Home / Posts Tagged "calcio femminile"

In campo Calcio Femminile FC Venezia e l’Asd Accademia Spal Ferrara per la gara valida del campionato di serie C

 

Il maltempo non ha fermato la partita della prevenzione che ieri ha visto sfidarsi Venezia Calcio Femminile e Accademia Spal Calcio Femminile sul campo di Marcon a sostegno della LILT di Venezia. Anche se il verdetto del campo è stato favorevole alla squadra di casa (4-2 il risultato finale) la partita della prevenzione ha avuto un unico positivo risultato, quello di aver coinvolto oltre 400 persone nella divulgazione dei corretti stili di vita e informato sull’importanza degli screening per la diagnosi precoce del tumore al seno.

 

Molte delle giocatrici in campo ieri sono protagoniste del video virale #giocadanticipo #scendincampoconlaprevenzione.

 

Scopo del progetto in cui l’evento si inserisce è stato infatti quello di combattere il tumore al seno con la partecipazione. Il progetto è nato in seno al Gruppo Centro di medicina e Casa di cura Villa Maria, rete di strutture sanitarie private e convenzionate da oltre 35 anni, che lo ha pensato e condiviso con tutti i partner.

 

Al pubblico è chiesto di vedere il video e condividerlo, oltre a farsi il selfie della prevenzione per ribadire #giocadanticipo #scendincampoconlaprevenzione hashtag della campagna.

 

La campagna ha fatto leva anche su altri due pilastri: eventi informativi e divulgativi come le partite di calcio. Grazie alla collaborazione, siglata in un preciso protocollo, della lega Nazionale Dilettanti, alcune delle partite di serie C del campionato femminile si giocano in questo campionato proprio nel nome della prevenzione e della LILT. Queste partite si giocano infatti con la finalità di raccogliere fondi per le delegazioni LILT provinciali. La partita di ieri tra Venezia e Spal è stata una di queste.

Appuntamenti calcistici: in campo con la LILT

Nelle scorse settimane si sono giocate per la prevenzione le partite di calcio tra Vicenza – Spal, domenica 13 ottobre, allo stadio di via Baracca; tra Padova – Vicenza, domenica 20 ottobre allo stadio Appiani, e tra Vittorio Veneto – Perugia, domenica 27 ottobre allo stadio Barison Permac.

Domenica 10 novembre alle 14 si giocherà l’ultima partita allo stadio comunale di Villorba, tra Villorba e Belluno.

Per promuovere la diagnosi precoce del tumore al seno un video virale con le calciatrici del Calcio Venezia FC Femminile e incontri pubblici sul territorio con gli specialisti Lilt e Gruppo Centro di medicina. 

 

La presentazione del progetto in sala consiliare a Mestre in occasione dell’Ottobre rosa con la presidente Ermelinda Damiano, l’assessore Paola Mar e l’assessore Francesca Zaccariotto

 

Al Candiani di Mestre l’incontro è il 3 ottobre alle 18, allo stadio comunale di Marcon la sfida del 3 novembre Venezia Spal sarà pro Lilt Venezia

Combattere il tumore al seno con la partecipazione. Facendo in modo che siano sempre più persone a parlarne, spingendo le dirette interessate a fare la diagnosi precoce, superando paure e pigrizia, perché stare ferme non vale, bisogna agire.

 

Il cancro al seno è ancora oggi il best killer per la donna ma se diagnosticato per tempo può garantire una sopravvivenza a 10 anni nell’80% dei casi. Eppure secondo gli ultimissimi dati dell’Osservatorio Nazionale Screening solo il 56% delle donne invitate ha aderito allo screening, e la percentuale più bassa è fra le più “giovani”, cioè le 50-54 enni.

 

Parte da qui il progetto di sensibilizzazione del Gruppo Centro di medicina e Casa di cura Villa Maria, rete di strutture sanitarie private e convenzionate da oltre 35 anni, subito sposato dalle Lilt provinciali di Ferrara, Padova, Treviso, Venezia, Vicenza, culminato con la produzione del video “Gioca d’anticipo! scendi in campo con la prevenzione” che vuole diventare virale.

Il video ha visto la partecipazione di 2 attrici e di oltre 60 giocatrici di 6 squadre di diverse categorie di Veneto ed Emilia Romagna. Ora la palla passa al pubblico che è chiamato a vedere il video e condividerlo.

 

 

Per aderire alla campagna di sensibilizzazione ognuno potrà inoltre farsi un selfie: basterà scattarsi una foto portando la mano sinistra sul petto destro intrecciando indice e medio della mano, da un lato a significare l’in bocca al lupo sportivo e dall’altro la forma del fiocco rosa Lilt, il selfie della prevenzione per ribadire #giocadanticipo #scendincampoconlaprevenzione hashtag della campagna.

 

OTTOBRE IN ROSA E AZZURRO 2019 – 2 INCONTRI SU “DONNA E UOMO, COSÌ UGUALI COSÌ DIVERSI ANCHE DI FRONTE AL TUMORE. L’IMPORTANZA DELLA DIAGNOSI PRECOCE” –  La divulgazione delle buone prassi della diagnosi precoce – che in questo caso significa per la donna in età a rischio sottoporsi all’esame strumentale della mammella, ovvero mammografia, ecografia e visita – si lega ad una serie di eventi informativi che vedono la partecipazione di medici specialisti della Lilt e del Gruppo Centro di medicina e Casa di cura Villa Maria.

 

La prima tappa, che gode del patrocinio dell’Ordine dei Medici di Venezia, si terrà a GIOVEDÌ 3 OTTOBRE 2019 ORE 18.00 al Centro Culturale Candiani Sala seminariale Piazzale Candiani, 7 · Mestre e vedrà tra i saluti introduttivi quello dell’assessore regionale alla sanità del Veneto Manuela Lanzarin.

 

All’incontro prenderanno parte la Presidente Consiglio Comunale del Comune di Venezia, Ermelinda Damiano, l’Assessore Coesione Sociale e Sviluppo EconomicoSimone Venturini e la Presidente Lilt Provinciale Venezia Maria Grazia Cevolani.Tra gli specialisti interverranno dott. Luciano Griggio Chirurgo Senologo, il dott. Alessandro Coran Radiologo Senologo, il dott. Carlo Pianon, Urologo, il dott.Alessandro Morelli Coghi, Chirurgo Plastico, Ricostruttivo ed Estetico. Testimonial dell’incontro saranno gli Atleti e le atlete Umana Reyer Basket Venezia e le giocatrici del Venezia FC femminile, protagoniste del video “Gioca d’anticipo! Scendi in campo con la prevenzione” che sarà proiettato in sala.

 

 

Stesso copione ma diversi protagonisti nell’incontro aperto al pubblico che si terrà giovedì 10 ottobre 2019 ore 20.30 nella Barchessa di Villa Giovannina in via della Libertà, 2 a VILLORBA. Ad introdurre il sindaco di Villorba Marco Serena e l’assessore Politiche Sociali Francesco Soligo. Interventi di Dott. Alessandro Gava, Presidente LILT Provinciale Treviso, su la prevenzione dei tumori: l’impegno della Lilt, e degli specialisti Dott.ssa Stefania Gava

 

Radiologo senologo e Dott. Giuseppe Tuccitto Urologo su l’importanza della diagnosi precoce.

 

Testimonial in questo caso le Atlete e atleti del Rugby Villorba e del Calcio Villorba femminile.

 

LA RACCOLTA FONDI PRO LILT PROVINCIALI – Gli eventi sportivi, delle vere e proprie partite di campionato, alla fine dei 90 minuti riporteranno non solo un risultato valido alla classifica ma anche una finalità di raccogliere fondi per le delegazioni Lilt provinciali, che raccoglieranno direttamente le donazioni economiche. Le partite di calcio seguiranno questo calendario: domenica 13 ottobre ore 15 stadio di via Baracca Vicenza – Spal; domenica 20 ottobre ore 15 stadio di Padova Padova – Vicenza; domenica 27 ottobre ore 14.30 stadio Barison Permac Vittorio Veneto – Perugia, domenica 3 novembre ore 17 stadio comunale di Marcon Venezia – Spal, domenica 10 novembre ore 14.30 stadio comunale Villorba – Belluno.

 

 

 La partita che si disputerà allo stadio comunale di Marcon,  la sfida del 3 novembre tra Venezia e Spal, si tingerà di rosa con una partecipazione popolare molto forte ed il coinvolgimento dei settori giovanili femminili e maschili. 

Per questo è stato chiesto di disputare l’incontro alle ore 17 consentendo l’afflusso allo stadio di Marcon anche dagli altri stadi del veneziano.

Ciascun incontro sarà aperto dai volontari Lilt e sarà occasione di raccolta fondi a diretto beneficio e a cura della Lilt.

 

 

I PARTNER – Il progetto “Gioca d’anticipo scendi in campo con la prevenzione” è realizzato e sostenuto da Gruppo Centro di medicina Casa di cura Villa Maria, in collaborazione e in favore della Lilt, delegazioni provinciali diPadova, Treviso, Venezia, Vicenza, Ferrara.

 

Con la partecipazione delle squadre di calcio femminile Permac Vittorio Veneto (Serie B), Asd Accademia Spal Ferrara (Serie C), Calcio Padova Femminile (Serie C), Venezia Calcio Femminile (Serie C), Vicenza Calcio Femminile (Serie C), Villorba Calcio Femminile (Serie D)

In collaborazione e con il patrocinio di Comune di Marcon, Comune di Venezia, Comune di Villorba, Comune di Vittorio Veneto, Comune di Vicenza, Comune di Padova, Consiglio regionale del Veneto, Lega Nazionale Dilettanti, Coni Veneto.

 

LA LILT – La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT) è un Ente Pubblico su base associativa che opera sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, sotto la vigilanza del Ministero della Sanità e si articola in Unioni Regionali delle Sezioni Provinciali. Opera senza fini di lucro e ha come compito istituzionale primario la prevenzione oncologica.

L’impegno della LILT nella lotta contro i tumori si dispiega principalmente su tre fronti: la prevenzione primaria (stili e abitudini di vita), quella secondaria (promozione di una cultura della diagnosi precoce) e l’attenzione verso il malato, la sua famiglia, la riabilitazione e il reinserimento sociale. 

 

L’obiettivo della LILT è quello di costruire attorno al malato oncologico una rete di solidarietà, di sicurezza e di informazione. 

 

In questo senso i punti di forza della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori sono rappresentati dai 397 ambulatori dislocati su tutto il territorio nazionale e dai numerosi volontari al servizio della comunità. Attraverso le 106 Sezioni Provinciali la LILT persegue le proprie finalità sul territorio nazionale.

 

Le Sezioni sono organismi associativi autonomi (in molti casi riconosciute come ONLUS) che operano nel quadro delle direttive e sotto il coordinamento della Sede Centrale di Roma e dei rispettivi Comitati Regionali di Coordinamento.

____________________________________________________

Gruppo Centro di Medicina e Casa di cura Villa Maria

Ufficio Stampa

Cell. 320 4321544

e-mail: [email protected]

e-mail: [email protected]com

www.centrodimedicina.com – www.cdcvilamaria.it

Vittoria bis con la Giamaica, col Brasile per il primato

 

Una stupenda Italia batte la Giamaica nella seconda giornata del gruppo eliminatorio nei Campionati del Mondo femminili in Francia e strappa così il pass per gli ottavi di finale, con un turno di anticipo. È la prima volta nella storia delle azzurre che ai Mondiali avviene un evento simile, con addirittura una giornata ancora da disputarsi. Partita che, oltre al fascino legato al nome e alla storia dell’avversario, ha comunque una valenza importante: chiudere al primo posto il raggruppamento per garantirsi un ottavo di finale contro la seconda in classifica di un altro girone.

 

Ad attenderci ci sarà il Brasile, che avrà motivazioni anche maggiori rispetto a quelle dell’Italia, consapevole che dovrà a tutti i costi provare a vincere per mantenere possibilità di qualificazione, dando per scontato che l’Australia faccia di un solo boccone la Giamaica nell’ultima giornata del raggruppamento. Eppure, ai verdeoro una vittoria potrebbe non bastare: alta è la possibilità di ritrovarsi a sei punti in tre squadre, a quel punto conterebbe oltre alla classifica avulsa la differenza reti e qui il Brasile parte svantaggiato, avendo segnato solo tre gol alla Giamaica. Una goleada dei canguri estrometterebbe di fatto le brasiliane dal Mondiale, mentre l’Italia ha delle buone chance di conquistare il primo posto del girone.

 

L’Italia invece fa il suo dovere alla grande, dilaga e rifila ben cinque reti alle giamaicane, non subendone alcuna. Azzurre che si divertono e fanno divertire: con alcune reti dall’evidente partecipazione della difesa avversaria ma altre invece di pregevole fattura delle nostre rappresentanti. Il bottino di questo Mondiale parla chiaro: sette reti segnate e una sola subita, un ruolino di marcia non immaginabile alla vigilia della kermesse continentale.

 

Azzurre che sin dall’esordio avevano stupito ed emozionato, con quella vittoria all’ultimo secondo firmata da Bonasera e che gettava solide basi per una qualificazione da chiudere sin dalla seconda giornata, così è stato. Un risultato prestigioso visto che proprio le australiane sembravano essere tra le più accreditate per la vittoria finale, una previsione legittimata dal successo pirotecnico ottenuto contro il Brasile della veterana Marta, andata a segno e alla sua ultima partecipazione in un Mondiale.

 

Ora, Brasile-Italia, vale tanto per noi: dovessimo ottenere almeno un pareggio ci garantiremmo la prima posizione. Il vantaggio, quanto meno teorico, sarebbe importante e ci permetterebbe di non incrociare delle teste di serie pericolose, così da avere maggiori chance di proseguire questo fantastico cammino Mondiale. Mancavamo da 20 anni, ci siamo ripresentati come meglio non potevamo: occhio però al Brasile, consapevole e data per certa la vittoria australiana contro la cenerentola del gruppo, saranno agguerrite ma anche cariche di pressione per quest’ultima tornata del girone.

 

Il sogno delle azzurre, comunque vada, continua. E vista come è andata la partita inaugurale contro una delle papabili vincitrici, non c’è da avere timore di alcuno in sede di sorteggio: a preoccuparsi, semmai, dovrà essere chi pescherà queste terribili azzurre.

 

Photo Credits: www.open.online

È un’occasione unica, rara, da sempre il calcio femminile rivendica visibilità e credibilità e il Mondiale in Francia arriva in maniera puntuale, precisa.

 

Le ragazze del mister Milena Bertolini questa sera sfidano il Brasile per il primato del girone e la mente porta immediatamente a Cerezo, Zico, Ronaldo, Tardelli, Paolo Rossi e l’Italia del vecio Bearzot, di Sacchi e di Marcello Lippi.

 

Ma qui è tutta un’altra storia, Girelli, Bonansea, Galli e la gianburrasca azzurra Manuela Giugliano che si ispira a Pirlo tentano la doppia impresa, quella sportiva che potrebbe portare al sogno di salire sulla cima del mondo e quella culturale, avere ora una “certificazione” che vada oltre il tabù e il pregiudizio, prendendo esempio da altri paesi.

 

Il Mondiale, dicevamo, è occasione irripetibile, arrivare lontano spalancherebbe le porte del paradiso, finalmente.

 

 

Mauro Lama

Photo Credits: Getty Images

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni