Home / Posts Tagged "concorso letterario"

Federico Bagni di Rovellasca (Como) con il racconto Dieci minuti e Alice Codato di Scorzè (Venezia) con il racconto L’ultima tappa sono i vincitori nelle categorie adulti e under 18 della quinta edizione del concorso letterario nazionale “Rosso d’Inverno”, organizzato dal Comune di Casier.

 

A Tatiana Santin di Miane (Treviso) con il racconto Una cassetta da lustrascarpe e… dintorni l’assegnazione del premio speciale in memoria di Francesca Rago.

 

La cerimonia di premiazione si è svolta sabato 26 gennaio 2019 nella tensostruttura della 33esima Festa del Radicchio Rosso di Treviso a Dosson alla presenza di una folta cornice di pubblico.

 

La giuria, presieduta dal giornalista e scrittore Pierluigi Tamborini e composta da Daniela Barzan, presidentessa dell’Associazione Selaluna, dall’ex sindaco di Casier Daniela Marzullo, dalla giornalista Rai Patrizia Giustarini e dal prof. Gianfranco Casaro, ha inoltre premiato i seguenti raccontiCorrendo sui ricordi di Claudia Giuliato di Casale sul Sile (Treviso) (2. Posto adulti), Domani mattina di Maurizio Comanducci di Aguscello (Ferrara) (3. Posto adulti), Oltre il bosco di Erica Truglio di Paternò (Catania) (2. Posto under 18) e L’artista che guardava l’orizzonte di Gioia Baccan di Villadose (Rovigo) (3. Posto under 18).

 

Una segnalazione di merito inoltre è andata ai racconti Il folle volo di Diego Inghilleri di Sesto San Giovanni (Milano) e Fuoco alle polveri di Anna Di Giusto di Firenze.

 

I finalisti hanno ricevuto premi in denaro, targhe e la valigetta di radicchio offerto dalla locale Associazione produttori. Durante la cerimonia, presentata dal vicesindaco nonché assessore alla cultura Simona Guardati e dallo stesso Pierluigi Tamborini, grande spazio è stato dato alla lettura dei racconti premiati, grazie alle voci di Miriam Noè, Rossella Gioia e Maurizio Rizzo. Non è mancata la componente musicale con la presenza di una band composta dagli amici di Francesca Rago.

Quest’anno è possibile concorrere per le sezioni della I terna: “Montagna: cultura e civiltà”, “Esplorazione – Viaggi”, “Finestra sulle Venezie”. Il termine di partecipazione è il 10 maggio 2019. La Giuria, a cui spetterà giudicare le opere partecipanti, si arricchisce quest’anno della presenza del giornalista Salvatore Giannella, già direttore de L’Europeo e di Airone

 

Riparte, con la presentazione del bando e del regolamento 2019, il Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”, prestigioso concorso “per libri di montagna, alpinismo, esplorazione – viaggi, ecologia e paesaggio, artigianato di tradizione e Finestra sulle Venezie sulla civiltà veneta” dedicato alla figura e all’opera di Giuseppe Mazzotti, eclettico intellettuale trevigiano (scrittore, alpinista, gastronomo, salvatore delle ville venete, per molti anni consigliere del Touring Club Italiano). In questa XXXVII edizione si potrà concorrere nelle sezioni “Montagna: cultura e civiltà”, “Esplorazione – Viaggi”, “Finestra sulle Venezie, per opere riguardanti aspetti della civiltà, della cultura territoriale ed ambientale del mondo veneto”.

 

Ognuna delle tre sezioni di gara avrà un vincitore (a cui spetterà il premio di duemila euro) e la selezione spetterà alla Giuria del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”, composta da Loredana Capuis, Mirella Tenderini, Alessandro Vanoli, Alessandra Viola, Franco Viola e Italo Zandonella Callegher, ai quali si aggiunge quest’anno Salvatore Giannella, giornalista e direttore prima de L’Europeo e poi di Airone dal 1986 al 1994.

 

Il riconoscimento è promosso dall’Associazione “Premio Letterario Giuseppe Mazzotti” e ne è main sponsor Intesa Sanpaolo, è patrocinato e sostenuto da Touring Club Italiano, Club Alpino Italiano, Regione del Veneto, Reteventi Provincia di Treviso, Comune di San Polo di Piave, Montura – Tasci s.r.l., Confartigianato del Veneto, Camera di Commercio Treviso – Belluno, Parco Gambrinus, Valcucine – Driade S.p.A. – FontanaArte S.p.A – Toscoquattro S.r.l, Stiga S.p.A.,  Consorzio Tutela Prosecco Doc – Consorzio Vini Venezia, Fondazione “Americo e Vittoria Giol”, Dieffebi S.p.A., Azienda Agricola Antonio Facchin, Eclisse S.r.l., Latteria Soligo, Acqua Pejo S.r.l., Greenova Italia S.r.l., Assindustria Veneto Centro, Confraternita del Raboso, Magis S.p.A., Umana S.p.A..

 

Il Premio è riservato a opere scritte o tradotte in italiano pubblicate dal 1° gennaio 2017 al 30 aprile 2019. Il bando scadrà il 10 maggio 2019 e l’annuncio delle opere vincitrici e di quelle eventualmente segnalate avverrà a metà ottobre; la cerimonia delle premiazioni si svolgerà al Parco Gambrinus di San Polo di Piave (Treviso), sabato 16 novembre 2019 alle 16,30 e al termine sarà assegnato il Super Premio “La Voce dei Lettori” del valore di tremila euro, determinato dal voto di preferenza della Giuria di quaranta lettori (rappresentanti del mondo della cultura, dell’associazionismo, della comunicazione, della scuola, dell’università), chiamata a scegliere la preferita fra le tre opere già premiate dalla Giuria.

 

Per informazioni

Segreteria del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”

tel. 0422 855609

fax 0422 802070

[email protected]

www.premiomazzotti.it

Sono 144 i racconti pervenuti da tutta Italia alla giuria presieduta da Pierluigi Tamborini. Due le categorie: Adulti e Under 18, con due menzioni e un premio speciale alla memoria di Francesca Rago

 

La quinta edizione del concorso letterario nazionale “Rosso d’Inverno” è pronta a consacrare i vincitori. Sabato prossimo, 26 gennaio, alle 16.30 nella tensostruttura di via Fermi a Dosson – dove è in programma la Festa del Radicchio Rosso di Treviso – si terrà la cerimonia di premiazione da parte della giuria, presieduta da Gianluigi Tamborini.

 

“Traguardi” è il tema scelto per i racconti di questa edizione 2019, che anche quest’anno ha raccolto moltissime adesioni da tutta Italia. Con ben 144 elaborati, tutti giudicati di elevata qualità.

 

Questi i finalisti, suddivisi per categoria.

Categoria Adulti, che concorrono anche per il premio speciale alla memoria di Francesca Rago: Dieci minuti di Federico Bagni di Rovellasca (Como), Domani mattina di Maurizio Comanducci di Aguscello (Ferrara), Correndo sui ricordi di Claudia Giuliato di Casale sul Sile (Treviso), Una cassetta da lustrascarpe e… dintorni di Tatiana Santin di Miane (Treviso).

Categoria Under 18: L’artista che guardava l’orizzonte di Gioia Baccan di Villadose (Rovigo), L’ultima tappa di Alice Codato di Scorzé (Venezia), Oltre il bosco di Erica Truglio di Paternò (Catania).

 

In considerazione dell’alta qualità dei racconti ricevuti, la giuria ha deciso di premiare altri due autori con una segnalazione di merito e la consegna di un attestato speciale. Si tratta di Diego Inghilleri di Sesto San Giovanni (Milano), autore del racconto Il folle volo e di Anna Di Giusto (Firenze), autrice di Fuoco alle polveri.

“Racconta le tue origini di Venezia. Miti e storie” è un concorso letterario di grandissimo interesse che ha avuto il suo epilogo nell’isola di Torcello.

 

Motivo d’orgoglio per il nostro giornale è che il premio del pubblico è assegnato con l’applausometro alla nostra collaboratrice e scrittrice Cristina De Rossi, per il suo racconto Orgoglio a Prua. Qui è possibile vedere il video della lettura in diretta.

 

Moltissime le persone convenute che hanno assistito alle premiazioni ed alla lettura delle opere vincenti. Il primo premio, un Trono di Attila fatto con una stampante 3D, è stato assegnato a Stefano Benvenuti per il racconto 482 d.c. Pensieri di un Altinate. Il premio della critica è andato a Simone Costantini per Saor, bisati rosti, sepe in tecia. Menzione speciale a Mariangela Galateo Vaglio per Attila flagello delle lagune.

 

La giornata ha visto anche la visita agli scavi archeologici, alla Basilica di Santa Maria Assunta e al Museo di Torcello.

 

Oltre a Tiziano Scarpa ospite d’eccezione, a presenziare all’evento c’erano anche il giudice della migliore storia, Valerio Massimo Manfredi, la soprintendente per l’archeologia e le belle arti per il Comune di Venezia Emanuela Carpani, il direttore del Polo Museale del Veneto Daniele Ferrara e il collettivo Rugagiuffa.

 

Fonte: Il Gazzettino

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni