Mogliano VenetoPoliticaSlide-mainVideo

Squadra che vince non si cambia

3 minuti di lettura

La novità, Leonardo Muraro vicesindaco

Guarda il video su YouTube.

MOGLIANO VENETO (TV) – Squadra che vince non si cambia. Guardando i nomi che compongono la nuova giunta del sindaco Davide Bortolato, tutto sembra rimasto come prima. Una scelta di continuità per il secondo mandato 2024-2029.
Altri cinque anni in cui dovranno essere portati a compimento importanti puzzle del programma elettorale.

Dopo 23 anni, Mogliano ha rieletto il sindaco per un secondo mandato; un particolare di cui Bortolato si dice particolarmente orgoglioso per la fiducia a lui dimostrata dai cittadini che hanno permesso la sua rielezione al primo turno.

Ma, visti i numeri usciti dalle urne, bisognava fare la quadratura del cerchio. Dare adeguato spazio alle forze che hanno sostenuto la candidatura del sindaco. Ed ecco la novità: Leonardo Muraro è stato nominato vicesindaco e torna sui banchi del Consiglio che lo ha visto muovere i suoi primi passi da politico negli anni ’90 del secolo scorso.

Guarda il video su YouTube.


Un leghista per certi aspetti “anomalo”. Un passato da amministratore provinciale dove ha ricoperto la carica di Presidente. Un addio alla Lega, un periodo in cui la politica sembrava ormai alle spalle e poi il rientro. Proprio nella lista della Lega moglianese a cui ha portato il suo personale bottino di voti. E questo ha un peso nella composizione di un governo comunale. Dopo una lunga trattativa in cui bisognava mettere a punto le varie caselle, si è arrivati alla composizione di una giunta che vede, accanto al sindaco Bortolato, un nome di peso come quello di Leonardo Muraro.

A prima vista è l’applicazione del “manuale Cencelli”, l’espressione giornalistica con cui ci si riferisce all’assegnazione di ruoli di rilievo ad esponenti di vari partiti in proporzione al loro peso elettorale. Questi i consiglieri eletti usciti dalle urne: 5 rappresentanti alla lista del sindaco Bortolato, (23,4%), 2 rappresentanti alla Lega (11,9%); 2 rappresentanti a Fratelli d’Italia (10,8% ) un rappresentante a Piazza Civica (5,9%).

Ha spiegato il sindaco Bortolato: “Questa è una giunta espressione delle preferenze degli elettori, tenendo conto dei candidati più votati nei vari partiti della coalizione. Persone di ampia esperienza che possono garantire il lavoro importante che ci accingiamo a fare per migliorare la nostra città”.

Inoltre non va dimenticato che, nella precedente amministrazione, c’era già un esponente della Lega che ricopriva il posto di assessore alla sicurezza, Marco Donadel, oggi sindaco di Roncade, una casella oggi in mano a Leonardo Muraro.

Ma il vicesindaco è un incarico di estrema fiducia e qui il gioco cambia. Così come cambia la configurazione del Consiglio comunale uscito dal voto, in quanto gli assessori lasciano il loro posto in Consiglio a chi li segue per voti ricevuti. Carlo Albanese, segretario della Lega, e Zardetto (FdI) hanno dato le dimissioni e, al loro posto, subentreranno altri candidati.

Interessante sarà la figura del Presidente del Consiglio comunale, un nome che deve essere di garanzia per il funzionamento dell’organo di rappresentanza.

Oggi, dopo alcuni mesi in cui la campagna elettorale ha catturato ogni attenzione, è giunto il momento di governare. Come sempre non sarà semplice; ci sono i programmi dei singoli partiti e quello sottoscritto appoggiando la candidatura del sindaco Bortolato da realizzare. Ogni scelta dovrà essere fatta nell’interesse della città e dei moglianesi che, con il loro voto, hanno concesso la fiducia.

La Giunta Comunale

Questi i referati di riferimento.
Davide Bortolato, Sindaco: Edilizia ed Urbanistica – Ambiente – Rapporti con i Quartieri, Patrimonio – Progetti Strategici (e tutti gli ambiti non espressamente delegati agli Assessori).
Leonardo Muraro, Vice Sindaco: Politiche per la Sicurezza – Protezione Civile – Mobilità e Viabilità – Servizi Demografici.
Francesca Caccin, Assessore: Politiche Sociali – Politiche per la Famiglia – Pari Opportunità – Politiche Abitative – Rapporti con l’ULSS
Giorgio Copparoni, Assessore: Cultura, Turismo ed Eventi – Tradizioni Locali e Politiche Agricole
Martina Cocito, Assessore: Bilancio e Tributi – Politiche Educative e Giovanili, Commercio e Attività Produttive
Enrico Maria Pavan, Assessore: Comunicazione istituzionale – Digitalizzazione – Lavori, Pubblici – Sport – Risorse Umane

Articoli correlati
AttualitàIntravisti per voiPrima FilaSlide-main

Matrimonio con Sorpresa

1 minuti di lettura
Matrimonio con Sorpresa è un film diretto da Julien Hervé e ci narra la storia di una coppia di fidanzati, Alice Bouvier…
ItaliaSlide-mainSportVideo

A 90 minuti da EURO2025

3 minuti di lettura
L’Italia di Soncin pareggia 0-0 in Olanda. Ora si giocherà la qualificazione diretta a Euro 2025 nell’ultima partita con la Finlandia SITTARD…
Economia&LavoroItaliaSlide-mainVeneto

Il Veneto rinforza la sua presenza in Federmeccanica

2 minuti di lettura
La recente elezione di sette rappresentanti veneti nel Consiglio Generale per il biennio 2024-2026 rafforza ulteriormente la presenza veneta in un settore…