Home / Posts Tagged "agenti"

I fatti risalgono a giovedì scorso verso le 10.15 del mattino. La vittima, un pensionato di settantasette anni, si stava dirigendo verso casa quando a un tratto, mentre percorreva via Fratelli Bandiera, si è sentita strattonare da una sconosciuta. In un primo momento era sembrato quasi uno scontro fortuito, in quanto, la sconosciuta, si era scusata stringendogli il polso. Solo quando la donna ha cominciato a correre, il 77enne si è reso conto che il gesto di stringergli il polso, non era certo per chiedere scusa, ma per far sparire il Rolex del valore di diecimila euro.

 

L’uomo non ha potuto fare altro che chiamare le forze dell’ordine. Gli Agenti della questura di Meste l’hanno raggiunto all’altezza del deposito Bartolini. Il pensionato ha raccontato ai poliziotti ciò che gli era successo, descrivendo la sconosciuta come una ragazza sui 25 anni, molto probabilmente italiana, che vestiva un abito azzurro con motivi floreali.

 

La polizia ha immediatamente fatto scattare le ricerche diramando le informazioni alle altre Forze dell’ordine, ma sembra che l’abile ladra sia riuscita a non lasciare tracce, visto che nella zona dove si è consumato il furto molto probabilmente non ci sono telecamere di sicurezza che possano avere ripreso l’azione. 

 

 

Fonte: Il Gazzettino di Venezia del 04/08/19

Nella serata venerdì 21 giugno 2019, a Venezia, in zona Via Garibaldi, il Commissariato P.S. di San Marco ha condotto un servizio di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Muovendo dalla ricezione di numerose segnalazioni circa la presenza di due locali sospetti, è stato organizzato un servizio mirato di controllo straordinario che ha visto coinvolti sei operatori del Commissariato “San Marco”, di cui quattro in abiti civili, e un’unità cinofila messa a disposizione dall’UPGSP di Padova.

 

L’operazione, che ha dato esito positivo, ha condotto all’identificazione di una decina di persone, molte delle quale gravate da numerosi precedenti penali per reati in materia di stupefacenti e contro la persona, nonché alla segnalazione in Prefettura di un veneziano di 58 anni per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale. Addosso a quest’ultimo il cane ha fiutato la presenza di un piccolo quantitativo di sostanza di tipo marijuana, che è stata posta sotto il vincolo del sequestro penale.

Ci sono due agenti immobiliari del miranese che da tempo propongono una formula molto particolare: vendiamo o ti paghiamo. Garantiscono cioè la vendita di ogni immobile entro 150 giorni. Se così non avviene, rimborsano i clienti stessi con una penale pattuita all’inizio della trattativa.

 

Loro sono Alex Bujor e Andrea Spolaore. Hanno entrambi 29 anni, si sono conosciuti attraverso un franchising immobiliare di zona per i quali entrambi lavoravano e dove pian piano hanno fatto carriera.

 

Per 8 anni hanno lavorato entrambi per quella realtà, arrivando a gestire in prima persona 3 di queste agenzie, divenendone titolari e pagando il marchio. A fine 2017 hanno deciso di staccarsi dal franchising e nel 2018 hanno creato il gruppo “Garanzia Immobiliare”.

 

Ad oggi possono contare su 8 collaboratori, 3 uffici, di cui la sede direzionale è a Mirano, gli altri a Spinea e Martellago.

 

Nel 2017 Alex e Andrea hanno venduto circa 100 immobili, con una media di 185.000 euro come importo di compravendita.

 

“Abbiamo deciso di focalizzare la nostra azienda – spiega Alex Bujor – sulla mediazione della compravendita di immobili residenziali e siamo gli unici nel nostro settore a garantire la vendita. Vendita che garantiamo o paghiamo una penale al cliente se non riusciamo a vendere entro 150 giorni. Elemento che riteniamo novità assoluta del mercato e che sta riscontrando molto successo.”

 

Oltre a questo però Alex e Andrea hanno lanciato una vera e propria “campagna verità”, smascherando di fatto i concorrenti sleali nel campo immobiliare e soprattutto per informare sui rischi legati ai venditori poco professionali o improvvisati. Perché comprare o vendere una casa non è come comperare un vestito: è un investimento importante, spesso per la vita. Per questo hanno scelto di descrivere alle persone quello che è “l’agente primitivo” , il classico agente immobiliare e differenziarsi.

 

“Talvolta – continua l’altro socio Andrea Spolaore – per inadeguatezza del metodo rispetto alle esigenze del mercato e in altri casi per malafede, il cliente si ritrova inguaiato in situazioni poco piacevoli. E queste sono situazioni che screditano una già poco amata professione come quella dell’agente immobiliare. Sono metodi poco
professionali che causano problemi enormi alle persone e su cui spesso c’è molta disinformazione.”

Uno degli esempi più eclatanti che Alex e Andrea portano spesso alla luce sono i problemi legati a case con difformità, che vengono inserite nel mercato mettendo tutto il rischio sulle spalle del proprietario, talvolta ignaro delle problematiche nascoste tra gli “incartamenti”.

 

“Questi problemi – continua Spolaore – creano liti e controversie tra acquirenti e venditori, ma non arrecano danno all’agente immobiliare, che si tutela precedentemente facendo firmare al proprietario il classico incarico di vendita. Un incarico che lascia al povero proprietario ogni incombenza di qualsiasi tipo.”

 

Mettendo assieme queste e altre problematiche legate al mondo immobiliare, Alex e Andrea hanno scritto addirittura un libro che è possibile acquistare sulla piattaforma Amazon. Il titolo è rappresentativo: Ignoranza Immobiliare, e si trovano appunto informazioni destinate a venditori e acquirenti per affrontare in totale serenità la compravendita, senza rischi di penali, di cause, di truffe.

 

Il riferimento normativo e deontologico per i due titolari di Garanzia Immobiliare è la prassi di riferimento che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza relativi alla professione pubblicato dalla Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali.
Nel documento, rispetto ai compiti e doveri che deve rispettare un agente immobiliare, c’è quello di informare tempestivamente il cliente delle problematiche dell’affare di cui è a conoscenza o di cui dovrebbe essere a conoscenza per le regole della diligenza professionale. “Eppure succede – prosegue Alex – che facendo firmare un incarico dove il proprietario dice che la sua casa è apposto, l’agente immobiliare la sua diligenza l’ha applicata. Ma perché non è possibile porre un obbligo di chiarezza su questo punto? Sono ormai quotidiane le notizie su truffe immobiliari e famiglie che si ritrovano in ginocchio a causa di queste situazioni poco piacevoli, così come numerose le persone che ci contattano per chiederci come muoversi per difendersi da tali abusi.”

 

Di qui anche l’idea di aprire una web tv dedicata a queste tematiche – Gruppo Garanzia Tv –, dove si possono trovare risposte a molte domande che gli stessi Alex e Andrea propongono, accompagnati spesso anche da professionisti diversi. Un esempio è quello della puntata assieme al Presidente del Consiglio Notarile di Venezia.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni