Italia MondoSlide-mainSportVeneto

Sofia Goggia trionfa nella libera di Cortina

1 minuti di lettura

Sofia Goggia ha regalato l’ennesimo indimenticabile spettacolo con la vittoria nella prima discesa femminile di Coppa del mondo in programma sulle nevi casalinghe di Cortina d’Ampezzo.

CORTINA D’AMPEZZO – Sull’Olympia delle Tofane, la campionessa orobica si è portata a casa la quarta vittoria su cinque nella specialità in stagione, tris in carriera sulla pista ampezzana. Una gara sontuosa, dove la portacolori delle Fiamme Gialle è riuscita a prendersi una discesa complicatissima, mettendo in scena una manche solida caratterizzata da una velocità straordinaria soprattutto sullo “Scarpadon”, in cui Sofia ha fatto nettamente la differenza.

Con questo successo Goggia si è portata a 21 vittorie in carriera sul massimo circuito, raggiungendo la compagna di squadra Federica Brignone in cima alla speciale classifica, oltre ad aver messo in archivio anche il 45esimo podio in Coppa del mondo.

Alle sue spalle la slovena Ilka Stuehc, rivale temibile con oltre due decimi recuperati nel tratto finale e alla seconda top 3 in poche settimane, a 13 centesimi e terza posizione per la tedesca Kira Weidle, con 36 centesimi di distacco.

Grande soddisfazione quella del presidente della Regione Veneto Luca Zaia: “Sulla mitica pista Olimpia di Cortina, Perla delle Dolomiti, Sofia Goggia ha inanellato una nuova, straordinaria perla nella sua ormai lunga collana di successi. Lo sci femminile continua a farci sognare, anche in chiave olimpica 2026, perché dietro a questa wonder woman è cresciuta una squadra forte e giovane. Intanto complimenti a Sofia. Sportivamente parlando sembra essere un’atleta irripetibile, non solo per la tecnica, ma anche per l’incredibile coraggio e forza di volontà”.

“Seguendo la sua discesa (straordinario il gesto di bilanciarsi mettendo sulla neve la mano ancora ferita) – aggiunge Zaia – abbiamo esultato per la nostra atleta, ma abbiamo anche potuto vedere una splendida pista olimpica come l’Olimpia della Tofana, lungo la cui discesa si ritrovano tutte le caratteristiche tecniche per esaltare le vere campionesse, alternando tratti di scorrevolezza ad altri di impegno tecnico, curve e controcurve, tratti ripidi e passaggi in cui la pendenza cala. Tutti ingredienti di un campo di gara perfetto, che tale sarà anche nel 2026”.

credits foto FISI

Articoli correlati
Slide-mainTutela del CittadinoVenetoViabilità

Cinque incidenti tra mezzi pesanti in A4: un ferito

1 minuti di lettura
Vigili del Fuoco impegnati dalle 16.00 di oggi, martedì 7 febbraio, per cinque diversi incidenti tra mezzi pesanti in A4 dal km…
AttualitàEsteriSlide-main

Un Veneto tra i dispersi del terremoto in Turchia

2 minuti di lettura
Si chiama Angelo Zen e i familiari non hanno sue notizie da domenica scorsa, 5 febbraio. Continua ad aggravarsi il bilancio delle…
LavoroMarca TrevigianaSlide-main

Carabinieri: tre attività sospese nel settore dell’edilizia in provincia di Treviso

2 minuti di lettura
Il Nucleo Ispettorato Carabinieri del Lavoro di Treviso, in collaborazione con le articolazioni territoriali del Comando Provinciale Carabinieri, ha svolto nei giorni…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio