Home / Cultura  / Spinea è un Ponte 2019 promuove la cultura delle differenze e dell’inclusione sociale

Spinea è un Ponte 2019 promuove la cultura delle differenze e dell’inclusione sociale

Un'occasione di incontro e di apprendimento reciproco, volte a favorire l'inclusione e lo scambio interculturale.

Torna anche quest’anno Spinea è un Ponte, l’iniziativa del Tavolo per la Pace e la Nonviolenza di Spinea in collaborazione con il CISM Spinea ONLUS per la promozione della cultura delle differenze e dell’inclusione sociale attraverso lo sport, la festa e il divertimento, la cultura, la musica.

 

Quest’anno l’evento si comporrà di tre giornate che inizieranno domani, venerdì 13 alle 20. 45 in Oratorio SS. Vito e Modesto, dove si terrà la conferenza “Africa e mediterraneo”. Ai saluti istituzionali, seguiranno gli interventi di don Riccardo Zanchin, parroco di SS. Vito e Modesto (a raccontare la sua esperienza in Ciad), Ivana Maria Padoan, Presidente del Cestudir – Centro Studi sui Diritti Umani dell’Università Ca’ Foscari Venezia, Laurent Luboya, un membro dell’Equipaggio di terra di Mediterranea – Saving Humans Venezia, l’ONG che salva naufraghi in Mediterraneo. Modera l’incontro lo scrittore Enrico Cerni.

 

Sabato 14, alle 15, si terrà invece il 3° torneo Multietnico, in Campo Federale di via Unità, tra Senegal e Marocco.

 

In chiusura, domenica 15 dalle 15.30 in Parco Nuove Gemme, la 21° Festa Multietnica. Come da tradizione, si inizierà alle 15 con la Sfilata dei Popoli da SS. Vito e Modesto per inaugurare la Festa al Parco Nuove Gemme alle 15.30 e dalle 16.00 il concerto dei Soul Liberation Cultural Gospel.

 

Nell’arco della giornata ci saranno danze orientali e popolari, banchetti e laboratori creativi e tenda del tè a cura di CISM Spinea.

 

Questi eventi vogliono ancora una volta favorire l’incontro con l’altro per scoprirne e apprezzarne la cultura e favorire la convivenza civile. Un’occasione di incontro e di apprendimento reciproco, volte a favorire l’inclusione e lo scambio interculturale, perché la sicurezza parte da “un ambiente in cui tutti si sentano rispettati e rispettino le regole del vivere comune”, come afferma il nostro Presidente della Repubblica.

 

 

    

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni