Italia MondoSaluteSlide-main

Strategia dell’UE sugli strumenti terapeutici: la Commissione presenta un propulsore di innovazione terapeutica per individuare e sostenere nuove cure per la COVID-19

1 minuti di lettura

Nell’ambito di un’azione chiave della strategia dell’UE sugli strumenti terapeutici contro la COVID-19, ieri la Commissione ha presentato il propulsore di innovazione terapeutica per la COVID-19, una relazione elaborata da esperti scientifici indipendenti che facilita l’individuazione di progetti e tecnologie di ricerca promettenti e fornisce orientamenti ai ricercatori e agli innovatori al fine di concentrare al meglio gli sforzi e accelerare l’innovazione.

Gli orientamenti presenti nella relazione si basano su pareri scientifici indipendenti e sono tesi ad agevolare lo sviluppo di cure contro la COVID-19 che rispondano alle esigenze dei pazienti man mano che queste evolvono durante la pandemia. Gli orientamenti sostengono pertanto gli sforzi volti a garantire il più rapidamente possibile cure sicure ed efficaci ai pazienti in tutta l’UE: questa rimane una priorità assoluta nel passaggio alla prossima fase della COVID-19.

Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, ha dichiarato: “L’Unione europea ha intrapreso azioni decisive con i suoi ricercatori e innovatori per sviluppare vaccini e cure a tutela dei cittadini. Il propulsore di innovazione terapeutica sostiene la nostra continua ricerca di nuove terapie vagliando il panorama della ricerca e riducendo lo scarto tra ricerca di base e applicazione clinica.”

Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: “Le terapie costituiscono una parte importante della nostra risposta alla COVID-19. Salvano vite umane, limitano la necessità di ricoveri ospedalieri, accelerano i tempi di guarigione e riducono i sintomi complessivi. Con la strategia sugli strumenti terapeutici stiamo assemblando un insieme di cure sicure ed efficaci contro la COVID-19 che affrontano tutte le fasi della malattia, compreso lo sviluppo di medicinali specifici per la sindrome post-COVID. La ricerca e l’innovazione sono fondamentali per colmare le lacune di conoscenze e sviluppare cure efficaci, e a tal fine saranno fondamentali il propulsore di innovazione terapeutica e la stretta collaborazione con l’HERA.”

Come annunciato nella strategia sugli strumenti terapeutici, il propulsore di innovazione terapeutica contribuirà al lavoro dell’Autorità europea per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (HERA), che istituirà una piattaforma di mappatura interattiva per le terapie promettenti. È stato pubblicato un bando di gara per la progettazione della piattaforma i cui risultati dovrebbero essere presentati nei prossimi mesi.

Articoli correlati
NewsSlide-mainSport

Doppietta azzurra nei 100 rana. Margherita Panziera oro nei 200 dorso. Thomas Ceccon inarrestabile nei 50 farfalla

3 minuti di lettura
E chi li ferma più, questi? Ogni gara un’emozione che non c’è divano a tenerti fermo. Il nuoto azzutto inanella risultati in…
Italia MondoSlide-mainSport

Mondiali paraciclismo, esordio col botto per gli azzurri

2 minuti di lettura
Nella prima giornata di gare dedicata alle cronometro per handbike e tricicli, l’Italia conquista quattro maglie iridate e ben dieci medaglie. Esordio…
SileaSlide-mainSostenibilità

I cantieri estivi di Silea: più di 2 milioni di euro per viabilità e sicurezza stradale

3 minuti di lettura
Proseguono a pieno ritmo i lavori pensati e voluti dall’Amministrazione Cendron. Rotonda e piazza Madonna della Salute, rotonda di Lanzago, pista ciclabile…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!