Home / Posts Tagged "borsa di studio"

L’Istituto cooperativo di Tarzo mette in palio una borsa di studio del valore di 1.000 euro. L’iniziativa, che si svolgerà nell’estate 2021 e nell’anno scolastico 2021/2022, è rivolta ai giovani del territorio nati tra il 2002 e il 2006

 

Vivere all’estero e studiare le lingue straniere grazie al sostegno di Banca Prealpi SanBiagio. È questa la nuova iniziativa dello storico Istituto di credito cooperativo di Tarzo, nel cuore delle Prealpi trevigiane, che ha deciso di mettere in palio una borsa di studio del valore di 1.000 euro per un soggiorno trimestrale, bimestrale o estivo all’estero rivolto ai ragazzi più meritevoli del territorio. Il programma di scambio culturale si svolgerà nel corso dell’estate 2021 e dell’anno scolastico 2021/2022 e sarà portato avanti nel massimo rispetto dei protocolli di sicurezza anti-Covid e delle direttive sanitarie vigenti a livello internazionale.

 

L’iniziativa sarà promossa tramite l’associazione Intercultura onlus, una delle principali organizzazioni attive in Italia nel settore delle esperienze educative internazionali. Grazie ai suoi programmi di scambio, Intercultura favorisce da oltre 60 anni la cultura del dialogo e della contaminazione interculturale tra i giovani, promuovendo ricerche, programmi e progetti che aiutino le nuove generazioni ad aprirsi al mondo e a vivere da cittadini consapevoli e preparati in una società multiculturale.

 

Il bando è aperto a ragazze e ragazzi nati tra il 1° giugno 2002 e il 31 agosto 2006, iscritti al concorso Intercultura presso il Centro locale di Conegliano: un’occasione unica per uscire dai confini del proprio mondo e iniziare a esplorare e conoscere Paesi, culture, società e tradizioni anche molto diverse dalla nostra, in un percorso di crescita umana ed educativa che permetterà di sviluppare i propri orizzonti culturali, stringere nuove amicizie internazionali e acquisire le competenze necessarie per vivere consapevolmente il mondo contemporaneo.

 

«Partecipare a un programma di scambio organizzato con Intercultura è un’occasione di crescita umana straordinaria e un’esperienza davvero arricchente per i nostri ragazzi – ha detto Carlo Antiga, Presidente di Banca Prealpi SanBiagio – Per questo il nostro Istituto ha scelto di mettere in palio una borsa di studio per uno studente o una studentessa meritevole del territorio, affinché abbia l’opportunità di spiegare le vele verso la conoscenza del mondo e affrontare un periodo di studio all’estero. Questa iniziativa di Banca Prealpi SanBiagio coniuga così l’impegno nei confronti del mondo dell’educazione con la promozione della cultura e della conoscenza tra i giovanissimi».

 

Per partecipare al concorso è necessario presentare domanda d’iscrizione entro e non oltre martedì 10 novembre 2020.

 

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina web www.intercultura.it/banca-prealpi-sanbiagio oppure rivolgersi a Sonia Dorigo, responsabile dei programmi di studio all’estero del Centro locale di Conegliano (+39 333.1016288) o ancora contattare Intercultura allo 0577.900001 oppure via e-mail a: [email protected].

In occasione della cerimonia di conferimento presso il Consiglio regionale del Veneto della prima borsa di studio in memoria di Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i due sfortunati giovani veneti tragicamente scomparsi nel rogo della Grenfell Tower di Londra, l’assessore Regionale all’Istruzione e al Lavoro del Veneto Elena Donazzan, interviene con una propria nota.
“Sono molto dispiaciuta di non aver potuto partecipare alla cerimonia [del 24 luglio], a causa del protrarsi della mia convalescenza: avrei voluto esserci come assessore regionale all’Istruzione e al Lavoro per dire che il Veneto non dimentica questi due giovani professionisti veneti, morti nel tragico incendio a Londra, dove avevano da poco
iniziato un nuovo percorso lavorativo” afferma l’assessore Donazzan. “Questa borsa di studio è un segno, chiaro e forte, dedicato a loro e ai tanti giovani che con coraggio vanno a studiare e a lavorare all’estero e che auspichiamo tornino in Italia, formati e cresciuti, pronti per contribuire a far crescere la nostra comunità. Una crescita che non è stata possibile per Gloria e Marco”.

 

“Gloria e Marco se n’erano andati dall’Italia in cerca di una miglior retribuzione, per dimostrare che da soli ce la potevano fare, che potevano basare il loro futuro sulle sole proprie capacità: ci erano riusciti, conquistando un lavoro ben pagato e un
appartamento nuovo di zecca, con una vista stupenda, all’ultimo piano della Grenfell tower. Quella torre che poi, a causa dell’imperizia di chi l’ha progettata e costruita, è diventata la causa della loro morte – continua Donazzan – Gloria e Marco sono stati un esempio di determinazione e di coraggio e per questo è giusto che anche nelle scuole del Veneto si parli di loro, del loro impegno, dei loro sogni, della loro prematura scomparsa”.

 

Il Veneto su mia proposta ha recentemente promosso con 1,5 milioni le ‘borse di rientro’, una misura che servirà per finanziare proposte e progetti di innovazione sociale e di inclusione, che favoriscano il rientro di lavoratori qualificati, o meglio la ‘circolarità’ dei ‘cervelli’. Siamo la prima Regione in Italia ad aver varato un provvedimento simile, volto a far rientrare in patria questi ragazzi che molti chiamano ‘cervelli in fuga’ – conclude l’assessore regionale – al profondo rammarico per la prematura scomparsa di Gloria e Marco voglio contrapporre l’auspico che questo strumento possa presto dimostrarsi utile ad invertire la tendenza, a contrastare il ruolo dell’Italia e del Veneto come ‘donatori universali’ di professionalità e competenza”.

Stamane, nella sala del Consiglio comunale di Ca’ Farsetti, si è svolta la cerimonia di premiazione dei figli meritevoli dei tabaccai dell’area territoriale di Venezia, Treviso, Belluno e Rovigo.

 

Venticinque ragazze e ragazzi hanno ricevuto un attestato di benemerenza e sono stati premiati per i risultati raggiunti nello studio con un assegno tra i 350 e i 1500 euro, a seconda del diploma di scuola conseguito: media inferiore, maturità, laurea triennale o magistrale.

 

All’appuntamento sono intervenuti la vicesindaco Luciana Colle, il presidente della Federazione nazionale tabaccai, Giovanni Risso, il direttore generale dell’Ecomap, Ivo Mastroantonio, il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Venezia, Giovanni Abitabile, il  Comandante del nucleo operativo dei Carabinieri di Venezia, Domenico De Luca, Maria Bonaldo, delegato territoriale Fit Venezia 1 e monsignor Antonio Meneguolo.

 

“Oggi è la vostra giornata – ha sottolineato la vicesindaco Colle, rivolta ai giovani –  ma è fondamentale esprimere riconoscenza anche ai vostri genitori che vi hanno sostenuto nel vostro percorso e hanno compiuto grossi sacrifici. Iniziative come queste devono essere un volano per il futuro. Mi auguro che continuiate a impegnarvi anche per il rinnovamento della città perché lo studio è uno strumento fondamentale di cultura”.

 

Il presidente della Fit Risso ha voluto ringraziare i rappresentanti delle istituzioni presenti “che rappresentano la sicurezza all’interno del Paese”. “Oggi premiamo voi che siete stati studenti modello, ma la nostra Federazione – ha aggiunto – porta solidarietà anche quando l’Italia vive calamità naturali”.

 

“Investire sui giovani – ha spiegato il comandante Abitabile, ricordando l’impegno della Guardia di Finanza contro il contrabbando – è importantissimo e dobbiamo mettere i nostri ragazzi in condizione di poter proseguire nel loro studio, anche attraverso iniziative di questo tipo”.

L’Amministrazione comunale di Roncade, in collaborazione con H-Farm Education, mette a disposizione degli studenti più meritevoli, dai 7 ai 18 anni, 24 borse di studio per partecipare gratuitamente agli Sparx Summer Camps 2018 (opzione giornaliera).

 

L’assessore alle Politiche scolastiche, Viviane Moro, evidenzia come sia “un’opportunità che riteniamo preziosa per i nostri ragazzi che durante l’anno si sono distinti per impegno e costanza nello studio. Una chance di apprendimento per i più piccoli che avranno la possibilità di sperimentare, sempre attraverso il divertimento, il potenziale che le nuove tecnologie possono esprimere. E un’occasione di formazione e orientamento per i più grandi, utile per comprendere le sfide che si troveranno ad affrontare nel prossimo futuro, comprese quelle relative a studio e lavoro”.

 

Sparx Summer Camps si svolgerà presso la sede di H-Farm, in via Sile 6, a Ca’ Tron di Roncade, per otto settimane a partire dal 2 luglio e fino al 7 settembre 2018.

 

L’edizione di quest’anno si arricchirà di nuovi laboratori pensati per far vivere un’esperienza completa a ogni partecipante. Portando al centro le proprie passioni, ciascuno potrà creare il proprio mondo con Minecraft, sperimentare l’elettronica e la meccanica ispirandosi a Star Wars, imparare a gestire i processi della robotica o mettersi alla prova con la fotocamera come gli You Tuber preferiti.

 

La domanda di ammissione dovrà pervenire all’Ufficio di Protocollo Comunale entro le ore 12,30 di martedì 22 maggio, a mani o con pec all’indirizzo [email protected]legalmail.it.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni