AttualitàIstruzioneItalia

Suor Anna Monia alla Sapienza: “I ragazzi hanno dato un grande esempio”

2 minuti di lettura

Per la prima volta nell’Ateneo romano è stato organizzato, e si è svolto regolarmente, un appuntamento culturale presieduto da una religiosa.

ROMA – Alla Facoltà di lettere dell’Università La Sapienza di Roma, si è svolto un convegno tenuto da Suor Anna Monia Alfieri, Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana ed esperta di politiche scolastiche.

L’incontro, martedì 21 marzo, aveva come tema ‘Uno sguardo libero e responsabile all’uomo e alla società’.

“Questo è un segno di democrazia e di dialogo fra pensieri in un ambiente che è stato spesso segnato, invece, da episodi di intolleranza politica e ideologica” come scrivono gli stessi studenti organizzatori in una nota firmata della lista studentesca ‘Obiettivo studenti’ della Sapienza di Roma.

“La relazione di Suor Anna Monia, partendo dalla definizione molto innovativa di libertà del Catechismo della Chiesa Cattolica, si è prolungata per circa 45 minuti – precisano gli studenti nella nota – riflettendo su vari ambiti in cui tale libertà umana si esplica: la dialettica politica, la vita universitaria, la libertà di educazione, con particolare riferimento all’iniqua discriminazione ancora in atto fra scuole statali e paritarie. Al termine sono state rivolte domande all’ospite su temi di attualità, come la legge sul fine vita”.

A questo proposito va ricordato l’invito rivolto a Papa Benedetto XVI all’inaugurazione dell’anno accademico il 17 gennaio 2008. Nei mesi precedenti, il rettore aveva comunicato la sua decisione di invitare il Papa, al Senato accademico, ben felice che un Pontefice, così come avevano fatto Paolo VI nel 1964 sempre alla Sapienza e Giovanni Paolo II a Roma Tre nel 2002, varcasse la soglia di una università. Ratzinger avrebbe dovuto rivolgere un saluto al termine della cerimonia e non tenere una lectio magistralis, come erroneamente fu al principio comunicato, suscitando molte polemiche.  Una lettera firmata da 67 docenti della facoltà di Fisica sulla laicità della scuola e alcuni articoli apparsi sui giornali, poco favorevoli all’intervento del Papa, portarono alla  rinuncia di Benedetto XVI alla visita  e il Papa si limitò a mandare il testo del suo intervento.

“Spesso vediamo che i nostri ragazzi sono violenti, fanno tafferugli, beh questi ragazzi della Sapienza hanno dato un grande esempio invitando me e accogliendomi con grande cordialità, con tanto bene, con tanto interesse. Forse la differenza sta nel fatto che se noi adulti siamo umili, semplici, capaci di ascoltarli, capaci di lanciare ponti fra la destra e la sinistra, dialogando con tutta la classe politica, facendo emergere in modo oggettivo e trasversale tutte le cose belle a livello istituzionale, forse avremo meno tafferugli, meno violenza, meno differenze e meno discordie.

Da vent’anni sono in campo per la libertà di scelta educativa ma anche per la voglia disperata di lanciare ponti e far emergere il bello dei nostri ragazzi. Loro mi hanno dato in questo incontro una grande testimonianza” conclude Suor Anna Monia.

Articoli correlati
ItaliaSlide-mainSport

Azzurrini sul tetto d'Europa

1 minuti di lettura
Incredibile prova ai Campionati Europei di Atletica Under 18. Azzurrini sul tetto d’Europa con ben 7 ori, 3 argenti e 5 bronzi…
ItaliaSlide-mainSport

Italrugby vince anche in Giappone

3 minuti di lettura
L’Italrugby di Quesada vince anche l’ultimo Test Match in Giappone contro i padroni di casa per 42-14. Infortunio alla testa per Paolo…
AttualitàL'EditorialeMondoPoliticaSlide-mainZero Biscuit

Ricomincio da Kamala

1 minuti di lettura
Joe Biden ritirandosi dalla corsa alla Casa Bianca dopo innumerevoli pressioni ha subito annunciato l’attuale vicepresidente Kamala Harris come sua ideale sostituta…