Home / Mogliano  / Studenti delle medie a Dimaro per una settimana di educazione musicale e di vita

Studenti delle medie a Dimaro per una settimana di educazione musicale e di vita

Un nutrito gruppo di studenti moglianesi, ben 85 allievi delle due scuole secondarie statali di primo grado di Mogliano Veneto hanno trascorso una settimana a Dimaro, in trentino, Val di Sole, con i loro insegnanti

85 ragazze e ragazzi con i loro professori ad un campus col sostegno del Comune

 

Un nutrito gruppo di studenti moglianesi, ben 85 allievi delle due scuole secondarie statali di primo grado di Mogliano Veneto hanno trascorso una settimana a Dimaro, in trentino, Val di Sole, con i loro insegnanti impegnati nel “Campo Musicale 2017”, a cura del Comitato Biblioteca “Isola del Tesoro“.

 

“E’ un’iniziativa che l’Amministrazione comunale ha sostenuto con entusiasmo, per l’alto valore didattico, ma soprattutto educativo. Infatti, oltre ad avviare in modo intensivo la pratica strumentale nel nuovo anno scolastico, il Camp non si esaurisce in una mera esperienza di approfondimento, ascolto ed esecuzione della musica orchestrale e corale, ma avrà molteplici scopi di grande valenza didattica ed educativa”, ha commentato il Vicesindaco di Mogliano, Daniele Ceschin, assessore alle politiche educative.

 

Gli studenti moglianesi hanno avuto l’opportunità di imparare a mettere in atto la trasposizione delle caratteristiche dell’attività orchestrale, agli ambiti della vita personale, scolastica, sociale e ambientale, dalla disciplina alla puntualità, dalla capacità di fare silenzio e di ascoltare all’impegno personale, dalla necessità di seguire le regole alla possibilità di muoversi assieme verso uno scopo comune, in un clima di impegno e serenità.

 

Quattro le classi in base allo strumento, chitarra, pianoforte, clarinetto e percussioni, con le prove svolte all’interno della struttura alberghiera in ambienti denominati con i nomi di grandi musicisti, come Segovia, Bach, Goodman e Tullio Depiscopo. L’esperienza di Dimaro vuole “educare” al concetto di orchestra: persone in movimento che si muovono nella stessa direzione con lo stesso obiettivo: fare musica. Non c’è spazio per altro, nemmeno per i telefonini, tenuti in sicurezza dall’organizzazione e restituiti la sera dopo cena per comunicazioni con i familiari.

 

Le attività si sono svolte nell’hotel, salvo quando il maltempo ha lo ha permesso e allora si sono spostati nel bosco, nel prato, lungo il torrente dove hanno sperimentato la sonorità dell’ambiente naturale.

 

Un altro spazio è stato dedicato, mattina e sera, alla cura del proprio corpo e della propria mente. Ascoltare il respiro e calmare la mente e i propri sensi per acuire la concentrazione e l’intuizione. Con l’aiuto di un monaco yoga sono stati esercizi fisici e alcune esperienze di respirazione e rilassamento.

 

Durante il campo si è, infine, svolta una competizione a punti, sulla base dell’esito della verifica dei comportamenti in relazione a puntualità, pulizia e ordine, cura degli strumenti, musica, impegno, escursioni notturne. Al termine del campo il gruppo che otterrà il punteggio più alto avrà un premio, consistente ma ancora in via di definizione.

Commenta la news

commenti

POST TAGS:

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni