide Visentin, capogruppo “Fratelli d’Italia” in Consiglio Comunale a Treviso

 

Altro decreto, altra conferenza stampa, solo pubblicità, nulla di concreto per l’Italia.
Sabato sera nella ormai consueta conferenza stampa del Presidente Conte, in diretta sulla sua pagina Facebook, annuncia, questa volta dopo averlo già firmato (almeno così ha detto), l’ennesimo DPCM urgente. Questa volta i TG, annunciando la diretta, parlano di misure economiche in favore delle famiglie.

 

Conte annuncia di girare subito la somma di 4,3 miliardi di euro ai Comuni, come anticipo del FSC (fondo di solidarietà dei Comuni), soldi che spettavano comunque ai Comuni e che le amministrazioni già avevano messo a bilancio per coprire le spese correnti. Non sono assolutamente soldi in più, servono solo a far quadrare il bilancio. Sono solo anticipati di un mese, invece che a maggio vengono dati ad aprile.

 

La seconda misura inclusa nel decreto sarebbero 400 milioni divisi per tutti gli 8mila comuni Italiani, con il vincolo di destinarli alle persone che non riescono economicamente a fare la spesa, tramite “buoni spesa” ed “erogazioni dirette di derrate alimentari”. Ma ovviamente come da tradizione di questo Governo, non si sa bene come i Comuni dovrebbero “decidere” a chi dare questi fondi. Tramite presentazione di ISEE? Tramite autodichiarazione? Come può il Comune capire quali sono le persone più in difficoltà a causa di questa emergenza legata al COVID-19?

 

Il Presidente apre la sua conferenza stampa lodando i sindaci a cui riconosce il ruolo di sentinelle nelle comunità locali, poi scarica su di loro, con dichiarazioni sensazionaliste, i Cittadini che, giustamente colpiti dall’annuncio del Premier, credono che i Comuni saranno ricoperti d’oro e quindi avanzeranno le loro condivisibili richieste. Sembra che il Premier si accorga solo ora del fondamentale ruolo delle amministrazioni locali, che svolgono sempre, non solo in questa emergenza sanitaria.

 

A Treviso siamo fortunati ad avere questa amministrazione e un sindaco come Mario Conte, che da subito si è dimostrato vicino ai Cittadini, alle imprese, alle famiglie ed al commercio. Non è giusto, da parte di un Governo senza idee sensate, scaricare su di lui e su tutta l’amministrazione queste misure. Chi risponderà alle telefonate dei Cittadini? Risponderanno Casalino o lo staff del Presidente Conte?

 

Di sicuro servivano misure più forti per i Comuni, come ad esempio: l’utilizzo dell’avanzo per tutte le spese correnti, la riduzione degli obblighi di accantonamento del FCDE, l’aumento della soglia per gli affidamenti diretti, il differimento dei termini in materia di appalti di lavori e servizi e fondi di sostegno per la riduzione delle tasse ad esempio dei rifiuti.
Di questo doveva parlare Conte ieri sera, per dare un aiuto concreto ai Comuni e ai sindaci da lui tanto lodati. In più mi aspettavo che parlasse di lavoro e di imprese. Ma con un Governo così, senza alcuna idea, non sentiremo parlare di questo. Mi auguro che, passata del tutto l’emergenza in Italia, si possa finalmente andare al voto, senza nessun governo tecnico, ma con un governo eletto dal Popolo.

Facciamo squadra per rispondere alle tante tragedie della strada con una grande campagna di sensibilizzazione nazionale.

È questo il senso di una lettera che il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha inviato oggi al Premier Giuseppe Conte e al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli.

 

Nella missiva, il Governatore ricorda che, nel solo Veneto, nel 2018 (e i dati in elaborazione per il 2019 non consentono ottimismo), ci sono state 311 vittime per incidenti stradali, con 19.313 feriti, e fa riferimento alla campagna “Occhio alla Vita” lanciata il 30 dicembre scorso da Spresiano in collaborazione con l’Associazione delle Imprese di Intrattenimento (il Silb), che utilizza immagini forti, come carcasse di auto incidentate piazzate all’esterno delle discoteche a far da monito ai giovani frequentatori.

 

Zaia chiede a Conte sostegno alle iniziative del Silb, ma va oltre: “Ritengo – scrive al Premier e alla De Micheli – necessaria e urgente la definizione, il finanziamento e la realizzazione di una capillare campagna nazionale, che coinvolga ogni settore del mondo dell’informazione: giornali, televisioni e radio pubbliche e private, il web in ogni sua articolazione. A questo scopo proporrò in sede di Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome italiane un diretto coinvolgimento di Regioni e Province, in ipotesi partendo dalla partecipazione a un tavolo tecnico comune con il Governo nazionale ove definire e concordare i contenuti, i mezzi i costi e le modalità di attivazione di quella che si configurerebbe come una vera e propria campagna nazionale salvavita”.

L’assessore Venturini all’Aeroporto Marco Polo per la presentazione del progetto di sensibilizzazione rivolto ai passeggeri autistici

 

L’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, è intervenuto questa mattina all’aeroporto Marco Polo di Venezia all’evento promosso in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo per sensibilizzare sul tema i passeggeri dello scalo veneziano e illustrare i servizi dedicati ai passeggeri con autismo. All’incontro con la stampa sono inoltre intervenuti l’amministratore delegato del Gruppo Save, Monica Scarpa, il sindaco di Treviso, Mario Conte, l’assessore al Welfare, Politiche per l’inclusione e la coesione sociale del Comune di Conegliano, Sonia Colombari, il direttore della Fondazione Oltre il Labirinto Onlus, Mario Paganessi, e Paola Matussi, consigliera della Fondazione Oltre il Labirinto, psicologa e mediatrice familiare specializzata nel sostegno a pazienti e famiglie incaricata dei corsi rivolti al personale dell’aeroporto.

 

 

 

Nel corso della mattinata inoltre è stata esposta nella sala partenze una HugBike”, bicicletta per gli abbracci, un tandem particolare brevettato dalla Fondazione Oltre il Labirinto e studiato in modo tale che il guidatore “abbracci” il passeggero ed è stato proiettato il docufilm di promozione sociale sul tema della disabilità “Parole in-superabili”, diretto da Giacomo Ravenna e presentato nella scorsa edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

 

 

 

 

 

Per le persone con autismo – ha spiegato Scarpa – compiere un viaggio aereo può rappresentare un’esperienza molto difficoltosa. Per questo, accogliendo le indicazioni di Enac – Ente nazionale aviazione civile – Save ha aderito al progetto Autismo, in viaggio attraverso l’Aeroporto, avviato già nel 2017 con la collaborazione delle associazioni di settore e in particolare con la Fondazione Oltre il labirinto, con l’obiettivo di agevolare il più possibile il passaggio in aeroporto”.

 

 

 

Il progetto, attivo anche all’aeroporto Canova di Treviso, propone una brochure informativa scaricabile dal sito www.veniceairport.it e distribuita in aerostazione, suddivisa in tre sezioni (prima del viaggio, l’arrivo in aeroporto, prima dell’imbarco) e la possibilità di conoscere in anticipo gli ambienti del terminal attraverso brevi descrizioni e immagini che mostrano gli spazi interni ed esterni dello scalo (disponibili sul sito). Personale dello scalo opportunamente formato è inoltre a disposizione per effettuare una visita mirata dell’aeroporto per familiarizzare con le strutture e con i servizi erogati prima di partire e per il supporto il giorno del viaggio.

 

 

 

“Siamo orgogliosi – ha esordito Venturini nel ringraziare Save e Fondazione Oltre il labirinto – di avere un aeroporto come questo, che non solo è molto apprezzato a livello internazionale, ma dimostra anche una grande sensibilità sociale. Un impegno che va sottolineato a nome di tutte le famiglie che possono sentirsi accolte con servizi su misura. Anche l’amministrazione comunale, che negli ultimi anni ha stretto importanti collaborazioni con associazioni di persone autistiche, conferma l’attenzione e il supporto a favore delle persone con autismo e delle loro famiglie, per combattere gli stereotipi, per aumentare la consapevolezza intorno a questa delicata e difficile condizione e per rafforzare gli interventi del sistema sociale veneziano”.

 

Negli ultimi giorni il nostro giornale si è occupato del problema inquinamento a Treviso.

 

Oggi portiamo alla luce la testimonianza dell’assessore all’Ambiente Manera Alessandro durante la trasmissione 20 e 10 su Antennatre, facendo chiarezza sulle misure antismog e sul passaggio al livello arancio.

 

A tal proposito anche il sindaco Conte ha dichiarato nella sua pagina Facebook: “La nostra Amministrazione ha già mosso passi importanti per ridurre l’inquinamento in città: sono stati stanziati 200 mila euro nei primi tre mesi (contro i 140 mila in 5 anni della Giunta Manildo) per la sostituzione delle vecchie caldaie e sono arrivati i bus elettrici in centro. Ci stiamo muovendo nella direzione del teleriscaldamento e verso misure CONCRETE ed efficaci per la sostenibilità ambientale”.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni