Home / Posts Tagged "Assicurazioni"

È accaduto in via Castellana. La 74enne si è fratturata entrambe le braccia e il setto nasale. L’automobilista si è costituito solo in un secondo tempo

 

Stava andando alla “pizzeria all’angolo”, si ritrova con due braccia e il naso rotti. A settantaquattro (quasi 75) anni. E l’automobilista che l’ha travolta sull’attraversamento pedonale non si è neppure fermato, assumendosi solo in un secondo tempo le sue responsabilità.

 

Poche ore dopo il tragico investimento costato la vita l’altro venerdì notte alla studentessa universitaria di 29 anni Pegah Naddafi, in viale Vespucci, a Mestre si è consumato un altro grave episodio ai danni di un pedone di cui si sta occupando Studio3A.

 

I fatti

È successo sabato 4 gennaio 2020, verso le 18.40, in via Castellana, all’altezza del civico 61 e dell’intersezione con via Ciardi. Una settantaquattrenne del posto, residente a due passi, si stava recando presso la pizzeria di asporto sotto casa per prendere una pizza per la cena, ha attraversato la Regionale regolarmente sulle strisce pedonali in direzione nord-sud e, quando aveva ormai quasi completato l’attraversamento, si è ritrovata improvvisamente di fronte un’autovettura, una Fiat Punto, che l’ha centrata in pieno. L’anziana ha cercato istintivamente di proteggersi proiettando in avanti le braccia, con il risultato però che a causa dell’urto se le è fratturate entrambe e in seguito ai colpi e alla successiva caduta si è rotta anche il setto nasale: un miracolo che si sia salvata, ma la prognosi è pesante, anche in ragione dell’età.

 

Ad aggravare il quadro, l’automobilista non si è fermato e ha tirato diritto. La settantaquattrenne è stata inizialmente soccorsa da alcuni passanti e negozianti della zona, che hanno allertato il 118. Dell’incidente, per fortuna, ci sono anche un paio di testimoni oculari.

 

Solo successivamente l’investitore si è costituito e ha ammesso le sue responsabilità agli agenti della polizia locale di Venezia: si tratta di G. B., 78 anni, residente nel comune di Venezia, così come la passeggera di un anno più giovane che trasportava in macchina.

 

Mesi di guarigione

All’ospedale dell’Angelo, dov’è stata subito condotta, l’anziana, che è vedova e vive da sola, è stata ingessata ad entrambe le braccia, mentre sulla frattura al setto nasale i medici interverranno in un secondo tempo. Adesso è tornata a casa ma ne avrà per dei mesi, nei quali avrà bisogno di assistenza continuativa da parte dei figli.

 

La donna e i suoi familiari, per ottenere giustizia, attraverso la consulente personale dott.ssa Alice Righi, si sono dunque affidati a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, che si è subito attivato per fare piena luce sull’incidente e sulla condotta dell’automobilista e per risarcire in modo congruo la sua assistita.

La scelta della polizza casa è legata alle necessità di ogni cliente, per questo le compagnie assicurative offrono diverse soluzioni, che vanno dai danni al furto, fino alla tutela legale, per proteggere tanto l’abitazione quanto i propri familiari.

 

Assicurazione famiglia

La polizza di responsabilità civile per la famiglia, nota anche come RC Famiglia, tutela il proprio nucleo familiare da richieste di risarcimento per danni causati a terze persone.

 

Cosa risarcisce

L’assicurazione RC famiglia copre tutti i danni involontariamente provocati da uno dei membri del nucleo familiare (compresi i figli minorenni e i collaboratori domestici) e che sono esclusi dalle altre polizze di responsabilità civile.

In particolare, questa polizza tutela gli assicurati in caso di lesioni a persone, anche fino all’invalidità e alla morte, danneggiamento a cose e danni contro gli animali, accaduti nel corso di tutte le attività relative alla casa e alla sua conduzione, oppure durante attività extra lavorative considerate non pericolose.

 

Cosa non risarcisce

La RC Famiglia non risarcisce i danni subiti dai membri del nucleo familiare né le spese per tutti i danni che possono essere contestati in sede penale, dato che è una polizza per la responsabilità civile.

 

A chi è consigliata

La polizza RC Famiglia è adatta a tutti e in particolare ai nuclei familiari con figli piccoli o molto giovani, o che vivono in appartamenti con giardino, dove i danni e gli infortuni possono capitare più facilmente.

 

Assicurazione condominio

L’assicurazione condominio, nota come polizza globale fabbricati, copre sia gli eventuali danni nei locali comuni qualora si risieda in un condominio, sia quelli che possono essere causati dal fabbricato condominiale ad altre strutture. È l’amministratore di condominio a dover stipulare questo tipo di polizza, anche senza consultare l’assemblea condominiale.

 

Cosa risarcisce

L’assicurazione condominio protegge e risarcisce i danni che avvengono negli spazi comuni del condominio o, eventualmente, anche nelle abitazioni private, oltre a tutti i danni causati dalle strutture alle proprietà o all’incolumità di terze persone.

Tra le garanzie di questa polizza è molto utilizzata la “ricerca guasti”, che tutela in caso di spese generate dalla ricerca dell’origine di un danno, ma solo per quelli causati dal fabbricato a terzi. Importante anche la “quietanza”, il documento che l’amministratore fa firmare prima di liquidare il risarcimento alla persona danneggiata, e con cui quest’ultimo rinuncia ad avanzare ulteriori richieste di risarcimento.

 

Cosa non risarcisce

Le compagnie di assicurazione solitamente escludono dal risarcimento i danni causati con colpa dall’assicurato, dato che la tipologia di eventi coperti dall’assicurazione condominio è generalmente quella delle rotture accidentali. Inoltre, riguardo la copertura “ricerca gusti”, la polizza non copre le spese per la ricerca del danno se questo è avvenuto all’interno dello stabile.

A chi è consigliata

L’assicurazione condominio non è obbligatoria ma è fortemente consigliata, soprattutto per quei fabbricati con molti appartamenti e con un ampio spazio comune.

 

Assicurazione per i furti in casa

L’assicurazione contro i furti in casa o rapine è una delle garanzie più importanti della polizza casa, poiché tutela l’assicurato dalla sottrazione illecita di oggetti presenti nell’appartamento e dai danni materiali provocati dall’evento. Per far scattare la copertura assicurativa è necessario che i locali dell’abitazioni siano stati violati in maniera illegale mediante rottura degli infissi o furto delle chiavi d’ingresso, e che il reato sia stato denunciato alla polizia.

 

Cosa risarcisce

La polizza contro i furti in casa copre i beni contenuti nell’abitazione assicurata da furto, rapina, guasti e atti vandalici provocati da malviventi.

In genere i beni contemplati da questa polizza sono mobili, oggetti d’arredamento, pellicce, tappeti, argenteria, fotocamere, televisori, impianti hi-fi, smartphone, tablet e tutto ciò che è contenuto nei locali dell’abitazione ma anche nelle cantine e nei box. Sono inoltre coperti lo scippo e la rapina di beni, ad eccezione del denaro, avvenuti all’esterno del fabbricato assicurato.

 

Cosa non risarcisce

La sottrazione di oggetti preziosi contenuti nell’abitazione come gioielli, carte valori, titoli di credito e denaro contante non è risarcita dalla semplice assicurazione contro i furti in casa, ma va stipulata un’apposita polizza denominata “garanzia furto preziosi”.

Inoltre le compagnie possono non procedere al risarcimento se l’abitazione interessata dal furto non era protetta da adeguati mezzi di chiusura (le caratteristiche sono di norma indicate nel contratto) o se il furto è avvenuto in locali disabitati da un determinato numero di giorni (da 50 in su).

 

A chi è consigliata

L’assicurazione per i furti in casa è consigliata a chi vive in città o quartieri spesso interessati da episodi di criminalità, o a coloro che possiedono nell’abitazione oggetti e beni di valore, oppure a chi (per motivi di lavoro o per altro) lascia per molte ore il proprio appartamento incustodito

 

POST TAGS:

Pochi si assicurano contro le catastrofi naturali

 

Secondo alcune rilevazioni condotte di recente dall’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (ANIA), gli italiani sembrano essere ancora poco assicurati contro il rischio di catastrofi naturali.
Nonostante, come ormai noto, il nostro paese sia sempre con maggiore frequenza colpito da terremoti, alluvioni o eventi avversi sono ancora poche le famiglie che decidono di mettere a riparo da questi rischi la propria abitazione sottoscrivendo una specifica Assicurazione della casa.
Stando infatti alle evidenze analizzate, ben il 95% di queste coperture casa stipulate risulta essere sprovvista dell’estensione per le catastrofi naturali, circostanza che rende necessaria una valutazione più profonda su quali siano le reali cause di una così scarsa adesione e poca vivacità del comparto.

 


Ad ogni modo è doveroso dire che, rispetto a qualche anno fa, le garanzie di questo tipo sono comunque cresciute, anche se i numeri non si possono ritenere del tutto soddisfacenti: se nel 2009 erano appena 35 mila le case coperte dai rischi naturali, oggi il numero delle famiglie che hanno stipulato una polizza contro terremoti o alluvioni è cresciuto raggiungendo le 400 mila unità.
Gli eventi catastrofici che negli ultimi anni hanno visto interessate numerose zone d’Italia rendendo inagibili diversi comuni, hanno indotto gli operatori del settore e le amministrazioni a discutere in maniera approfondita sull’argomento.

 

Uno dei punti maggiormente trattati è risultato essere la possibilità di rendere l’assicurazione contro le catastrofi naturali obbligatoria anche nel nostro paese, cosa che già accade in altre nazioni, immaginando una sorta di estensione delle garanzie che vengono normalmente previste dalle coperture incendio. Ricordiamo infatti che, almeno fino ad oggi, nel caso in cui si verifichino alluvioni o terremoti, è principalmente il sistema pubblico che si deve accollare le ingenti spese collegate ai danni e quindi è anche nell’interesse delle casse dello stato trovare una soluzione ed un punto d’incontro con le compagnie per poter affrontare in maniera più preparata i futuri eventi.

POST TAGS:

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni