Home / Cultura  / Digital  / Switch, come si colloca rispetto alla concorrenza?

Switch, come si colloca rispetto alla concorrenza?

Grazie al forte miglioramento tecnologico ogni 5 anni circa gli amanti del mondo dei videogiochi sono soliti vedere l’arrivo sul mercato delle nuovissime console di gioco. Nel 2020 è stato il turno di PS5 e

Grazie al forte miglioramento tecnologico ogni 5 anni circa gli amanti del mondo dei videogiochi sono soliti vedere l’arrivo sul mercato delle nuovissime console di gioco. Nel 2020 è stato il turno di PS5 e Xbox Series X che hanno dato il via alla nuova generazione del gaming andando a sostituire le precedenti PS4 e Xbox One. Tale progresso delle piattaforme di gioco è il frutto del continuo progresso tecnologico che, sempre in merito alle console e ai giochi, ha permesso la nascita degli eSport: essi presentano le stesse caratteristiche degli sport tradizionali, sia per quanto riguarda l’organizzazione dei vari tornei, sia per quanto riguarda la presenza di siti online di scommesse, come Starcasinò, dove gli appassionati possono scommettere sulla vittoria di un determinato videogiocatore.

 

Ritornando però al cambiamento generazionale delle console, c’è una piattaforma ormai uscita 4 anni fa ma che comunque continua ad avere molto successo nonostante l’uscita delle console di next gen, anche se non riesce ovviamente in diversi aspetti a tenere il passo: la Nintendo Switch. La scelta di far uscire nuove console da parte della Nintendo in anni diversi rispetto a quelli della concorrenza, colloca l’azienda in una sorta di bolla temporale, dove le scelte della società non sono strettamente dipendenti da ciò che viene effettivamente richiesto dal mercato. Questo risulta essere sicuramente una modalità di pensiero un po’ troppo rigida sotto molti punti di vista ma che, nella realtà dei fatti, riesce sempre a soddisfare il grande pubblico.

 

Nintendo si era posta l’obiettivo di superare il grande fallimento derivato dalla Wii U, la quale aveva infatti generato moltissimo scontento. Così nel 2017 fa uscire sul mercato la nuova console, la Switch, che prende il nome dalla possibilità di poter “cambiare” dalla modalità portatile alla modalità fissa. Questa caratteristica che rende ibrida la console fu un enorme successo tant’è che nei primi mesi di lancio divenne una delle console più vendute in America.

 

Dal 2017 ad oggi i giochi per Switch sono davvero tantissimi, tuttavia vi sono ancora degli elementi che non rendono tale console top di gamma: vi sono moltissime funzioni, anche basilari, che ancora mancano, come la possibilità di scambiarsi i messaggi o di personalizzare l’interfaccia del menu di gioco.

 

Nintendo, nella sua bolla temporale, sembra quasi non voler rivaleggiare direttamente con le produttrici rivali ma sicuramente, per soddisfare al meglio i propri utenti, dovrà sicuramente tenere il passo del continua evoluzione tecnologica

 

Tuttavia, qual è il futuro che si prospetta davanti Nintendo Switch? La casa di Kyoto ha dimostrato che non ha alcuna intenzione di rivaleggiare con Sony e Microsoft, né in termini di potenza, né per quanto riguardano le vendite stesse o la produzione di software. Ciononostante, è anche vero che con l’imminente arrivo delle console di prossima generazione, Nintendo dovrà per forza di cose riuscire a tenere il passo con l’avanzamento tecnologico, per non restare indietro con le uscite di titoli. Che non stia già sviluppando un modello più potente di Switch? Solo il tempo ce lo dirà, anche perché, per quanto riguarda i giochi esclusivi in arrivo entro il 2019, ne vedremo davvero delle belle. Pokémon Spada e Pokémon Scudo sono ancora oggi al centro di moltissime discussioni sui social network, mentre i fan chiedono incessantemente informazioni di Animal Crossing e di Luigi’s Mansion 3. Insomma, escludendo Metroid Prime 4, sembra proprio che i possessori di Nintendo Switch avranno molto da giocare anche nel 2019. Restate connessi su VMAG per non perdere alcuna novità sul mondo Nintendo e sui titoli in arrivo nel corso dell’anno.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni