Home / Posts Tagged "centro storico"

Dopo il successo delle cacce al tesoro nelle maggiori città d’Italia, Play the City ritorna a Venezia con un memorabile gioco urbano in occasione della 76ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

 

L’evento si terrà il pomeriggio di sabato 07 settembre. Il campo di gioco è il centro storico di Venezia.

 

Una Venezia da cinema” è un’avvincente caccia al tesoro moderna pensata per adulti, ma adatta anche a famiglie e ragazzi: le squadre si sfideranno nella risoluzione di enigmi e indovinelli. Per trovare le soluzioni, sparse per la città, l’astuzia non basta. Foto, social network e GPS sono ingredienti fondamentali della partita.
I segreti e i misteri da svelare sono inseriti in una cornice narrativa a tema. Uno studente del master in Fine arts in filmmaking di Ca’ Foscari Challenge School ha bisogno del vostro aiuto! Per uno degli esami deve elaborare una tesina molto particolare su alcuni film girati a Venezia.
Ma l’esaminatore, il famoso critico cinematografico di origini malesiane Krit-Hi-Con, nel controllare il materiale che ha raccolto, lo ha mescolato e confuso.
Inoltre ha aggiunto delle richieste molto particolari e lo studente non è sicuro di non riuscire a completare il lavoro in tempo.

Play the City 

Play the City è una realtà nata per rivoluzionare il modo di vedere il mondo: raccontiamo storie per stimolare un pensiero orientato alla ricerca e all’indagine, anche nella quotidianità. Offriamo una forma alternativa di protagonismo, rivolta a tutti, rispondendo così all’esigenza di non essere passivi davanti alle cose, ma di sperimentarle in prima persona.

I dettagli di gioco

Il gioco è aperto a tutti e si svolgerà anche in caso di tempo atmosferico avverso.
Durata: circa 3 ore.
Prezzo:
– 20€ a persona con pagamento anticipato via bonifico entro lunedì 02 settembre
– 23€ con PayPal o Satispay entro il giorno prima dell’evento
Il prezzo del biglietto comprende:
– kit/squadra (materiale di gioco e mappa della città);
– aperitivo finale
Materiale necessario: uno smartphone per squadra con connessione web.
La sfida inizia nei pressi dei giardini di Ca’ Rezzonico, alle ore 17.30 di sabato 07/09/19.
Iscrizione obbligatoria e posti limitati.
Numero di giocatori per squadra: 4-6 persone. È possibile iscriversi anche singolarmente: saranno gli organizzatori, in questo caso, a comporre le squadre.

Informazioni

Tel: +39 347.8216067 (Sara Poggi)

La Direzione Coesione sociale del Comune di Venezia rende noto che, da martedì 26 marzo, sono state pubblicate le graduatorie provvisorie dei “Bandi di concorso – anno 2018 – per 57 alloggi comunali siti in Venezia centro storico ed isole – 29 alloggi destinati ai nuclei familiari con reddito medio-basso (categoria A) e 28 alloggi destinati ai nuclei familiari giovani con età inferiore a 31 anni (categoria B)”.

 

Le info

 

Le graduatorie sono scaricabili in formato Pdf dal sito del Comune di Venezia alla pagina www.comune.venezia.it/node/16504.

 

 

Per esigenze di tutela e nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento UE 2016/679 e dalla deliberazione della Giunta comunale 150 del 15 maggio 2018, in cui si approvano i criteri e le modalità organizzative del sistema di tutela dei dati personali del Comune di Venezia. Le posizioni degli idonei, in entrambe le graduatorie, sono individuate attraverso l’indicazione del numero di protocollo generale dell’istanza di partecipazione al bando e sono redatte in 2 versioni: una in ordine progressivo di data di presentazione della domanda online (o presso gli uffici) e una in ordine di punteggio. Le posizioni dei nominativi con medesimo punteggio sono collocate, in base a quanto previsto dai bandi, in ordine alfabetico.

 

Come fare ricorso

 

I ricorsi potranno essere presentati da oggi, 27 marzo, alle ore 13 del 25 aprile prossimo utilizzando l’apposito modulo e seguendo la procedura online collegandosi all’indirizzo: https://portale.comune.venezia.it/bandi/accedi, previa registrazione a http://www.cittadinanzadigitale.it, seguendo le apposite istruzioni per la compilazione e dovrà essere intestato al richiedente che ha presentato la domanda.

 

 

In alternativa, il modulo per i ricorsi potrà essere compilato presso gli uffici del Comune di Venezia – Servizio Bandi e Gestione inquilinato, Santa Croce, 353 – Venezia.

 

 

Lo sportello per i ricorsi sarà attivo nelle giornate di martedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 11. In questo caso il richiedente potrà presentarsi, previo appuntamento telefonico, munito di valido documento di riconoscimento e del codice fiscale. In caso di persona delegata, questa dovrà presentarsi munito di: delega scritta, valido documento di riconoscimento, una fotocopia del documento di riconoscimento e codice fiscale del richiedente.

 

I contatti

 

Riguardo i ricorsi, per appuntamenti e/o informazioni saranno attivi lunedì e giovedì dalle 9 alle 11 i numeri telefonici del Comune di Venezia – Servizio Bandi e Gestione Inquilinato: 041.2747879, 041.2747890.

 

 

In ogni caso, informazioni utili saranno reperibili sul sito del Settore Risorse Finanziarie e Abitative https://www.comune.venezia.it/node/16504.

Zaccariotto “800mila euro per incrementare la residenzialità”

La Giunta Comunale, ha approvato su proposta del sindaco Luigi Brugnaro, della vicesindaco Luciana Colle e dell’assessore ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto, due delibere che riguardano, complessivamente, il recupero di 39 alloggi nel centro storico e nelle isole di Venezia.

 

“Si tratta di interventi finanziati per un totale di 800mila euro provenienti dal Programma operativo nazionale plurifondo Città Metropolitane 2014-2020 (P.O.N. METRO) – spiega Zaccariotto – che riguarderanno, nello specifico, la manutenzione di 27 alloggi vuoti di edilizia non ERP e 12 di edilizia ERP. Nello specifico – conclude l’assessore – saranno interessati dagli interventi 5 appartamenti a Cannaregio, 8 a Castello, 4 a Santa Croce, 1 a Dorsoduro, 14 alla Giudecca, 3 al Lido e 4 a Murano”.

 

“Una volta ristrutturati – commenta infine Colle – i 39 appartamenti torneranno a essere nelle disponibilità dell’Amministrazione per destinarli alle famiglie, secondo procedure trasparenti”.

 

I lavori saranno eseguiti da Insula S.p.A. e interesseranno l’efficientamento energetico dell’alloggio con rifacimento dei servizi igienici, degli impianti elettrici e termici con la sostituzione caldaie. Si interverrà quindi con lavori di muratura e di sostituzione delle pavimentazioni, dei serramenti e degli infissi in genere.

 

Il Comune di Venezia sta studiando un nuovo regolamento sull’apertura di nuove attività per la somministrazione di cibi e bevande in centro storico.

 

Con questo nuovo regolamento, già all’esame delle associazioni di categoria, si metterà un freno alle aperture di esercizi pubblici in città, con alcune limitazioni per la Giudecca, le isole e il Tronchetto.

 

Fonte: VeneziaToday

Venerdì 22 giugno, alle 17, la gelateria Chocolat ha aperto il suo nuovo store in centro a Mestre, in via Gino Allegri 27. Una folla di gente, complice il gran caldo della giornata, o magari il gelato gratuito promesso per l’inaugurazione, si è presentata per festeggiare assieme ai titolari l’apertura della nuova attività.

Al taglio del nastro erano presenti anche l’Assessore Venturini e il consigliere comunale Senno. Gelato ma non solo, l’offerta è molto varia: dalla caffetteria, ai prodotti da forno, fino alla possibilità di consumare pasti veloci.
La gelateria dispone di un plateatico dove i clienti potranno degustare le consumazioni comodamente seduti.
Chocolat ha aperto in un negozio rimasto a lungo sfitto dopo la chiusura di Pool&Bear.

Montasu, Ciabatte, Rosette: stand di pane dorato e fragrante saranno allestiti venerdì 18 maggio in numerosi campi del centro storico di Venezia, Murano e Burano per la manifestazione “Pane in Campo”, promossa dall’associazione veneziana panificatori, in collaborazione con il Comune di Venezia e Vela.

 

La presentazione dell’iniziativa, che vuole valorizzare una delle produzioni artigianali più antiche della città, si è svolta ieri mattina a Ca’ Farsetti, alla presenza della presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, dell’assessore alla Coesione sociale e sviluppo economico, Simone Venturini, di Paolo Stefani e Nicola Rizzo, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione veneziana panificatori e Michele Albonico, panificatore storico della città.

 

Dalle ore 11 alle 17.30, nell’ambito de “Le città in Festa”, nei Campi Santa Fosca, San Giacometo, Santo Stefano, Santa Margherita, in via Garibaldi, in piazzale Santa Maria Elisabetta al Lido, in Campo San Donato a Murano e in piazza Galuppi a Burano i panificatori della città offriranno la degustazione di pane artigianale. Offerta libera a favore della mensa dei poveri.

 

“Un’occasione – ha spiegato Rizzo – per far conoscere alla cittadinanza, alle categorie economiche e ai visitatori della città delle importanti eccellenze. Dopo l’accanimento della stampa internazionale in seguito alla triste disavventura dei quattro giovani turisti che si erano trovati a pagare un conto molto salato in un ristorante dell’area marciana, vogliamo dimostrare che Venezia è una città fatta di categorie che lavorano in modo serio, puntando sulla professionalità e sulla qualità”.

 

Acqua, farina, lunghe ore di fermentazione sono gli ingredienti di un prodotto che Venezia ha sempre realizzato con grande maestria, sin dai tempi più lontani. Il pan biscotto riforniva le cambuse delle navi ed era uno degli alimenti principali dei marinai ai tempi della Serenissima. “Quello del fornaio – ha spiegato Paolo Stefani – era uno degli antichi mestieri della città che ancora sopravvive, nonostante i costi di lavorazione e manodopera, il problema dell’umidità, il rifornimento delle materie prime, i lunghi tempi di lavorazione, il trasporto del prodotto finito. Ma  mentre fino agli anni ’60 nel centro storico c’erano un centinaio di forni, adesso se ne contano meno di 20. Quando si passeggia per una calle e si sente il profumo del pane in cottura, quel profumo, a cui corrisponde un gusto particolare, indica che il prodotto è artigianale e non industriale. È questa lavorazione che vogliamo far conoscere direttamente a tutti coloro che ci verranno a trovare venerdì 18: un prodotto sano, fonte di benessere, che ricorda la lavorazione di un tempo”.

 

“L’appello agli operatori turistici e commerciali della città – ha sottolineato l’assessore Venturini – è quello di utilizzare il tesoro che è nelle mani dei panificatori veneziani e di offrire agli ospiti delle loro strutture non tanto il pane congelato quanto il pane fresco. L’invito è a un’alleanza tra veneziani. Qualche giorno fa – ha aggiunto Venturini – siamo stati ospiti in un forno della città (vedi contributi video in allegato): la passione che trasmettono questi artigiani è unica e l’Amministrazione non poteva non sostenere questa iniziativa perché se Venezia ha un futuro lo deve alle persone, che sono fatte di mestieri e professionalità”.

 

“Gli artigiani – ha concluso la presidente Damiano – rappresentano la risorsa più preziosa delle singole comunità; la nostra storia e le nostre tradizioni”.

Sono sempre stata affascinata dalla città di Treviso e l’atmosfera di festa, inclusione e accoglienza che ho respirato ieri alla Treviso in rosa me l’ha fatta apprezzare ancora di più.

 

Si è svolta ieri infatti la 4. edizione della corsa ludico-motoria tutta al femminile, che ha letteralmente riempito di colore le vie del centro storico, e a cui ho partecipato correndo al fianco di altre 16.314 donne: donne stupende, di tutte le età, insieme alle quali è stato possibile raggiungere il traguardo della Treviso in rosa più numerosa di sempre!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questa corsa di solidarietà organizzata da Trevisatletica e Corritreviso, in partnership con la LILT ONLUS Treviso (Lega italiana per la lotta contro i tumori), ho incontrato le donne più diverse: donne con passeggini, donne giovanissime e donne di mezza età, donne incinte, donne allenate e donne in sovrappeso, donne con cagnoline al guinzaglio, donne mano a mano con le proprie figlie, donne amiche, donne che hanno scelto di festeggiare così il loro addio al nubilato… Tantissime donne diverse ma accomunate da uno stesso obiettivo, quello di colorare insieme la città di Treviso!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il mio ricordo felice, però, non va solo alle donne con cui ho condiviso questa prima domenica di maggio, ma anche ai preziosi uomini e bambini a bordo strada in attesa del nostro passaggio per incoraggiarci con il loro entusiasmo e ai numerosi profughi volontari coinvolti nella manifestazione, pronti a distribuirci acqua nei punti di ristoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oltre alla stanchezza per i 9km percorsi e a mille sorrisi e fotografie, ciò che mi porto a casa da questa esperienza – per me la prima di questo evento – è lo spirito di unione e accoglienza di cui questa (mia) bella città è stata testimone.

 

Sarà anche quest’anno ricco di appuntamenti, oggi, mercoledì 25 aprile, il programma delle celebrazioni per il 73° anniversario della Liberazione, promosse, su tutto il territorio comunale, dal Comune di Venezia in collaborazione con Anpi, l’Anppia, Fiap-G.L., Assoarma, Comunità ebraica di Venezia e Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea.

 

Le manifestazioni principali si svolgeranno, come di consueto, a Venezia, in piazza San Marco (alle 9.30) e in Campo del Ghetto Nuovo (alle 11.30), e a Mestre, in piazza Ferretto (alle 11). L’ammainabandiera nelle due piazze, alle ore 18.50, con gli onori resi dal Picchetto militare, concluderà la giornata.

 

Ecco il programma completo:

VENEZIA ore 9.30: Piazza San Marco, alzabandiera e onori resi dal Picchetto Militare Interforze ore 10.15: Sestiere di Cannaregio, Percorso della Memoria. Corteo accompagnato dal Coro 25 Aprile ore 11.30: Campo Del Ghetto Nuovo, conclusione del Percorso della Memoria, Festa Della Liberazione, concerto del Coro delle voci bianche dell’istituto Cavanis, cerimonia dell’alzabandiera e commemorazione ufficiale.

 

MESTRE ore 10.30: Municipio, deposizione corone d’alloro alle lapidi dedicate ai caduti ore 11: Piazza Ferretto, cerimonia dell’alzabandiera e onori resi dal picchetto Militare con esecuzione dell’inno Nazionale a cura della Banda Musicale Ccrt di Tessera. Deposizione corona d’alloro alla Lapide alla Resistenza ore 11.10: Piazza Ferretto, Festa della Liberazione, commemorazione ufficiale, letture e pensieri degli studneti delle scuole superiori di Mestre col coro delle scuole “Bruno” e “Franchetti” e le musiche eseguite della Banda Musicale Ccrt di Tessera.

 

 

Le celebrazioni saranno inoltre diffuse su tutto il territorio comunale delle Città di Venezia, secondo il programma sotto elencato:

CENTRO STORICO
VENEZIA ore 8.45: Campo Bandiera E Moro, alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini Venezia; ore 10.30: Campo Santa Margherita, alzabandiera e deposizione corone d’alloro al Monumento ai Caduti a cura dell’associazione Arma Aeronautica e Circolo 1 maggio; ore 11: campo san Marcuola alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini; ore 12 campo s. Alvise alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini;  ore 17.30: via Garibaldi, percorso della Memoria, ritrovo dei partecipanti e partenza del corteo in direzione Riva dei Sette Martiri e deposizione corone d’alloro alle lapidi e ai monumenti ai caduti, con conclusione del percorso al Largo Marinai d’Italia e interventi commemorativi finali; ore 18.30: Fondamenta San Giacomo sull’Isola della Giudecca, deposizione della corona d’alloro alla Lapide in memoria dei caduti per la libertà.
S. ERASMO ore 10.30: messa di commemorazione in onore dei caduti, deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti, con la partecipazione della locale Sezione del Fante e la Banda Musicale di Sant’Erasmo
LIDO DI VENEZIA ore 9.30: via Sandro Gallo, deposizione della corona d’alloro al cippo commemorativo ore 9.45: Palazzo Pretorio a Malamocco, raduno e alzabandiera in collaborazione con l’associazione Il Fante e celebrazione messa nella chiesa di Santa Maria Assunta

 

TERRAFERMA
MESTRE ore 9.30: bivio via Pepe – via Forte Marghera, alzabandiera e deposizione corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti del Mare ore 9.30: via Terraglio, Percorso Della Memoria ore 10: Piazza XXVII Ottobre, deposizione corona d’alloro al Monumento la Liberazione
TESSERA ore 8.30: Piazzale di Santa Maria Assunta, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità
FAVARO ore 9.00: Piazza Pastrello: alzabandiera, con esecuzione dell’inno nazionale e musica della Resistenza a cura della Banda Musicale Ccrt di Tessera, deposizione della corona d’alloro alla lapide all’interno della sede della Municipalità, commemorazione e saluto delle autorità
CAMPALTO ore 8.30: Piazzale Chiesa San Martino, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità
DESE ore 8.30: in piazza Pomiato alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità
MARGHERA ore 10.30: via Catene, deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, in collaborazione con l’associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Sezione di Chirignago e associazione Fiera Franca di Chirignago ore 10.30: Piazza del Municipio, deposizione corona d’alloro alla Lapide ai Caduti, commemorazione ufficiale, con esecuzione dell’inno nazionale e musiche della Resistenza a cura degli alunni dell’Istituto Comprensivo Grimani
MALCONTENTA ore 11: piazzale chiesa Sant’Ilario, celebrazione messa, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al monumento dei caduti, saluto delle autorità
CA’ SABBIONI ore 10: piazza Cosmai, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al monumento ai caduti
CHIRIGNAGO ore 9: Piazza San Giorgio, alzabandiera
GAZZERA ore 9.30: Percorso della Memoria
ZELARINO ore 10: Piazzale Munaretto, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti per la Patria, saluto delle autorità, intervento musicale degli alunni dell’istituto Comprensivo Parolari, corteo e deposizione corona d’alloro al Monumento ai caduti di tutte le Guerre sul Sagrato della Chiesa San Vigilio e Santa Maria Immacolata, deposizione corona d’alloro alla Lapide ai Caduti di tutte le Guerre nel Cimitero di Zelarino
TRIVIGNANO ore 11.45: Chiesa San Pietro Apostolo in Vincoli, deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni