Home / Cultura  / Digital  / Streaming: un fenomeno in costante ascesa

Streaming: un fenomeno in costante ascesa

Lo streaming è uno dei fenomeni che negli ultimi anni si è distinto per essere stato uno dei più cresciuti sulla scena mondiale. Che si tratti della riproduzione di documentari, serie televisive, sessioni di gioco,

Lo streaming è uno dei fenomeni che negli ultimi anni si è distinto per essere stato uno dei più cresciuti sulla scena mondiale. Che si tratti della riproduzione di documentari, serie televisive, sessioni di gioco, film o trasmissioni, l’intrattenimento è ormai diventato digitale e l’impressione di molti tra gli addetti ai lavori è che questo sia solo l’inizio di un percorso che porterà internet a dominare la scena mondiale.

 

 

 

Gioco online e streaming: numeri di un successo assoluto

Sino a pochi anni fa, quello dei videogiochi pareva essere un fenomeno legato a pochi appassionati che si servivano di console tradizionali come PlayStation o PC per intrattenersi in “locale” con amici in sessioni in multiplayer o in partite contro il COM. La sempre maggiore diffusione di internet ha inevitabilmente coinvolto anche il settore del gaming che ne è uscito decisamente stravolto. La maggior parte delle sessioni di gioco oggi avviene su internet, con partite che coinvolgono anche centinaia di utenti in simultanea provenienti da ogni parte del mondo. Soprattutto nell’ultimo anno è andato però affermandosi anche un altro fenomeno che nel giro di pochissimo tempo ha riscosso un successo senza precedenti. Stiamo parlando di quello che è stato definito “game streaming”, ovvero di tutte quelle trasmissioni online all’interno delle quali dei giocatori professionisti, o dei semplici amatori, intrattengono e si intrattengono proiettando sul web le proprie “imprese”. Si è così passati da una forma di intrattenimento attiva, in cui il giocatore si limitava a giocare la sua partita, a una forma di intrattenimento passiva, in cui anche la semplice visione di una sessione praticata da altri diviene parte integrante dell’intrattenimento. Emblematici, in tal senso, sono i dati diffusi da Twitch che ci raccontano di come la piattaforma di streaming statunitense negli ultimi 12 mesi abbia visto aumentare i propri utenti dell’80% su base annua. Lo streaming non si è limitato a stravolgere solo il mondo dei videogame, ma ha anche rivoluzionato quello del gioco d’azzardo online. Sono sempre di più gli utenti che decidono di intrattenersi con sessioni in live streaming di poker, slot machine, blackjack e roulette in cui dei croupier in carne e ossa accompagnano gli utenti nella giocata. Il successo dei nuovi casinò in live streaming è tale che siti come quello di Casinos.it si sono specializzati nel recensire e confrontare l’offerta delle numerose agenzie presenti sul web in modo che gli utenti si approccino a questo mondo nel modo più consapevole e trasparente possibile.

 

 

 

Netflix, Rai Play e Dazn: come cambia la TV

La TV è stata con ogni probabilità il mass media che negli ultimi 10 anni è cambiato meno, per svariati motivi. L’arrivo e la diffusione sempre più massiccia di internet, però, hanno dato una spallata decisiva a tutto l’universo televisivo che è stato gioco forza costretto ad adattarsi alle nuove mode del momento. Una delle principali responsabili di questo cambiamento è stata l’azienda statunitense Netflix, che nel giro di poco più di sette anni ha raggiunto la cifra record di 250 milioni di abbonati e che continua a incrementare sensibilmente il proprio giro d’affari. Allo stesso modo anche l’azienda britannica Dazn, specializzata nella diffusione di trasmissioni sportive, si è resa protagonista di una piccola, epocale rivoluzione. Giunta sul mercato italiano poco più di due anni fa, Dazn ha saputo imporsi in un mercato complicato come quello della vendita dei diritti televisivi della nostra Serie A. È infatti notizia di queste settimane che per il prossimo triennio a Dazn andrà l’esclusiva di ben sei match della Serie A di calcio, nonostante le polemiche da parte degli utenti e degli appassionati non siano mancate. Il passaggio dal satellitare allo streaming, però, sembra inevitabile e a conferma dell’assunto si ergono i numeri record fatti registrare dall’app Rai Play che solo su dispositivi Android vanta più di 10 milioni di download e che sta ricevendo ottimi riscontri dal pubblico. La RAI è riuscita a mettere in piedi una piattaforma che offre un catalogo che contiene decine di migliaia di contenuti, molti ripresi anche dagli archivi storici, che ha ben poco da invidiare a quello a disposizione delle grandi multinazionali statunitensi.

 

Lo streaming sembra destinato a diventare il principale canale di intrattenimento e la sensazione è che questo sia solo l’inizio di una nuova dominata dal web e dal digitale.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni