Home / Economia  / Stefano Betto è il nuovo Segretario generale della First Cisl Belluno Treviso

Stefano Betto è il nuovo Segretario generale della First Cisl Belluno Treviso

Stefano Betto, 56 anni, è il nuovo Segretario generale della First Cisl Belluno Treviso, la categoria dei bancari della Cisl. È stato eletto giovedì 11 aprile a Cimadolmo, dal Consiglio Direttivo della categoria. Subentra a

Stefano Betto, 56 anni, è il nuovo Segretario generale della First Cisl Belluno Treviso, la categoria dei bancari della Cisl. È stato eletto giovedì 11 aprile a Cimadolmo, dal Consiglio Direttivo della categoria. Subentra a Massimiliano Paglini, recentemente eletto Segretario confederale Cisl Belluno Treviso. Si tratta di una scelta largamente condivisa da tutto il gruppo dirigente, nel segno della continuità e nel rispetto del percorso iniziato con il congresso del 2017.

 

Betto, di Castelfranco Veneto, è entrato nel settore bancario nel 1983 come dipendente del Credito Trevigiano Bcc. Ha iniziato a svolgere attività sindacale nel 1988 ed è stato eletto nella Segreteria territoriale della First, dove ha gestito il dipartimento organizzativo, nel 2013.

 

Sono pronto a lavorare e impegnarmi a fondo in continuità e in rispetto al lavoro fatto dalla precedente segreteria – afferma il neo-segretario – per mantenere e sviluppare i principi fondanti della Cisl, per valorizzare il lavoro svolto e portare la First Cisl di Belluno e Treviso a raggiungere ulteriori risultati in termini di tutela dell’occupazione nel nostro settore”.

 

Nella relazione presentata al Consiglio direttivo Betto ha approfondito diversi aspetti, a partire dai punti salienti dalla nuova piattaforma contrattuale Abi 2019, un documento dal forte contenuto sociale con la difesa dei livelli occupazionali, il riequilibrio economico e le perplessità verso le forme contrattuali miste e del lavoro autonomo.

 

Focus anche sul cambiamento in corso nel mondo delle Bcc con l’avvio dei Gruppi Bancari Cooperativi Nazionali, sul contrasto alle politiche commerciali improprie e le relative pressioni sulla clientela e sulla valorizzazione del ruolo dei bancari per rilanciare il settore del credito, quali fattori centrali per lo sviluppo del Paese e a tutela del risparmio e della clientela.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni