Home / Posts Tagged "2 giugno"

Anche la città di Mogliano festeggia oggi il compleanno della Repubblica, con una cerimonia che, nel solco della tradizione, si svolgerà in Piazza Caduti.

 

L’alzabandiera, alle 10.30, sarà anticipato da una esibizione del Gruppo Musicale Città di Mogliano, mentre il Coro La Contrà interpreterà l’Inno di Mameli subito dopo, con la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti.

 

Seguiranno l’intervento del sindaco Carola Arena e un concerto del coro diretto dal Maestro Edvige Fontana.

 

Alle 17.00 la cerimonia si concluderà con l’ammaina bandiera.

 

La Festa della Repubblica si celebra il 2 giugno, data scelta perché questo giorno nel 1946, con il referendum istituzionale, gli italiani si pronunciarono per la Repubblica, 12 milioni di voti contro i 10 per la monarchia, ed elessero i deputati che l’anno dopo avrebbero approvato la nuova Costituzione al posto dello Statuto Albertino.

 

Parteciperanno alla cerimonia le Associazioni combattentistiche e d’arma, l’ANPI, la CRI, la Protezione civile. In piazza saranno schierati i mezzi delle forze operative del territorio, Carabinieri, CRI, Polizia locale e Protezione Civile.

 

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani, in occasione del 2 giugno, giornata celebrativa nazionale istituita per ricordare la nascita della nostra Repubblica, intende sottolineare l’importanza della divulgazione dell’evento all’interno delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

 

A tal proposito, è fondamentale interessare e sensibilizzare le nuove generazioni intorno alle tematiche dell’identità nazionale partendo dalle radici storiche quali la liberazione dell’Italia dall’occupazione tedesca e l’esigenza dei cittadini di ricostruire un processo democratico che portasse alla definizione di un nuovo assetto di Stato concretizzato il 2 e il 3 giugno del 1946 con il primo referendum a suffragio universale della storia che sancì la nascita della Repubblica. Al contempo furono eletti i membri dell’Assemblea Costituente con il compito di redigere la nuova Carta costituzionale oltre che votare la fiducia al governo, approvare le leggi di bilancio e ratificare i trattati internazionali.

 

Per velocizzare i lavori fu istituita la commissione per la Costituzione cosiddetta commissione dei 75, rispettando la composizione dell’assemblea.
Gli uomini e le donne che ne fecero parte lavorarono non per immediati e particolari riscontri ma con un’ottica di lungo periodo per il bene della nazione. I valori e il valore delle persone che vi parteciparono sono tutt’oggi evidenti e apprezzati come anche lo sforzo d’intesa fatto per realizzare la Costituzione definito anche “compromesso costituzionale” frutto di un dibattito politico aperto e di reciproche rinunce e vittorie. Una importante vittoria fu anche la rappresentanza femminile all’interno della commissione 75, dove ben 5 membri di sesso femminile per la prima volta nella storia d’Italia poterono confrontarsi al pari con gli uomini su tematiche di fondamentale importanza per il futuro della nazione.

 

Soffermandosi poi adeguatamente sul ruolo centrale che la scuola svolge nella formazione delle nuove generazioni di cittadini nell’educazione e la conoscenza, nell’integrazione e nel senso di appartenenza nazionale, nell’impegno proattivo allo sviluppo e all’avanzamento della nazione. A tal proposito si incentiva, in questi ultimi giorni di scuola, l’approccio multidisciplinare alla creazione di dibattiti, laboratori e altre forme di approfondimento sui valori e simboli repubblicani, sulla tematica voto femminile e sulla riappacificazione dei partiti per il bene della nazione, tematica quanto mai attuale visto gli episodi di cronaca politica di questi giorni.

 

Anche il mondo della scuola, attento spettatore del dibattito pubblico, invita i principali partiti a prendere a modello i fondatori della nostra repubblica al fine di giungere al più presto a un clima di distensione nazionale, fondamentale per la convivenza civile.

 

Auspichiamo che in occasione di questa ricorrenza scuola e famiglie collaborino per sviluppare nei giovani cittadini dello Stato un senso di appartenenza intorno a comuni valori costituzionali di inclusione e tolleranza partendo dalla lettura dell’art. 1 della Costituzione.

Sabato 2 giugno, nel territorio comunale di Preganziol si svolgerà la pedalata cicloturistica di circa 25 km, con partenza alle ore 9.00 da piazza Gabbin.

 

 

Durante il percorso, visibile in locandina, saranno allestiti due punti di ristoro.

La quota di partecipazione prevista è di 6 € per adulto e di 5 € per i bambini fino ai 12 anni. Le iscrizioni saranno aperte fin dalle ore 7.30.

 

Inoltre, nel corso dell’evento, tra tutti i partecipanti sarà sorteggiata una bicicletta, offerta da Centro Marca Banca.

Si informa che in caso di maltempo, la manifestazione sarà rimandata al 3 giugno, con gli stessi orari e le stesse modalità.

 

Informazioni:

Pro Loco di Preganziol, 347 1612897 o [email protected]

 

 

Quarantamila metri quadri di divertimento e relax per tutta la famiglia e l’inaugurazione, sabato 2 giugno, della nuova attrazione alta dodici metri e lunga cento.

 

L’estate è alle porte e il nuovo trend che sta prendendo sempre più piede tra le famiglie è la vacanza nei parchi divertimento. Il motivo? “Si evitano le infinite code in strada tipiche delle mete balneari – spiegano i gestori del parco – i bambini si divertono con le numerose attrazioni in totale sicurezza e i genitori possono rilassarsi e godersi la giornata senza pensieri”.

 

In Veneto, una forte realtà che si è imposta in questo settore è il parco acquatico Aquaestate di Noale, nel Veneziano. Il parco, che si sviluppa su un’area di 40 mila metri quadri di natura e spettacolari attrazioni, sabato 2 giugno apre ufficialmente la stagione. Per l’occasione verrà presentata al pubblico la nuova attrazione chiamata “Aquatube”, uno scivolo lungo cento metri e alto dodici: sarà completamente chiuso, per un viaggio psichedelico fra colori e riflessi di luce d’effetto. Un’esperienza sensoriale unica nel suo genere, ricca di emozioni e sana adrenalina sia per famiglie che per gruppi di ragazzi.

 

 

D’altronde il parco Aquaestate è abituato ai grandi numeri, infatti oltre alla “new entry”, dispone di otto vasche, tra cui la mega piscina Eldorado di mille metri quadri con il suo Castello Magico, con scivoli, cascate, getti d’acqua, percorsi e spruzzi improvvisi per il divertimento dei più piccoli in tutta sicurezza. C’ è poi l’adrenalinico scivolo Kamikaze e il Toboga ricco di curve in versione maxi per ragazzi e adulti e mini per i bimbi. Non solo, c’è anche la Laguna Baby con tanto di fontane e idrofungo.

 

E fuori dall’acqua? “Oltre all’immenso prato verde dove poter fare pic-nic o prendere il sole – chiudono i gestori del parco – c’è il Magico mondo di Ricky che custodisce una vasca con ben quindicimila palline di tutti i colori, tappeti elastici, giochi gonfiabili, il coloratissimo Castello di Ricky e l’amata sabbia per fare i castelli, proprio come al mare. C’è anche un’ampia area sport per tutti i gusti, dal campo da calcetto a quello di basket fino al beach volley passando per il beach tennis, senza dimenticare i tavoli da ping pong. Per chi invece ricerca una pausa ristoratrice in pieno relax è ideale l’Oasi del Sol, una zona riservata agli adulti con lettini a bordo piscina”. Non solo, lo staff di animazione di Aquaestate propone ogni weekend anche lezioni gratuite di aquafitness per tenersi i forma, balli di gruppo, tornei e mini club.

 

Il 2 giugno, 72° anniversario della Proclamazione della Repubblica, sarà celebrato anche quest’anno, sul territorio comunale, con una serie di significativi appuntamenti.

 

A Venezia, in piazza san Marco, la cerimonia prenderà il via alle 9.10, con l’ingresso dei labari delle associazioni combattentistiche e d’Arma, cui seguirà la lettura del messaggio del presidente della Repubblica; alle 9.30 si procederà all’alzabandiera.

 

A Mestre, in piazza Ferretto, le celebrazioni inizieranno alle 10.25, anche in questo caso, con l’ingresso dei labari delle associazioni combattentistiche e d’Arma  e con la lettura del messaggio del presidente della Repubblica, mentre alle 10.45 è prevista la cerimonia dell’alzabandiera.

 

A Favaro, alle 11.15, si terrà invece l’incontro con l’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia, che prevede la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai Cavalieri dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana e, a seguire, un concerto della banda musicale di Tessera.

 

Nel pomeriggio, alle ore 17, al teatro La Fenice, si terrà un concerto straordinario, offerto alla cittadinanza, con la partecipazione del pianista Francesco Granata, in cui saranno eseguite musiche di Scarlatti, Mozart e Debussy.

 

La giornata si chiuderà idealmente alle ore 19, sia in piazza san Marco che in piazza Ferretto, con la cerimonia dell’ammainabandiera.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni